e-Commerce: il comportamento di acquisto dei consumatori italiani

1,976 views

Published on

e-Commerce: i che modo gli utenti italiani cercano informazioni sulla Rete e comprano dai siti di vendita online.

Si parla di:
- e-Commerce: Il comportamento di acquisto- Frequenza di acquisto online- La fase di pre-acquisto- Canali principali di ricerca delle informazioni- Metacomparatori.- PC o Smartphone? - Perché si decide di comprare online? - Dove e cosa si compra principalmente? - Come si preferisce pagare? - Le persone sono soddisfatte della loro esperienza di acquisto online? - Sei insoddisfatto dell’acquisto? Come rimediare?- Cosa si può fare nel prossimo futuro per vendere di più? - Perché non si acquista online? - Riepiloghiamo e facciamo il punto.

Published in: Business
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,976
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
83
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

e-Commerce: il comportamento di acquisto dei consumatori italiani

  1. 1. E-COMMERCE E COMPORTAMENTO D’ACQUISTO COME SI COMPORTANO I CONSUMATORI E COME VENDERE DI PIÙ Massimo Petrucci Consulente Web Marketing www.marketingsocialnetwork.it -> FREE E-BOOK <-
  2. 2. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itE-COMMERCE - IL COMPORTAMENTO DI ACQUISTO Da questa ricerca sulle-Commerce, ne saprai di più sul comportamento di pre-acquisto e di acquisto degli utenti che si rivolgono ai siti che offrono vendita di prodotti online. Prendendone visione potrai migliorare il tuo sito e-Commerce oppure, se sei un consulente, suggerire strategie maggiormente efficaci di acquisizione clienti e vendite online.In che modo gli utenti decidono di acquistare qualcosa online? Cosa sono più propensi adacquistare? Quali sono gli aspetti fondamentali che condizionano il processo di acquisto? Dare unarisposta a queste ed altre domande è un modo per avere direttive utili ed indicazioni concrete perideare strategie di vendita per lo sviluppo del proprio business online.Per capire i numeri che hanno permesso questa indagine:  Un campione rappresentativo dell’intera popolazione italiana utenti Internet.  25.000 utenti.  75.000 questionari compilati.  Distribuzione ponderata per fasce detà, zone geografiche, istruzione.  Ricerca eseguita ad Aprile 2012Personalmente negli ultimi tempi mi sono molto avvicinato come utente consumatorealle-Commerce, non nel senso che prima non lo conoscessi, in passato ho comprato diverse cose,ma ultimamente sta diventando unabitudine. Ad esempio, alcuni regali di Natale li ho presi suAmazon, dove ho comprato per me un bellissimo orologio, per non parlare dei libri sia in formatocartaceo che ebook. La sensazione è che labitudine ad acquistare online si stia diffondendosempre di più ed i dati della ricerca vanno proprio in questa direzione. (2)
  3. 3. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itFREQUENZA DI ACQUISTO ONLINELa prima domanda ci porta subito nel cuore delle-Commerce: "Negli ultimi 3 mesi hai acquistatoqualcosa online?"Questo è un dato molto interessante perché ci dice che il 51% della popolazione internet italianaha già acquistato online, infatti il 34% ha effettuato un acquisto negli ultimi 3 mesi ed il 17% daoltre 3 mesi. Il restante 49% non ha mai acquisto online. Sembra un dato negativamente alto,tuttavia dal mio punto di vista è un dato che ci dice quanto ancora potenziale sia il mercato delle-Commerce in Italia.Prendiamo il valore di "Ho acquistato qualcosa negli ultimi 3 mesi" e scomponiamolo per capirecon quale frequenza si è acquistato qualcosa nello stesso periodo. Incredibilmente la maggiorparte degli acquirenti ha comprato per più di 5 volte, in totale l89% di coloro che ha acquistatoqualcosa negli ultimi 3 mesi ha comprato più di una volta nello stesso periodo.Ecco i dati in ordine di frequenza: 1. Più di cinque volte. 2. Due volte. 3. Tre volte. 4. Quattro o cinque volte. 5. Una sola volta. (3)
