Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
T U T T O È S U P E R A B I L E - O Q U A S I
- A N C H E I L C O N F L I T T O O V V E R O
L A M I N D F U L N E S S N E ...
C O S ’ È U N C O N F L I T T O ?
C O S ’ È U N
C O N F L I T T O
• Un conflitto è una differenza
caratterizzata da tensione,
emotività e disaccordo,
dove il...
I L C O N F L I T T O S I E S P R I M E
C O N L A R A B B I A ?
C O N F L I T T O E
R A B B I A
• C’è una relazione tra
conflitto e rabbia ma non
una identità. Ci sono conflitti
che si esp...
L A T E N S I O N E È
C O M E U N V I R U S
• La tensione è contagiosa.
Vivere o lavorare in un
ambiente teso influenza
an...
O G N I C O N F L I T T O È C A R AT T E R I Z Z AT O
D A L L A M A N C A N Z A D I F I D U C I A .
È Q U E S T O - P I Ù ...
I L C O N F L I T T O È
C O M E U N P E S C E
• Il conflitto è come un pesce.
Se lo tieni sotto il tavolo in
breve tempo p...
È P I Ù FA C I L E
N E G O Z I A R E U N
C O N F L I T T O
F R E S C O C H E
U N O
S TA G I O N AT O .
P E R M E D I A R E D I V E N TA I N D I S P E N S A B I L E C H E I N O S T R I
I N T E R L O C U T O R I S I F I D I N O...
T R A D I M E N T O
E F I D U C I A
• Le ricerche dicono che
l’80% delle persone non si
fidano del proprio capo
(Goleman). ...
L A V E R I TÀ È
D I F F I C I L E ?
• Molti dirigenti non sanno
che cosa i loro subalterni
pensano di loro. O non ci
pres...
E V I TA R E I L C O N F L I T T O R I D U C E L A
Q U A L I TÀ D E L L A P E R F O R M A N C E E L A
Q U A L I TÀ D E L L...
P R I M O PA S S O M I N D F U L :
R I C O N O S C E R E L A
V E R I TÀ
• Dietro ogni conflitto c’è
una verità che ha biso...
A B B I A M O B I S O G N O D I S A P E R R I C O N O S C E R E I S E G N A L I
D I S T O P
Riconoscere la verità non è an...
I G R A N D I
L E A D E R
• I grandi leader sono quelli che
sanno creare un clima di
attenzione e fiducia, capaci di
dire ...
N E L C O N F L I T T O C ’ È U N A
R E S I S T E N Z A A L C A M B I A M E N T O : È
V E R O ?
T E N D I A M O A P E N S A R E C H E
L E P E R S O N E S I A N O
R E S I S T E N T I A L
C A M B I A M E N T O . I N R E ...
1 . C O S T R U I R E U N L E G A M E
B A S AT O S U L L A F I D U C I A .
2 . M O S T R A R E L E
O P P O R T U N I TÀ C ...
L’ I D E A È M O LT O
S E M P L I C E : B A S TA
C R E A R E U N C L I M A
D I F I D U C I A .
Q U E S T O FA S I C H E
L’...
T E R Z O PA S S O M I N D F U L :
T R A S F O R M A R E G L I
S TAT I M E N TA L I
un aspetto della mindfulness
- e una c...
M I N D F U L N E S S
E F I D U C I A
• Davidson ha dimostrato
che le persone recuperano
meglio da un fallimento o
dalla p...
Q U A N D O A B B I A M O U N C O N F L I T T O A B B I A M O A N C H E
L’ O P P O R T U N I TÀ D I T R A S F O R M A R L ...
C O S A S T O I M PA R A N D O ? E N O N S O L O C O S A S E N T O …
APRIRE IL DIALOGO
O F F R I R E U N A
P R E S E N Z A
C O N S A P E V O L E
A P R E I L D I A L O G O .
B E M I N D F U L :
Q U A RT O PA S ...
L A P R I M A A Z I O N E D I D I A L O G O N O N È
PA R L A R E M A A S C O LTA R E .
Q U A L U N Q U E D I A L O G O I N...
A S C O LTA R E
• Daniel Goleman descrive
l’ascolto come la capacità di
riconoscere quello che
proviamo. Questo significa
...
I N O G N I D I A L O G O O C C H I O
A L L O S C O R A G G I A M E N T O
L O S C O R A G G I A M E N T O È I L
S E G N A L E C H E L A N O S T R A
C A PA C I TÀ D I M E D I A Z I O N E
S I S TA R...
L A M I N D F U L N E S S È
L A C A PA C I TA D I
R I M A N E R E R A D I C AT I
N E L P R E S E N T E .
È N E L P R E S E...
5 C H I AV I D E L L A
C O M U N I C A Z I O N E M I N D F U L
1 . P R E S E N Z A
C O N S A P E V O L E .
2 . A S C O LT O
C O N S A P E V O L E .
3 . R I S P E T TA R E I
S E G N A L ...
L E D O M A N D E
D E L D I A L O G O
• Quali sono le circostanze del
conflitto e qual è il nostro giudizio
sulla situazio...
Tieni lo sguardo fisso sulla via della
cima ma non dimenticare di guardare
ai tuoi piedi.
L’ultimo passo dipende dal primo...
I L M E D I AT O R E È
PA R T E
I N T E G R A N T E
D E L Q U A D R O
I N O G N I C A S O … . .
Tieni lo sguardo fisso sulla via della
cima ma non dimenticare di guardare
ai tuoi piedi.
L’ultimo passo dipende dal primo...
G R A Z I E !
W W W. N I C O L E T TA C I N O T T I . N E T
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La mindfulness nella risoluzione dei conflitti

