Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Lo Stato di salute del Golfo di Levanto - Balneazione

148 views

Published on

Presentazione a cura di Fabrizia Colonna
Direttrice ARPAL La Spezia

Published in: Environment
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Lo Stato di salute del Golfo di Levanto - Balneazione

  1. 1. GOLFO DI LEVANTO Dr.ssa Fabrizia Colonna 7 maggio 2016
  2. 2. Recepita in Italia dal: •D.lgs 116/2008 •Decreto attuativo 30 marzo 2010 Dalla direttiva europea 2006/7/CE Dalla stagione balneare 2010 è cambiato il monitoraggio delle acque di balneazione BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  3. 3. COSA PREVEDE LA NORMATIVA • Stagione di campionamento: da 1° aprile a 30 settembre • Stagione di balneazione: da 1° maggio a 30 settembre • Frequenza di campionamento tra due campagne successive non superiore a 30 giorni • Modalità di campionamento – a 30 cm sotto la superficie dell’acqua – laddove possibile in acque profonde tra 80 e 120 cm – 500 ml volume minimo per le analisi microbiologiche – conservato a ~4°C – analisi entro le 24 ore • Parametri microbiologici analizzati: – Enterococchi intestinali – Escherichia coli BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  4. 4. • può essere rimandato solo per condizioni meteomarine che impediscono l’uscita in mare • deve essere eseguito entro e non oltre il quarto giorno alla data indicata nel programma • si può campionare oltre il quarto giorno solo per eventi meteo-marini eccezionali e deve essere giustificato al Ministero della Salute con apposita documentazione CALENDARIO Aprile BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  5. 5. LA CLASSIFICAZIONE Art. 8 D.Lgs 116/08 → un’acqua di balneazione, sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Enterococchi intestinali ed Escherichia coli) dei quattro anni precedenti alla stagione in corso, è classificata come: BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  6. 6. COME SI CALCOLA: PARAMETRO QUALITÀ ECCELLENTE QUALITÀ BUONA QUALITÀ SUFFICIENTE METODO DI RIFERIMENTO Enterococchi intestinali – ufc/100ml - 100* 200* 185** ISO 7899-2-2003 Escherichia coli - ufc/100ml - 250* 500* 500** ISO 9308-1-2002 *basato sul calcolo del 95° percentile **basato sul calcolo del 90° percentile Si deve prendere il log10 di tutte le enumerazioni batteriche della sequenza di dati da valutare; calcolare la media aritmetica dei log10; calcolare la deviazione standard dei log 10. Il punto superiore del 90° percentile della funzione si ricava dalla seguente equazione: Superiore al 90° percentile = antilog (media in log10+1.82(omega))…………………… Qualità eccellente: il 5% dei campioni è maggiore del limite Qualità buona: il 5% dei campioni è maggiore del doppio del limite Qualità sufficiente:il 10% dei campioni è maggiore a circa il doppio del limite BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  7. 7. I CONTROLLI ARPAL PARAMETRI RILEVATI Parametri fisici Temperatura aria e acqua Stima visuale mare e onde Colorazione Direzione e intensità vento e corrente Condizioni meteo Parametri microbiologici Enterococchi intestinali Escherichia coli Parametri chimici Ossigeno disciolto BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  8. 8. I NUMERI IN PROVINCIA DI SP - 2015 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia Classificazione N° Punti eccellente 75 buono 5 sufficiente 0 scarso 1 TOT 81 LA SPEZIA_2015 93% 0% 1% 6% eccellente buono sufficiente scarso
  9. 9. I NUMERI IN PROVINCIA DI SP I punti "SCARSI" per cinque anni consecutivi sono permanente vietati alla balneazione (art. 8 comma 4 lettera b D.lgs. 116/08). In caso di interventi sostanziali un tratto di costa può essere riammesso dopo un monitoraggio di circa 3 anni con esito favorevole A seguito di questa norma, dal 2014, con nota regionale n° 221289 del 24/12/2013 sono stati interdetti alla balneazione i seguenti punti: Comune Descrizione Punto PORTOVENERE Fezzano Spiaggia Paese TOTALE PUNTI MONITORATI STAGIONE 2015: 81 ↓ ALMENO 486 controlli in 6 mesi BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  10. 10. LEVANTO 2015 – situazione riscontrata BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  11. 11. LEVANTO 2015 – esempio di referto BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  12. 