Medici e indutria farmaceutica

1,195 views

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,195
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Medici e indutria farmaceutica

  1. 1. I CONFLITTI DI INTERESSE IN MEDICINA Come l ’in dustria farmaceutica informa i medici Guido Giustetto Milano, 17 ottobre 2008
  2. 2. La normativa sulla pubblicità dei medicinali ai medici riguarda: <ul><li>La visita dell’informatore scientifico </li></ul><ul><li>I regali, i gadgets e gli omaggi </li></ul><ul><li>Il materiale illustrativo (opuscoli, depliant, visual, pubblicità sulle riviste mediche…) </li></ul>
  3. 3. La visita dell’informatore scientifico
  4. 4. La visita dell’informatore scientifico <ul><li>“ lo svolgimento dell’attività degli ISF viene assicurato e agevolato dalle direzioni delle strutture del SSR… sensibilizzando la disponibilità dei medici ”. </li></ul><ul><li>Informazione o promozione ? </li></ul><ul><li>“ Informatore scientifico” o rappresentante ? </li></ul><ul><li>Nomina sunt consequentia rerum (?) </li></ul>
  5. 5. Contatti frequenti con i rappresentanti... <ul><li>Si associano ad una maggior propensione a: </li></ul><ul><li>prescrivere farmaci più nuovi </li></ul><ul><li>soddisfare la richiesta dei pazienti per la prescrizione di un farmaco non utile da un punto di vista clinico </li></ul><ul><li>utilizzare poco la terapia non farmacologica, anche quando sarebbe sufficiente </li></ul><ul><li>prescrivere poco i farmaci generici </li></ul><ul><li>accettare la pubblicità e la letteratura promozionale dell’industria </li></ul><ul><li>Watkins et al. Characteristics of general practitioners who frequently see drug industry representatives: national cross sectional study. BMJ 2003; 326:1178-9 </li></ul>
  6. 6. Contatti frequenti con i rappresentanti... <ul><li>Facilitano l’instaurarsi di un rapporto amichevole e “solidale” tra rappresentante e medico che permette di superare l’aspetto strettamente scientifico della comunicazione per lambire quello umano e delle emozioni. </li></ul><ul><li>L’informazione da sola raramente cambia il comportamento. </li></ul><ul><li>Obiettivo della pubblicità: una risposta emozionale </li></ul>
  7. 7. L’amicizia <ul><li>Il medico amichevole ed estroverso è il favorito di ogni rappresentante, perché coltivarne l’amicizia è di grande interesse. </li></ul><ul><li>Ogni parola, ogni cortesia, ogni regalo e ogni pezzo di informazione fornita è attentamente studiata non per aiutare i medici o i pazienti, ma per allargare le quote di mercato dei farmaci-obiettivo. </li></ul>
  8. 8. Non siamo consapevoli di essere influenzati <ul><li>La promozione influenza opinioni e comportamenti molto più di quanto noi medici crediamo </li></ul><ul><li>Pensiamo di esserne immuni in quanto dotati di capacità di giudizio razionale e sottovalutiamo le nostre risposte emozionali </li></ul><ul><li>Tanto più ignari, tanto più vulnerabili </li></ul><ul><li>Shaughnessy AF, Slawson DC, Bennett JH. Separating the wheat from the chaff: identifying fallacies in pharmaceutical promotion. J Gen Intern Med 1994;9:563-8 </li></ul>
  9. 9. QUALE CARATTERISTICA TI COLPISCE PIÙ POSITIVAMENTE DI UN INFORMATORE MEDICO-SCIENTIFICO? 1 RAPPORTO 67,4 % PERSONALE 2 COMPETENZA SCIENTIFICA 60,5 % 3 L’OFFERTA INFORMATIVA 42 % 4 L’AZIENDA CHE RAPPRESENTA 8,4 % Ricerca FIMMG Avvenire Medico 1/2008
  10. 10. Gadget e regali <ul><li>I regali inducono un sentimento di riconoscenza e di reciprocità </li></ul><ul><li>Accettare regali stabilisce una relazione con conseguente obbligazione </li></ul><ul><li>Siamo culturalmente programmati a restituire il regalo </li></ul><ul><li>Chren MM, Landefeld CS, Murray TH. doctors, drug companies, and gifts. JAMA 1989;262:3448-3451 </li></ul>
