LA POSIZIONE DIAHL-US-SUNNAH RIGUARDOI MEMBRI DELLA FAMIGLIADEL PROFETAShaykh Sālih Ibn Abdullāh ad-DarwīshEstratto da “Ru...
1Chi sono i Membri della Famigliadel Profeta ?Ci sono opinioni divergenti tra i sapienti su chi sono iMembri della Famigli...
2Chi sono coloro ai quali è proibitoprendere la sadaqa?Sono i discendenti di Hāshim e i figli di al-Muṭṭalib.Questa è l’op...
3affermò nel suo libretto, al-‘Aqīdah al-Wāsitiyyah.Anche se il libretto è molto conciso, egli scrisse:“Ed essi [gli Ahl-u...
4I diritti dei Membri della Famiglia delProfeta sono come segue nel dettaglio.Uno: Diritto di essere amati e assistiti;Car...
5“Dì (O Muhammad): «Non vi chiedo alcunaricompensa, oltre all’amore per i parenti».”[Ash-Shūrā, 23]Questo è il significato...
6Muslim riportò sull’autorità di Abū Mas’ūd al-Ansāri,che disse: “Eravamo seduti in compagnia di Sa’d ibnUbādah quando il ...
7non c’è disaccordo tra i sapienti su questo.”2 Ciò è inrelazione al formato conosciuto come as-Salah al-Ibrāhīmiyyah.Tre:...
8Un punto importanteI Membri della Famiglia del Profeta hanno moltidiritti. I suddetti sono solo i più importanti di quest...
9La posizione di Ahl-us-Sunnah contro iNawasīb [coloro che odiano ‘Alī e i Membri dellaFamiglia del Profeta]Per completare...
10aumentare i dissensi tra i Musulmani ogni volta che hal’opportunità di farlo, e anche se non ne ha lapossibilità. Con i ...
11di ‘Gruppo Trasgressore’. Al-Bukhārī riportòsull’autorità di Khālid al-Hadhdha’ da ‘Ikrimah chenarrò: “Ibn ‘Abbās disse ...
12Egli inoltre riportò sull’autorità di Umm Salamah che ilProfeta disse: “ʿAmmar sarà ucciso dal GruppoTrasgressore.”Quest...
13“Quanto a coloro che uccisero al-Husayn, aiutarono nelsuo assassinio o se ne compiacquero, che la maledizionedi Allāh e ...
14ْ‫ن‬ِ‫إ‬ َ‫و‬ِ‫ان‬َ‫ت‬َ‫ف‬ِ‫ئ‬‫ا‬َ‫ط‬َ‫ِن‬‫م‬َ‫ِين‬‫ن‬ِ‫م‬ ْ‫ؤ‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬‫وا‬ُ‫ل‬َ‫ت‬َ‫ت‬ْ‫ق‬‫ا‬‫وا‬ُ‫ح‬ِ‫ل‬ْ‫ص‬َ‫أ‬َ‫ف...
15“E colui (l’uccisore) che sarà stato perdonato dasuo fratello, sia perseguito nella maniera piùdolce e paghi un indenniz...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

LA POSIZIONE DI AHL-US-SUNNAH RIGUARDO I MEMBRI DELLA FAMIGLIA DEL PROFETA

327 views

Published on

Published in: Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
327
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
42
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

LA POSIZIONE DI AHL-US-SUNNAH RIGUARDO I MEMBRI DELLA FAMIGLIA DEL PROFETA

  1. 1. LA POSIZIONE DIAHL-US-SUNNAH RIGUARDOI MEMBRI DELLA FAMIGLIADEL PROFETAShaykh Sālih Ibn Abdullāh ad-DarwīshEstratto da “Ruĥamā’u Baynahum”Traduzione e adattamento a cura di Muhammad Nur al Haqq
  2. 2. 1Chi sono i Membri della Famigliadel Profeta ?Ci sono opinioni divergenti tra i sapienti su chi sono iMembri della Famiglia del Profeta . Le opinioni piùimportanti sono le seguenti:1. Essi sono coloro ai quali è proibito prendere la saqada[elemosina o carità]. Questa è l’opinione dellamaggioranza dei sapienti.2. Sono i discendenti del Profeta e le sue mogli.Questa è la scelta di Ibn al-‘Arabi che la sostennenel suo libro, Ahkām al-Qur’ān. Ci sono altri che hannosostenuto quest’opinione ma che escludono le mogli delProfeta .3. Sono tutti quelli che seguono il Profeta Muhammadfino al Giorno della Resurrezione. Quest’opinione èsostenuta dall’Imām an-Nawawī nei suoi commentisul Sahīh Muslim. E’ anche il punto di vista dell’autoredi Al-Insāf. Tuttavia, ci sono coloro che la restringono ela limitano soltanto ai pii e ai virtuosi tra i seguaci delProfeta .
