Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Email marketing. Principi e risorse utili

324 views

Published on

Slide del Workshop dedicato all'approfondimento dei principi che regolano le campagne DEM ed email marketing.

Published in: Marketing
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Email marketing. Principi e risorse utili

  1. 1. Workshop 03.08.2016 DEM ed e-mail marketing. I principi fondamentali e le risorse utili
  2. 2. Di cosa parleremo oggi  E-mail marketing. Scenario  DEM, Newsletter e CO.  - La creazione di una lista  - E-mail design e Body Content  - Targeting e personalizzazione  Strumenti utili SOMMARIO
  3. 3. E-mailmarketing. Scenario “ Email is the glue that binds everything together”. Michael Stelzner
  4. 4. E-mailmarketing. Scenario Dopo qualche anno di abbandono l’email marketing gode di nuova vita. Perché? • Automazione e personalizzazione • Mobile Michael Stelzner
  5. 5. E-mailmarketing. Scenario • Secondo una ricerca realizzata nel 2015 da MagNews1 in Italia vengono spediti circa 940 milioni di messaggi email al giorno, più di 30 per utente. • Ogni utente internet italiano possiede in media 2,4 caselle di posta. • Gli uomini fanno mediamente uso di più caselle di posta rispetto alle donne (rispettivamente 2,7 e 2,2 caselle pro capite) • i millennials (25 – 34 anni) sono gli individui con la dotazione più ampia di indirizzi email attivi (2,8 indirizzi per individuo) • Google è il fornitore con maggior penetrazione: il 53% degli utenti dichiara di possedere e utilizzare una casella Gmail. La piattaforma è seguita da Outlook e ItaliaOnline (Libero, Wind) http://www.chefuturo.it/2015/11/email-marketing-5-passaggi-per-una-campagna-di-successo/
  6. 6. E-mailmarketing. Scenario • L’82% degli utenti italiani è iscritto ad una newsletter • Il 59% si fida dei contenuti delle newsletter che ha scelto di ricevere • L’email è il primo canale per rimanere in contatto con il Brand, ed esercita una forte influenza sulle decisioni di acquisto
  7. 7. E-mailmarketing. Scenario • Negli ultimi 3 anni il numero di persone che acquistano in un negozio i prodotti pubblicizzati tramite email è cresciuto del 37% • Il 53% degli italiani dichiara di risparmiare tempo attraverso i consigli ricevuti in newsletter • Automazione e personalizzazione sempre più importanti, perché il numero di disicrizioni è in aumento (78%)
  8. 8. E-mailmarketing. Scenario
  9. 9. E-mailmarketing. Scenario • Come reputi le performance delle tue campagne email?
  10. 10. E-mailmarketing. Scenario • In valori percentuali, quanto delle tue vendite totali è attribuibile all’email Marketing?
  11. 11. E-mailmarketing. Scenario • Come giudichi i seguenti canali in base al ROI?
  12. 12. E-mailmarketing. Scenario
  13. 13. DEM,NewslettereCO. Esiste una differenza tra newsletter e DEM • La newsletter è uno strumento di informazione e fidelizzazione • La DEM è utile per veicolare una promozione, invito ad un evento o contenuti pubblicitari
  14. 14. Lacreazionediunalista 6 approcci utili • Concentra i tuoi sforzi sull’aggiunta di persone realmente interessate alla tua attività • Rendi ben visibili i moduli di iscrizione alla newsletter sul tuo sito • Comunica ai consumatori i benefici che otterranno iscrivendosi alla tua newsletter • Offri incentivi in linea con il tuo business • Comunica agli iscritti il numero di email che riceveranno da te • Chiedi le informazioni essenziali e colleziona le altre in un secondo momento
  15. 15. Lacreazionediunalista 1. Concentra i tuoi sforzi sull’aggiunta di persone realmente interessate alla tua attività Questa strategia consente di: • Aumentare la reach dei messaggi • Evita problemi di distribuzione • Migliorare il monitoraggio dei KPI
  16. 16. Lacreazionediunalista 2. Rendi ben visibili i moduli di iscrizione alla newsletter sul tuo sito 3 tipi di soluzioni • Opt-in form nella parte alta del sito web • Se possibile posizionare i moduli nell’header o nel footer • Lightboxes o popover sono utili, ma agire con parsimonia
  17. 17. Lacreazionediunalista 3. Comunica ai consumatori i benefici che otterranno iscrivendosi alla tua newsletter • Offri sconti, aggiornamenti, news aziendali o materiale personalizzato • Tieni conto del canale utilizzato per l’acquisizione
  18. 18. Lacreazionediunalista 4. Offri incentivi in linea con il tuo business • Non offrire un incentivo all’iscrizione non preclude la possibilità di farlo in un secondo momento • Evita che gli utenti si iscrivano solo per ottenere un singolo incentivo
  19. 19. Lacreazionediunalista 5. Comunica agli iscritti il numero di email che riceveranno da te Le persone effettuano una disiscrizione da una mailing list principalmente per due motivi: 1. Ricevono troppe email 2. Il contenuto dei messaggi è irrilevante • Comunica già all’interno del modulo di iscrizione il numero di messaggi che i tuoi utenti riceveranno • Offri un rimando alle comunicazioni già inviate, per far capire in anteprima i contenuti che approfondirai.