12. Esito favorevole Dopo 48 h Esito favorevole Il Comune adotta l’ordinanza di divieto, ne trasmette copia a Ministero, Regione, Arpal Esito sfavorevole Procedure campionamenti suppletivi Arpal invia PEC ad ASL, Comune, Regione, Ministero e sito Arpal conforme Prelievo routinario campioni Analisi parametri microbiologici Arpal invia PEC ad ASL, Comune, Ministero sito Arpal non conforme Dopo 24/48 h Esito sfavorevole sito Arpal conforme Primo prelievo entro 72 h Campionamenti Suppletivi Circa ogni 7 giorni fino al rientro nella conformità Il Comune adotta l’ordinanza di riapertura, ne trasmette copia a Ministero, Regione, Arpal Campionamento suppletivo entro una settimana A conferma dell’inquinamento di breve durata BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  13. 13. RIAPERTURA… 13 L’ordinanza di divieto di balneazione per un tratto di costa può essere revocata SOLO A SEGUITO DI UN CAMPIONAMENTO CONFORME ESEGUITO DA ARPAL. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  14. 14. 14 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  15. 15. 15 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  16. 16. 16 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  17. 17. 17 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  18. 18. 18 BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  19. 19. NON SOLO BALNEAZIONE MONITORAGGIO AMBIENTE MARINO COSTIERO BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  20. 20. 20 SITUAZIONE AMBIENTALE COMUNICAZIONE MISURE DI PREVENZIONE • Da ottobre a maggio oppure presenza < 10.000 cell/l nessuna nessuna • Presenza > 10.000 cell/l • T° aria < 24° • Condizioni meteo sfavorevoli alla fioritura Comunicazione dei dati a Regione, ASL e pubblicazione sul sito. nessuna • Presenza > 10.000 cell/l • T° aria > 24° • Condizioni meteo che favoriscono e mantengono la fioritura. Comunicazione dei dati a Regione, ASL, Comuni interessati. Prestare attenzione a soggiornare e bagnarsi in tratti mare di acqua ferma, piccole insenature chiuse o con barriera a mare affiorante o soffolta. • Fioritura conclamata (presenza patina di fondo e aggregati schiumosi galleggianti) • Condizioni meteo favorevoli alla formazione di aerosol Comunicazione dei dati a Regione, ASL, Comuni interessati . Eventuale convocazione tavolo tecnico da parte del Comune. Allontanarsi dal tratto di mare interessato. • Fioritura conclamata con evidenze sanitarie comprovate dalle ASL; condizioni meteo stabili Comunicazione dei dati a Regione, ASL, Comuni interessati e pubblicazione sul sito. Possibile ordinanza comunale. Allontanarsi dal tratto di mare interessato e prestare attenzione alle indicazioni dell’amministrazione comunale. Legenda del bollettino Ostreopsis BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia
  21. 21. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia Prateria di Posidonia oceanica di fronte a Levanto
  22. 22. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia Di fronte alla baia di Levanto si sviluppa una formazione a mosaico di Posidonia oceanica viva e matte morta •Il sito in questione costituisce parte della rete di controllo del monitoraggio dell’ambiente marino ligure ai sensi del D.Lgs 152/06. •Nell’ambito di tale monitoraggio ogni tre anni sono monitorate tutte le diciotto praterie che si sviluppano lungo i fondali della Liguria. •Le stazioni di campionamento sono situate a 15 m di profondità e le attività in immersione prevedono il rilevamento di parametri strutturali della prateria nonché il prelievo di fasci fogliari per analisi fenologiche e lepidocronologiche in laboratorio. •Il sito di Levanto è stato monitorato da ARPAL per la prima volta nel 2008 e successivamente nell’anno 2011 e nell’anno 2014. •Il prossimo monitoraggio è previsto nell’anno 2017. STAZIONE LAT_WGS84 LONG_WGS84 PROFONDITÀ DI CAMPIONAMENTO (m) LEVB15R2 44,16917 9,59528 15 LEVB15R2_14 44,16917 9,59528 15
  23. 23. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia Nella tabella seguente sono riportati i risultati dei parametri strutturali del posidonieto rilevati durante i tre anni d’indagine: PARAMETRO ANNO DI MONITORAGGIO 2008 ANNO DI MONITORAGGIO 2011 ANNO DI MONITORAGGIO 2014 Densità assoluta (fasci.m2 ) 284 247 432 Continuità della prateria discontinua discontinua continua Ricoprimento P.oceanica viva (%) 53 81 68 Ricoprimento matte morta (%) 0 0 2 Tipo di Substrato Sabbia mista a roccia Sabbia mista a roccia Sabbia mista a roccia Composizione prateria mista pura pura
