Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Per una geo-politica delle
emozioni	
Nella grotta di Platone. Le ombre della tecnica.	
Marco Bertagni
In collaborazione co...
n.	1390
Voglio il muro contro lo
spargimento di sangue americano
P	
CONFINI	
IDENTITARI,	
SEPARAZIONI	
IDEOLOGICHE		
E	
RELIGIOSE	
Prima	di	tu0o	vennero	a		
prendere	gli	zingari...
Partiamo per un
viaggio eroico?
Usciamo dalla
caverna?
Omologazione
Indifferenza
Intolleranza
Pregiudizi
Manipolazioni
tecnologiche
Poi	vennero	a	prendere	gli	Ebrei…
K’uxi elan
avo’onton?
L’algoritmo
umano: per una
geo-politica delle
emozioni
WABI - SABI
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni

PER UN’INTELLIGENZA ARTIFICIALE CON UN SOLO ALGORITMO: L’ESSERE UMANO

Marco Bertagni In collaborazione con Laurent Peters

Come sempre accade dalla notte dei tempi, anche in questa nostra epoca esistono gruppi di potere con visioni distorte della politica e senza troppi scrupoli. Ora però, più che in passato, dispongono di formidabili strumenti, la tecnologia avanzata e l’Intelligenza Artificiale, attraverso cui amplificano paure e foraggiano pregiudizi, tra le fila di quello che considerano un pubblico malleabile e asservibile, contro cui scagliare dardi informatici che vanno a toccare le corde giuste per attivare il sistema inconscio di difesa più ancestrale: quello del proprio orticello. E’ urgente riflettere e salire con convinzione sul treno del cambiamento di paradigma già in atto: per uscire dall’indifferenza, per smettere di considerare gli altri come dei nemici, per lasciarsi alle spalle avidità e aggressività, per ritrovare la bellezza dell’imperfezione umana, la forza del rispetto, la profondità della parola e del confronto. Invertire, o meglio, riprendere la rotta e - con una mente decolonizzata e un cuore che pulsa - dare una lettura nuova, organica e qualitativa, critica e interdisciplinare di quanto accade, o di quanto ci viene raccontato come vero, nei cosiddetti Grandi Spazi Globali. Intraprendere un viaggio a più scale: da quella, infinitamente grande delle reti geopolitiche planetarie, a quella, infinitamente piccola della singola storia di vita, di ogni singolo destino. Per poter ripercorrere il cammino all’inverso e capire che la nostra percezione è cambiata e ora, senza filtri corporativi, la Tèchne è l’ospite, gradito e rispettato - non più (ab)usato per raggiungere oscuri fini e seminare odio - nel mondo delle Arti e delle Emozioni. Un mondo senza muri, reali o mentali, popolato da 7,53 miliardi di esseri umani. Non uno di più, non uno di meno.

Ogni nostra cognizione prencipia dà sentimenti

(Leonardo da Vinci, 1487)

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Per una geo-politica delle emozioni di Marco Bertagni

  1. 1. Per una geo-politica delle emozioni Nella grotta di Platone. Le ombre della tecnica. Marco Bertagni In collaborazione con Laurent Peters 21 Luglio 2019
  2. 2. n. 1390
  3. 3. Voglio il muro contro lo spargimento di sangue americano
  4. 4. P CONFINI IDENTITARI, SEPARAZIONI IDEOLOGICHE E RELIGIOSE Prima di tu0o vennero a prendere gli zingari...
  5. 5. Partiamo per un viaggio eroico? Usciamo dalla caverna?
  6. 6. Omologazione Indifferenza Intolleranza Pregiudizi Manipolazioni tecnologiche Poi vennero a prendere gli Ebrei…
  7. 7. K’uxi elan avo’onton?
  8. 8. L’algoritmo umano: per una geo-politica delle emozioni
  9. 9. WABI - SABI

×