  4. 4. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itLA FASE DI PRE-ACQUISTOUn aspetto fondamentale da tenere presente è la fase di pre-acquisto. Difficilmente si compra allaprima visita online e non è detto che le informazioni si cerchino esclusivamente in Rete. Lo stessodiscorso vale anche al contrario ovvero prima di comprare in un negozio tradizionale, ci sinformaonline.Solo il 6% degli intervistati dichiara di comprare in modo tradizionale senza prima informarsionline, mentre il 46% sinforma sempre in Rete ed il 48% di tanto in tanto sinforma online primadi procedere ad un acquisto in un negozio tradizionale.Ad informarsi sempre, sono soprattutto gli uomini (62%) rispetto alle donne (38%).Scendendo ancora più nel particolare, si è andato ad indagare sui canali principali di raccolta delleinformazioni che precedono un acquisto online. (4)
  5. 5. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itCANALI PRINCIPALI DI RICERCA DELLE INFORMAZIONIIniziamo a fare una prima suddivisione tra coloro che cercano informazioni online e chi lo fa inmodo offline:  175 punti li totalizzano le ricerche online: sito del produttore, portali, forum, blog, social...  59 punti per quelle offiline: riviste, opinione degli amici amici, punto vendita tradizionale.  8 punti per chi compra senza chiedere o cercare informazioni.La domanda prevedeva una risposta multipla, quindi nel dettaglio ecco i dati: 1. Visito il sito ufficiale del produttore (69%). 2. Leggo opinioni su portali/siti internet (59%). 3. Leggo forum e/o blog (34%). 4. Chiedo consigli agli amici (24%). 5. Mi reco al punto vendita (21%). 6. Consulto riviste di settore (12%). 7. Cerco e/o chiedo opinioni nei social network (12%). 8. Minformo poco o niente (8%). 9. Chiedo al servizio clienti dellazienda (2%).Da notare che i social network non sono il punto di riferimento principale nella ricerca delleinformazioni, tuttavia cè un approccio molto diverso in base alletà.Scorporando quel 12% vediamo che sono più i giovani ad usare i social network nelle fase dipre-acquisto online; questo dato fa pensare che nel prossimo futuro coloro che utilizzeranno isocial network per chiedere o cercare informazioni di pre-acquisto aumenteranno. Il motivo èsemplice: i giovani di oggi saranno gli adulti di domani e porteranno con sé le abitudini di acquisto.Coloro che chiedono/Cercano informazioni di pre-acquisto nei social network hanno: 1. Tra 15 e 24 anni (34%). 2. Tra 25 e 34 anni (21%). 3. Tra 35 e 44 anni (21%). 4. Tra 45 e 54 anni (16%). 5. Più di 55 anni (8%). (5)
  6. 6. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itMETACOMPARATORI Uno strumento sempre più diffuso sono i metacomparatori ovvero quei siti che raccolgono lediverse offerte e la comparano solitamente mostrandole in ordine di prezzo. I dati diconochiaramente che avere prodotti su questi siti è conveniente per chi vende online infatti ben il50% di coloro che normalmente acquistano online e che consultano i metacomparatoriacquistano proprio sui metacomparatori.Inoltre il 66% li consulta prima di effettuare un acquisto online.Facciamo il punto e chiariamo le idee:  Il 66% di chi acquista online consulta i metacomparatori, di cui il 50% acquista direttamente sul metacomparatore.  Il 34% degli utenti che acquistano online non consulta i metacomparatori.  Tra coloro che usano i metacomparatori, il 57% sono uomini ed il 43% donne. (6)
  7. 7. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itPC O SMARTPHONE?A farla da padrone nella ricerca delle informazioni di pre-acquisto è ancora il PC (72%), diciamo laverità: mouse e video sono comunque una bella comodità rispetto alle piccole dimensioni di unsmartphone. Tuttavia i dispositivi quali smartphone (20%) e tablet (8%) non vanno sottovalutatispecialmente tra i più giovani poiché il trend di utilizzo è in crescita.Abbiamo compreso che il 94% di coloro che acquistano online usa di frequente cercareinformazioni online prima di comparare.Il 66% di costoro, consulta anche i metacomparatori per il reperimento delle informazioni, ma poiquali sono gli aspetti fondamentali nella scelta del fornitore da scegliere?In altre parole, cosa fa la differenza? Beh, se gestite un sito e-Commerce vi consiglio di prestaremolta attenzione i prossimi paragrafi. (7)