  3. 3. 2Chi sono coloro ai quali è proibitoprendere la sadaqa?Sono i discendenti di Hāshim e i figli di al-Muṭṭalib.Questa è l’opinione più preponderante. E’ l’opinionedella maggioranza dei sapienti. Ci sono alcuni tra loroche credono che siano solo i discendenti di Hāshim.Ma nella visione degli Sciiti Duodecimani (laImāmiyyah), i Membri della Famiglia del Profetasono solo i dodici A’imma, a esclusione degli altri. Essihanno alcune spiegazioni che non possono essere quimenzionate perché c’è un grande dissenso tra le lorosette su tale questione; ed essa è nei fatti, la causa deidissensi.Il Credo di Ahl-us-Sunnah riguardo allaFamiglia del ProfetaSarà difficile trovare un libro esauriente sul credoIslamico in cui non si fa esplicita menzione di questotema a causa della sua importanza. Anzi, i sapientihanno scritto libri esclusivamente su quest’argomento.La sintesi del credo di Ahl-us-Sunnah riguardo allaFamiglia del Profeta , è ciò che Ibn Taymiyyah
  4. 4. 3affermò nel suo libretto, al-‘Aqīdah al-Wāsitiyyah.Anche se il libretto è molto conciso, egli scrisse:“Ed essi [gli Ahl-us-Sunnah] amano i Membri dellaFamiglia del Messaggero di Allāh e li prendono comealleati, rispettando, in ciò, la raccomandazione delMessaggero di Allāh , quando disse, in occasione delgiorno di Ghadīr-Khum: “Vi chiedo di ricordare la miaFamiglia presso Allāh, vi chiedo di ricordare la miaFamiglia presso Allāh.” Ed egli disse inoltre a suo zioAl-‘Abbās , quando quest’ultimo si lamentò del fattoche alcuni Quraysh detestavano i Banu Hāshim: “Giuro,per Colui nelle cui mani è la mia anima, che essi noncrederanno veramente finché non vi ameranno,soltanto per la causa di Allāh e per via della miaparentela.” E disse anche: “Allāh ha davveroaccordato la Sua preferenza ai figli di Ismāʿīl ed Egliha scelto, tra i figli di Ismāʿīl, i Kināna, e ha preferito,tra i Kināna, i Quraysh, e ha eletto i Banū Hāshim tra iQuraysh.”Mi fermo con la citazione di cui sopra dell’Imām eruditoche molti sciiti vedono come uno dei loro nemici piùdichiarati, a causa del suo libro, Minhāj as-Sunnah, cheegli scrisse per confutare le falsità di Ibn al-Mutahhir al-Haliyy.
