Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Confirmo premio forumpa2017

76 views

Published on

CONFIRMO è un’app che consente di dematerializzare il consenso informato digitalizzandone l'erogazione, l'acquisizione e la certificazione della comprensione da parte del paziente. Tramite questo software, ogni procedura medica viene spiegata al paziente in modo multimediale utilizzando animazioni, audio, video e testi. In più il sistema prevede anche un quiz al termine della presentazione dei contenuti in modo da
certificare non solo che i contenuti sono stati forniti al paziente, ma anche che siano stati compresi e assimilati i concetti più importanti. Le informazioni fornite dal sistema non vanno a sostituire il colloquio medico ma lo affiancano e migliorano la qualità del tempo che il personale ospedaliero dedica al paziente.
Questi infatti arriverà al colloquio sapendo già tutto ciò che è necessario e potrà approfondire quanto compreso confrontandosi con l’equipe medica. La certificazione della comprensione dei concetti più importanti tramite il test finale ha anche valenza in termini medico-legali. Il sistema infatti tiene traccia di tutta l’attività svolta da ogni paziente andando a
monitorare le interazioni con i diversi contenuti. Solo quando il paziente risponde correttamente al 100% delle domande del test finale il sistema genera il documento di consenso informato che riporta tutte le informazioni relative al percorso del paziente.
A questo punto il consenso potrà essere firmato grafometricamente e il paziente potrà quindi sottoporsi alla prestazione sanitaria.

Published in: Healthcare
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Confirmo premio forumpa2017

