Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Aprite quell'armadio! Il Fondo Calza nell'Archivio Fotografico di Ostia antica

15 views

Published on

Raissa Calza è stato personaggio importante per la storia degli Scavi di Ostia. Il Fondo Calza, costituito dalle fotografie scattate da lei nel corso della sua attività ad Ostia è custodito nell'Archivio Fotografico di Ostia antica ed è un patrimonio prezioso.

Published in: Art & Photos
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Aprite quell'armadio! Il Fondo Calza nell'Archivio Fotografico di Ostia antica

  1. 1. Marina Lo Blundo marina.loblundo@beniculturali.it
  2. 2. Fin dal suo arrivo a Ostia, Raissa Calza ha l’incarico di fotografare e schedare i reperti mobili venuti in luce nel corso della grande stagione di scavi in vista dell’Esposizione Universale del 1942. Si tratta degli Scavi 1938-42 diretti da Guido Calza B 2894B 2833 B 2823
  3. 3. Macchine fotografiche tipo «Campagnola» Rilievo topofotografico di Ostia da Pallone, 1911
  4. 4. B 3135 A 2462 B2060 B 2984 B 2489
  5. 5. Album storici Consultazione libera dei positivi Il «rotante» L’archivio digitale
  6. 6. • Il fondo Calza è composto dalle fotografie scattate da Raissa Calza nel corso della sua attività a Ostia (1935-1968). • Le immagini raffigurano principalmente le sculture trovate durante gli scavi ostiensi ma anche la vita sul sito (scavi e ritrovamenti in corso, studiosi in visita, sopralluoghi di politici, apprestamenti per la difesa antiaerea, ecc.). Il fondo è conservato fisicamente in un armadio conservato nell’Archivio Fotografico. Una parte del Fondo è stata acquisita digitalmente e i negativi conservati a parte nella Camera Climatica.
  7. 7. Fondo Calza: consistenza del Fondo e suddivisione nelle scatole Sc. St. 1-586 (statue) Sc. Rit. 1-319 (ritratti) Sc. T. 1-273 (teste ideali) Sc. Sar. 1-1268 (sarcofagi) Sc. Ril. 1-352 (rilievi di architettura) M. 1-269 (mosaici) P. 1-131 (pittura) T. 1-300 (terrecotte) Altro: Vetri, Gemme, ecc. 3798 foto di reperti 300 (ca.) foto di vita ostiense Per un totale di
  8. 8. Sc.Rit. 299 Sc.sar.183 Sc.sar.108Sc.Rit. 299a Raissa Calza usa 3 apparecchi fotografici: Banco ottico (6,5 x 9) Biottica Rolleifelx (6 x 6) 35mm La costruzione del set fotografico
  9. 9. Sc.Rit.1a Sc.Rit.3 Sc.Rit.30c Sc.Rit.177 Sc.Rit.48b Schedine inventariali Un negativo ritagliato
  10. 10. I singoli fotogrammi sono raccolti, uno per uno, in una bustina siglata con soggetto e data dello scatto
  11. 11. Sc.St.141.ISc.Rit.107.a Sc.Rit.144 Sc.Rit.294
  12. 12. Sc.St. 177 I Sc.St. 177 III Sc.St.141e VI
  13. 13. Sc.St.420 Sc.St.213 II Sc.Rit.107 c Sc.Rit.107 h Sc.Rit. 27d Sc.St.195 b
  14. 14. Sc.Rit.121 III
  15. 15. L’Archivio Fotografico di Ostia antica è un patrimonio ricchissimo dall’inestimabile valore storico e documentale L’Archivio è aperto per la consultazione agli Studiosi che ne facciano richiesta Nel 2019 in due occasioni l’Archivio ha aperto le sue porte al pubblico. L’intenzione è quella di proseguire in questa direzione, facendo conoscere anche ai non addetti ai lavori la sua importanza L’opera di digitalizzazione dell’ingente patrimonio fotografico su pellicola continua. Prioritario sarà il completamento della digitalizzazione del Fondo Calza. Fondamentale è però la creazione di un Database. A questo progetto il Servizio Fotografico lavora e lavorerà nei prossimi anni.
  16. 16. Parco archeologico di Ostia antica Archivio Fotografico pa-oant.archiviofotografico@beniculturali.it

×