543 views

Published on

La mindfulness può essere un valido aiuto nella risoluzione dei conflitti e nelle iniziative di mediazione. In questa breve presentazione si elencano gli elementi base dell'intervento mindfulness based.

Published in: Education
  • DOWNLOAD FULL BOOKS, INTO AVAILABLE FORMAT ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD FULL BOOKS, INTO AVAILABLE FORMAT ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

La mindfulness nella risoluzione dei conflitti

  1. 1. T U T T O È S U P E R A B I L E - O Q U A S I - A N C H E I L C O N F L I T T O O V V E R O L A M I N D F U L N E S S N E L L A R I S O L U Z I O N E D E I C O N F L I T T I © W W W. N I C O L E T TA C I N O T T I . N E T
  2. 2. C O S ’ È U N C O N F L I T T O ?
  3. 3. C O S ’ È U N C O N F L I T T O • Un conflitto è una differenza caratterizzata da tensione, emotività e disaccordo, dove il legame è interrotto. • Se abbiamo un disaccordo ma il legame non è interrotto non c’è conflitto. • È l’interruzione del legame che crea conflitto, un conflitto che, se rimane inesplorato, può crescere fino a diventare una guerra.
  4. 4. I L C O N F L I T T O S I E S P R I M E C O N L A R A B B I A ?
  5. 5. C O N F L I T T O E R A B B I A • C’è una relazione tra conflitto e rabbia ma non una identità. Ci sono conflitti che si esprimono in maniera ostile e silenziosa. Il conflitto ha delle componenti aggressive ma non è detto che sia rabbioso. • Ci sono conflitti che iniziano proprio con una esplosione di rabbia. Altri con la rottura della comunicazione.
  6. 6. L A T E N S I O N E È C O M E U N V I R U S • La tensione è contagiosa. Vivere o lavorare in un ambiente teso influenza anche le persone che non sono direttamente coinvolte nel conflitto. • Fortunatamente anche la calma e la fiducia sono contagiose ed è possibile cambiare il clima emotivo!
  7. 7. O G N I C O N F L I T T O È C A R AT T E R I Z Z AT O D A L L A M A N C A N Z A D I F I D U C I A . È Q U E S T O - P I Ù C H E L A R A B B I A - C H E L O C O N T R A D D I S T I N G U E
  8. 8. I L C O N F L I T T O È C O M E U N P E S C E • Il conflitto è come un pesce. Se lo tieni sotto il tavolo in breve tempo produce odore e si decompone. • Se lo porti alla luce, lo pulisci e lo cucini può diventare un’ottimo pasto. • Più tempo un conflitto rimane nascosto e più è difficile negoziarlo perché si crea un clima di sfiducia.
  9. 9. È P I Ù FA C I L E N E G O Z I A R E U N C O N F L I T T O F R E S C O C H E U N O S TA G I O N AT O .
  10. 10. P E R M E D I A R E D I V E N TA I N D I S P E N S A B I L E C H E I N O S T R I I N T E R L O C U T O R I S I F I D I N O D I N O I E P E R FA R L O D O B B I A M O E S S E R E C O N S A P E V O L I D E L N O S T R O AT T E G G I A M E N T O I N T E R N O E D E S T E R N O : L A B A S E P E R A P R I R E U N D I A L O G O Tutti i conflitti comportano una rottura della fiducia e della capacità di dialogo. Mediare vuol dire quindi lavorare su questi due aspetti.
  11. 11. T R A D I M E N T O E F I D U C I A • Le ricerche dicono che l’80% delle persone non si fidano del proprio capo (Goleman). Questo significa che l’80% delle persone si domanda “Chi mi colpirà alle spalle?”. • Instaurare un clima di fiducia fa sì che quella domanda diventi “Chi può aiutarmi?”
  12. 12. L A V E R I TÀ È D I F F I C I L E ? • Molti dirigenti non sanno che cosa i loro subalterni pensano di loro. O non ci prestano attenzione perché pensano in termini di risultati e di performance e non sono focalizzati sulle persone. Oppure preferiscono un sorriso compiacente ad una verità difficile.