  20. 20. Lacreazionediunalista 6. Chiedi le informazioni essenziali e colleziona le altre in un secondo momento • Utilizza una pagina di conferma, un sondaggio o una mail di benvenuto per raccogliere le informazioni di cui hai bisogno • Se ti occorrono molte informazioni al momento dell’iscrizione dividi il modulo in più parti • Utilizza i moduli social per l’iscrizione
  21. 21. E-maildesigneBody Content • Rendi le tue email accessibili da più dispositivi • Fai in modo che il messaggio sia comprensibile anche con le immagini bloccate • Imposta una chiara gerarchia dei contenuti • Presta attenzione ai contenuti visibili prima dello scroll • Crea call to action chiare e ben visibili • Non inserire allegati all’interno dei messaggi 6 linee guida
  22. 22. E-maildesigneBody Content 1. Rendi le tue email accessibili da più dispositivi • Utilizza un design responsive o ottimizzato per la visione su uno schermo piccolo. • Utilizza un layout a colonna singola o doppia • Utilizza testi ad almeno 12 pt e lascia un po’ di spazio tra i link, il testo e i pulsanti • Utilizza un contrasto elevato, per agevolare la lettura in ogni contesto
  23. 23. E-maildesigneBody Content 2. Fai in modo che il messaggio sia comprensibile anche con le immagini bloccate • Utilizza il tag ALT per le tue immagini • Quando possibile evita di embeddare il testo all’interno delle immagini • Quando possibile utilizza il codice HTML • Utilizza i font universalmente riconosciuti
  24. 24. E-maildesigneBody Content 3. Imposta una chiara gerarchia dei contenuti • Dividi la mail in più blocchi, e fai in modo che il primo sia più grande degli altri • Prova ad inserire la CTA all’interno di un pulsante • Illustra i concetti utilizzando periodi brevi • Se possibile utilizza dei punti elenco Le persone non leggono le email, le scansionano. Fai in modo che riescano a selezionare i contenuti creando una chiara gerarchia e delle precise CTA
  25. 25. E-maildesigneBody Content 4. Presta attenzione ai contenuti visibili prima dello scroll • Una mail standard ha un testo nel preheader seguito da un header che include il logo del Brand • Il primo blocco testo deve includere il tuo messaggio principale • Fai in modo che il logo non sia eccessivamente grande, potrebbe spingere il testo oltre il primo scroll
  26. 26. E-maildesigneBody Content 5. Crea call to action chiare e ben visibili • Se vuoi che i tuoi utenti facciano qualcosa esprimilo in maniera chiara • Prova ad inserire la CTA all’interno di un pulsante • Inserisci la CTA immediatamente sotto le informazioni di prodotto
  27. 27. E-maildesigneBody Content 6. Non inserire allegati all’interno dei messaggi • Gli utenti sono restii ad aprire gli allegati • Un allegato fa aumentare il notevolmente il peso di un messaggio • Utilizza il sito web per distribuire i tuoi allegati, in modo che gli utenti possano anche conoscere meglio la tua attività
  28. 28. Targetinge personalizzazione • Riconosci che un’azione compiuta è molto più importante di una preferenza espressa • Invia messaggi basati sulle preferenze espresse o inferite • Utilizza contenuti dinamici e personalizzati • Evita di disattendere le aspettative creando contenuti standard e spacciandoli per personalizzati • Ottimizza gli orari di invio per aumentare la visibilità dei tuoi messaggi 5 linee guida
  29. 29. Targetinge personalizzazione 1. Riconosci che un’azione compiuta è molto più importante di una preferenza espressa • Le preferenze espresse sono un buon punto di partenza, dopo concentrati sulle azioni compiute sul tuo messaggio • Conduci degli A/B test e profila gli utenti seguendo specifici interessi
  30. 30. Targetinge personalizzazione 2. Invia messaggi basati sulle preferenze espresse o inferite • Dividi la tua lista in segmenti specifici, e invia messaggi mirati a quel target • Utilizza le preferenze espresse o inferite
  31. 31. Targetinge personalizzazione 3. Utilizza contenuti dinamici e personalizzati I contenuti dinamici possono rendere i messaggi simili ad una conversazione faccia a faccia Puoi chiamare il tuo destinatario per nome, inviargli una mail nel giorno del suo compleanno o inserire una serie di altre variabili personalizzate che egli ti ha fornito, come informazioni geolocalizzate o comportamenti rilevati sui tuoi messaggi
  32. 32. Targetinge personalizzazione 4. Evita di disattendere le aspettative creando contenuti standard e spacciandoli per personalizzati Se chiami il tuo destinatario per nome egli si aspetterà che i contenuti della mail siano creati apposta per lui, cerca quindi di utilizzare i contenuti dinamici per le email che sono rivolte ad un segmento specifico di pubblico.
  33. 33. Targetinge personalizzazione 5. Ottimizza gli orari di invio per aumentare la visibilità dei tuoi messaggi • Segmenta i tuoi utenti e invia campagne di diverso tipo, destinate alla fruizione da dispositivi mobili o desktop • Sfrutta gli orari di maggiore affollamento, come il mattino presto o la sera al rientro da lavoro • Analizza i dati delle tue campagne per capire gli orari di maggior affluenza
  34. 34. Strumentiutili
  35. 35. GRAZIE PER L'ATTENZIONE Sante Alagia alagia@mediamorfosi.com

×