Lupus Eritematoso Sistemico

1,619 views

Published on

4LIFE INTERNATIONAL GROUP (www.4lifegroup.it ) nasce con l'intento di far conoscere a tutti un prodotto innovativo, il TRANSFER FACTOR, completamente naturale al 100%, frutto di 50 anni di ricerche e coperto con 4 brevetti mondiali, capace di informare e potenziare il nostro Sistema Immunitario affinchè il nostro organismo reagisca meglio alle più svariate malattie provocate da virus, neoplasie, allergie e malattie autoimmuni.

I Fattori di Trasferimento sono piccole molecole messaggere che trasferiscono informazioni immunologiche da un’entità ad un’altra, per esempio dalla madre al neonato. Le cause dell’indebolimento del nostro sistema immunitario sono molteplici e spesso legate allo stress, all’inquinamento e contaminazione ambientale, alla cattiva alimentazione, ai nuovi ceppi di “superbatteri” dovuto all’eccessivo consumo di medicine.

Anche gli antibiotici, usati troppo spesso e in dosi eccessive per combattere le infezioni hanno, a lungo termine, effetti negativi sul sistema immunitario

Le conseguenze di un sistema immunitario indebolito o deficitario, sono la causa di infezioni e malattie sempre più frequenti e prolungate.

I processi di estrazione dei Fattori di Trasferimento dal colostro vaccino e dal tuorlo dell’uovo, sono protetti da brevetto degli USA nr. 6.468.534 (colostro e tuorlo) e nr. 6.866.868 (tecnica di estrazione), ed altri brevetti in attesa di registrazione.

Oltre 3.000 ricerche scientifiche e test fatti in laboratori indipendenti, indicano che la formula 4Life Transfer Tri-Factor aumenta l’efficacia del sistema immunitario incrementando l’attività funzionale delle NK Cells (Cellule Natura Killer) del 473%.
Le cellule NK sono le barriere difensive del sistema immunitario.

Published in: Health & Medicine, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,619
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lupus Eritematoso Sistemico

