Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Slide cup ricerca

63 views

Published on

Il Sistema del Codice Unico di Progetto nella Ricerca e Formazione

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Slide cup ricerca

  1. 1. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE SEMINARIO OPENCUP IL SISTEMA DEL CODICE UNICO DI PROGETTO NELLA RICERCA E NELLA FORMAZIONE
  2. 2. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE Materiale edito a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri -Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica QUADRO NORMATIVO •Delibera CIPE n.143/2002 •Delibera CIPE n. 45/2011 (commento allegato tecnico su http://www.cipe comitato.it/it/documenti/Commento_Allegato_Tecnico_Del__45.pdf)
  3. 3. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? ……..Per gli aiuti alle attività produttive, per gli interventi in campo formativo, per i progetti di ricerca e per altri incentivi o forme d’intervento: E’ L’ AMMINISTRAZIONE cui spetta la titolarità della concessio ne o della erogazione del finanziamento pubblico. Delibera CIPE n.143/2002
  4. 4. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE «……..La responsabilità della richiesta del CUP è attribuita ai soggetti titolari dei progetti, cui compete l’attuazione di detti interventi, che – a seconda della loro natura, come di seguito specifi cato – possono anche consistere nella mera erogazione delle relative risorse finanziarie pubbliche». Delibera CIPE n.45/2011 CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP?
  5. 5. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE Delibera CIPE n. 45/2011 caso ricerca e formazione CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? 1. ACQUISTO DI SERVIZI Il CUP è richiesto dalle «….Amministrazioni e gli Enti pubblici cui spetta la titolarità della decisione di spesa delle risorse pubbliche; sono assimilati a Enti pubblici anche gli Enti e le società di proprietà pubblica o che svolgono attività a valenza pubblica ai sensi della vigente normativa». Esempio: un istituto di ricerca acquista da una società esterna un corso di formazione per i propri dipendenti.
  6. 6. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE Delibera CIPE n. 45/2011 caso ricerca e formazione CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? 1. REALIZZAZIONE DI SERVIZI Per i progetti di formazione e per i progetti di ricerca realizzati da Amministrazioni o Enti pubblici, gli stessi sono responsabili della richiesta del CUP. Per i progetti di formazione gli istituti universitari devono chiedere il codice solo per gli interventi che non sono destinati a studenti iscritti ai corsi di laurea e/o finanziati a nche con fondi comunitari o convenzioni stipulate con Enti esterni, pubblici o priva ti;
  7. 7. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE La responsabilità della richiesta del CUP è attribuita al Soggetto responsabile del progetto 1° CASO Progetto unico e indivisibile Es. progetto realizzato con personale di un partner e attrezzature di un altro. 2° CASO Progetto costituito da più attività realizzate da più partners In generale, per i progetti di ricerca e formazione realizzati da Amm inistrazioni o Enti pubblici, gli stessi sono responsabili della richies ta del CUP; CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP?
  8. 8. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? 1° CASO: progetto unico e indivisibile Es. progetto realizzato con personale di un partner e attrezzature di un altro. CHI DEVE RICHIEDERE IL CUP (unico per l’intero progetto): 1. Capofila pubblico Capofila 2. Capofila con natura giuridica privata Soggetto pubblico che impiega più ri sorse 3. Capofila con natura giuridica privata assim ilabili a “organismi di diritto pubblico” (es. alcune Fondazioni o Consorzi) o ch e svolgono attività istituzionale a valenz a pubblica Capofila 4. Solo soggetti privati della tipologia del pun to 2 Ente finanziatore se nazionale, altrim enti partner cui fa capo la spesa mag giore
  9. 9. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? 2° CASO: progetto divisibile realizzato da più partners In questi casi è opportuno parlare di “programma” di ricerca, definito come l’insieme di più progetti realizzati dalla collaborazione tra diversi partner Progetto di ricerca dal punto di vista «scientifico» Progetto di ricerca dal punto di vista «CUP»
  10. 10. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE 2° CASO: progetto divisibile realizzato da più partners CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? PROGETTO X PARTNER 1: BUDGET: 300.000 PARTNER 2: BUDGET: 300.000 PARTNER 3: BUDGET: 400.000 1 CUP 1 CUP 1 CUP