  5. 5. 4I diritti dei Membri della Famiglia delProfeta sono come segue nel dettaglio.Uno: Diritto di essere amati e assistiti;Caro lettore, non ti è sconosciuto che spetta alMusulmano amare ogni uomo e donna credente.Quanto a ciò che è menzionato dell’amore per i Membridella Famiglia del Profeta e dell’essere loro alleati,questo è un amore speciale che nessuno divide con essi,a causa del detto del Profeta , “…e per via della miaparentela.”Per quanto riguarda il primo (diritto) che è per la causadi Allāh, esso è la fratellanza islamica e l’avere amicizianella fede. Questo è un diritto della generalità deiMusulmani. Perché il Musulmano è fratello del suocompagno Musulmano. Pertanto, quest’amicizia siapplica a tutti i Musulmani, compresi i Membri dellaFamiglia del Profeta . Oltre a questo, il Messaggero diAllāh ha concesso ai suoi parenti un amore specialeper la loro parentela con lui.Allāh dice:‫ى‬َ‫ب‬ ْ‫ر‬ُ‫ق‬ْ‫ل‬‫ا‬ ‫ِي‬‫ف‬ َ‫ة‬‫دا‬ َ‫و‬َ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬ ‫ا‬‫َّل‬ِ‫إ‬ ‫ا‬ً‫ر‬ ْ‫ج‬َ‫أ‬ ِ‫ه‬ْ‫ي‬َ‫ل‬َ‫ع‬ ْ‫م‬ُ‫ك‬ُ‫ل‬َ‫أ‬ْ‫س‬َ‫أ‬ ‫ا‬‫َّل‬ ‫ل‬ُ‫ق‬
  6. 6. 5“Dì (O Muhammad): «Non vi chiedo alcunaricompensa, oltre all’amore per i parenti».”[Ash-Shūrā, 23]Questo è il significato del hadīth sopracitato, secondo lacorretta interpretazione di questo versetto. Infatti, cisono alcuni tra gli esegeti del Qu’rān che interpretano ilversetto nel senso, ‘dovreste amarmi a causa della miaparentela con voi’, perché il Messaggero di Allāhcondivideva la parentela con tutti i clan Quraysh.Il punto è che amare i parenti del Profeta , mostrareloro amicizia e rispettarli per la loro parentela con lui, èun dato di fatto ed è diverso dal quel mostrare amiciziache si applica alla generalità dei Musulmani.Due: Diritto di ottenere le invocazioni dellabenedizione su di loro;Allāh dice:‫وا‬ُ‫م‬ِّ‫ل‬َ‫س‬ َ‫و‬ ِ‫ه‬ْ‫ي‬َ‫ل‬َ‫ع‬ ‫وا‬ُّ‫ل‬َ‫ص‬ ‫وا‬ُ‫ن‬َ‫م‬‫آ‬ َ‫ِين‬‫ذ‬‫ا‬‫ل‬‫ا‬ ‫ا‬َ‫ه‬ُّ‫ي‬َ‫أ‬ ‫ا‬َ‫ي‬ ۚ ِّ‫ي‬ِ‫ب‬‫ا‬‫ن‬‫ال‬ ‫ى‬َ‫ل‬َ‫ع‬ َ‫ون‬ُّ‫ل‬َ‫ص‬ُ‫ي‬ ُ‫ه‬َ‫ت‬َ‫ك‬ِ‫ئ‬ َ‫َل‬َ‫م‬ َ‫و‬ َ ‫ا‬‫َّللا‬ ‫نا‬ِ‫إ‬‫ا‬ً‫م‬‫ِي‬‫ل‬ْ‫س‬َ‫ت‬“In verità Allāh e i Suoi angeli benedicono ilProfeta. O voi che credete, chiedete lebenedizioni e invocate su di lui la pace.” [Al-‘Aĥzāb, 56]
  7. 7. 6Muslim riportò sull’autorità di Abū Mas’ūd al-Ansāri,che disse: “Eravamo seduti in compagnia di Sa’d ibnUbādah quando il Messaggero di Allāh venne da noi.Bishr ibn S’ad disse: “Allāh ci ha comandato di invocarela benedizione su di te, O Messaggero di Allāh! Ma comedovremmo farlo?” Abū Mas’ūd disse: “Il Messaggero diAllāh tacque, tanto che avremmo voluto nonaverglielo chiesto.” Egli quindi disse: “Dite:Allāhumma! Accorda la Grazia a Muhammad e aiMembri della Famiglia di Muhammad, come Tul’accordasti ai Membri della Famiglia di ‘Ibrāhīm. Ebenedici Muhammad e i Membri della Famiglia diMuhammad, come Tu benedicesti i Membri dellaFamiglia di Ibrāhīm. Invocate poi la Pace così comesapete.”1(Allāhumma salli ‘alā Muhammad wa ‘alā āliMuhammad kamā sallayta ‘alā āli ‘Ibrāhīm, wabārik‘alā Muhammad wa ‘alā āli Muhammad kamā bārakta‘alā āli ‘Ibrāhīm, wa-s-salāmu kamā qad alimtum)C’è un hadīth simile riportato da al-Bukhārī e Muslimsull’autorità di Abū Humaid as-Sā’idī.Ci sono molti ahādīth in questo senso. Ibn al-Qayyimdisse: “È il loro diritto (della Famiglia del Profeta). E1 Riportato da Muslim.
