Social Media Marketing Plan - EMAC

1,600 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,600
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social Media Marketing Plan - EMAC

  1. 1. PROJECT WORK CARMELO DELLIMAURILecce 27.28.29.30.31 marzo 2012
  2. 2. Emac nasce dall’unione di quattro ragazzi : Carmelo Dellimauri , Marco Lanci, Aldo Roselli e Emilio Lo Monaco. La loro idea è quella di aprire una società di consulenzacon un maggior campo di azione, in modo da poter coprire due regioni, Puglia e Calabria. Per far questo bisognava prima compiere alcune azioni - Creare un logo - Creare uno slogan - Creare un sito web - Creare una pagina sui social - Pubblicare articoli interessanti sui social - Avere un portfolio
  3. 3. LOGOUn logo concepito per dare l ‘idea di unione. In modo da poter far capire al clienteChe qui dentro c’è tutto quello che occorre per far crescere la sua impresa sul web.
  4. 4. SLOGANNon sempre avere uno slogan lungo vuol dire avere uno slogan vincente, a volte bastanoanche due parole, è per questo che noi della emac abbiamo deciso di avere come slogan your web your web
  5. 5. CREAZIONE SITO WEB Ogni società che si rispetti ha bisogno di un sito web veloce e bello. http://emac.altervista.org/ your web
  6. 6. CREAZIONE SITO WEB - HOMEPAGE Nella Homepage c’è una piccola presentazione della società di consulenza. Si cerca di convincere il cliente che Il web è un mondo reale che non spegne mai le luci. Ogni azienda lo può sfruttare per far aumentare la sua visibilità e il proprio potenziale di vendita. http://emac.altervista.org/ your web
  7. 7. CREAZIONE SITO WEB - Azienda La nostra impresa parla a tutti coloro che desiderano cambiare il proprio stile di comunicazione, proponendosi con nuove campagne pubblicitarie oppure sviluppando diverse strategie di marketing. http://emac.altervista.org/ your web
  8. 8. CREAZIONE SITO WEB - Servizi Tutti gli strumenti della creatività e del web marketing saranno messi a disposizione per individuare la forma pubblicitaria più adatta a trasmettere la qualità del cliente e a raggiungere il suo target, estendendolo ulteriormente attraverso la rete di contatti internet. http://emac.altervista.org/ your web
  9. 9. CREAZIONE SITO WEB - Clienti Una cosa importante per una società di consulenza è avere un portfolio bello pieno. Per iniziare abbiamo fornito i nostri servizi gratuitamente ad alcune imprese locali. In modo da avere un portfolio e un nome conosciuto. http://emac.altervista.org/ your web
  10. 10. CREAZIONE SITO WEB - Contatti http://emac.altervista.org/ your web
  11. 11. emac sui social -Per poter comunicare oggi è importante stare sui social. http://www.facebook.com/pages/Emac/126505544160436 http://emac.altervista.org/ your web
  12. 12. emac sui social - Facebook fornisce una sezione chiamata “Insights” che monitora le statistiche di una pagina fan indicandone con cadenza settimanale numerosi aspetti riguardanti l’attività della pagina. http://emac.altervista.org/ your web
  13. 13. emac sui social -Nella nostra pagina vengono pubblicati link di argomenti inerenti al nostro campo e non solo. http://emac.altervista.org/ your web
  14. 14. emac sui social - http://emac.altervista.org/ your web
  15. 15. emac sui social -Anche Twitter come gli altri social media, può essere utile per attirare potenziali clienti http://emac.altervista.org/ your web
  16. 16. emac sui social –Anche se Google+ risulta incredibilmente fantastico non viene utilizzatomolto dagli utenti come gli altri social. Eppure i “fan” su Google Plus crescono più rapidamente di quelli su Twitter, anchea parità di “data di nascita del profilo”, per questo è importante avere una propria pagina aziendale qui. http://emac.altervista.org/ your web
  17. 17. Bigliettino da visita Il biglietto da visita è uno strumento di presentazione e sintesi. Bisogna racchiudere in esso molte informazioni in poco tempo. È un prodotto in cui i vincoli progettuali sono stretti viste le dimensioni e quindi lo spazio a disposizione.Mettere una propria foto cipermette di essere ricordatiprima dal cliente. http://emac.altervista.org/ your web
  18. 18. Bigliettino da visita Come si può notare sul retro del biglietto vi era un QR code. Il QR code è un codice a barre, viene impiegato per memorizzare informazionigeneralmente destinate ad essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In esso è possibile inserire un sacco di informazioni, un numero di telefono, un sito web come nel nostro caso oppure un messaggio di testo. Spesso viene anche Impiegato per campagne pubblicitarie. http://emac.altervista.org/ your web
  19. 19. Ogni società che si rispetti ha bisogno di un nome conosciuto e di un portfolio pieno di clienti soddisfatti, per iniziare e quindi crearsi un nome bisogna lavoraregratis, per questo siamo andati in giro in cerca di clienti, o meglio, di persone interessate a far promuovere la loro attività sul web. Abbiamo trovato tre clienti, gli abbiamo mostrato come far crescere la propria attività sul web con risultati positivi in seguito negli affari. Happy World di Rosamaria Aloisi Hostaria Barriquando http://emac.altervista.org/ your web
  20. 20. Aldo RoselliPROJECT WORK
  21. 21. PremessaLa scelta di comunicare e attuare una strategia di SocialMedia Management per il Cinema Alfieri è nata in primoluogo da un interesse verso il cinema nella sua storia ed evoluzione; in secondo luogo dall’interesse specifico verso questo cinema in quanto a mio parere ha maggiormente stimolato l’interesse del cliente e del pubblico sia per le programmazioni che per l’atmosfera rispetto ad altri presenti nella zona. your web