  11. 11. Doni di scarso valore sono accettabili ? <ul><li>Diverse normative permettono ai medici di accettare doni di scarso valore se di beneficio per i pazienti e correlati al lavoro del medico (AMA 100 $, LG Regioni 20 €). </li></ul><ul><li>La sensazione di doversi sdebitare non è rapportata alla dimensione del regalo. </li></ul><ul><li>Si manifesta in maniera cosciente o subliminale. </li></ul><ul><li>Dana Katz, Arthur L. Caplan, Jon F. Merz All Gifts Large and Small 2003. The American Journal of Bioethics 3(3):39 </li></ul>
  12. 12. Conclusione n° 1 <ul><li>La visita dell’informatore non è un veicolo di informazione utile per i professionisti della sanità che privilegiano la qualità delle cure, ma uno strumento promozionale prezioso per le ditte farmaceutiche, che non deve essere confuso con una fonte di dati affidabile </li></ul><ul><li>15 ans d’observation et un constat: rien à attendre de la visite médicale pour mieux soigner. La Revue Prescrire, 2006; 26, 272 :383-9 </li></ul>
  13. 13. Conclusione n° 2 <ul><li>I regali grandi o piccoli vanno proibiti </li></ul>
  14. 14. Materiale illustrativo opuscoli, depliant, visual, pubblicità sulle riviste mediche…
  15. 15. Disposizioni particolari sulla pubblicità presso i medici (art. 120) 1. La documentazione sul medicinale, ad eccezione del riassunto delle caratteristiche del prodotto … deve essere depositata presso l'AIFA, prima dell'inizio della campagna pubblicitaria e può essere fornita al medico dall'impresa farmaceutica se sono trascorsi dieci giorni dalla data di deposito . La data di deposito deve essere indicata nel materiale divulgato. … . 3. Tutte le informazioni contenute nella documentazione di cui al comma 1 devono essere esatte, aggiornate, verificabili e sufficientemente complete per permettere al destinatario di essere adeguatamente informato sull'effetto terapeutico e sulle caratteristiche del medicinale. Le informazioni stesse devono essere conformi alla documentazione presentata ai fini del rilascio dell'AIC del medicinale o ai suoi aggiornamenti. 4. Gli articoli, le tabelle e le altre illustrazioni tratte da riviste mediche o da opere scientifiche devono essere riprodotti integralmente e fedelmente, con l'indicazione esatta della fonte . Non sono consentite citazioni che, avulse dal contesto da cui sono tratte, possono risultare parziali o distorsive .
  16. 16. <ul><li>I contenuti dei materiali illustrativi non sono mai completamente falsi, ma mescolano informazioni corrette e generalizzazioni di comodo, rimandi imprecisi dal testo alle tabelle o citazioni troncate secondo convenienza, deformando la realtà con terminologia allusiva ed evocativa. </li></ul><ul><li>Questa strategia informativa produce nozioni discordanti e confuse, un buon terreno dove raccogliere prescrizioni acritiche. </li></ul><ul><li>Il termine “depositato” è interpretato come “approvato” e accredita e conferisce valore scientifico a materiale esclusivamente promozionale. </li></ul>In realtà….
  17. 18. L’informazione indiretta <ul><li>Gli opinion leader </li></ul><ul><li>La formazione sponsorizzata </li></ul><ul><li>“ L’educazione medica continua è divenuta così pesantemente dipendente dal supporto economico dell’industria del farmaco e degli apparecchi medicali che le basi etiche e la reputazione della professione medica possono essere compromesse. </li></ul><ul><li>Nei paesi industrializzati le industrie farmaceutiche sostengono oltre la metà delle attività ECM ed è stato dimostrato che questo supporto può sviare la scelta dei temi, far apparire migliori i dati positivi così come ridimensionare gli effetti collaterali e influenzare le abitudini prescrittive dei medici.” </li></ul><ul><li>La pubblicità diretta ai consumatori </li></ul>

×