  1. 1. Premio FORUM PA 2017: 10x10 = cento progetti per cambiare la PA Documentazione di progetto della soluzione: CONFIRMO 1. Descrizione progetto; Oggi, tutte le informazioni necessarie ad un paziente per decidere se sottoporsi a un atto sanitario, sono comunicate dal medico tramite colloquio, con il supporto di ausili tradizionali come libretti, brochure e, molto raramente, piccoli audiovisivi e/o modelli anatomici realistici. Alla fine del percorso che dovrebbe consentire al paziente di capire in cosa consiste l'atto sanitario, viene acquisito il relativo consenso che attesta che il paziente ha compreso: quanto dovrà subire, le eventuali tecniche alternative, i rischi correlati alla prestazione o alle sue fasi successive, tutte le eventuali complicazioni. Nonostante quello appena descritto sia l’iter che ogni medico affronta con i propri pazienti prima di affrontare un intervento chirurgico, è noto che una parte delle cause medico-legali che vengono intentate contro le strutture ospedaliere e il personale sanitario sono motivate dal fatto che i pazienti non hanno compreso a fondo tutti i rischi e le conseguenze che il medico ha loro spiegato. Spesso ciò può avvenire perché il paziente ha dimenticato, in assoluta buona fede, parte delle informazioni ricevute. Da uno studio risulta che subito dopo il colloquio con il proprio medico ogni paziente dimentica tra il 40% e l’80% di ciò che gli è stato riferito (Williams, M. “The role of health literacy in patient-physician communication.” Family Medicine 2002; 34(5): 383-9). Una volta arrivati in sede legale non è semplice documentare che le informazioni erano state invece presentate, e in modo chiaro. Soprattutto può essere difficoltoso, per il medico, dimostrare di essersi in qualche modo sincerato della loro comprensione da parte del paziente. Oltre a questo ci sono altri aspetti da considerare, come ad esempio il volume di carta che il processo di acquisizione del consenso genera, gli obblighi di conservazione imposti dalle normative e infine la tracciabilità della documentazione in relazione con la cartella clinica o l’EMR del paziente. Non va poi dimenticato il tempo che il personale medico e infermieristico deve dedicare per fornire informazioni ripetitive di carattere generale ai singoli pazienti, tempo che potrebbe essere impiegato per più utili approfondimenti (o altre attività). Da una ricerca emerge che il personale infermieristico dedica più del 23% del tempo lavorativo ad educare i pazienti, ripetendo ogni volta gli stessi concetti. (Knee, K. “More than a wise patient care decision, computer based education makes good business sense.” Oncology Interactive Education Series). L'obiettivo di CONFIRMO è quindi quello di colmare il gap tecnologico introducendo un sistema informatizzato in grado di: • Erogare formazione al paziente e testarne effettivamente la comprensione, certificandola; • Fornire servizi come la firma elettronica avanzata (FEA), che mantiene il percorso digitalizzato conformemente alle prescrizioni di legge; • Seguire il paziente durante tutto il recupero postoperatorio con il diario del recupero, un’applicazione che permette altresì di elaborare statistiche con un altissimo grado di dettaglio.
  2. 2. • Migliorare la comunicazione con i pazienti grazie a strumenti tecnologici utilizzabili direttamente su smartphone e tablet oltre che via web; • Ridurre il tempo che i professionisti della sanità dedicano alla somministrazione di informazioni generiche ai pazienti; • Ridurre il numero di chiamate all’equipe medica sia prima che dopo gli interventi; • Diminuire le cancellazioni di prestazioni sanitarie. 2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze; o Paolo De Nardi - Direttore servizi informatici Az. Ospedaliera di Padova - Project Manager o Marco Cappellini - CEO Openview srl - Project Manager o Danilo Buffolo – Responsabile integrazione con i sistemi informativi Az. Ospedaliera di Padova o Sara Contin - Responsabile workflow informativi Az. Ospedaliera di Padova o Nicola Toffanin - Art director Openview 3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare; Attualmente ogni paziente candidato a una procedura medica deve firmare il modulo di consenso informato. Solitamente, oltre ad esso, viene consegnata anche l’informativa relativa alla procedura medica un semplice foglio in cui vengono spiegati: • Come avviene la procedura; • I rischi e le complicanze; • Alternative terapeutiche; • Come avviene il recupero. Nella maggior parte dei casi le informazioni contenute in questi fogli sono incomplete e scritte in un linguaggio molto tecnico, difficile da comprendere per i non addetti al settore. Spesso accade che anche i medici della stessa unità operativa utilizzino informative diverse da quelle utilizzate dai loro colleghi. La comunicazione tra medici e pazienti è uno dei problemi più sentiti nella sanità d’oggi. La poca chiarezza, l’incompletezza delle informazioni, la scarsa qualità dei materiali informativi ed il poco tempo dedicato al dialogo generano a cascata diverse problematiche che possono sfociare in reclami e cause legali e contribuiscono comunque a creare un senso generale di insoddisfazione: un paziente non adeguatamente informato ha in tanti casi una percezione peggiore degli esiti di una
