Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Ptof 2022-2025

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Upcoming SlideShare
 valutazione 2020
valutazione 2020
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 26 Ad

More Related Content

Slideshows for you (20)

Similar to Ptof 2022-2025 (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

Advertisement

Ptof 2022-2025

  1. 1. ARCHITETTURA DOCUMENTALE D’ISTITUTO RAV – PdM – PTOF … UST Milano – 24/11/2021 – Mario Maestri
  2. 2. La strada per il PTOF • Parte dal Rapporto di AutoValutazione (RAV), passa per il Piano di Miglioramento (PdM) • RAV - rappresentazione della scuola attraverso l'analisi del suo funzionamento - base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare un Piano di Miglioramento che preveda interventi • sulle pratiche educative e didattiche da un lato, • e sulle pratiche gestionali ed organizzative dall'altro, - per agire in maniera efficace sulla complessità del sistema scuola • PTOF come documento del Collegio Docenti che recepisce i precedenti (il PdM ne fa parte)
  3. 3. RAV Il Rapporto di Autovalutazione (RAV) è un documento che è stato introdotto dal DPR 80 del 28/03/2013. che regolamenta il Sistema Nazionale di Valutazione - compito: valutare l’efficienza e l’efficacia del sistema educativo di istruzione e formazione per migliorare la qualità dell’offerta formativa e degli apprendimenti. Il processo di valutazione delle istituzioni scolastiche si sviluppa attraverso le seguenti quattro fasi: a) autovalutazione delle istituzioni scolastiche, che analizzano i dati resi disponibili dal Ministero, dall’Invalsi e altri dati significativi integrati dalla scuola, elaborano un rapporto di autovalutazione, il RAV, e formulano un piano di miglioramento; b) valutazione esterna; c) azioni di miglioramento; d) rendicontazione sociale delle istituzioni scolastiche
  4. 4. Attraverso una piattaforma operativa (Direttiva N. 11 del 18/09/2014), le scuole effettuano un’autoanalisi dei punti di forza e di criticità, grazie a dati comparabili; pone in relazione gli esiti dell’apprendimento con i processi organizzativo-didattici all’interno del contesto socio-culturale della scuola stessa e individua le priorità e i relativi obiettivi di miglioramento. Il RAV è quindi strutturato in quattro grandi aree: a) Area Descrittiva: viene descritto il contesto territoriale in cui la scuola è inserita e le risorse in esso presenti; b) Area Valutativa: con riguardo sia agli esiti riportati dagli studenti che alle pratiche educativo-didattiche ed organizzativo-gestionali; c) Area Riflessiva: con oggetto il processo stesso di autovalutazione; d) Area Proattiva: orientata alla definizione delle priorità per migliorare gli esiti RAV
  5. 5. https://snv.pubblica.istruzione.it/snv-portale-web/
  6. 6. N° verde 800903080
  7. 7. Piano di Miglioramento Con la chiusura e la pubblicazione del RAV si apre la fase di formulazione e attuazione del Piano di Miglioramento (nota MIUR 7904/2015) – poi recepito nella sezione scelte strategiche del PTOF A partire dall’inizio dell’anno scolastico 2015/16 tutte le scuole sono tenute a pianificare un percorso di miglioramento per il raggiungimento dei traguardi connessi alle priorità indicate nel RAV Gli attori: a) Il dirigente scolastico responsabile della gestione del processo di miglioramento b) Il nucleo interno di valutazione, costituito per la fase di autovalutazione e per la compilazione del RAV, eventualmente integrato e/o modificato
  8. 8. Ruolo del DS e nucleo di valutazione: a) favorire e sostenere il coinvolgimento diretto di tutta la comunità scolastica, anche promuovendo momenti di incontro e di condivisione degli obiettivi e delle modalità operative dell’intero processo di miglioramento b) valorizzare le risorse interne, individuando e responsabilizzando le competenze professionali più utili in relazione ai contenuti delle azioni previste nel PdM c) incoraggiare la riflessione dell’intera comunità scolastica attraverso una progettazione delle azioni che introduca nuovi approcci al miglioramento scolastico, basati sulla condivisione di percorsi di innovazione d) promuovere la conoscenza e la comunicazione anche pubblica del processo di miglioramento, prevenendo un approccio di chiusura autoreferenziale Piano di Miglioramento
