Apa 30.3.2012(1)

582 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
582
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
71
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Apa 30.3.2012(1)

  1. 1. LE VITE PARALLELE DI PROPRIETA’ INTELLETTUALE E DATI PERSONALI: DALLA TUTELA DELL’OGGETTO ALLA TUTELA DEL CONTENUTO30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  2. 2. La natura mutevole del web ha portato ad una singolare parallelismo tra tutela della proprietà intellettuale e tutela dei dati personali Esiste un problema serio di differente percezione del problema La natura economica dei due diritti dovrebbe cercare di riavvicinare i mezzi di tutela a disposizione30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  3. 3. La natura della proprietà intellettuale prevede uno jus excludendi a favore del titolare del diritto Solo chi detiene un brevetto può usarlo o darlo in licenza Chi ne ha avuto licenza non può trasmetterlo ad altri, se non previsto nel titolo Nessuno può usare un brevetto, marchio od un segno senza il consenso del titolare30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  4. 4. Il titolare di un programma SW ne controlla la • Distribuzione • Riproduzione • Modificazione e adattamento • L’uso30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  5. 5. INTERNET ha reso evidente il valore dei contenuti : musica, filmati, libri sono distribuiti, venduti, o comunque circolano sulla rete I titolari dei rispettivi diritti combattono aspramente per la tutela della propria IP Pure se esiste una massa immensa di soggetti che scaricano contenuti protetti, la loro tutela è fuori discussione: è un problema di come, non un problema di “se”30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  6. 6. Ogni persona è titolare dei propri dati personaliNessuno può usare i dati di un soggetto senza il suoconsenso o, se il consenso non è richiesto, con la suaopposizione per motivi legittimiNessuno può comunicare i dati di un soggetto senza ilsuo consensoLe eccezioni o limitazioni che sono previste dalla leggesono assimilabili al “fair use”Ma esattamente al pari dei contenuti protetti, anche idati personali circolano alla totale insaputa oindipendentemente dalla volontà del proprio titolare30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  7. 7. I dati personali vengono utilizzati in quanto informazioni funzionali allo svolgimento di attività economiche di terzi Il loro uso è totalmente al di fuori del controllo della persona interessato (il titolare) Un bene giuridicamente tutelato (i dati personali), è oggetto di elaborazione, analisi, per arrivare a stabilire le caratteristiche e la personalità dell’individuo Una volta elaborati, diventano un contenuto, passibile di commercializzazione ed ulteriore utilizzo a mia totale insaputa e senza il mio coinvolgimento Ma che tutela è possibile?30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  8. 8. La situazione è paragonabile a quella dei cookies: tutti sappiamo che esistono, ma quanti sono quelli che hanno disabilitato il loro PC in modo da non accettare cookies? Occorre usare tutti i mezzi possibili per cercare di controllare i propri dati: non dare consensi, opporsi al trattamento non autorizzato, inviare segnalazioni, reclami, ecc. Che rimedi offre la legge? Alcuni “tradizionali”, quali il ricorso al Garante, il reclamo al Garante, ecc. Ma nessuno ha mai usato gli altri rimedi usati nell’IP: nessun ricorso di urgenza risulta essere mai stato presentato a tutela della privacy, eppure…30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone
  9. 9. 30 marzo 2012 Copyright 2012 - Raffaele Zallone

×