  3. 3. procedura medica, magari soltanto perché la fase di recupero non è stata messa nel giusto rilievo durante colloqui preoperatori. CONFIRMO è uno strumento di grande aiuto in questo processo. Ogni procedura medica viene spiegata con grafica, animazioni, audio e testi. In più il sistema prevede anche un quiz al termine della presentazione dei contenuti in modo da certificare non solo che i contenuti sono stati forniti al paziente, ma anche che siano stati compresi e assimilati i concetti più importanti. Le informazioni fornite dal sistema non vanno a sostituire il colloquio medico ma lo affiancano e migliorano la qualità del tempo che il personale ospedaliero dedica al paziente. Questi infatti arriverà al colloquio sapendo già tutto ciò che è necessario e potrà approfondire quanto compreso confrontandosi con l’equipe medica. La certificazione della comprensione dei concetti più importanti tramite il test finale ha anche valenza in termini medico-legali. Il sistema infatti tiene traccia di tutta l’attività svolta da ogni paziente andando a monitorare le interazioni con i diversi contenuti. Solo una volta che il paziente risponde correttamente al 100% delle domande del test finale può firmare i moduli di consenso informato e quindi può ricevere la prestazione sanitaria. 4. Descrizione dei destinatari della misura; Il target sono tutte le strutture sanitarie che necessitano di erogare informative e acquisirne il consenso da parte dell’utente 5. Descrizione della tecnologia adottata; L’introduzione di CONFIRMO nelle strutture sanitarie consente di fornire ad applicativi e sistemi Legacy, funzionalità avanzate di comunicazione e coinvolgimento del Paziente. Tale approccio permette di introdurre e integrare la soluzione in qualsiasi realtà con qualsiasi sistema gestionale, così da modernizzare l’offerta di servizi al paziente senza dover sostituire il proprio sistema informativo. Tale approccio garantisce di migliorare sensibilmente l’offerta tecnologica riducendo sensibilmente i costi e i tempi di startup. A livello tecnologico si è deciso di organizzare la soluzione CONFIRMO con componenti web e mobile, basandola su di un’architettura orientata ai servizi (Service Oriented Architecture). I servizi sono di tipo REST che consentono quindi flessibilità, scalabilità e integrazione anche con il mondo mobile. Ogni componente della soluzione offre delle API di integrazione consentendo quindi a qualsiasi applicazione di terze parti di dialogare con Confirmo. Per l’orchestrazione dei servizi è stato predisposto un API manager che consente di gestire per ogni servizio il versionamento e le caratteristiche di servizio. L’API Manager è connesso con un Enterprise Service Bus che permette di interfacciare tra di loro i servizi e di integrarli con i sistemi informativi preesistenti. Lato Paziente la soluzione potrà essere fruita sia via web che tramite apposita APP per sistemi Android, Windows phone.
  4. 4. Confirmo predispone un workflow operativo per l’erogazione dell’informativa e l’acquisizione del consenso informato firmato grafometricamente. Il workflow che il paziente dovrà seguire, può essere personalizzato dall’Organizzazione tramite l’interfaccia di amministrazione dell’applicazione. Confirmo è dotato di un’interfaccia di amministrazione in grado di guidare l’amministratore del sistema nel creare e personalizzare i workflow per ogni informativa. Oltre a questo l’interfaccia di backend consente di tenere monitorato tramite audit log tutte le attività del sistema e degli utenti. 6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari); Il miglioramento della comunicazione al paziente, la volontà di renderlo soggetto sempre più attivo nel processo di cura, la certificazione della comprensione dei contenuti delle diverse informative a finalità medico legali sono argomenti di interesse trasversale, sia europeo che mondiale. L’introduzione della soluzione può portare degli indubbi vantaggi in termini di risparmio di costi perché: • Il personale deve dedicare meno tempo alla comunicazione ripetitiva ad ogni paziente delle informazioni riguardanti la procedura chirurgica, comportando un significativo risparmio di tempo lavorativo che potrà essere dedicato ad altre attività (circa il 23% del tempo dell’equipe infermieristica). • Il coinvolgimento del paziente, come dimostrato dalle ricerche citate, comporta un minor numero di procedure cancellate evitando sprechi di tempo, risorse e macchinari inutilizzati. • Il sistema certifica sia l’erogazione che la comprensione delle informazioni necessarie al paziente a fornire un consenso realmente consapevole alle procedure mediche che dovrà ricevere, tutto ciò con finalità di tutela medico legale. • L’aumento della soddisfazione del paziente attraverso una maggiore chiarezza e la possibilità di fruire e rifruire autonomamente dell’informativa si riflette in una sua più forte fidelizzazione. Ciò consentirà di conservare quel 25% di pazienti che cambia medico perché insoddisfatto dalle informazioni ricevute. • Il ruolo degli uffici legali è quello di determinare quali sono i costi assicurativi e giudiziari dovuti a una gestione delle informative soggettiva e non proceduralizzata. Questi sono alcuni dei costi indiretti più rilevanti che CONFRMO si propone di abbattere. 7. Tempi di progetto. La realizzazione di questo progetto prevede diverse fasi:
  5. 5. • Raccolta dei materiali informativi e realizzazione dei contenuti multimediali • Validazione dei contenuti realizzati • Integrazione applicazione con Sistemi Informativi Ospedalieri Per quanto sopra è stato valutato un arco temporale pari a sei mesi.

×