Avvisi villa d'adige 11 17.11.2013

207 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
207
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Avvisi villa d'adige 11 17.11.2013

  1. 1. IL REGNO È IN MEZZO A NOI IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO
  2. 2. GERUSALEMME la città della Morte e della VITA Lc cc20-24 - Il Dio dei viventi (Dom 32) - Con perseveranza, s’arriva alla VITA (Dom 33) CRISTO RE Dopo la morte, andremo con Gesù nel Paradiso (come il ladrone)
  3. 3. Parte antica di Gerusalemme In mezzo, spianata del Tempio, dove si colloca il
  4. 4. Lc 20, 27-38 In quel tempo, si avvicinarono a Gesù alcuni sadducèi – i quali dicono che non c’è Particolare risurrezione – della spianata
  5. 5. Solo la Fede tocca la risurrezione È preferibile fidarci della speranza della risurrezione che Dio ci dà (1a lettura)
  6. 6. e gli posero questa domanda: «Maestro, Mosè ci ha prescritto: “Se muore il fratello di qualcuno che ha moglie, ma è senza figli, suo fratello prenda la moglie e dia una discendenza
  7. 7. La lettera schiacci a Con la Bibbia nelle mani Della Bibbia ne dovete afferrare il cuore
  8. 8. C’erano dunque sette fratelli: il primo, dopo aver preso moglie, morì senza figli. Allora la prese il secondo e poi il terzo e così tutti e sette morirono senza lasciare figli. Da ultimo morì
  9. 9. La ragione scompare davanti alla morte La Fede dona speranza (2a
  10. 10. La donna dunque, alla risurrezione, di chi sarà moglie? Poiché tutti e sette l’hanno avuta in
  11. 11. Adesso vediamo come con il volto velato Ci sazieremo, Signore, contemplando il tuo volto
  12. 12. Gesù rispose loro: «I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito; ma quelli che sono giudicati degni della vita futura e della risurrezione dai morti, non prendono né
  13. 13. Sulla terra l’amore dà vita In cielo l’AMORE vive per
  14. 14. perché sono uguali agli angeli e, poiché sono figli della risurrezione,
  15. 15. Come FIGLI, condividerete una nuova natura Quello che seminate in questo mondo, non può avere vita se prima non muore (1C 15:36)
  16. 16. Che poi i morti risorgano, lo ha indicato anche Mosè a proposito del roveto, quando dice: “Il Signore è il Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe”. Dio non è dei morti, ma dei viventi; perché tutti vivono per lui».
  17. 17. Monastero del Sinai con il roveto in primo piano Mortali come siete, non potete immaginare cosa sia vivere senza consumarsi Adesso bisogna togliersi le scarpe, davanti al
  18. 18. Anche se non siamo in grado di capirlo, fa’ o Signore, che viviamo già ora la Vita che non FINISCE
  19. 19. Monache di San Benedetto di Montserrat (Barcellona) www.benedictinescat.com/montserrat

×