Decentramento

1,488 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,488
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Decentramento

  1. 1. Ripartire dalla complessità: il metodo del decentramento
  2. 2. De-centramento perché… <ul><li>È necessario imparare a considerare il proprio modo di pensare non l’unico possibile o legittimo </li></ul><ul><li>Antropologicamente è la strada per uscire dall’egocentrismo e dall’etnocentrismo </li></ul><ul><li>È un allenamento a imparare (e ad insegnare!) la parzialità della propria verità </li></ul>
  3. 3. Decentramento ovvero… <ul><li>Principio metodologico fondamentale dell’educazione interculturale </li></ul><ul><li>Il superamento dell’etnocentrismo avviene attraverso un processo di conoscenza supportato dalla contestualizzazione , dalla comparazione , dall’ analisi dei mutamenti </li></ul>
  4. 4. Più nel dettaglio… <ul><li>Contestualizzare </li></ul><ul><ul><li>Collocare gli elementi di analisi nel contesto sociale e culturale che li esprime </li></ul></ul><ul><li>Comparare </li></ul><ul><ul><li>Stabilire relazioni fra la comprensione di una cultura altra e la conoscenza della propria, cercando nella specificità dei fenomeni i tratti che le rendono comparabili </li></ul></ul><ul><li>Analizzare i mutamenti </li></ul><ul><ul><li>Comprendere le dinamicità culturali che sono alla base delle culture per evitare l’attenzione su aspetti solo folcloristici, fuori dal tempo e dalla storia </li></ul></ul>
  5. 5. Insegnare il decentramento <ul><li>Il superamento del pensiero egocentrico è un processo di maturazione per ogni individuo </li></ul><ul><li>Piaget ci ricorda che nella prima infanzia ogni bambino ha un’incapacità quasi “strutturale” di decentrare: necessità di insegnare a farlo! </li></ul>
  6. 6. Identità e decentramento <ul><li>Non esiste alterità se non si riconosce la propria identità </li></ul><ul><ul><li>Riflettere su che cosa costruisce l’identità </li></ul></ul><ul><li>Dal punto di vista psicologico … </li></ul><ul><ul><li>Autoappartenenza, autorealizzazione, affermazione di sé… ma cosa provoca enfatizzare questi aspetti? </li></ul></ul><ul><li>Dal punto di vista antropologico … </li></ul><ul><ul><li>Intreccio di epos (passato comune), ethos (insieme delle norme e delle istituzioni), topos (territorio)… ma anche qui siamo in terreno fluido e magmatico… </li></ul></ul><ul><ul><li>NECESSITA’ DI APRIRE LE PORTE AL DIALOGO! </li></ul></ul>
  7. 7. Alcuni spunti operativi <ul><ul><li>Raccontare storie cambiando il punto di vista </li></ul></ul><ul><ul><li>Riconoscere il “centro” ovvero il punto di vista dei nostri libri di storia </li></ul></ul><ul><ul><li>Riflettere sul ruolo delle religioni in una società multiculturale </li></ul></ul><ul><ul><li>Utilizzare i role-playing per sperimentare nella propria pelle l’alterità </li></ul></ul>
  8. 8. Conclusioni <ul><li>Grazie all’esperienza del decentramento l’alterità si fa identità. </li></ul><ul><li>Noi esistiamo per differenza, non appena la nostra identità diventa alterità rispetto al corpo che ci ha generati. </li></ul>
  9. 9. Una storiella per concludere Un gruppo di conquistadores spagnoli sbarca nel Nuovo Mondo: “Siamo venuti per parlare con voi di Dio, di morale e di civiltà!”, dicono. “ Benissimo! – rispondono gli indigeni – Che cosa volete sapere?

×