  13. 13. E V I TA R E I L C O N F L I T T O R I D U C E L A Q U A L I TÀ D E L L A P E R F O R M A N C E E L A Q U A L I TÀ D E L L A R E L A Z I O N E .
  14. 14. P R I M O PA S S O M I N D F U L : R I C O N O S C E R E L A V E R I TÀ • Dietro ogni conflitto c’è una verità che ha bisogno di essere riconosciuta e un bisogno che viene espresso in forma mediata. Saper riconoscere questa verità e il bisogno ad essa connessa è fondamentale per l’apertura del dialogo.
  15. 15. A B B I A M O B I S O G N O D I S A P E R R I C O N O S C E R E I S E G N A L I D I S T O P Riconoscere la verità non è ancora dire la verità.
  16. 16. I G R A N D I L E A D E R • I grandi leader sono quelli che sanno creare un clima di attenzione e fiducia, capaci di dire le cose con trasparenza senza per questo rompere dei legami o ferire delle persone. • I leader che ottengono migliori risultati sono quelli che vogliono conoscere la verità perché si muovono nell’area di sviluppo dell’azienda.
  17. 17. N E L C O N F L I T T O C ’ È U N A R E S I S T E N Z A A L C A M B I A M E N T O : È V E R O ?
  18. 18. T E N D I A M O A P E N S A R E C H E L E P E R S O N E S I A N O R E S I S T E N T I A L C A M B I A M E N T O . I N R E A LTÀ N O I S I A M O S T R U T T U R AT I AT T O R N O A L C A M B I A M E N T O . C ’ È U N A R E S I S T E N Z A S P E C I F I C A A L C A M B I A M E N T O ? T U T T O C A M B I A C O N T I N U A M E N T E . R E S I S T I A M O A L C A M B I A M E N T O S O L O Q U A N D O L A PA U R A A T T I VA L E D I F E S E
  19. 19. 1 . C O S T R U I R E U N L E G A M E B A S AT O S U L L A F I D U C I A . 2 . M O S T R A R E L E O P P O R T U N I TÀ C H E O F F R E L A M E D I A Z I O N E . S E C O N D O PA S S O M I N D F U L : C R E A R E U N C L I M A D I F I D U C I A
  20. 20. L’ I D E A È M O LT O S E M P L I C E : B A S TA C R E A R E U N C L I M A D I F I D U C I A . Q U E S T O FA S I C H E L’ I N T E R L O C U T O R E C A M B I L I V E L L O E D A L L A D I F E S A PA S S I A L L A N E G O Z I A Z I O N E . K O H L R E I S E R
  21. 21. T E R Z O PA S S O M I N D F U L : T R A S F O R M A R E G L I S TAT I M E N TA L I un aspetto della mindfulness - e una caratteristica delle persone che hanno alte performance - è saper trattare con gli aspetti negativi delle situazioni senza essere ostaggi delle difficoltà. Il reale aiuto della mindfulness viene dall’imparare a cambiare lo stato mentale proprio e altrui.
  22. 22. M I N D F U L N E S S E F I D U C I A • Davidson ha dimostrato che le persone recuperano meglio da un fallimento o dalla presenza di informazioni negative quanto più sono mindful ossia presenti.
  23. 23. Q U A N D O A B B I A M O U N C O N F L I T T O A B B I A M O A N C H E L’ O P P O R T U N I TÀ D I T R A S F O R M A R L O I N PA Z I E N Z A , C O M P R E N S I O N E R E C I P R O C A E C R E AT I V I TÀ , S V I L U P PA N D O L E N O S T R E C A PA C I TÀ D I A P P R E N D I M E N T O D A G L I E R R O R I . Non avere ragioni di disaccordo con il mondo vuol dire avere poche ragioni per crescere e minori opportunità di essere pienamente umani. Diane Musho Hamilton
  24. 24. C O S A S T O I M PA R A N D O ? E N O N S O L O C O S A S E N T O … APRIRE IL DIALOGO
  25. 25. O F F R I R E U N A P R E S E N Z A C O N S A P E V O L E A P R E I L D I A L O G O . B E M I N D F U L : Q U A RT O PA S S O
  26. 26. L A P R I M A A Z I O N E D I D I A L O G O N O N È PA R L A R E M A A S C O LTA R E . Q U A L U N Q U E D I A L O G O I N I Z I A C O N U N A S C O LT O I N D U E D I R E Z I O N I INTERNO ESTERNO