  22. 22. Analisi OdiernaIl cinema rientra nella generale realtà di crisi.La scarnificazione del fatturato è inversamente proporzionale alla grandezza delcinema, quindi anche alla varietà delle programmazioni proposte.La minore frequenza di pubblico è stata causata dalla diffusione streaming di film edalla pirateria in quanto ormai ogni film è scaricabile gratuitamente. Inoltre conl’avvento della pay tv o del più recente digitale terrestre, ognuno sfrutta lacomodità del cinema in casa propria anche se non contemporaneamente all’uscitadel film.La realtà del mio paese Corato (provincia di Bari) conta circa 50.000 abitanti e sonopresenti attualmente 2 cinema frequentati sia da coratini che da abitanti dei paesilimitrofi.Il Cinema Alfieri è nato ufficialmente negli anni ’50 come primo cinema cittadino.Per vicissitudini chiuse per circa 20 anni e fu riaperto il 21 dicembre del 1998.Attualmente il plesso dispone di 3 sale confortevoli ad alta tecnologia:La rispettiva capienza delle sale corrisponde a 306 , 200 e 40 posti. La seconda salaè inoltre dotata di impianto digitale e supporto 3D . your web
  23. 23. Analisi Odierna Il Cinema Alfieri sul WebFacendo una ricerca su google scrivendo “cinema corato”, il cinema alfieriappare in seconda posizione, ma come pagina generale e non come sitospecifico del cinema in quanto non associato. La ricerca specifica del sito webavviene digitando il link http://www.cinemalfieri.itFacendo invece una ricerca su facebook il cinema Alfieri aveva un profilo fb dacirca 1 anno che contava circa 2000 amici. your web
  24. 24. I Primi PassiLunedì 10 aprile ho contattato Sabino Amoruso, gestore della sala cinematografica Alfierisita nel borgo antico del centro di Corato.Dopo una chiacchierata con Sabino, gli ho proposto di gestire la COMUNICAZIONE relativaa tutto ciò che riguarda questa sala cinematografica (film in programmazione, rassegne,eventi, locandine...) sui vari SOCIAL MEDIA in modo da incrementare la clientela perchémossa da un maggior interesse.Dal confronto con il gestore della sala si è ritenuto opportuno il raggiungimento deiseguenti obiettivi :• Arrivare al numero più alto possibile di “MI PIACE” in poco tempo ( in 6 mesiraggiungere la soglia dei 1000 MI PIACE) ;• Monitorare di settimana in settimana le visualizzazioni del sito del cinema (al momentoconta non più di 15 visualizzazioni al mese) arrivando almeno a 100 visualizzazionisettimanali;• Presenza anche su Twitter e Google Plus• Attuare una strategia di promozione con Foursquare. your web
  25. 25. Sito webInizialmente il sito www.cinemalfieri.it era composto da 4 sezioni:HOME –EVENTI & RASSEGNE – I NOSTRI OSPITI – DOVE SIAMO;Di comune accordo con il gestore del cinema abbiamo optato per inserire altredue sezioni ossia: PREZZI & INFO e PROSSIMAMENTE IN SALA.In questa maniera si dà la possibilità al cliente di essere sempre aggiornato siasulle prossime visioni che sui relativi prezzi e convenzioni. your web
  26. 26. Logo del CinemaIl sito, nato circa 12 anni dopo lariapertura del cinema, aveva comeinterfaccia il vecchio logo. VECCHIO LOGOIl mio intervento è stato anche graficoquando ho modificato il logo iniziale con ilnuovo per avere una continuità formale euna coerenza cromatica col sito stesso,rinnovandone l’aspetto. ATTUALE LOGO your web
  27. 27. Pagina FacebookIl gestore del cinema non sapeva che come attività commerciale nonpotesse avere un profilo Facebook per questo ho optato per l’apertura diuna FAN PAGE UFFICIALE del cinema.Strategia: Abbiamo deciso di creare la pagina mantenendo ancora in vitamomentaneamente il profilo, (in modo da poter invitare più personepossibili a seguirci) ma aggiornando periodicamente e prevalentemente lasuddetta FAN PAGE. your web
  28. 28. Pagina FacebookDomenica 15 aprile 2012 alle 13.15 è nata la FAN PAGE del CINEMA ALFIERI CORATO conl’obiettivo di aggiornare tutti i fan su orari di programmazione, trailer, recensioni, critiche,classifiche, miniforum, etc... E in poco più di 24 ore ho superato, con la Pagina Facebook del CINEMA ALFIERI CORATO, i 100 “MI PIACE”. your web
  29. 29. Pagina facebookCome ho potuto constatare, con la funzione Facebook Insights posso: Conoscere le prestazioni della Pagina; • Scoprire quali sono i contenuti più apprezzati dal pubblico; • Ottimizzare la pubblicazione dei contenuti per il pubblico in modo che parli del cinema generando un effetto buzz.Tramite la comprensione e lanalisi delle tendenze relative alla crescita e ai datidemografici degli utenti, alla fruizione e alla creazione dei contenuti, ho adisposizione un ottimo strumento per ottimizzare l’attività commerciale . your web
  30. 30. Pagina Facebook Con l’aiuto di una fotografa abbiamo realizzato un mini book fotografico sul cinema. Di settimana in settimana l’immagine di copertina cambia; l’obiettivo è di mostrare ai fan le 3 sale dalle varie prospettive.SALA 1 SALA 2 SALA 3 your web
  31. 31. Pagina Facebook 4 maggio 2012 la fan page del CINEMA ALFIERI supera i 600 MI PIACE in 19 giorni.your web
  32. 32. Google Analytics Del sito cinemalfieri.it L’obiettivo principale è arrivare a 100 visite al mese e se possibile aumentare anche le visite dai paesi limitrofi. Questo mi risulta molto difficile dato che non sono state previste keywords e un budget apposito per attuare una campagna su Google AdWords.your web
  33. 33. Profilo twitter5 maggio 2012 il Cinema Alfieri anche su Twitter.Nonostante la scarsa diffusione di questo Social nel mio paese, anche il CINEMAALFIERI proverà a cercare di avere un seguito su Twitter. In base ai film proposti di settimana in settimana, cerco di lanciare meglio il film su cui punta maggiormente la sala cinematografica, cambiando costantemente la copertina di fondo del profilo Twitter del cinema. your web
  34. 34. Il gestore del CINEMA ALFIERI ha accettato la mia proposta 2x1 per martedì 15 maggio: 2 persone pagano in tutto il prezzo di un biglietto. … altro che GROUPON!L’iniziativa è andata a gonfie vele, e parlando col gestore lui ha ammesso di non aver mai visto così tanta gente nel giorno lavorativo di martedì. your web
  35. 35. In meno di 4 mesi la FAN PAGEha raggiunto gli 800 Ovviamente utilizzando la funzione Insights cerco di monitorare sempre la situazione relativa ai vari post. your web