  8. 8. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itPERCHÉ SI DECIDE DI COMPRARE ONLINE?Il motivo principale, e cera da aspettarselo, è la possibilità di risparmiare (89 punti). Questo è ilmotivo per il quale i comparatori di prezzo funzionano così bene. Il secondo motivo è la possibilitàdi trovare prodotti difficilmente reperibili nei negozi tradizionali. Il terzo motivo è la possibilità discegliere tra unampia gamma di prodotti.Ecco in ordine di importanza gli aspetti più indicati: 1. Ho un vantaggio economico. 2. Posso reperire facilmente alcuni prodotti. 3. Ho a disposizione una vasta scelta. 4. Posso comparare facilmente prezzi e prodotti. 5. Posso acquistare in modo più consapevole potendo cercare maggiori informazioni. 6. Posso acquistare in qualsiasi momento. 7. Mi permette di risparmiare tempo.Lecommerce è un fenomeno che si sta radicando negli usi comune di acquisto, infatti alladomanda "Quando hai acquistato la prima volta", l82% ha risposto di aver acquistato la primavolta più di un anno fa.Dove si acquista? 1. Siti di biglietteria online. 2. Siti dedicati alle vendite private. 3. Siti di compravendita tra privati (annunci ed aste online). 4. Coupon da siti di gruppi di acquisto.A proposito dei siti di gruppi di acquisto (es. Groupon), il 24% di chi acquista online ha avuto laprima esperienza di acquisto in Rete proprio da uno di questi siti, ma solo l8% continua adacquistare principalmente tramite siti di coupon. In ogni caso, la maggior parte degli acquirenti(40%) acquista indifferentemente sia da siti tradizionali che da siti di coupon; probabilmente(questo lo dico io) sono coloro che cercano "la buona offerta". (8)
  9. 9. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itDOVE E COSA SI COMPRA PRINCIPALMENTE?I mercati principali sono "Libri e DVD", seguito dai trasporti (biglietteria aerea, treni, ecc.) edellabbigliamento. 1. Libri, cd, dvd, quotidiani e riviste nel formato tradizionale | 44% 2. Trasporti (biglietti aerei, treni, navi) | 37% 3. Abbigliamento, calzature | 33% 4. Prodotti tecnologici, elettrodomestici ed elettronici | 24% 5. Soggiorni e vacanze | 23% 6. Biglietti e prenotazioni (concerti, spettacoli, eventi sportivi) | 19% 7. Benessere (estetista, terme, spa, massaggi...) | 9% 8. Articoli per la casa (mobili, accessori...) | 8% 9. Servizi assicurativi (auto, moto...) | 7% 10. Servizi per la casa (elettricità, gas, telefonia, tv...) | 6% 11. Download di musica, video... | 5% 12. Apps per dispositivi mobile | 5% 13. ebook, quotidiani e riviste in formato digitale | 3% 14. Software per PC | 5% 15. Giochi online (poker room, bingo...) | 2% 16. Scommesse online | 2%Con molto piacere apprendo che le scommesse sportive ed i giochi online siano agli ultimi posti.Ma questa è unopinione personale. Sempre rimanendo alle opinioni personali, mi spiace che gliebook siano solo al 3%... Va be, detto questo, non stupisce che i libri cartacei siano al primo posto:è comodo comprarli, non puoi avere "brutte" sorprese poiché sai di cosa parla il libro, il prezzo nonè elevato e te lo spediscono comodamente a casa. Quando pensiamo di vedere un prodotto online,a mio avviso, dovremmo cercare di far avvicinare le sue "caratteristiche" a quelle di unlibro: politica di prezzo, trasparenza, comodità/vantaggi.Quanto spendi online? È stato chiesto di dare una stima della spesa online nellultimo anno,secondo voi quanto ha speso mediamente chi acquista online? 50? 100? 1000? La risposta esattaè tra i 251 e i 500 euro (24%). (9)
  10. 10. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itCome si vede dai dati, una persona su quattro spende fino a 500 euro. Un fenomeno interessanteche si evince dalla ricerca, è che chi è iscritto ad una newsletter periodica tende a spendere di più.La maggior parte delle persone (94%) acquista dal PC. Tuttavia considerato che è in aumento ilnumero di coloro che utilizzano dispositivi mobile per i propri acquisti, è importante che chi operanel settore e-Commerce impieghi le future risorse nellinvestimento in applicazione che facilitinogli acquisti da dispositivi mobile. Dalla ricerca risulta che il 64% degli utenti confessa chesarebbero molto più interessati ad utilizzare gli smartphone ed i tablet per i propri acquisti. In altreparole cè mercato per quelle App che possano facilitare gli acquisti online.COME SI PREFERISCE PAGARE?Vincono le carte prepagate e ricaricabili (35%), quindi Paypal (21%), il contrassegno (19%) e lacarta di credito tradizionale (18%). In fondo troviamo il bonifico bancario online (3%), il pagamentoin negozio dopo lacquisto online (2%), il bollettino postale (1%) ed il bonifico bancario allosportello (1%).Trovo molto intelligente usare le carte prepagate, personalmente uso una carta PayPal, la usoanche in viaggio in modo che se qualche furbacchione dovesse clonarla, troverebbe ben poco.Per gli operatori e-Commerce questo è un dato che non dovrebbe essere sottovalutato.Infatti ben il 50% degli intervistati ritiene "molto importante" che sul sito e-Commerce ci sia la suapreferenza di acquisto. Tra "Abbastanza" e "Tanto" si concentra l89% del campione! (10)