  8. 8. 7non c’è disaccordo tra i sapienti su questo.”2 Ciò è inrelazione al formato conosciuto come as-Salah al-Ibrāhīmiyyah.Tre: Diritto al quinto del bottino di guerra. Questo è inaccordo con l’ingiunzione di Allāh;‫نا‬َ‫أ‬َ‫ف‬ ٍ‫ء‬ ْ‫ي‬َ‫ش‬ ‫ن‬ِّ‫م‬ ‫م‬ُ‫ت‬ْ‫ِم‬‫ن‬َ‫غ‬ ‫ا‬َ‫م‬‫ا‬‫ن‬َ‫أ‬ ‫وا‬ُ‫م‬َ‫ل‬ْ‫اع‬ َ‫و‬‫ى‬َ‫م‬‫ا‬َ‫ت‬َ‫ي‬ْ‫ل‬‫ا‬ َ‫و‬ ‫ى‬َ‫ب‬ ْ‫ر‬ُ‫ق‬ْ‫ل‬‫ا‬ ‫ِي‬‫ذ‬ِ‫ل‬ َ‫و‬ ِ‫ول‬ُ‫س‬‫ا‬‫ِلر‬‫ل‬ َ‫و‬ ُ‫ه‬َ‫س‬ُ‫م‬ُ‫خ‬ ِ ‫ا‬ ِ‫ّلِل‬ِ‫يل‬ِ‫ب‬‫ا‬‫الس‬ ِ‫ن‬ْ‫ب‬‫ا‬ َ‫و‬ ِ‫ِين‬‫ك‬‫ا‬َ‫س‬َ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬ َ‫و‬“Sappiate che del bottino che conquisterete, unquinto appartiene ad Allāh e al Suo Messaggero,ai parenti, agli orfani, ai poveri, ai viandanti.”[Al-‘Anfāl, 41]Ci sono molti ahādīth anche in questo senso. Questaquota è esclusiva per i Membri della Famiglia delProfeta . Questo è un diritto stabilito per loro, anchedopo la morte del Profeta . Questa è l’opinione dellamaggioranza dei sapienti, ed è l’opinione corretta.32 Jalāl-afhām; Ibn al-Qayyim discusse ampiamente l’argomento in questo libro.3 Vedere: al-Mughnī 9:288, e un breve trattato di Ibn Taymiyyah in materia di diritti deiMembri della Famiglia del Profeta.
  9. 9. 8Un punto importanteI Membri della Famiglia del Profeta hanno moltidiritti. I suddetti sono solo i più importanti di questidiritti. Questi sono i diritti di tutti coloro il cui Islām e laparentela con il Profeta Muhammad sonoautenticamente stabiliti. Essi devono inoltre essere(autori) di opere virtuose.Il Messaggero di Allāh era solito mettere in guardiacontro il ricorso al lignaggio. Egli disse, nel suo famosodiscorso mentre si trovava a Makkah: “O gente deiQuraysh! Comprate (cioè salvate) voi stessi (dal Fuocodell’Inferno), perché io non posso salvarvi dallapunizione di Allāh; O Banū Abd Manāf! Non possosalvarvi dalla punizione di Allāh, o Safiyya bint Abdul-Muṭṭalib! Non posso salvarti dalla punizione di Allāh;O Fatimah bint Muhammad! Chiedimi qualsiasi cosadella mia ricchezza, ma non posso salvarti dallapunizione di Allāh.”4E ciò che è accaduto ad Abū Lahab è noto a tutti.Chiediamo ad Allāh di proteggerci contro il fuoco.4 Riportato da al-Bukhārī.
