Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Social Semantic Web & Folksontologie: prospettive didattiche

974 views

Published on

Social Semantic Web & Folksontologie: prospettive didattiche” al VI Congresso Nazionale SIe-L presso l’Università degli Studi di Salerno in data 16 settembre 2009

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Social Semantic Web & Folksontologie: prospettive didattiche

  1. 1. Social Semantic Web & Folksontologie: prospettive didattiche M. Gervasoni, M. Ventura, G. Vercelli e G. Vivanet Università degli Studi di Genova
  2. 2. Scenario trasmissione unidirezionale dei contenuti condivisione e collaborazione: approccio costruttivista sociale, e-learning 2.0 e web 2.0 Soluzioni approccio web 2.0: folksonomie crescente difficoltà nella catalogazione e gestione approccio semantic web: indicizzazione semanticacrescita del numero di risorse (ontologie) disponibili nel web VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 2
  3. 3. Folksonomie: vantaggi vs criticità• Vantaggi approccio bottom-up (reti sociali) VS approccio top-down (comunità di esperti): – opportunità di garantire maggiore dinamicità alla base di conoscenza; – riduzione della complessità tipica dei processi di ingegnerizzazione formale della conoscenza; – aumentata presa di consapevolezza della struttura di significato del dominio da parte della comunità (folksontologia quale punto di incontro tra il punto di vista degli esperti e quello della comunità cui essi si rivolgono ed esplicitazione di diversi punti di vista della realtà).• Elementi di criticità: – necessità di garantire il rispetto della definizione formale del modello di rappresentazione della conoscenza; – coerenza strutturale, semantica e terminologica del vocabolario generato. VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 3
  4. 4. Social Semantic WebIdentifica una convergenza tra due tecnologie e approcci al Web… ambienti sociali del Web 2.0 e tecnologie semantiche VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 4
  5. 5. Ontologies, taxonomies and folksonomies are not mutually exclusive [P. Morville] L’obiettivo è fruire dei benefici derivanti dall’integrazione di…Folksonomie 2.0: Ontologie:Tag SemanticsBottom-up Top-downHuman-readable Machine-understandable VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 5
  6. 6. Community-driven ontologies • Gli ambienti collaborativi wiki al servizio della costruzione collaborativa delle ontologie… • Contenuti creati dagli utenti divengono semanticamente rilevanti • Le ontologie e i contenuti a esse associati acquistano nuove possibilità di diffusione grazie agli ambienti di costruzione collaborativa • L’ontology engineering sfrutta le potenzialità degli strumenti web 2.0 • I semantic wiki consentono di generare una struttura a grafo orientato etichettato, nella quale i nodi rappresentano le pagine del wiki create dagli utenti, mentre gli archi sono costituiti dalle associazioni esistenti tra questi nodi VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 6
  7. 7. Applicazioni nella didattica: quadro teorico di riferimento• Teoria dell’apprendimento significativo [Ausubel]: l’apprendimento significativo è il processo attraverso il quale le nuove informazioni entrano in relazione con i concetti preesistenti nella struttura cognitiva della persona; concetti assimilatori, differenziazione progressiva, e organizzatori anticipati.• Teoria della flessibilità cognitiva [Spiro]: necessità di ripensare i tradizionali percorsi di accesso alla conoscenza; conoscenza come “criss- crossed landscape”; riusabilità dei contenuti didattici; ipertesto: ambiente concettuale di esplorazione che consente di pervenire a una determinata unità informativa da diverse direzioni.• Teoria della Knowledge Building Community [Bereiter & Scardamalia]: il processo di apprendimento è definito come funzione diretta della costruzione e condivisione sociale della conoscenza. VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 7
  8. 8. Applicazioni della didattica: EduOnto• Evoluzione da sistema descrittivo- formale (solo ontologia) a sistema relazionale (ontologia + folksonomia + software)• Costruzione collaborativa della conoscenza attraverso semantic wiki• Sviluppo e disponibilità di un repository conoscitivo ampio e interoperabile• Concretizzazione del quadro teorico di riferimento VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 8
  9. 9. Sperimentazioni in ambito scolastico: un esempio VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 9
  10. 10. Spunti di riflessione…• Semplificare gli ambienti di semantic wiki e la terminologia in essi adottata• Necessità di garantire un supporto motivazionale alla partecipazione• Qualità del processo di apprendimento e efficacia educativa• Diffondere trasversalmente la cultura delle community-driven ontology come applicazione concreta del web semantico VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 16
  11. 11. ContattiAutori:• margherita.gervasoni@unige.it• dr.mauro.ventura@gmail.com• gianni.vercelli@unige.it• giuliano.vivanet@unige.itSito Web: http://elkmserver.dist.unige.it/elkmserver/Laboratorio di E-Learning & Knowledge ManagementDIST - Università di GenovaNote: Questo lavoro costituisce una prima evoluzione dello studio condotto da MauroVentura per la tesi di laurea specialistica dal titolo FolksOntology: dal Social networking alSocial Semantic Web (2009) – Corso di laurea specialistica in Scienze e Tecnologiedell’Informazione e della Comunicazione c/o l’Università di Genova. VI° Congresso Sie-L - Salerno 2009 17

×