  36. 36. La quasi invisibile crescita del profilo twitter del cinema, e lo scarso numero di followers sono soprattutto conseguenza dell’effettiva scarsa presenza dei coratinisullo stesso twitter. Per rendere così più efficace il mio intervento mi informo sullecase cinematografiche, informando a sua volta il pubblico, non sul cinema Alfieri in modo specifico, ma sul cinema a 360°. your web
  37. 37. Profilo foursquareyour web
  38. 38. Profilo foursquareFoursquare è una rete sociale che si basa sulla geolocalizzazione degli utenti, vale a diresulla condivisione della propria posizione geografica via gps attraverso un dispositivomobile, uno smartphone.Gli utenti possono effettuare il cosiddetto check in nel cinema. Essi sono suggeritidirettamente dall’applicazione e nel caso non lo fossero possiamo aggiungere un puntod’interesse direttamente noi stessi.Tutto funziona come una specie di gioco. Maggiore sarà il numero dei check in edei tip, i suggerimenti lasciati su un posto, e più punti otterremo per conquistare unalunga serie di badge, una sorta di “medaglia al merito” che indica la popolarità el’influenza di un membro. Ho Utilizzato una strategia di marketing classico: FAI CHECK IN IN QUESTA SALA CINEMATOGRAFICA E TI FACCIO UNO SCONTO. your web
  39. 39. Nel frattempo per aumentare le visite del sito internet del cinema ho utilizzato anche il QR CODE. Inquadra il QR CODE per essere sempre aggiornato sulle prossime programmazioni e sui prossimi eventi del CINEMA ALFIERI CORATO. Per visionare il contenuto associato basta essere in possesso di una applicazione per smartphone: QR READER. your web
  40. 40. Di comune accordo con il gestore del Cinema, e data la poca affluenza estiva abbiamo deciso di avviare questa iniziativa :Con la diffusione del volantino su Twitter e Facebook ho cercato di informare il più possibile i FAN del Cinema su questa iniziativa da non perdere. your web
  41. 41. Profilo Google Plus Il 26 agosto è nato il profilo Google Plus del Cinema Alfieri Corato, ufficialmente il nome utente è “Multisala Alfieri”.your web
  42. 42. Secondo alcuni studi più del 60% degli utenti di Social Network si scambiano opinioni,cercano informazioni per lacquisto, comunicano tra di loro su prodotti, servizi, brand ecc.Unazienda che desidera avere una presenza attiva nel web non può ignorare questo datoma deve considerarlo come un’opportunità imperdibile per interagire con il propriopubblico, diffondere contenuti efficaci, generare attenzione su determinati argomenti emonitorare costantemente cosa si dice in rete. La presenza nei Social Network porta moltibenefici.ALCUNI OBIETTIVI DI QUESTO LAVORO COME SOCIAL MEDIA MANAGER PRESSO IL CINEMAALFIERI PER AUMENTARE LA PROBABILITA’ DI CONTATTO E INTERAZIONE E’:• Stimolare l’azione e la curiosità dei fan;• Invogliare i fan a postare contenuti di diverso genere sulle bacheche di ogni SocialNetwork;• Rendere le bacheche di ogni Social Network maggiormente visibili.Per questo cerco di pubblicare di frequente dei post.A questo proposito è il fattore tempo che permette di capire la necessità di postare per ‘farsinotare’: una o più volte al giorno è la ricetta vincente, più diretta e che porta i maggiorifrutti. Infatti ho constatato che pubblicizzando maggiormente un film su twitter e fb la gentesi incuriosisce al cinema e partecipa alle diverse iniziative. your web
  43. 43. Al momento la FAN PAGE su Fb, che è il Social su cui maggiormente puntiamo, èferma a e questo è dovuto soprattutto dal fatto che dal 17 giugno ilCinema è rimasto chiuso per circa 40 gg.L’obiettivo che mi sono posto da Social Manager è di arrivare a superare la soglia dei 1000 MI PIACE entro il 30/09. Al raggiungimento di questo traguardo attueremo delle iniziative per i FAN del Cinema, in modo che il passaparola faccia il suo corso. your web
  44. 44. your web
  45. 45. Emilio lo MonacoPROJECT WORK
  46. 46. Dell’attività commerciale: Happy World di Rosamaria AloisiNegozio di: giocattoli, gadget, articoli per feste, bomboniere per tutte le ricorrenze, composizioni con palloncini ad elio e addobbi sale. your web
  47. 47. L’attività commerciale in questione, prima del contatto, nonera presente su nessun tipo di social network.I motivi sono quelli più comuni a chi generalmente non èpresente «in rete»:• scettiscismo del cliente nei confronti di questo tipo di «marketing» basato sui social media• scarsa dimestichezza con i social media• ignorare completamente il reale potenziale degli stessi your web
  48. 48. Quindi, dopo aver contattato il cliente, Rosamaria Aloisinel mese di maggio 2012, è stata proposta lacollaborazione, prospettando i vari benefici e i vantaggiche si sarebbero potuti ottenere tramite la pubblicitàsui vari social media, e convincendola ad aprirsi aquesto nuovo tipo di marketing. your web
  49. 49. La priorità del cliente era quella di avere una pagina Facebook,sia perché indispensabile per comunicare con i propri clienti,sia perché costituisce il social media più conosciuto (anchedal cliente stesso).Progressivamente la pagina Facebook è stata affiancata daglialtri social network:• YouTube• Twitter• Linkedin your web
  50. 50. Il primo passo quindi è stato quello di creare la pagina Facebook, specificando il tipo diattività commerciale, le foto dei prodotti e i servizi offerti. https://www.facebook.com/happyworldaloisi your web
  51. 51. La possibilità di accedere alla propria pagina anche tramite smartphone, consente alcliente di comunicare qualsiasi tipo di messaggio inerente la propria attività (cambidi orario, chiusura improvvisa, arrivo di nuovi prodotti) e di relazionarsi in manierarapida ed efficace, anche se temporaneamente sprovvisto di computer.Questo permette ad un potenziale cliente di conoscere in anteprima tutte le novitàriguardanti il negozio. your web
  52. 52. your web
  53. 53. your web
  54. 54. your web
