Luoghi di incontro emilia romagna

662 views

Published on

Convegno 19.10.2011 a Biella

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Luoghi di incontro emilia romagna

  1. 1. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Rabih Chattat Dipartimento di Psicologia rabih.chattat@unibo.itEsperienza Regione Emilia Romagna Amarcord al café e/o Luoghi di incontro 1
  2. 2. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Il punto di partenzaPiano regionale demenze (1999) e successiveintegrazioni dei piani sociali e sanitariConferenze territorialiIncontri familiariGruppi auto-mutuo aiuto Obiettivi di interesse 2
  3. 3. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, BiellaPiano sanitario e sociale La situazione nel 2007 3
  4. 4. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella 4
  5. 5. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, BiellaLa situazione fine 2010 Ulteriore frutto collaborazione Alzheimer, dalla Regione il dvd "Una giornata particolare"Uno strumento multilingue pensato per offrire indicazioni utili ai familiari di persone affette da demenza senile. Presentato in occasione della XVIII Giornata mondiale dellAlzheimer, è disponibile in versione integrale sul canale YouTube di Emilia-Romagna SocialeDurata: 6:20Anno: 2011Contenuti correlati. Canale YouTube di Emilia-Romagna Sociale 5
  6. 6. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella I luoghi di incontro Accesso a bassa soglia, senza criteri: tutti possono accedere Raccolta di informazione e conoscenza diretta e indiretta Spazi usati dalla comunità Sviluppati da: associazione di volontariato, terzo settore, enti locali I luoghi di incontroSostenuti da tutti gli attori sociali: enti locali, piani di zona,aziende sanitarie, centri esperti, professionisti, associazionidi volontariato, parrocchie, terzo settore, popolazionegenerale.Riconosciuti da tutti: capire cosa fanno, come lo fanno equando lo fannoInformazione sulla specificità 6
  7. 7. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella 7
  8. 8. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, BiellaLa sede 8
  9. 9. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Chi fa attivitàStrutturati: psicologo/a; terapistaoccupazionale/animatore/trice; coordinatoreComunità: familiari, assistenti familiari, volontari,curiosi. Quale attività 9
  10. 10. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Le attivitàAttività rivolte all’esterno. Iniziative sul territorioAttività specifiche in base a bisogni degli utenticafèCoordinamento, programmazione di attività esupervisione Il monitoraggio 10
  11. 11. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Il monitoraggio: qualitativoRicostruire relazioni sociali per la persona condemenza e per il familiare.Partecipazione a attività della persona con demenza.Meno sintomi di agitazione e aggressività anchecasaTracce di ricordo dell’evento per alcuni 11
  12. 12. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella Il monitoraggio: qualitativoContinuità del contatto: la frequenza settimanaleAggiornamento corrispondente ai bisogniSupporto professionale e supporto tra pariApprendimento diretto ConclusioniDiffusione dell’esperienza a livello regionale (>55iniziative)Uso di risorse territorialiEmpowerment della famiglia e della comunitàApprendimento per esperienza ed imitazioneMaggiore strutturazione: un manuale d’attività?Modalità di monitoraggio facile e utile?Continuità risorse economiche 12
  13. 13. Convegno Famiglia e Alzheimer 19 ottobre 2011, Biella 13

×