  9. 9. • All’interno del Sistema Nazionale di Valutazione, il miglioramento si configura come un percorso mirato all’individuazione di una linea strategica, di un processo di problem solving e di pianificazione che le scuole mettono in atto sulla base di priorità e traguardi individuati nella sezione 5 del RAV. • Il modello di Piano di Miglioramento proposto da INDIRE prevede interventi di miglioramento che si collocano su due livelli: quello delle pratiche educative e didattiche e quello delle pratiche gestionali ed organizzative, per agire in maniera efficace sulla complessità del sistema scuola. Piano di Miglioramento - INDIRE
  10. 10. • Il modello prevede 4 sezioni: a) Scegliere gli obiettivi di processo più utili alla luce delle priorità individuate nella sezione 5 del RAV. a) Decidere le azioni più opportune per raggiungere gli obiettivi scelti. b) Pianificare gli obiettivi di processo individuati. c) Valutare, condividere e diffondere i risultati alla luce del lavoro svolto dal Nucleo di Valutazione • Su tale modello è stata costruita un’utility per la compilazione online del Piano di Miglioramento articolata nelle diverse sezioni. Ogni sezione prevede alcuni passi operativi, ogni passaggio precederà la compilazione di una tabella e il lavoro potrà essere salvato e esportato in un file PDF, che potrà essere utilizzato sia per la condivisione interna sia per la pubblicizzazione all’esterno delle azioni di miglioramento
  11. 11. PTOF 2022/2025 Nota M.I. 21627 - 14/09/2021 rendicontazione
  12. 12. Nota M.I. 21627 - 14/09/2021
  13. 13. Come procedere?
  14. 14. 2019/2022
  15. 15. 2022/2025
  16. 16. PTOF 2019/22 PTOF 2022/25 Scuola in chiaro …
  17. 17. I tempi ATTIVITÀ TEMPISTICA apertura funzioni per eventuale aggiornamento RAV e PTOF 2019- 2022 22 settembre 2021 apertura funzioni per la predisposizione del PTOF 2022- 2025 22 settembre 2021 aggiornamento nelle piattaforme dei dati provenienti dal sistema informativo del Ministero entro metà ottobre pubblicazione eventuale aggiornamento RAV, PTOF 2019-2022 e pubblicazione PTOF 2022-2025 entro la data di inizio della fase delle iscrizioni* *a.s. 2020/21 = 4 gennaio 2021
  18. 18. PAI (PianoAnnuale per l'Inclusività) • Con la Nota 1551/2013 l’allora Miur fornisce indicazioni sul Piano Annuale per l’Inclusività, come da Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 e la C.M. n.8 del 2013 prot.561 • Il PAI non è un documento dissociato dal PTOF, ma ne è parte integrate (Offerta Formativa): il processo di inclusione è insito nell’azione didattico-educativa. • Non solo un adempimento d’obbligo; correlato ad azioni attivate e iniziative intraprese. • Alla base, il concetto di Education for all, senza automatismi tendenti a relegare i soggetti con bisogni educativi speciali entro uno specifico ambito. • Ciascuno ha bisogno di essere incluso
  19. 19. PTF (Piano Triennale Formazione) • La formazione del personale scolastico durante tutto l’arco della vita professionale è un fattore decisivo per il miglioramento e per l’innovazione del sistema educativo italiano. • La legge 107/15, art. 1, comma 124, stabilisce che la formazione in servizio del personale docente è obbligatoria, permanente e strutturale. • Il Piano nazionale di formazione triennale indica le priorità tematiche rilevate in base alle esigenze reali individuate a livello nazionale. • Scuola e territorio - Ruolo delle scuole polo per la formazione • Scelte dei singoli Collegi Docenti • Da recepire in Organizzazione del PTOF
  20. 20. • 124. Nell'ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale. Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il piano triennale dell'offerta formativa e con i risultati emersi dai piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, sulla base delle priorità nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione, adottato ogni tre anni con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative di categoria. PTF – legge 107
  21. 21. … inoltre • Carta dei Servizi • Contrattazione integrativa di Istituto • Criteri per l’attribuzione del bonus ai Docenti • Documento programmatico della Sicurezza Informatica • DVR (documento di valutazione rischi) • Patto di corresponsabilità • Regolamento/i di Istituto • …………...

×