  27. 27. A S C O LTA R E • Daniel Goleman descrive l’ascolto come la capacità di riconoscere quello che proviamo. Questo significa sentire il proprio stato di base e le nostre reazioni a ciò che l’altro dice. Riconoscerle ci renderà più capaci di comunicare. • Per ascoltare non dobbiamo avere fretta.
  28. 28. I N O G N I D I A L O G O O C C H I O A L L O S C O R A G G I A M E N T O
  29. 29. L O S C O R A G G I A M E N T O È I L S E G N A L E C H E L A N O S T R A C A PA C I TÀ D I M E D I A Z I O N E S I S TA R I D U C E N D O … P E R C H È A B B I A M O I N I Z I AT O A P R E V E D E R E I L F U T U R O
  30. 30. L A M I N D F U L N E S S È L A C A PA C I TA D I R I M A N E R E R A D I C AT I N E L P R E S E N T E . È N E L P R E S E N T E C H E N A S C E L A P O S S I B I L I TÀ D I FA R E L E D O M A N D E G I U S T E : Q U E L L E C H E FA N N O V E D E R E I L P R O B E M A D A U N ’ A LT R A P R O S P E T T I VA . I L M O M E N T O P R E S E N T E : Q U I N T O PA S S O
  31. 31. 5 C H I AV I D E L L A C O M U N I C A Z I O N E M I N D F U L
  32. 32. 1 . P R E S E N Z A C O N S A P E V O L E . 2 . A S C O LT O C O N S A P E V O L E . 3 . R I S P E T TA R E I S E G N A L I C O M U N I C AT I V I . 4 . L A R E L A Z I O N E 5 . F I D A R S I D I C I Ò C H E E M E R G E 5 C H I AV I
  33. 33. L E D O M A N D E D E L D I A L O G O • Quali sono le circostanze del conflitto e qual è il nostro giudizio sulla situazione? Ci sentiamo a nostro agio o ci sentiamo in pericolo nella mediazione? • Pensiamo che la ragione sia da una sola parte o abbiamo l’idea che uno dei due sia il colpevole? • Qual è l’aspetto intelligente di quel conflitto? Quale opportunità di crescita può portare? • Quale verità esprime? • Quale crescita sarebbe possibile affrontando il conflitto invece che evitandolo o mantenendolo attivo?
  34. 34. Tieni lo sguardo fisso sulla via della cima ma non dimenticare di guardare ai tuoi piedi. L’ultimo passo dipende dal primo. Non credere d’essere arrivato solo perché scorgi la cima. Sorveglia i tuoi piedi, assicura il tuo prossimo passo ma che questo non ti distragga dal fine più alto. Il primo passo dipende dall’ultimo. René Daumal I PA S S I N O N S O N O S E Q U E N Z I A L I • Per ragioni di narrazione abbiamo descritto i passi come se fossero sequenziali. Non è così. Ogni passo dipende dall’altro. E ogni passo può tornare più e più volte. • Riconoscere la verità, creare un clima di fiducia, essere una presenza consapevole, cogliere il momento presente e ascoltare per costruire un dialogo sono simultaneamente presenti. Anche se uno di questi aspetti può diventare il momento centrale della mediazione.
  35. 35. I L M E D I AT O R E È PA R T E I N T E G R A N T E D E L Q U A D R O I N O G N I C A S O … . .
  36. 36. Tieni lo sguardo fisso sulla via della cima ma non dimenticare di guardare ai tuoi piedi. L’ultimo passo dipende dal primo. Non credere d’essere arrivato solo perché scorgi la cima. Sorveglia i tuoi piedi, assicura il tuo prossimo passo ma che questo non ti distragga dal fine più alto. Il primo passo dipende dall’ultimo. René Daumal C O M E F O R M A R S I P E R U S A R E L A M I N D F U L N E S S ? • Usare la mindfulness non necessariamente vuol dire essere Istruttore mindfulness. Però è necessario usare con se stessi un atteggiamento mindful. Quindi può essere utile fare uno dei protocolli mindfulness. In particolare MBSR e Interpersonal Mindfulness • Inoltre c’è la possibilità di lavorare specificatamente con la mindfulness nella comunicazione.
  37. 37. G R A Z I E ! W W W. N I C O L E T TA C I N O T T I . N E T

×