  55. 55. Congiuntamente alla pagina Facebook, è stato creato un canale YouTube in modo da poterinserire alcuni video dei lavori realizzati dal cliente e dei prodotti offerti, e allo stesso tempocondividerli su Facebook. http://www.youtube.com/user/aloisirosamaria your web
  56. 56. your web
  57. 57. Tramite un’applicazione gratuita disponibile sul sito: http://www.involver.com/,la pagina Facebook è stata collegata al canale YouTube your web
  58. 58. È possibile quindi guardare direttamente i video del proprio canale dalla pagina Facebook.Questo garantisce, oltre all’interazione tra i due social, maggiore visibilità al canaleYouTube. your web
  59. 59. È stato creato un profilo twitter, in modo da rendere più immediate lecomunicazioni con i clienti e l’interazione con gli stessi, in merito a tutte le attivitàdel negozio, i cambi di orario, i nuovi prodotti, sconti, ecc. your web
  60. 60. https://twitter.com/aloisirosamariayour web
  61. 61. Entrambi i social permettono l’integrazione di uno con l’altro, quindi di offrire lacomunicazione su entrambi i social tramite un solo messaggio.Azione molto utile per il cliente soprattutto per le comunicazioni rapide neimomenti di lavoro intenso, quando manca tempo utile da dedicare ai social. your web
  62. 62. your web
  63. 63. La volontà del cliente di mantenere la comunicazione non solo con i propri clienti,bensì di instaurare rapporti lavorativi con potenziali nuovi fornitori, o aprirsi acollaborazioni esterne, ha reso indispensabile la creazione di un profilo Linkedin, cherisponde a tutte queste esigenze. your web
  64. 64. http://it.linkedin.com/pub/happy-world-di-rosamaria-aloisi/55/a9/955your web
  65. 65. your web
  66. 66. Marco LancellottiPROJECT WORK
  67. 67. Analisi della situazione iniziale•Per prima cosa, ho svolto una ricerca per esaminare la situazione del localesul web al momento del nostro incontro. I risultati sono stati i seguenti:•Alle keywords «Hostaria Barriquando» il locale appare prevedibilmente intesta alla SERP di Google. Tuttavia, la ricerca non riporta ad un sito webaziendale ma ad un profilo personale su FaceBook, peraltro non consentitodalla policy del social network.•Segue l’apparizione su Cercaristoranti.com in cui il locale presenta una paginascarna, priva di foto, recensione e contatti di alcun tipo.•Risulta chiaro che chi dovesse cercare «Hostaria Barriquando» conosce già ilnome del locale. Il nostro obiettivo deve essere invece quello di far conoscerel’Osteria a chi si muove sul web. your web
  68. 68. Scelta del Progetto•Per lo svolgimento del progetto, ho deciso di contattare i proprietari diun’Osteria al centro di Lamezia Terme (CZ): «BarriQuando Hostaria».•Il primo passo è stato quello di organizzare un incontro coi tre soci del locale,per illustrare il lavoro che avrei svolto per loro, sottolineandone i vantaggi cheavrebbe potuto apportare alla loro attività.•Durante l’incontro, ci si è accordati per la messa in pratica del progetto e,dopo aver discusso gli obiettivi e qualche dettaglio importante mi è stata datacarta bianca sulla gestione dell’immagine del locale sulla rete.•Di seguito, illustrerò i vari procedimenti e le varie fasi del progetto stesso. your web
  69. 69. Analisi della situazione iniziale•Proprio a questo fine abbiamo sondato la presenza della concorrenza,rilevando che alle Keywords «Hostaria Lamezia» ; «Osteria Lamezia» e«Ristorante Lamezia» il nome del nostro locale, a differenza di altri, noncompare affatto.•Preso atto della situazione sopra descritta, ho elaborato il mio progetto, daillustrare ai soci del locale, suddiviso nelle diverse fasi che riassumerò aseguire your web
  70. 70. Progetto >Barriquando Sul Web< (1)Creazione identità aziendale Inserimento sul Web Inserimento sul Web 2.0 • Creazione di un • Inserimento su • Creazione di un Brand Google Maps sito web aziendale • Scelta della • Inserimento su • Inserimento su combinazione Facebook Luoghi Twitter cromatica del • Inserimento su • Inserimento su Brand Foursquare Facebook • Creazione di un • Inserimento su • Inserimento su logo Trip Advisor Google + • Identificazione dei • Inserimento su • Creazione valori aziendali Yelp costante di • Identificazione dei contenuti vantaggi • Interazione competitivi costante coi clienti. your web
  71. 71. Progetto >Barriquando Sul Web< (2) Campagne tattiche e promozioni Netiquette e gestione della crisiCampagne pubblicitarie sul Web • Campagna • Creazione di eventi • Netiquette pubblicitaria via particolari • Creazione di un Facebook Adverts • Promozioni gruppo di • Capagna Groupon ambasciatori di pubblicitaria via • Promozioni tramite fiducia Google AdWords Sondaggi • Ricorso all’Antitrust • Campagna • Promozioni tramite • Ricorso allo IAP pubblicitaria via Contest • Ricorso alla Google AdSense • Promozioni tramite Magistratura Four Square ordinaria • Promozioni tramite Twitter • Promozioni via Guerrilla Marketing your web
  72. 72. Creazione dell’identità Aziendale (1)Si tratta del primo passo per il successo dell’azienda ed ha come obiettivo l’aumento dellaconoscenza del marchio, del suo posizionamento nel settore e della sua reputazione.L’identità aziendale è stata raggiunta mediante vari punti:•Basandoci sul logo già esistente dell’Osteria, abbiamo optato per una sceltra cromaticabasata sui colori bordeaux e ocra.•Abbiamo estratto dal logo dell’osteria la caratteristica «Q» di Barriquando, trasformandolanel Logo breve dell’azienda.•Il logo breve e lo schema di colori saranno utilizzati per omologare l’immagine dell’aziendasu tutte le piattaforme web su cui lavoreremo. (purtroppo non tutte lo permetteranno)•Il logo breve è stato inoltre utilizzato per l’omologazione delle divise del personale, dovecompare accompagnato dalla scritta «Barri Staff» che contraddistingue ora il personalestesso. your web
