Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
1 
Sfide e alleanze tra Biblioteche e Wikipedia 
Anna Lucarelli 
(Biblioteca nazionale centrale di Firenze) 
Promuovere la...
Biblioteche nazionali e universo wikipediano 
Le Biblioteche nazionali, depositarie della memoria culturale di un Paese, 
...
La collaborazione fra Wikimedia Italia e BNCF 
Gennaio 2013 Iniziamo a partecipare alla Lista di discussione dei Wikipedia...
4 
Alcuni esempi 
Istituzioni bibliotecarie e archivistiche “nazionali” 
partner di Wikisource
5
6 
Gli obiettivi 
La BNCF per Wikisource 
Ampliare, a costo zero, la visibilità e la fruibilità delle risorse digitali 
L’...
Criteri di scelta delle opere da condividere 
con Wikisource 
Il progetto è stata l'occasione per: 
• analizzare documenti...
8 
La BNCF inizia da qui la sua collaborazione 
a Wikisource …
9
10 Viene segnalato che la 
risorsa è frutto della collaborazione 
fra BNCF e Wikisource
11 
Un “Wikipediano in residence” anche alla BNCF? 
Istituzioni culturali e bibliotecarie di tutto il mondo dal 2010 accol...
12 
Nuove sfide per le Biblioteche nazionali 
mescolare competenze sfruttare la convergenza 
fra identità professionali 
d...
13 
Anna Lucarelli 
Biblioteca nazionale centrale di Firenze 
anna.lucarelli@beniculturali.it 
Gruppo di lavoro del settor...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Bncf 2014 slide_lucarelli

363 views

Published on

Convegno "Sfide e alleanze tra Biblioteche e Wikipedia"
28 novembre 2014
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Anna Lucarelli
"Nuove scommesse della BNCF: Wikipediani in residence, Wikisource ed altro ancora"