  10. 10. 9La posizione di Ahl-us-Sunnah contro iNawasīb [coloro che odiano ‘Alī e i Membri dellaFamiglia del Profeta]Per completare la discussione sulla posizione che iMembri della Famiglia del Profeta occupano alcospetto di Ahl-us-Sunnah, riteniamo appropriatoaggiungere la loro posizione contro i Nawasīb.An-Nawasīb, an-Nasibah e Ahl un-Nasb sonodenominazioni date a coloro che credono che si tratti diun atto di religiosità odiare ‘Alī e mostrare ostilitàverso di lui. Questa è l’origine di tal erronea credenza. Ein senso lato, chi odia i Membri della Famiglia delProfeta è uno dei Nawasīb.Caro lettore, i detti dei sapienti dell’Islām sono esplicitie chiari nella loro lode per l’Imām ‘Alī e i suoi figli. Ilnostro credo è che ‘Alī, al-Hasan e al-Husayn sonotra gli abitanti dell’incantevole Paradiso. Questo èchiaro, e ogni lode spetta ad Allāh.Ecco, sto andando a indicare la posizione di Ahl-us-Sunnah contro i Nawasīb e al rifiuto della loro ideologiaviziosa. Questo è molto importante dato che è una dellecause del dissenso tra la Ummah. C’è un gruppo diopportunisti che beneficiano di questo dissenso. Questogruppo parla di ciò che potrebbe causare astio e
  11. 11. 10aumentare i dissensi tra i Musulmani ogni volta che hal’opportunità di farlo, e anche se non ne ha lapossibilità. Con i loro discorsi, essi eccitano il fuoco delrancore, anche se ciò che dicono è falso e menzognaassoluta.Quando uno di loro parla, accusa Ahl-us-Sunnah diodiare ‘Alī e i suoi figli, e inventa apertamente bugie. Ilmeglio che si può dire delle sue occupazioni è che egliripete, e ripete a pappagallo il falso e raccontiimmaginari e storie sul quanto Ahl-us-Sunnah odianol’Imām ‘Alī .Al contrario, Ahl-us-Sunnah narrano molti ahādīth sullevirtù di ‘Alī . Sarà difficile trovare un libro di ahādīthin cui le virtù dell’Imām ‘Alī e le sue nobili qualitànon sono menzionate.Caro lettore, l’opinione di Ahl-us-Sunnah sui Nawasīb èmolto chiara. E’ sufficiente citare il detto di Shaykh Al-Islām Ibn Taymiyyah , che gli Sciiti considerano unodei loro nemici più dichiarati, perché egli fu colui chescrisse il più grande libro sunnita di confutazione degliSciiti.Egli disse:“Insultare ‘Alī e maledirlo è una trasgressione che hafatto guadagnare a una fazione il non invidiabile titolo
  12. 12. 11di ‘Gruppo Trasgressore’. Al-Bukhārī riportòsull’autorità di Khālid al-Hadhdha’ da ‘Ikrimah chenarrò: “Ibn ‘Abbās disse a me e a suo figlio ‘Alī, “Vai daAbū Sa’īd e ascolta ciò che racconta.” Così andammo elo trovammo in un giardino dopo averlo cercato. Egliprese il suo mantello, lo indossò e si sedette, e cominciòa raccontare fino a quando non giunse il tema dellacostruzione della moschea. Egli disse, “Stavamotraportando un mattone alla volta, mentre ‘Ammar neaveva con sé due. Il Profeta Muhammad lo vide ecominciò a togliere la polvere dal suo corpo e disse,“Che Allāh sia misericordioso con ‘Ammar. Il GruppoTrasgressore5 lo ucciderà. Lui li starà invitando (cioè isuoi assassini, il gruppo ribelle) in Paradiso e loro loinviteranno al Fuoco dell’Inferno.” ‘Ammar disse, “Mirifugio in Allāh dall’afflizione.”Muslim riportò sull’autorità di Abū Sa’īd che disse:“Colui che è migliore di me, Abū Qatādah, mi hainformato che il Messaggero di Allāh disse ad‘Ammar, mentre quest’ultimo stava scavando la fossa elui (il Profeta) stava strofinando la propria mano sullatesta di ‘Ammar: “Povero figlio di Sumayyah, saràucciso dal Gruppo Trasgressore.”5 Questo gruppo era costituito da gente ribelle che si rivoltò contro ‘Alī e mosse guerracontro di lui. ‘Ammār stette dalla parte di ‘Alī in questa guerra.