  11. 11. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP? Programmi realizzati da più partner e cofinanziati dalla Commissione Europea in presenza di un Ente finanziatore italiano (es. fondi Europei a gestione indiretta) 1)Partner privati: i CUP sono richiesti dall’Ente finanziatore; 2)Partner pubblici: - richiedono il CUP per la propria parte di finanziamento; - possono delegare l’Ente finanziatore il quale richiede il CUP per loro (Soggetto Concentratore). 2° CASO: progetto divisibile realizzato da più partners
  12. 12. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE Programmi realizzati da più partner, di cui alcuni privati, e finanziati esclusivamente dalla Commissione Europea o altri Enti esteri: 1)Il capofila italiano pubblico chiede il CUP per sé e per i partner privati; 2)I partner pubblici richiedono il CUP autonomamente; 3)I partner privati assimilabili a“organismi di diritto pubblico” (es. alcune Fondazioni o Consorzi) o che svolgono attività istituzionale a valenza pubblica, richiedono il CUP autonomamente. Nel caso in cui all’interno del partenariato non vi sia un lead partner italiano, la responsabilità per la richiesta del CUP ricade sui soggetti che realizzano i progetti, anche se privati. 2° CASO: progetto divisibile realizzato da più partners CHI E’ RESPONSABILE DELLA RICHIESTA DEL CUP?
  13. 13. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHI E’ IL SOGGETTO CONCENTRATORE? Il SOGGETTO CONCENTRATORE è un soggetto pubblico, registrato nel sistema CUP e con una proprio organizzazione. • Provvede ad inserire nel sistema CUP i dati necessari per richiedere ed ottenere il CUP per progetti di cui non ha la responsabilità • Agisce per delega esplicita del soggetto responsabile del progetto. Quest’ultimo rimane comunque il responsabile della correttezza dei dati inseriti dal concentrat ore nel sistema CUP. • Il concentratore dovrà informare il sistema CUP di tutte le eventuali variazioni del corredo informativo iniziale (nuovi soggetti deleganti o cancellazione di soggetti prima indicati, modifiche nei settori di delega, ecc).
  14. 14. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE RICHIESTA DEL CUP RICERCA E FORMAZIONE SOGGETTI PRIVATI FINANZIAMENTI PUBBLICI DONAZIONI (DA FONDAZIONI O DA SOGGETTI PRIVATI) RISORSE MESSE A DISPOSIZI ONE DAL SOGGETTO ATTUATORE STESSO (es. fondi residui) PROGETTO DI RICERCA E FORMAZIONE Quando tali fonti di finanziamento vengono impiegate per la realizzazione di un progetto che ha finalità di sviluppo, quale può essere appunto un progetto di ricerca o di formazione, è necessario richiedere un CUP.
  15. 15. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO PER RICERCA E FORMAZIONE Nel caso di finanziamento da parte di soggetti privati per attività di consulenza o per l’esecuzione di analisi a tariffario di interesse esclusivo del committente NON è necessario richiedere un CUP
  16. 16. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE ACQUISTO DI BENI E SERVIZI NELL’AMBITO DEI PROGETTI DI RICERCA IL CUP NON DEVE ESSERE RICHIESTO PER LE SPESE DI GESTIONE (SE NON RIENTRANTI NEL QUADRO ECONOMICO DI UNO SPECIFICO PROGETTO DI SVILUPPO) In caso di acquisti di materiale (come cancelleria, carta etc.) o di servizi (com e catering, affitto di sale, stampa), realizzati nell’ambito di uno specifico proget to, allora nei documenti relativi a tali acquisti bisogna riportare il CUP del prog etto. ASSEGNI DI RICERCA Gli assegni di ricerca, che rientrano in specifici progetti di ricerca, devono ess ere contraddistinti dal CUP del progetto. Per gli assegni di ricerca che non fanno capo a progetti, va comunque richiesto un CUP, costituendo essi stessi altrettanti casi di “spesa per lo sviluppo”.
  17. 17. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE CHE COS’E’ IL TEMPLATE All’interno del sistema CUP è possibile progettare dei modelli precompilati per guidare l’utente nella generazione del CUP. In questo modo alcuni campi sono automaticamente valorizzati e altri accompagnati da suggerimenti per la compilazione. Sarà cura del gruppo di lavoro Opencup sulla base delle specifiche esigenze degli Enti/Istituti creare nuovi template adatti alla singola esigenza.
  18. 18. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE IL SISTEMA DI TAGGING Il TAG è marcatore che permette di raggruppare sotto una stessa etichetta CUP. Attraverso il TAG l’Ente ha la possibilità di creare più sotto insiemi di progetti a seconda del tipo di etichetta scelta. CNR può taggare - una volta abilitato ad utente tagger- con diverse etichette come ad esempio #CNR-ISTITUTO o per #settoredi ricerca #Regione #fondidifinanziamento
  19. 19. IL SISTEMA CUP PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE Andrea Chiacchiararelli Coordinatore Team OpenCUP Via della Mercede 9 00187, Roma Email: mipcup.coordinamento2@governo.it Telefono: 0667793209 Vai su http://opencup.gov.it/ , il Portale Open per conoscere gli investimenti pubblici in Italia Grazie per l'attenzione

×