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

Bncf 2014 slide_lucarelli

  1. 1. 1 Sfide e alleanze tra Biblioteche e Wikipedia Anna Lucarelli (Biblioteca nazionale centrale di Firenze) Promuovere la cultura Nuove scommesse della BNCF Wikipediani in residence, Wikisource ed altro ancora Convegno - Biblioteca nazionale centrale di Firenze - Sala Cataloghi - 28 novembre 2014
  2. 2. Biblioteche nazionali e universo wikipediano Le Biblioteche nazionali, depositarie della memoria culturale di un Paese, rappresentano un riferimento fondamentale nello scenario di GLAM-Wiki initiative (Galleries, Libraries, Archives, and Museums) Non devono rimanere escluse dai processi partecipativi in cui il web sta orientando l’universo della conoscenza e i suoi “archivi”. 2 Stanno assumendo un ruolo nuovo grazie ai linked data. Convertendo nei linguaggi del web semantico i loro metadati, rendendoli disponibili ed interoperabili, possono dare un senso nuovo alle attività che svolgono e diffondere il proprio lavoro in contesti di open access e al di fuori dei soli cataloghi. Questo scenario rappresenta per le biblioteche nazionali un'opportunità unica per dimostrare il loro valore pubblico, dare un senso agli investimenti impiegati nel trattamento delle risorse digitali e restituire benefici e servizi alla società, ai cittadini e alla pubblica amministrazione. Per realizzare tutto questo, la collaborazione ai progetti di Wikimedia sarà preziosa
  3. 3. La collaborazione fra Wikimedia Italia e BNCF Gennaio 2013 Iniziamo a partecipare alla Lista di discussione dei Wikipediani, con l’interesse a: - rendere più disponibili in forma aperta i nostri metadati catalografici - approfondire i collegamenti fra Wikipedia e il Thesaurus del Nuovo soggettario (già in formati adeguati al web semantico: metadati in RDF) Marzo 2013 Un automatismo consente al Thesaurus di acquisire link a Wikipedia: 3 si passa da 990 a 12.000 collegamenti Maggio 2013 I link diventano reciproci - i lettori di Wikipedia trovano in fondo al lemma collegamenti al Thesaurus e da lì transitano nell'Opac della BNCF Ottobre 2013 BNCF e Wikimedia Italia firmano una Convenzione sull'interoperabilità fra Nuovo soggettario e Wikipedia e sulla condivisione di altri data set Giugno 2014 Una Lettera d'intenti estende la collaborazione a Wikisource Novembre 2014 La BNCF inizia a rendere disponibili su Wikisource le proprie risorse digitali Tanti risultati in poco tempo
  4. 4. 4 Alcuni esempi Istituzioni bibliotecarie e archivistiche “nazionali” partner di Wikisource
  5. 5. 5
  6. 6. 6 Gli obiettivi La BNCF per Wikisource Ampliare, a costo zero, la visibilità e la fruibilità delle risorse digitali L’impegno Mettere a disposizione digitalizzazioni di opere non gravate dal diritto d'autore I vantaggi – Diventare partner di un progetto di rilevanza mondiale – Utilizzare il crowdsourcing e, senza spese, avvalersi della creatività collettiva per la correzione collaborativa dei testi digitalizzati – Incrementare la fruibilità, da parte di utenti remoti, delle proprie raccolte: Opac maggiormente consultato grazie ai link che si sviluppano – Avviare sperimentazioni sul trattamento di risorse digitali (es. indicizzazione automatica tramite il Thesaurus del Nuovo soggettario)
  7. 7. Criteri di scelta delle opere da condividere con Wikisource Il progetto è stata l'occasione per: • analizzare documenti già archiviati nella Teca della BNCF e non gravati dal diritto d'autore 7 (manoscritti / materiali grafici / opere a stampa) • riflettere sui criteri di selezione usati sinora e su aspetti tecnici legati a formati e modalità di conservazione. Ci siamo chiesti quali opere fosse meglio scegliere per Wikisource: - opere non disponibili sul web in altri archivi? La tematica coinvolge quella delle policies delle biblioteche digitali. Le Biblioteche nazionali europee, malgrado i progetti avviati, continuano a non comunicare molto su questo fronte. Non è semplice individuare edizioni non ancora disponibili, ad esempio, su Google o Proquest, o su Liberliber: più un'opera è considerata importante, più è probabile che ne esistano digitalizzazioni - opere rappresentative della nostra cultura nazionale e di larga diffusione? - opere per specialisti? - risorse in particolari formati? Per iniziare abbiamo deciso di: • scegliere un testo semplice, fruibile da tutti, di sole 73 pagine, su una sola colonna, con poche illustrazioni ma di buona qualità digitale • onorare l'anniversario della Prima Guerra Mondiale con un testo attinente • mettere a disposizione un'opera già disponibile, ma solo tramite Europeana
  8. 8. 8 La BNCF inizia da qui la sua collaborazione a Wikisource …
  9. 9. 9
  10. 10. 10 Viene segnalato che la risorsa è frutto della collaborazione fra BNCF e Wikisource
  11. 11. 11 Un “Wikipediano in residence” anche alla BNCF? Istituzioni culturali e bibliotecarie di tutto il mondo dal 2010 accolgono giovani che facilitino i loro contatti e la cooperazione con la comunità wikipediana e con i progetti Wikimedia. I WIR promuovono incontri, gruppi di lavoro, studiano come ottimizzare la fruibilità dei dati della biblioteca. Il loro contributo è stato fondamentale presso OCLC: un wikipediano in residence (Max Klein) ha studiato la condivisione di dati fra Wikipedia in inglese e il VIAF (Virtual International Authority File). L'elenco dei Wikipediani in residence è disponibile: http://outreach.wikimedia.org/wiki/Wikipedian_in_Residence#List_of_Wikipedians_in_Residence
  12. 12. 12 Nuove sfide per le Biblioteche nazionali mescolare competenze sfruttare la convergenza fra identità professionali di biblioteche, musei ed archivi integrare e arricchire i propri dati creare accessi semantici e percorsi tematici alle collezioni digitalizzate A tutto questo potrà dare un contributo fondamentale la collaborazione con la comunità di Wikipedia
  13. 13. 13 Anna Lucarelli Biblioteca nazionale centrale di Firenze anna.lucarelli@beniculturali.it Gruppo di lavoro del settore Ricerche e strumenti di indicizzazione semantica

×