  11. 11. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itQuesto vuol dire che un buon sito e-Commerce dovrebbe prevedere tra le sue modalità dipagamento: 1. Le carte prepagate e ricaricabili come Postepay. 2. Paypal. 3. Il contrassegno. 4. La carta di credito.LE PERSONE SONO SODDISFATTE DELLA LORO ESPERIENZADI ACQUISTO ONLINE?I dati indicano che le persone sono generalmente soddisfatte della loro esperienza di acquistoonline. Questo è un dato importante perché favorisce lo sviluppo e la diffusione delle-Commerce.Dal grafico si comprende come il 94% dei giudizi sia sopra la sufficienza. (11)
  12. 12. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itSEI INSODDISFATTO DELLACQUISTO? COME RIMEDIARE?Se sei un operatore e-Commerce, credo che questo capitolo dovrebbe interessarti un belpo. Saper gestire una criticità è molto importante perché un cliente insoddisfatto scrivemediamente 4 volte in più di un cliente soddisfatto. La negatività in questi casi è uno stimolomolto forte a farsi sentire online.Allora la domanda è: se qualcosa va storto, cosa vorresti che il venditore facesse?Il mio consiglio è prendere nota degli aspetti seguenti e di organizzarmi per metterli nelle vostreFAQ, in modo da poter rassicurare in fare si pre-vendita il vostro potenziale consumatore.La maggior parte si aspetta il ritiro a domicilio dellarticolo e la sua sostituzione senza alcun costoaggiuntivo. Seguono coloro che si aspettano procedure più snelle e senza costi aggiuntivinellesercitare il diritto di recesso.Per avere un quadro più semplice per la consultazione, ve li elenco in ordine dimportanza: 1. Ritiro a domicilio e sostituzione senza costi aggiuntivi. 2. Procedure semplici e gratuite per il diritto di recesso. 3. Possibilità di sostituire un prodotto acquistato online in un negozio tradizionale. 4. Un call center sempre disponibile. 5. Rimborso parziale o possibilità di rimedio in corso di fruizione del servizio. 6. Coupon/Buono per successivo acquisto. 7. Offerte vantaggiose per prossimo acquisto.Quindi per prima cosa le persone vogliono essere rassicurate dal fatto che in caso di problemilarticolo possa essere sostituito o restituito senza spese aggiuntive. (12)
  13. 13. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itCOSA SI PUÒ FARE NEL PROSSIMO FUTURO PER VENDEREDI PIÙ?Ci sono alcuni aspetti interessanti: quello di poter pagare dopo aver ricevuto la merce oppure lapossibilità di poter pagare a rate. Tuttavia laspetto più richiesto è quello di avere prezzivantaggiosi. Non cè niente da fare, vogliamo pagare poco! :-)Cosa farebbe aumentare la tua propensione allacquisto? 1. Prodotti/servizi a prezzi più vantaggiosi. 2. Restituire la merce se non si è soddisfatti in modo semplice e conveniente. 3. Se nel sito fosse chiaramente espressa la possibilità di restituire la merce se non si è soddisfatti. 4. Se fosse presente nel sito un "sigillo di garanzia" 5. Se ci fossero maggiori garanzie sulla sicurezza dei miei dati online. 6. Se ci fosse la possibilità di pagare dopo la ricezione dellarticolo. 7. Se ci fosse la possibilità di concordare lora e la data della consegna. 8. Se le condizioni di vendita fossero più chiare. 9. Se vi fosse un canale di comunicazione diretta con il venditore (telefono/chat/email). 10. Se fosse possibile rateizzare i pagamenti. 11. Se fosse possibile pagare tramite addebito diretto sul conto online. 12. Se ci fosse la possibilità di pagare tramite smartphone.Esaminando questa lista si possono individuare alcuni aspetti che immediatamente sarebbepossibile correggere sul proprio sito e-Commerce, mi riferisco alla possibilità di rendere più chiarala pagina della condizioni di vendita ed io aggiungo anche la pagina delle FAQ troppo spessosottovalutata. Quello che andrebbe compreso è che chi sta consultando la pagina FAQ èprobabilmente già interessato allacquisto e se nelle FAQ trova facilmente ciò che cerca,probabilmente concluderà il processo di acquisto. Anche spiegare in modo chiaro comeutilizzeremo i dati del cliente ed in che modo ce ne prendiamo cura è un aspetto facile daimplementare, compresa la possibilità di avere un canale diretto tramite telefono, email o chat. (13)