  24. 24. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia • Il substrato d’impianto è rappresentato da sabbia mista a roccia e la posidonia si sviluppa su di esso in maniera discontinua e frammentaria. • Numerosi canali erosivi attraversano la prateria. Il limite inferiore risulta di tipo regressivo ed è situato intorno ai 19 m. • Tuttavia la conformazione a chiazze della prateria rende molto difficoltoso individuare l’esatta posizione del limite inferiore. • A causa di questa particolare conformazione nel 2014 il punto di campionamento è stato leggermente spostato verso costa di circa 10 m, per cercare di campionare in una zona dove il posidonieto presenta una copertura più omogenea e continua. Classificando i valori di densità assoluta secondo Giraud (1977) e secondo Pergent- Martini et al. (1994) si ottengono i risultati riportati nella tabella seguente:   DENSITÀ ASSOLUTA  (fasci.m2 ) CLASSIFICAZIONE GIRAUD  (1977) CLASSIFICAZIONE PERGENT ET AL.  (1994) 2008 284 Prateria molto rada Normale 2011 247 Prateria molto rada Subnormale 2014 432 Prateria densa Normale
  25. 25. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia • La differenza nel numero di fasci al metro quadro tra gli anni di monitoraggio 2018-2011 e 2014 è dovuta molto probabilmente allo spostamento del punto di campionamento. • I parametri misurati in laboratorio a seguito dell’analisi fenologica e lepidocronologica sono riportati nella seguente tabella (vedi slide successiva). • In generale non si nota una grande variazione nei valori dei parametri tra i  tre anni di monitoraggio; tra il 2008 e il 2011 i valori rimangono pressoché  costanti mentre nel 2014 aumenta il  numero  medio di foglie per fascio (da  5  a 7) e diminuisce la lunghezza totale delle foglie adulte.  • Il coefficiente A delle foglie adulte, indicatore di impatti dovuti a fattori  fisici e/o naturali, diminuisce leggermente nel 2014, così come la superficie  fogliare.
  26. 26. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia PARAMETRO ANNO DI  MONITORAGGIO  2008 ANNO DI  MONITORAGGIO 2011 ANNO DI  MONITORAGGIO 2014 Larghezza foglie giovanili (cm) 0,6 0,5 0,6 Lunghezza totale foglie giovanili (cm) 1,5 0,7 1,2 Larghezza foglie intermedie (cm) 0,9 0,9 0,9 Lunghezza totale foglie intermedie (cm) 14,4 7,5 8,8 Lunghezza tessuto bruno foglie intermedie (cm) 0,0 0,0 0,0 Larghezza foglie adulte (cm) 0,9 0,9 1,0 Lunghezza totale foglie adulte (cm) 45,9 50,0 26,1 Lunghezza tessuto bruno foglie adulte (cm) 2,0 2,8 3,6 Lunghezza della base foglie adulte (cm) 3,5 2,7 2,8 N.ro medio foglie x fascio (adulte + intermedie) 5 5 7 Coefficiente A adulte 80,19 76,85 49,14 Coefficiente A intermedie 0,0 0,0 0,0 Lunghezza foglia intermedia più lunga (cm) 17,4 7,5 10,2 Superficie fogliare fascio adulte +  intermedie  (cm2 .fascio-1) 167,51 179,98 124,94 Biomassa fogliare adulte + intermedie (g p.s.fascio-1 ) 0,68 0,75 0,56 Biomassa epifiti (mg p.s.fascio-1 ) 35,10 101,51 55,96 Produzione annuale rizoma( mg.fascio-1 .anno-1 ) 81,51 97,29 125,87 Allungamento annuale del rizoma (mm.anno-1 ) 7,24 6,63 8,61 Numero foglie fascio anno (foglie.anno-1 ) 8 7 8 Lunghezza intera rizoma (cm) 7,8 10,4 15,5 Età rizoma (anno) 8 14,0 16,2
  27. 27. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia • L’applicazione dell’Indice PREI ai sensi del DM 260/2010 ha permesso di classificare il sito in stato ecologico sufficiente in tutti i tre anni di monitoraggio. • L’indice PREI corrisponde al Rapporto di Qualità Ecologica (RQE) e tiene conto di cinque descrittori (densità assoluta, superficie fogliare, biomassa fogliare, biomassa degli epifiti, profondità e tipo di limite inferiore). I risultati ottenuti negli anni di monitoraggio sono riportati nella tabella seguente: ANNO DI  MONITROAGGIO RQE  STATO ECOLOGICO 2008 0,527 sufficiente 2011 0,510 sufficiente 2014 0,549 sufficiente
  28. 28. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia Lo stato ecologico “sufficiente” è legato per lo più al fatto che la prateria si  sviluppa su un substrato non proprio idoneo alla pianta quale è la sabbia  mista a roccia e la distribuzione risulta a chiazze  e disomogenea come si  può notare dalle figure seguenti. chiazza di P.oceanica con quadrato 40x40 utilizzato per conteggiare i fasci fogliari. conformazione a chiazze del posidonieto dinanzi Levanto operatore subacqueo durante il campionamento
  29. 29. BALNEAZIONE MONITORAGGI normativa controlli comunicazione Ostreopsis Posidonia E’ importante evidenziare che proprio nel posidoneto di Levanto sono stati rilevati, nel 2015, numerosi esemplari di Pinna nobilis, mollusco bivalve endemico del mar Mediterraneo, la cui presenza è ormai in declino a seguito della raccolta amatoriale delle conchiglie, degli ancoraggi, attività di pesca professionale e ricreativa. Per la precisone durante le indagini subacquee sono stati censiti nove esemplari. esemplare di Pinna nobilis nel mezzo del posidonieto di Levanto esemplare di Pinna nobilis nel mezzo del posidonieto di Levanto.
  30. 30. PREPARIAMOCI A  UNA BUONA ESTATE!!! GRAZIE PER L’ATTENZIONE

×