  73. 73. Creazione dell’identità Aziendale (2)Come seconda fase della creazione dell’identità aziendale, ho chiesto ai soci di riflettereinsieme su quali fossero i valori aziendali della loro attività e quali i vantaggi da potervantare rispetto ai competitors nel settore. Il risultato di questa riflessione ci ha portato aidentificare:•I valori aziendali nell’accoglienza, nella correttezza e nella gentilezza verso il cliente. Maanche nell’uso di ingredienti sempre freschi e possibilmente di giornata.•I vantaggi competitivi, nell’offerta di un menù che cambia quotidianamente e che offrericette ed accostamenti ed ingredienti particolari e ricercati, che non si trovano negli altrilocali della zona.•Sarebbe stata altresì opportuna la creazione di un Pay-off, ma nonostante abbia cercato dimostrarne i vantaggi i clienti si sono rifiutati di associare uno slogan al loro marchi. Chiarita l’identità aziendale, non resta che passare alle fasi successive del progetto e cercare, ove possibile, di rispettarla e farla conoscere your web
  74. 74. Inserimento sul web (1)Si tratta del processo di inserimento iniziale. L’azienda deve essere presentesul web, e in questa fase ci preoccuperemo di inserirla in siti «statici» ,che nonnecessitano della creazione costante di contenuti.•Abbiamo scelto di iniziare inserendo il locale nei siti che si avvalgono dellaposizione geografica o del rilevamente GPS, per assicurarci che chi naviga suinternet possa visualizzare la posizione del nostro locale. Questi siti sono:•Google Maps, Facebook Luoghi e FourSquare. BarriQuando su Google Maps BarriQuando su FourSquare your web
  75. 75. Inserimento sul web (2)Dopo l’inserimento sulle piattaforme precedenti, abbiamo provveduto a inserire il localenei siti specializzati per la ricerca di attività e ristoranti, quali Yelp e TuttoRistoranti.comprovvederemo in seguito a inserire il locale anche su 2spaghi.it e Trip Advisor. Ovviamente,l’inserimento in questi siti è accompagnato da tutte le informazioni utili, quali numero ditelefono, indirizzo e correlato da una discreta galleria immagini. Ecco la pagina Yelp diBarriQuando. your web
  76. 76. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleIl sito è raggiungibile all’indirizzo www.barriquando.altervista.org . Nella home pagesi trova una breve descrizione del locale e un articolo di giornale del Lametino chedescrive il locale stesso. Ecco sotto parte della Home Page: your web
  77. 77. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito Aziendale•Al momento del nostro incontro, BarriQuando Hostaria, non aveva un proprio SitoWeb. Abbiamo perciò proposto ai soci di affidare a me la creazione del sito.•Non essendo disposti a investire sul sito, ho scelto di utilizzare la piattaforma diAltervista, che consente la creazione di siti web gratuitamente.•Grazie ad altervista, ho cercato di creare un sito che rispettasse la scelta cromaticafatta precedentemente e che desse l’idea dell’intimità del locale.•Il sito è stato articolato in varie sezioni: Home Page, Chi Siamo, Galleria Foto, I nostripiatti, Come Trovarci, Contatti, Seguici sui social e Recensioni.•In ogni punto del sito sono stati inseriti i tasti Social che permettono di retwittare,mettere Mi piace, segnare la + di Google+ e persino commentare col proprio account difacebook.•Inoltre, una barra laterale sempre presente, contiene tutti i collegamenti alle nostrepagine social, nonché gli orari di apertura del locale. your web
  78. 78. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleFedeli alla politica del «metterci la faccia», nella sezione «Chi siamo» appare una foto digruppo del soprannominato «BarriStaff» segue una simpatica descrizione del gruppo che gestisce il locale. Ecco sotto parte della sezione «Chi Siamo»: your web
  79. 79. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleNon poteva poi mancare una sezione dedicata alle foto del locale. Qui è possibile scorrere tra le foto e lasciare il proprio commento. Ecco sotto la sezione Gallery: your web
  80. 80. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito Aziendale•La sezione «I nostri piatti» , che consideriamo essere tra le più importanti è,tuttavia, ancora in allestimento.•L’intenzione sarebbe quella di inserire una sezione galleria dedicata ai piatti eaccompagnata dalla descrizione dei piatti stessi.•Una difficoltà è rappresentata però dal fatto che l’osteria cambia menù quasiogni giorno e non è detto che i piatti si ripetano periodicamente.•Per questo motivo, va effettuata, assieme al gestore del locale, una sceltaoculata delle pietanze da presentare.•Fatto ciò, sarà opportuno contattare un fotografo professionista per larealizzazione di foto che rendano giustizia ai piatti. your web
  81. 81. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito Aziendale Molto importante, per i visitatori che non ci conoscono, è la sezione «Come trovarci»,nella quale non solo viene fornito l’indirizzo del locale, ma è anche presente una mappa interattiva collegata a Google Maps. Ecco la sezione: your web
  82. 82. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleNell’ottica dell’inserimento nel Web 2.0, la sezione «Contatti» è fondamentale. In essasono presenti non solo i contatti canonici (Telefono, indirizzo, e-mail) ma anche link ainostri contatti Facebook e Twitter, sui quali i clienti sono invitati a contattarci per ottenereuna risposta in tempo reale. Sotto, parte della sezione: your web
  83. 83. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleLa sezione «Seguici sui Social» è in realtà una vetrina che presenta tutte le nostre paginesui social network e invita i potenziali clienti a restare a contatto con noi su ognipiattaforma. your web
  84. 84. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleLa sezione «Recensioni» serve invece non solo per far leggere le recensioni su di noi a chivisita il sito, ma anche a esortare gli stessi clienti a esprimere la propria opinione sullocale. Le parole dei clienti valgono più di 1000 parole dette da noi. Qui sono inseriti icollegamenti alle pagine di siti di recensioni ed a ForurSquare, su cui è possibile lasciarecommenti e consigli! your web