  14. 14. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itPERCHÉ NON SI ACQUISTA ONLINE?Come abbiamo visto allinizio di questo articolo, cè un 49% di persone che non ha mai acquistatoonline. Perché? Cosa non li convince?Quasi la metà del campione, che rappresenta in modo molto preciso la popolazione italiana, nonacquista per due principali ragioni: 1. Preferisce accertarsi direttamente della qualità del prodotto e farsi consigliare dal proprio rivenditore di fiducia. 2. Ha poca fiducia nei pagamenti online.Insieme totalizzano l88% delle motivazioni. Possiamo fare qualcosa? Nel primo caso è un podifficile far cambiare idea a chi è abituato ad andare nel negozio e "toccare con mano", forse sepotesse pagare dopo che il prodotto gli è stato consegnato a casa potrebbe essere invogliato acomprare online; ma la vedo difficile. Nel secondo caso forse qualcosa in più si può fare rendendopiù chiaro il processo di acquisto e fornendo garanzie precise sulla qualità e sicurezza del sistemadi pagamento adottato dal proprio e-Commerce.Voglio precisare che la domanda "Per quali motivi non hai mai effettuato acquisti online?"prevedeva risposte multiple, ma il senso non cambia. Andiamo a vedere le altre motivazioni chetrattengono dallacquisto online. 1. Preferisco accertarmi personalmente del prodotto e chiedo consiglio al mio venditore di fiducia (44%). 2. Ho poca fiducia nei pagamenti online (44%). 3. Ritengo che il "diritto di recesso" non sia spiegato in modo chiaro sul sito (24%). 4. Preferisco pagare in contanti (20%). 5. Ho timore di problemi nella spedizione (19%). 6. Considero i costi di spedizione troppo elevati (16%). 7. Mi fanno influenzato negativamente esperienze di amici e conoscenti (9%).Se per il primo punto è difficile intervenire, direi che qualcosa si può fare per i punti 3, 4 e 6fornendo sul proprio sito e-Commerce maggiori e più chiare informazioni. (14)
  15. 15. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itQuesti "non acquirenti online" potrebbero cambiare idea nei prossimi 3 mesi?Il 18% del campione di coloro che non hanno mai comprato online dichiarano che nei prossimi 3mesi è impossibile che cambino idea. Dal lato opposto cè quell8% che lo ritiene moltoprobabile. Il 74% dà una possibilità di cui il 57% lo ritiene poco probabile ed il 17% possibile. (15)
  16. 16. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itRIEPILOGHIAMO E FACCIAMO IL PUNTOVado a sintetizzare quanto detto fino ad ora in modo da avere chiaro il panoramacomportamentale degli utenti italiani in ambito di e-Commerce.  il 51% della popolazione internet acquista online.  il 49% non acquista online.  l89% di chi ha acquistato negli ultimi tre mesi, ha comprato più di una volta nello stesso periodo  il 46% si informa sempre in rete prima di fare acquisti.  il 48% lo fa di tanto in tanto.  Ad informarsi in rete sono soprattutto gli uomini (62%).  Si cerca principalmente sui siti dei produttori, blog e forum.  A cercare nei Social Network sono soprattutto i giovani (15-34 anni, 56%).  Il 66% di chi compra online consulta i metacomparatori.  Il 50% di chi consulta i metacomparatori acquista direttamente da questi siti.  Si utilizza soprattutto il PC (72%) per le ricerche e gli acquisti in rete.  Si scegli di comprare online soprattutto per il prezzo conveniente, la facilità di reperire i prodotti e la vasta scelta.  Si vendono soprattutto libri, dvd e quotidiani in formato tradizionale; trasporti (biglietteria); abbigliamento e calzature.  Ogni utente internet che acquista online mediamente spende in un anno 375 euro.  Si preferisce pagare con le carte ricaricabili e Paypal.  Chi compra online è soddisfatto nel 94% dei casi.  Chi non lo è pretende il ritiro e la sostituzione gratuita dellarticolo.  Chi non compra online vuole provare personalmente i prodotti e/o non si fida dei pagamenti online.  Tra chi non vuole comprare online, il 17% ritiene possibile che cambi idea nei prossimi 3 mesi.Fonte dati: E-Commerce Consumer Behaviour Report 2012 - ContactLab in collaborazione con Netcomm. (16)