  13. 13. 12Egli inoltre riportò sull’autorità di Umm Salamah che ilProfeta disse: “ʿAmmar sarà ucciso dal GruppoTrasgressore.”Questa è anche una prova della validità della leadershipdi ‘Alī e dell’obbligo di obbedirgli, e che coloro chechiamano all’obbedienza nei suoi confronti sono ichiamanti al Paradiso, e che coloro che invitano la gentea combattere contro di lui sono i chiamanti all’Inferno,anche se hanno delle giustificazioni. E’ anche una provache non era lecito combattere ‘Alī .Pertanto, coloro che lo combatterono furono sull’errore,anche se ebbero la loro giustificazione, o trasgressori senon ebbero alcuna giustificazione. Questa è la piùcorretta delle due opinioni dei nostri sapienti su questaquestione: considerare chi combatté ‘Alī, esseresull’errore. E’ anche l’opinione dei principali giuristi checrearono, da tale questione, un sotto-argomento sulmuovere guerra contro i trasgressori cherazionalizzano.6Allora rifletti sul seguente detto di Ibn Taymiyyah .Egli disse, dopo aver discusso ampiamente sui detti diAhl-us-Sunnah riguardanti Yazīd ibn Mu’āwiyah espiegato le divergenze della gente al suo riguardo:6 Majmū’ al-Fatāwā, 4/437.
  14. 14. 13“Quanto a coloro che uccisero al-Husayn, aiutarono nelsuo assassinio o se ne compiacquero, che la maledizionedi Allāh e la maledizione degli Angeli e di tutto il genereumano sia su di loro.”7Questa è la parola di uno dei più eminenti sapienti deiSalaf!E’ quindi possibile che un oratore o un impostore accusiAhl-us-Sunnah e sostenga che essi sono Nawasīb?!Caro fratello, molte domande potrebbero essere sortenella tua mente riguardo a ciò che hai letto in questotrattato e ciò che è storicamente autentico dellebattaglie di Siffīn e Jamāl che ebbero luogo tra iCompagni.In questo conflitto, la maggior parte dei Compagnifurono dalla parte di ‘Alī e dei Membri della Famigliadel Profeta che erano con lui. Questo è un argomentoche deve essere discusso in un trattato a parte. Chiedoad Allāh di aiutarmi a produrlo, in modo tale che laverità sulla questione sarà resa manifesta.Tuttavia, io ricordo a te e a me le seguenti Parole diAllāh:7 Majmū’ al-Fatāwā, 4/487.