  85. 85. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleDopo la creazione del sito web aziendale, è arrivato il momento di inserire il locale suisocial media, iniando proprio da Facebook.Al momento del nostro incontro, ho saputo che i gestori del locale utilizzavano un profilopersonale a nome dell’osteria. Informandoli che la policy di facebook non consente questaoperazione, ho illustrato loro i vantaggi dell’allestimento di una pagina normale aziendale.La pagina è stata dunque creata. In essa appaiono chiaramente il nome ed il Logoaziendale, nonché gli orari di apertura e il numero di telefono.Per incentivare il rapporto diretto coi clienti, abbiamo deciso di lasciare la possibilità achiunque di commentare i nostri post.Ho spiegato ai soci che la pagina deve essere costantemente aggiornata coi menù delgiorno (sempre bloccati come primo post) ma anche con foto che riguardano i varimomenti della «vita» all’interno del locale: dalle foto dei piatti, a quelle del locale stessofino a foto più rilassate e divertenti fatte in cucina. Lo scopo è quello di mostrare il latoumano dell’azienda al pubblico in rete.Inoltre, i visitatori devono sempre essere tenuti in considerazione, bisogna risponderesempre e bisogna esortarli a dare la propria opinione.La funzione sondaggio introdotta da Facebook può essere un utile strumento per questofine. your web
  86. 86. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleEcco la pagina di Facebook di BarriQuando Hostaria: your web
  87. 87. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleSi può notare come la foto di copertina richiami i colori aziendali scelti per il sito e per ledivise dei dipendenti.Inoltre, grazie a Insights, è possibile notare come le visite e le visualizzazioni dei nostri postsiano direttamente proporzionali alla frequenza dei nostri post, cosa che in gran parte èdovuta all’effetto virale dei «mi piace». your web
  88. 88. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleEcco la pagina di Twitter di BarriQuando Hostaria: your web
  89. 89. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito AziendaleQuanto detto per Facebook, risulta altresì valido per Twitter. Anche qui, infatti,l’interazione coi visitatori è alla base del successo della pagina.Chiaramente l’approccio è diverso per via della natura della piattaforma che ,nonconcedendo più di 140 caratteri, non permette di presentare menù completi o frasicomposte ma semplici pillole per i followers.Si procederà allora all’aggiornamento dello stato d’animo con cui si lavora nel locale,mettendo davanti il lato umano, e pubblicando di tanto in tanto qualche foto.Retwittare le news di qualche pagina che si interessa di culinaria potrebbe essere un altrosistema per mantenere vivo l’interesse dei followers.Allo stesso modo, l’annuncio di eventi sia qui che su Facebook, può aiutare ad aumentarel’audience ed il passaparola e dunque contribuire al successo degli eventi stessi.Per ciò che riguarda lo stile, la pagina di Twitter permette un grado di personalizzazionemaggiore rispetto a Facebook. Perciò, abbiamo deciso di usare come sfondo una fotoprofessionale fatta all’interno del locale che richiama la palette di colori da noi scelta, perdare continuità alla nostra presenza sul web. your web
  90. 90. Inserimento sul WEB 2.0 Creazione del sito Aziendale Secondo il programma da me presentato, avremmo dovuto creare una pagina anche sul più recente Google +. Tuttavia, i soci del locale hanno ritenuto sufficienti i soli Facebook e Twitter, considerando la scarsa diffusione che il Social Network di Google ha attualmente, soprattutto nella nostra zona. Ritenendo quindi che la creazione di suddetta pagina non avrebbe apportato una visibilità rilevante al locale, abbiamo deciso di rinunciare a questa parte del progetto. your web
  91. 91. Campagna pubblicitaria sul webI soci hanno subito deciso di lanciare la campagna su Facebook Adverts.A questo proposito ho concordato con loro i seguenti parametri, sulla base dei qualiorientare la nostra pubblicità.• Persone che vivono in Italia.• Entro un raggio di 80 chilometri da Lamezia Terme.• Di età compresa tra i 26 ed i 60 anni.Inserendo tali parametri, abbiamo ricevuto il preventivo di Facebook Adverts, secondocui la nostra pubblicità:• Dovrebbe raggiungere circa 213,680 persone.• Dovrebbe costarci un massimo di 0,24 € per click.• Fino a un massimo giornaliero a nostra scelta (da noi stabilito in 3€) your web
  92. 92. Campagna pubblicitaria sul webDopo aver terminato le fasi precedenti, in cui i clienti non hanno dovuto spenderealcunché, ho proposto loro delle campagne pubblicitarie sul web a costo contenuto.La prima possibilità che ho loro esposto, è stata quella di procedere alla pubblicitàmirata su Facebook, ossia, Facebook Adverts, poiché presenta enormi vantaggi:• Permette di raggiungere un bacino di potenziali clienti, in maniera mirata.• E’ estremamente economico.• Permette di monitorare la campagna in tempo reale.• Permette di controllare i costi, imponendo una soglia.• Può essere interrotta e ripristinata in qualsiasi momento. your web
  93. 93. Campagna pubblicitaria sul webEcco la pagina del preventivo di Facebook Adverts: your web
  94. 94. Campagna pubblicitaria sul web Oltre Facebook Adverts, ho suggerito una campagna su Google AdWords, in cui si crea un annuncio, si comprano una o più parole chiave su Google, e se qualcuno cerca quella parola chiave, il tuo annuncio appare sul suo schermo, insieme ai risultati trovati da Google.Per molti versi, inoltre, la campagna su Google AdWords è comunque simile a quella diFacebook Adverts. Difatti anche su Google AdWords… Funziona il Pay-per-click E’ possibile mirare per regione e per località specifici. Si possono impostare il budget giornaliero o un massimo di costo per click.TUTTAVIA: il prezzo di una parola varia in base alla parola stessa. E’ perciò fondamentaleriflettere con attenzione su quale parola acquistare. your web
