Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Gelmini, PdL: sì a Monti-bis se può fermare le sinistreL’on. Mariastella Gelmini, in un’intervista al Messaggero, si dice ...
Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politicanel 1998, quando è prima tra gli eletti al Com...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×
Upcoming SlideShare
Hardware y software
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

0

Share

Download to read offline

Gelmini, PdL: sì a Monti-bis se può fermare le sinistre

Download to read offline

L’on. Mariastella Gelmini, in un’intervista al Messaggero, si dice favorevole ad un Governo Monti bis, se questo servisse a non consegnare il Paese nelle mani delle sinistre: «noi moderati dobbiamo essere chiari con noi stessi e con i nostri elettori: il rischio di avere tra qualche mese al governo una sinistra tutt’altro che riformista e teleguidata dalla CGIL è più di un’ipotesi, e con questa dobbiamo fare i conti».

  • Be the first to like this

Gelmini, PdL: sì a Monti-bis se può fermare le sinistre

  1. 1. Gelmini, PdL: sì a Monti-bis se può fermare le sinistreL’on. Mariastella Gelmini, in un’intervista al Messaggero, si dice favorevolead un Governo Monti bis, se questo servisse a non consegnare il Paese nellemani delle sinistre: «noi moderati dobbiamo essere chiari con noi stessie con i nostri elettori: il rischio di avere tra qualche mese al governo unasinistra tutt’altro che riformista e teleguidata dalla CGIL è più di un’ipotesi, econ questa dobbiamo fare i conti».Roma, 19 nov. – Lex ministro Mariastella Gelmini è favorevole ad un Montibis per non consegnare il governo del Paese nelle mani della sinistra. Inun’intervista al Messaggero Gelmini sostiene che «noi moderati dobbiamoessere chiari con noi stessi e con i nostri elettori: il rischio di avere traqualche mese al governo una sinistra tutt’altro che riformista e teleguidatadalla CGIL è più di un’ipotesi, e con questa dobbiamo fare i conti». Di frontea questo rischio Gelmini dice di «vedere positivamente» la possibilità di unMonti bis, «anche se non è ancora concreta».«Personalmente – spiega – sono sorpresa che Monti continui a dire di nonvolersi candidare. Ha tutto il diritto di farlo dopo quello che ha fatto per ilPaese».Comunque, aggiunge Gelmini, «ora lavoriamo per rafforzare il nostro partitoe recuperare elettori dallastensione. Poi lavoriamo insieme a tutti perimpedire la vittoria della sinistra nel solco del Ppe», perché «non possiamocorrere il rischio di essere schiacciati a destra».
  2. 2. Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politicanel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda,per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia diBrescia e dal 2004 allAgricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale dellaLombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel2008 (Lombardia II), è stata Ministro dellIstruzione, dellUniversità e dellaRicerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).Nell’attuale legislatura, è componente della X Commissione (Attivitàproduttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.Fonte: ASCA

L’on. Mariastella Gelmini, in un’intervista al Messaggero, si dice favorevole ad un Governo Monti bis, se questo servisse a non consegnare il Paese nelle mani delle sinistre: «noi moderati dobbiamo essere chiari con noi stessi e con i nostri elettori: il rischio di avere tra qualche mese al governo una sinistra tutt’altro che riformista e teleguidata dalla CGIL è più di un’ipotesi, e con questa dobbiamo fare i conti».

Views

Total views

148

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

1

Actions

Downloads

1

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×