  15. 15. 14ْ‫ن‬ِ‫إ‬ َ‫و‬ِ‫ان‬َ‫ت‬َ‫ف‬ِ‫ئ‬‫ا‬َ‫ط‬َ‫ِن‬‫م‬َ‫ِين‬‫ن‬ِ‫م‬ ْ‫ؤ‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬‫وا‬ُ‫ل‬َ‫ت‬َ‫ت‬ْ‫ق‬‫ا‬‫وا‬ُ‫ح‬ِ‫ل‬ْ‫ص‬َ‫أ‬َ‫ف‬‫ا‬َ‫م‬ُ‫ه‬َ‫ن‬ْ‫ي‬َ‫ب‬ْ‫ن‬ِ‫إ‬َ‫ف‬ْ‫ت‬َ‫غ‬َ‫ب‬‫ا‬َ‫م‬ُ‫ه‬‫ا‬َ‫د‬ْ‫ح‬ِ‫إ‬‫ى‬َ‫ل‬َ‫ع‬‫ى‬َ‫ر‬ ْ‫خ‬ُ‫األ‬‫وا‬ُ‫ل‬ِ‫ت‬‫ا‬َ‫ق‬َ‫ف‬‫ِي‬‫ت‬‫ا‬‫ل‬‫ا‬‫ِي‬‫غ‬ْ‫ب‬َ‫ت‬‫ى‬‫ا‬‫ت‬َ‫ح‬َ‫ِيء‬‫ف‬َ‫ت‬‫ى‬َ‫ل‬ِ‫إ‬ِ‫ر‬ْ‫م‬َ‫أ‬ِ ‫ا‬‫َّللا‬ْ‫ن‬ِ‫إ‬َ‫ف‬ْ‫ت‬َ‫اء‬َ‫ف‬‫وا‬ُ‫ح‬ِ‫ل‬ْ‫ص‬َ‫أ‬َ‫ف‬‫ا‬َ‫م‬ُ‫ه‬َ‫ن‬ْ‫ي‬َ‫ب‬ِ‫ل‬ْ‫د‬َ‫ع‬ْ‫ل‬‫ا‬ِ‫ب‬‫وا‬ُ‫ط‬ِ‫س‬ْ‫ق‬َ‫أ‬ َ‫و‬‫نا‬ِ‫إ‬َ ‫ا‬‫َّللا‬ُّ‫ِب‬‫ح‬ُ‫ي‬َ‫ين‬ ِ‫ط‬ِ‫س‬ْ‫ق‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬-‫ا‬َ‫م‬‫ا‬‫ن‬ِ‫إ‬َ‫ون‬ُ‫ن‬ِ‫م‬ ْ‫ؤ‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬‫ة‬ َ‫و‬ ْ‫خ‬ِ‫إ‬ٌ‫وا‬ُ‫ح‬ِ‫ل‬ْ‫ص‬َ‫أ‬َ‫ف‬َ‫ن‬ْ‫ي‬َ‫ب‬ْ‫م‬ُ‫ك‬ْ‫ي‬ َ‫و‬َ‫خ‬َ‫أ‬‫وا‬ُ‫ق‬‫ا‬‫ت‬‫ا‬ َ‫و‬َ ‫ا‬‫َّللا‬ْ‫م‬ُ‫ك‬‫ا‬‫ل‬َ‫ع‬َ‫ل‬َ‫ون‬ُ‫م‬َ‫ح‬ ْ‫ر‬ُ‫ت‬“Se due gruppi di credenti combattono tra loro,riconciliateli. Se poi [ancora] uno di lorocommettesse degli eccessi, combattete quelloche eccede, finché non si pieghi all’Ordine diAllāh. Quando si sarà piegato, ristabilite, congiustizia, la concordia tra di loro e siate equi,poiché Allāh ama chi giudica con equità. Inverità i credenti sono fratelli (nella religioneIslamica): ristabilite la concordia tra i vostrifratelli e temete Allāh. Forse vi sarà usatamisericordia.” [Al-Ĥujurāt, 9-10]In questi versetti, Allāh attesta la fede per tutti loro,anche se ci fu una lotta intestina tra di essi. I versettinon hanno bisogno di alcuna spiegazione perché sonochiari e ovvi. Tutti i Compagni erano credenti, anche seci fu un conflitto tra di loro.Allāh dice anche,ْ‫ن‬َ‫م‬َ‫ف‬َ‫ِي‬‫ف‬ُ‫ع‬ُ‫ه‬َ‫ل‬ْ‫ِن‬‫م‬ِ‫ه‬‫ِي‬‫خ‬َ‫أ‬‫ء‬ ْ‫ي‬َ‫ش‬‫اع‬َ‫ب‬ِّ‫ت‬‫ا‬َ‫ف‬ِ‫وف‬ُ‫ر‬ْ‫ع‬َ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬ِ‫ب‬‫اء‬َ‫د‬َ‫أ‬ َ‫و‬ِ‫ه‬ْ‫ي‬َ‫ل‬ِ‫إ‬ٍ‫ان‬َ‫س‬ ْ‫ح‬ِ‫إ‬ِ‫ب‬
  16. 16. 15“E colui (l’uccisore) che sarà stato perdonato dasuo fratello, sia perseguito nella maniera piùdolce e paghi un indennizzo.” [ Al-Baqarah, 178]Questo versetto è a proposito dell’omicidio premeditatoma Allāh attesta la fratellanza Islamica tra l’uccisore e iparenti dell’ucciso.Pertanto, l’efferato crimine dell’omicidio, per il qualeAllāh ha prescritto una severa punizione, non rimuovel’uccisore dal novero della fede, perché lui e i parenti diquello che egli ha ucciso sono sempre considerati comefratelli nella fede.Allāh dice:‫ا‬َ‫م‬‫ا‬‫ن‬ِ‫إ‬َ‫ون‬ُ‫ن‬ِ‫م‬ ْ‫ؤ‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬‫ة‬ َ‫و‬ْ‫خ‬ِ‫إ‬“In verità i credenti sono fratelli.” [Al-Ĥujurāt,10]

×