  95. 95. Campagna pubblicitaria sul webAbbiamo deciso di fare una ricerca per tre parole: Ristoranti; Lamezia e Osteria.Eccone il risultato:La parola «Lamezia» viene cercata in media su Google 450.000 volte al mese;la parola «Osteria» viene cercata 1.830.000 ; mentre «Ristorante» viene cercatamediamente ben 5 milioni di volte al mese.Ciò influisce nettamente sul prezzo giornaliero stimato, identificato in 4,57€ al giorno,comprando «Ristorante», e solo 0,43€ al giorno comprando sia «Osteria» che «Lamezia».Questa ultima opzione appare decisamente conveniente.Tuttavia, i soci del locale hanno ritenuto di non voler procedere con questa soluzione,affidandosi temporaneamente soltanto a Facebook Adverts. your web
  96. 96. Campagna pubblicitaria sul webDopo aver esposto il funzionamento di Facebook Adverts e di Google AdWords, hoproposto ai miei clienti l’installazione di Google AdSense sul sito aziendale, per coprirein parte i costi di questi ultimi.Esso consiste nella concessione a Google di uno spazio pubblicitario all’interno delnostro sito. Ogni volta che un cliente clicca sulla pubblicità dal nostro sito, il clientericeverà un piccolo compenso. Sarà Google stesso a decidere quale pubblicità inserire,ma gli annunci che AdSense pubblicherà sulle nostre pagine sono sempre relazionatealle parole dominanti nel nostro sito. Pertanto, parlando di cibo e cucina le pubblicitàdovrebbero rimanere legate in linea di massima a questi argomenti e alla ristorazione.Ciò, presenta un duplice vantaggio:1. Permette al sito di mantenere una sua uniformità2. Chi naviga sul nostro sito è probabilmente interessato al nostro campo, ed è quindi più probabile che clicchi sulla pubblicità, permettendo il nostro guadagno. your web
  97. 97. Campagna pubblicitaria sul webNel caso del nostro sito Web istituzionale, i soci hanno deciso di effettuarequesta operazione in un secondo momento.Fortunatamente Altervista, l’host con cui è stato realizzato il sito, permettel’inserimento di un proprio spazio pubblicitario nel sito, che funzionaesattamente come Google AdSense. your web
  98. 98. Campagna pubblicitaria sul webÈ inoltre chiaro che a questa pubblicità via web si accompagni anche la pubblicità suicanali tradizionali.L’osteria aveva già provveduto a locandine, volantini e inserzioni sui giornali locali: your web
  99. 99. Campagne tattiche e promozioniIn questa fase, ho illustrato ai soci del progetto varie idee su come portare avanti dellecampagne tattiche mirate, per esempio, ad un evento o come sfruttare le varie paginea nostra disposizione per portare avanti promozioni.Varie promozioni possono essere portate avanti su Facebook, in diversi modi, eccoalcuni esempi proposti (finora non li abbiamo ancora utilizzati tutti):Premiare la persona che mette il centesimo mi piace sulla pagina, e così ogni cento,con un dolce gratis o un particolare sconto.Premiare tramite sondaggi. Ciò permette di ottenere del feedback dai clienti e allostesso punto invogliarli a venire.Indire concorsi on line, per esempio «scegli tu il menù di Barriquando per il giorno X»o «scegli il nostro slogan» oppure, «invia la tua ricetta, la migliore la cucineremogiorno x, e per te, sarà gratis». your web
  100. 100. Campagne tattiche e promozioniAnche su Twitter, si possono effettuare promozioni. Alcuni esempi sono:Un premio al follower n°100.Un’estrazione tra coloro che retwittano un messaggio speciale di BarriQuando.Si invierebbe poi al vincitore un messaggio simile al seguente: «Caro amico diBarriQuando, solo per te che ci segui su Twitter, antipasto per due gratis se cimostri questo messaggio.» your web
  101. 101. Campagne tattiche e promozioni Un’altra possibilità per proporre promizioni è Foursquare, al quale prima abbiamo dato poca attenzione, ma sul quale ora è preferibile spendere due parole.Cos’è FourSquare?Foursquare è i primo social network basato sulla localizzazione GPS. Proprio per via diquesta natura, Foursquare è ampiamente utilizzato tramite Smart Phone piuttosto chesul pc.A cosa serve FourSquare?Foursquare può essre usato per cercare attività commerciali, ristoranti, banche e luoghidi pubblico interesse nei dintorni dell’utente. Inoltre, in quanto social network,permette all’utente di far sapere ai suoi amici dove si trova e di competere con loro perguadagnare punti. your web
  102. 102. Campagne tattiche e promozioniCome funziona?Gli utenti creano la propria rete di amici, in modo simile a quanto accade con Facebook.In qualunque momento, un utente può effettuare il Check In. A quel punto, Foursquareindividua la posizione dell’utente e gli mostra una lista di attività commerciali nei paraggi.L’utente sceglierà una delle attività ed effettuerà il Check In, facendo sapere a tutti i suoiamici di Foursquare e Facebook dove si trova.Ogni volta che un utente effettua un Check in, riceve dei punti. In questo modo si stipulauna classifica con tutti i suoi amici.Oltre alla classifica generica, ogni attività commerciale su Foursquare possiede un Mayor(un sindaco), che è la persona che ha effettuato più Check In. Questa componente ludicaspinge gli utenti ad effettuare più Check In possibili.E’ inoltre possibile lasciare un commento sul locale o sull’attività, e pubblicare una fotodella stessa your web
  103. 103. Campagne tattiche e promozioniCome possiamo usarlo?La lista che appare a un utente su Foursquare non è determinata soltanto dalla distanzadell’attività commerciale rispetto alla posizione dell’utente ma anche dal numero dipersone che ha fatto Check-In in un posto. In altre parole, più un posto ha ricevutocheck-In, più sarà in cima alla lista. Essere in cima alla lista significa essere i primi aessere trovati da chi cerca un posto dove mangiare!Perciò, suggeriamo di incentivare i check-in su Barriquando con le strategie seguenti:Si deve segnalare la presenza di Barriquando su Foursquare con dei fogli aggiuntivi almenù o con un adesivo in vetrina.Promuovere una campagna:“Fai check-in qui! Ogni check-in ti offriamo una birra”.Promuovere una campagna: “Fai check-in qui! Ogni settimana, il sindaco riceve unpranzo gratis!”Ciò fa sì che la gente parli del posto e della sua iniziativa, attira i clienti, e fa sì cheBarriquando salga in lista su Foursquare, rendendolo più visibile agli occhi di chi cerca unposto per mangiare. your web