  1. 1. TRANSFER.FACTOR.PLUS@4LIFEGROUP.COM TRANSFER.FACTOR.PLUS@4LIFEGROUP.COM www.4lifegroup.it Lupus eritematoso sistemico Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici Lupus eritematoso sistemico Eritema quot;a farfallaquot; tipico del lupus. Classificazione e risorse esterne ICD-9-CM (EN) 710.0 ICD-10 (EN) M32 Sinonimi LES (italiano) SLE (inglese) Il Lupus eritematoso sistemico (LES è una malattia cronica rara di natura autoimmune che può colpire LES) autoimmune, diversi organi e tessuti del corpo. Autoimmune significa che c’è una disfunzione del sistema immunitario che, invece di proteggere il corpo da virus, batteri e agenti estranei, produce auto auto-anticorpi che +39 0121/32.66.66 - +39 328/431.24.89 – skype: giorgio.ubc.fingroup 1
  2. 2. TRANSFER.FACTOR.PLUS@4LIFEGROUP.COM www.4lifegroup.it aggrediscono i propri componenti. Generalmente con il semplice termine di Lupus ci si riferisce al Lupus eritematoso sistemico, nonostante esistano altre patologie che comprendono lo stesso nome (per esempio Lupus anticoagulante o sindrome da antifosfolipidi). Il LES è classificato come malattia reumatica. e cenni storici Epidemiologia Il nome Lupus eritematoso sistemico risale all'inizio del XX secolo. Lupus è la parola latina che significa lupo, e si riferisce alla caratteristica eruzione cutanea a forma di farfalla riscontrata sul viso di molti pazienti affetti da LES, che ricordava ai medici i contrassegni bianchi presenti sul muso dei lupi. Eritematoso si riferisce al rossore della pelle. Sistemico significa che interessa diversi organi del corpo. L'esordio della malattia è inusuale prima del quinto anno d'età ed insolito prima dell'adolescenza dove si ritrovano casi più frequenti nei maschi. In questa fascia d'età il LES colpisce 5 bambini per milione l'anno. L'esordio avviene più comunemente in età fertile (da 15 a 45 anni) e più frequentemente nella popolazione femminile (in questo gruppo d'età 9 casi su 10 sono donne). Uno studio compiuto negli Stati Uniti d'America ha mostrato una maggiore incidenza del LES nelle donne d'origine afro-americana, ispanica, asiatica e indigena, ma si ritiene che ciò sia dovuto a fattori socioeconomici. In Italia si stima che oggi i casi seguiti clinicamente riguardino circa 60000 persone, con un incremento di circa 1500 nuovi casi diagnosticati ogni anno; a seguito di questa stima, in Italia il LES, che fino a tutto il 2005 era considerato una malattia rara, dal 2006 è stato riclassificato come malattia cronica e invalidante (dà diritto all'invalidità civile). Altre stime invece portano a contare solo 11000 pazienti nel nostro paese, vale a dire un malato ogni 5000 abitanti. Eziologia La malattia non è ereditaria e non è assolutamente trasmissibile da uomo a uomo. Tutt'oggi non si conoscono le cause specifiche del LES, anche se ci sono alcuni punti fermi: predisposizione genetica in primis (non sono rari i casi di più soggetti affetti da LES nello stesso nucleo familiare), fattori ambientali (molto probabilmente: esposizione al sole, infezioni da virus o batteri, stress, alcuni medicinali, ...), età in cui sono in atto modifiche ormonali (pubertà, gravidanza, menopausa, ...). Clinica Segni e sintomi La diagnosi del LES è molto difficile: nei paesi anglosassoni è conosciuto come the great imitator, cioè il grande imitatore. La malattia può manifestarsi con dolori alle articolazioni, affaticamento anomalo,febbre, vomiti, manifestazioni cutanee, perdita +39 0121/32.66.66 - +39 328/431.24.89 – skype: giorgio.ubc.fingroup 2
  3. 3. TRANSFER.FACTOR.PLUS@4LIFEGROUP.COM www.4lifegroup.it di capelli, ulcere alle mani, anemia, tendiniti, pleuriti, nefriti, pericarditi, endocarditi, ma il fattore più indicativo è la sistemicità di questi sintomi, cioè colpiscono diversi organi contemporaneamente. C'è da dire, comunque, che i sintomi, nonché l'andamento della malattia, possono cambiare anche di molto da soggetto a soggetto. La malattia può manifestarsi con svariate sfumature diverse, e infatti è conosciuta anche come la malattia dai mille volti. Trattamento Non esiste ancora una cura definitiva, ma è possibile trattare la malattia, soprattutto per cercare di portarla in uno stato di remissione, cioè farla regredire ad uno stato simile alla guarigione; a oggi non si guarisce dal LES, la malattia resta sempre presente anche nei periodi di remissione, e va tenuta costantemente sotto controllo. In questi ultimi anni sono stati compiuti progressi nel trattamento di questa malattia. Farmacologico L'intervento terapeutico è diverso a seconda del quadro clinico: nei casi lievi si procede al trattamento con alcuni farmaci antimalarici (idrossiclorochina) associati a cortisone o altri antiinfiammatori; nei casi più severi occorre utilizzare anche farmaci immunosoppressori, i quali impediscono la moltiplicazione dei linfociti B responsabili della produzione di auto-anticorpi. Data la molteplicità (e la gravità) dei sintomi della malattia e degli effetti collaterali dei medicinali, si è costretti molte volte ad assumere anche altri farmaci. Curiosità Molto probabilmente a causa della varietà dei suoi sintomi, e dunque della difficoltà di darne una diagnosi certa, questa malattia è una delle più citate nel telefilm americano Dr. House, che ha come protagonista un geniale primario di diagnostica e il suo staff. Attualmente, questa malattia è stata diagnosticata alla famosa e giovane modella inglese Sophie Howard, al famoso musicista afro-americano James Dewitt Yancey conosciuto come J Dilla, al cantante Seal, a Manuel Agnelli, alla cantante Jo Chiarello, ad Hulk Hogan e Jerry Calà Bibliografia Testi specifici sul LES: A. Doria, R. Rondinone: IL LUPUS: la malattia dai mille volti, con il patrocinio di O.L.A.R. Testi sulle malattie reumatiche in generale: B.M. Canesi, A. Brucato: Gravidanza e reumatologia, Mattioli 1885 S.p.A. editrice. +39 0121/32.66.66 - +39 328/431.24.89 – skype: giorgio.ubc.fingroup 3
  4. 4. TRANSFER.FACTOR.PLUS@4LIFEGROUP.COM www.4lifegroup.it Università degli studi di Padova, Istituto di patologia ostetrica e ginecologica, cattedra e divisione di Reumatologia: Anticorpi antifosfolipidi e rischio materno-fetale, CLEUP editrice 1997. Testimonianze di ammalati: AA.VV.: Lupus: quot;Ci hai rotto...il Sistema!quot;, edito in proprio dal Gruppo Italiano LES - Sezione Piemonte. Silvia Bonino: Mille fili mi legano qui, Editori Laterza. Medicine alternative: Ryke Geerd Hamer: Il cancro e tutte le cosiddette malattie. Breve introduzione alla nuova medicina germanica, Ediciones de la Nueva Medicina. Note 1. ^ http://italiasalute.leonardo.it/Copertina.asp?Articolo_ID=9513 Voci correlate Lupus eritematoso cutaneo subacuto Numerosi studi sono stati effettuati da Benedetta Riccardi. Connettivite indifferenziata Collegamenti esterni Associazioni di ammalati di LES: lupus.it lupus-italy.org Associazioni di ammalati reumatici in generale: anmar.info Articoli sul LES: bresciareumatologia.it benessere.com dica33.it cesil.com cibo360.it Recensioni: lapelle.it +39 0121/32.66.66 - +39 328/431.24.89 – skype: giorgio.ubc.fingroup 4

×