  17. 17. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itCOSA PUOI FARE DI QUESTO EBOOKTutti i materiali, i dati e le informazioni pubblicati allinterno di questo e-book sono no copyright:possono, cioè, essere riprodotti, distribuiti, trasmessi, ripubblicati o in altro modo utilizzati, intutto o in parte, a condizione che tali utilizzi avvengano per finalità di uso personale, studio, ricercao comunque non commerciali e che sia citata la fonte attraverso la seguente dicitura (ben chiara evisibile):ebook “E-Commerce: il comportamento dei consumatori 2012” con link alla seguente pagina:http://www.marketingsocialnetwork.it/ricerche-marketing-social/CONTATTIMassimo Petrucci – Consulente Web Marketing / SEO Expert / Social Media Strategiste-mail: m.petrucci@abcinformaticaweb.comFacebook: https://www.facebook.com/max3w.massimopetrucciTwitter: https://twitter.com/#!/MassimoPetrucciGoogle Plus: https://plus.google.com/u/0/111905456313523389425/postsLinkedin: http://it.linkedin.com/in/petruccimassimoViadeo: http://it.viadeo.com/it/profile/massimo.petrucci1Per saperne di più consulta questa pagina: Consulente Web Marketing. Massimo Petrucci Fornisco consulenza Web, SEO, Social Marketing e Comunicazione. Aiuto le aziende ad aumentare le vendite ed a trovare nuovi clienti applicando strategie olistiche di Social e Web Marketing. (17)
  18. 18. e-Commerce: Il comportamento dei consumatori | Massimo Petrucci | www.marketingsocialnetwork.itSOMMARIOe-Commerce e comportamento d’acquisto......................................................................................... 1 come si comportano i consumatori e come vendere di più ............................................................ 1e-Commerce - Il comportamento di acquisto ...................................................................................... 2Frequenza di acquisto online ............................................................................................................... 3La fase di pre-acquisto ......................................................................................................................... 4Canali principali di ricerca delle informazioni ...................................................................................... 5Metacomparatori ................................................................................................................................. 6PC o Smartphone?................................................................................................................................ 7Perché si decide di comprare online? .................................................................................................. 8Dove e cosa si compra principalmente? .............................................................................................. 9Come si preferisce pagare? ................................................................................................................ 10Le persone sono soddisfatte della loro esperienza di acquisto online? ............................................ 11Sei insoddisfatto dellacquisto? Come rimediare? ............................................................................ 12Cosa si può fare nel prossimo futuro per vendere di più? ................................................................ 13Perché non si acquista online? .......................................................................................................... 14Riepiloghiamo e facciamo il punto..................................................................................................... 16Cosa puoi fare di questo ebook ......................................................................................................... 17Contatti .............................................................................................................................................. 17 (18)

×