  104. 104. Campagne tattiche e promozioniUn ultimo tipo di promozione è offerto da Groupon. In realtà, questo tipo dipromozione non è molto conveniente, dato che Groupon trattiene una buona partedelle entrate. Esso può risultare però un’ultima spiaggia in determinate situazioni,permettendoci di ricavare comunque un minimo di denaro che altrimenti andrebbeperso.Come funziona Group on?1. Groupon vuole offrire ai propri clienti uno sconto di minimo il 50% del valore reale dell’offerta. Perciò, su un pranzo del valore di 100 euro, un cliente di Groupon pagherebbe massimo 50 euro.2. Successivamente, Groupon guadagna il 50% degli introiti e l’altro 50% va invece alla società che ha offerto lo sconto. Pertanto, nel nostro esempio, per ogni pranzo del valore di 100 euro venduto tramite Groupon, la nostra osteria guadagnerebbe 25 euro e Groupon stesso gli altri 25. your web
  105. 105. Campagne tattiche e promozioniPromozioni di questo tipo, non sono convenientissime ma, come accennatoprecedentemente, possono risultare determinanti per casi in cui fosse necessariorecuperare un minimo di spese già effettuate.Per l’attività dei miei clienti, una situazione concreta che richiederebbe una campagnapromozionale di Groupon potrebbe essere l’annullamento all’ultimo minuto di una festao di un evento già organizzato.Ad esempio nel caso un ricevimento di prima comunione, o un compleanno annullatoall’ultimo, si cercherà di recuperare le spese «svendendo» quanto preparato tramitequeste offerte, in modo da contenere le perdite. your web
  106. 106. NetiquetteIn quest’ultima sezione parleremo di come tenere alta l’attenzione neinostri social, della Netiquette e della gestione sul web di un’eventualecrisi.Partiamo proprio con alcune strategie utili a rendere i nostri canaliinteressanti, ed a spiccare sulla concorrenza. your web
  107. 107. Netiquette CI SONO MODI EFFICACI PER TENERE VIVA L’ATTENZIONE DEL PUBBLICO IN RETE:• Le piattaforme social, richiedono un aggiornamento costante di contenuti originali.• Inserimento quotidiano del menù del giorno.• Pubblicizzare tutte le iniziative e gli eventi.• Comunicare quello che si sta facendo man mano.• Parlare amichevolmente, da pari a pari, non da azienda a consumatore.• E’ opportuno divagare, non parlare sempre dell’azienda: è concesso, per esempio,fare un commento sulla propria squadra del cuore, cercando naturalmente di esseremoderati.• Parlare delle tendenze n fatto di cucina.• Pubblicazione di ricette.• Inserimento di foto del locale vuoto e pieno.• Inserimento di foto del locale coi clienti soddisfatti• Inserimento foto della cucina. Anche in tempo reale (Questoavvicina il clienteall’attività, facendolo sentire uno di voi.)• Inserimento di brevi video ripresi in cucina o durante un evento. your web
  108. 108. NetiquettePassiamo ora alla Netiquette. Con questo termine, si indica l’insieme dei comportamentiritenuti, corretti quando ci si esprime sul web 2.0, e in particolare quando ci si trova agestire dei canali per conto delle aziendeEcco alcune delle regole basilari su come comportarsi :• Rispondere sempre A TUTTI.• Rispondere sempre garbatamente, senza ironia.• Interagire coi clienti, chiedere la loro opinione.• Tenere conto realmente dell’opinione dei clienti e dei loro suggerimenti.• Non usare mai i caratteri maiuscoli.• Non cancellare MAI i commenti di un utente, anche se spiacevoli. (In questi casi,bisogna gestire la crisi)
  109. 109. Gestione della crisiPuò capitare che si riceva un commento negativo o sgradevole riguardo la propria attivitào persino riguardo la propria gestione di un canale. Indipendentemente dalla fondatezzadi tale commento, non bisogna lasciarsi trascinare da questi episodi. E’ consigliabile,invece, tenere a mente questi suggerimenti:•MAI eliminare un commento, altrimenti, le lamentele potrebbero estendersi FUORI dallanostra pagina, diventando così incontrollabili.•Mai rispondere male e a tono.•Si tenga a mente che un commento negativo non ha importanza se la stragrandemaggioranza dei commenti è positiva. In questo caso si puiò lasciar correre.•Interagire gentilmente con chi ha dato il proprio parere negativo, mostrando interesseper le sue motivazioni e dimostrando di voler andare in contro ad eventuali richieste,accoglienfo suggerimenti e lamentele costruttive.•Nominare un gruppo di ambasciatori di fiducia, ossia un grppo di persone che in questicasi, senza parlare a nome dell’azienda, possano intervenire in suo favore da esternicontrobilanciando i commenti negativi con altrettanti commenti positivi. your web
  110. 110. Gestione della crisiTalvolta, può invece accadere che il danno al nostro cliente venga arrecato non da normaliutenti ma dalla concorrenza, da altre pagine o addirittura tramite pubblicità offensiva ocalunniosa nei confronti.In questi casi, vi sono due possibilità:•Rivolgersi allo IAP, l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, atto a risolvere le controversietra aziende dovute proprio alle pubblicità, le cui sentenze non hanno però un valorestrettamente giuridico ma sono vincolanti solo per le parti che vi aderiscono.•Rivolgersi alla Magistratura ordinaria, il che comporta tempi più lunghi e veri e propriprocessi, al termine dei quali vengono pronunciate delle sentenze legali. your web
  111. 111. Fine del progettoIl progetto si conclude qui, dopo aver illustrato tutte le operazioni svolte sinora ele linee che si intendono seguire durante il prossimo sviluppo del progetto stesso. Grazie per la Vostra attenzione. Marco Lancellotti
  112. 112. CARMELO DELLIMAURI – MARCO LANCELLOTTI ALDO ROSELLI – EMILIO LO MONACO your web

×