UnissMobile.     Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la          dispersione universita...
ScenarioLa diffusione di smartphone e tablet ha aperto nuovi scenariper l’apprendimento, permettendo la fruibilità di info...
Step progettuali:1. Analisi del contesto (normativa universitaria e riferimenti legislativi europei contro ladispersione)2...
La dispersione universitaria: il caso studio dellUniversità di Sassari• Negli ultimi tre anni accademici (2008/2009, 2009/...
Mobile Learning: stato dellarte• Macroaree individuate nel benchmarking:1) Servizi mobile erogati attraverso i siti web is...
Mobile Learning: stato dellarte• 8 tipologie di servizi m-learning:1) erogazione di materiale didattico2) comunicazioni3) ...
Questionario esplorativo con gli studenti• Campo di indagine:1. Caratteristiche socio-demografiche2. Dati della carriera u...
Attività pratica progettuale• Vincoli progettuali:- preferenza da parte degli studenti a ricevere comunicazioni via e-mail...
Esempi di comunicazione via e-mail                                  personalizzata per gli studenti                       ...
Conclusioni e sviluppi futuri• Feedback positivo da parte degli studenti coinvolti• Risultati maggiori potranno essere rac...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di Sassari

1,445 views

Published on

UnissMobile si propone di ideare e progettare un servizio di m-learning in grado di potenziare la
comunicazione pubblica dell‟Ateneo di Sassari e prevenire/ridurre il drop out universitario.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,445
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
187
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di Sassari

  1. 1. UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di SassariRelatore:Prof. Antonio Calvani Candidate: Paola Cherosu Valeria Sechi Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  2. 2. ScenarioLa diffusione di smartphone e tablet ha aperto nuovi scenariper l’apprendimento, permettendo la fruibilità di informazionie contenuti anytime e anywhere.“Questi dispositivi tecnologici possono potenziare la comunicazione istituzionale e aiutare aridurre la dispersione universitaria?” Obiettivo progettuale UnissMobile si propone di ideare e progettare un servizio di m-learning in grado di potenziare la comunicazione pubblica dell’Ateneo di Sassari e prevenire/ridurre il drop out universitario. Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  3. 3. Step progettuali:1. Analisi del contesto (normativa universitaria e riferimenti legislativi europei contro ladispersione)2. Raccolta dei dati sulla dispersione universitaria3. Analisi dei servizi mobile offerti nel panorama universitario nazionale e internazionale4. Realizzazione e somministrazione di un questionario esplorativo per conoscere eanalizzare il target di riferimento5. Ideazione e allestimento della pagina Moodle per le comunicazioni6. Creazione dei messaggi tematici da inviare agli studenti7. Raccolta feedback da parte degli studenti Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  4. 4. La dispersione universitaria: il caso studio dellUniversità di Sassari• Negli ultimi tre anni accademici (2008/2009, 2009/2010, 2010/2011), il tasso diabbandono universitario a livello di Ateneo è oscillato tra il 33% e il 35%.• La percentuale più alta di dispersione universitaria risulta essere nei corsi di laureatriennale, dove si è passati da un tasso di abbandono del 25% nell’a.a 2008/2009 ad untasso di abbandono del 44% nell’a.a. 2009/2010, per poi diminuire al 39% nell’a.a.2010/2011. Progettazione di una strategia di comunicazione atta a prevenire o ridurre il fenomeno della dispersione universitaria, soprattutto durante i primi anni di iscrizione ai corsi di laurea triennale . Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  5. 5. Mobile Learning: stato dellarte• Macroaree individuate nel benchmarking:1) Servizi mobile erogati attraverso i siti web istituzionali e fruibili dai dispositivi mobile degli utenti2) Apps dedicate e diffuse attraverso i principali Store Apple e Android• 20 Atenei italiani già adottano servizi mobile Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  6. 6. Mobile Learning: stato dellarte• 8 tipologie di servizi m-learning:1) erogazione di materiale didattico2) comunicazioni3) contatti strutture/persone4) mappa strutture5) eventi e news6) Prenotazione esami online7) consultazione libretto8) Apps Prevalente l’aspetto di comunicazione-informazione istituzionale (Università italiane) ma è meno presente la possibilità di accedere a risorse didattiche multimediali e ai corsi in modalità e-learning Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  7. 7. Questionario esplorativo con gli studenti• Campo di indagine:1. Caratteristiche socio-demografiche2. Dati della carriera universitaria3. Utilizzo dei dispositivi tecnologici4. Utilizzo dei social network5. Servizio “UnissMobile” Strategia di comunicazione basata sulla progettazione di contenuti via mail su aspetti relativi ai servizi universitari e informazioni riguardanti l’orientamento. Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  8. 8. Attività pratica progettuale• Vincoli progettuali:- preferenza da parte degli studenti a ricevere comunicazioni via e-mail o SMS- necessità di sperimentare e creare un servizio a costo zero, con risorse materiali e di personale giàdisponibili• Apertura pagina sperimentale sulla piattaforma e-learning della Facoltà di ScienzePolitiche:- 10 blocchi/argomenti tematici di informazioni generali e particolari (Comunicazioni iniziali: Test di accesso aicorsi di laurea, Presentazione della facoltà: scadenze, Assegnazione dei tutor per le matricole (A-L) (M-Z), Self-studenti: daticarriera, Servizio Tirocini, Progetto Erasmus, Servizio Orientamento, Vita da studente, Come fare per laurearti)-Strumenti di comunicazione utilizzati: Forum e Quickmail-10 Macroaree per un totale di 51 messaggi elaborati (generici e personalizzati) Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  9. 9. Esempi di comunicazione via e-mail personalizzata per gli studenti attraverso la piattaforma MoodleMaster in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  10. 10. Conclusioni e sviluppi futuri• Feedback positivo da parte degli studenti coinvolti• Risultati maggiori potranno essere raccolti nel lungo periodo dopo una attenta attivitàdi monitoraggio delle carriere studenti e un eventuale confronto tra i tassi diabbandono nei due o tre anni successivi alla sperimentazione• Implemento di apposite applicazioni moodle-based per l’invio di alert dallapiattaforma e-learning una volta attivato il networking di Ateneo• App istituzionale per gli studenti che possiedono uno smartphone o un tablet Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011

×