MAPPA Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico

2,821 views

Published on

Il progetto MAPPA nasce dalla sinergia di intenti tra un gruppo di ricerca multidisciplinare e gli obiettivi di sostegno allo sviluppo e alla ricerca della Regione Toscana e coinvolge i dipartimenti di Scienze Archeologiche, Scienze della Terra e Matematica dell’ateneo pisano, il Comune di Pisa e gli enti di tutela del patrimonio archeologico. Il progetto MAPPA, che si svolgerà nel corso del biennio 2011-2013 ed è la logica conseguenza di un percorso iniziato da alcuni anni che ha portato alla realizzazione del primo GIS archeologico urbano di Pisa e al suo sviluppo nell’ambito dello studio della città medievale, si pone l’obiettivo primario di studiare strumenti di calcolo predittivo del potenziale archeologico di un’area urbana (case study: Pisa) e di applicarli in ambiente GIS, attraverso un gruppo di ricerca composto da archeologici, geologi e matematici, e quello secondario di creare banche dati fruibili ed aperte dei dati archeologici (open digital archaeological archive). Da un punto di vista geografico si è scelto di operare su una scala che non si limitasse al tessuto cittadino in senso. Questo ha portato alla necessità di operare sui dati propri della realtà territoriale come quelli geomorfologici, idrografici, toponomastici, ecc., e su quelli propri della componente urbana, come la complessa e diacronica stratificazione archeologica, gli edifici, presenti o scomparsi, la viabilità, le ipotesi ricostruttive di storici e archeologi, ecc.. La complessità e l’eterogeneità dei dati (geologici, archeologici, storici, da fotografie aeree, ecc.), e la difficoltà di operare con dati archeologici multitemporali e multiscala, ha costretto ad una particolare attenzione nelle scelta di un modello che fosse in grado di tradurre, senza perdita di informazioni, la documentazione grafica ed alfanumerica atta a descrivere la realtà archeologica urbana. Logica conseguenza di questa scelta è stata la particolare attenzione rivolta all’acquisizione ed archiviazione dei dati grezzi, archeografici, essenziali per le successive fasi di analisi spaziale e geostatistica. L’elaborazione di uno specifico algoritmo e della sua applicazione in ambiente GIS consentirà di orientarsi in maniera sempre più netta verso la realizzazione di un Archaeological Information System capace di definire la specificità della pratica archeologica. Contestualmente, il progetto punta a creare uno strumento funzionale sia agli Enti di Tutela e di pianificazione, sia agli Enti di Ricerca, rivolgendo la propria attenzione agli ambiti universitari e alle esigenze della società civile in tutti quei contesti dove il bene archeologico incrocia la realtà quotidiana (edilizia, imprenditoria pubblica e privata, grandi opere, ecc…). I dati prodotti saranno così distribuiti in forma aperta tramite webGIS.

Published in: Technology
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,821
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,604
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

MAPPA Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico

  1. 1. MAPPA Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico Francesca Anichini, Fabio Fabiani, Gabriele Gattiglia, Maria Letizia Gualandi Università di Pisa, Dipartimento di Scienze Archeologiche
  2. 2. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 OBIETTIVI Carta predittiva del Potenziale Archeologico Carta Archeologica Carta geomorfologica Analisi matematica Archivio digitale aperto Open Data Collaborazione Trasparenza
  3. 3. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 TIMELINE Durata del progetto: 2 anni Luglio 2011- giugno 2013 Diacronia Completezza 07/2011 avvio progetto 10/2011 data entry 04/2012 webgis Carta Archeologica 04/2013 webgis Carta di Potenziale
  4. 4. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 MODELLO DATI <ul><li>dati urban i </li></ul><ul><li>dati storici </li></ul><ul><li>dati geografici/ geomorfologici </li></ul><ul><li>dati archeologici </li></ul>PRIMARI <ul><li>dati derivati </li></ul>SECONDARI
  5. 5. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 AREA CAMPIONE
  6. 6. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Necessità di operare con tutti i dati disponibili; </li></ul><ul><li>Necessità di uniformare dati eterogenei </li></ul>PROBLEMI <ul><li>Il modello dati archeologici che parte dal singolo intervento archeologico; </li></ul><ul><li>Uso di Metadati. </li></ul>SOLUZIONI
  7. 7. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 DATI ARCHEO LOGICI US quantificazioni Attività Fase Periodo Intervento Sintesi Carta Archeologica Sintesi Carta di Potenziale Periodo
  8. 8. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Storia dell'indagine </li></ul><ul><ul><li>scopo dell'indagine </li></ul></ul><ul><ul><li>tematiche dell'indagine </li></ul></ul><ul><ul><li>metodologia di indagine </li></ul></ul><ul><ul><li>tipologia della documentazione archeografica </li></ul></ul><ul><ul><li>localizzazione geografica </li></ul></ul><ul><ul><li>arco cronologico </li></ul></ul><ul><ul><li>Direzione Scientifica/equipe di scavo </li></ul></ul><ul><ul><li>altro... </li></ul></ul><ul><li>Fonti utilizzate per la creazione dei dati </li></ul><ul><ul><li>archivi interrogati </li></ul></ul><ul><ul><li>cartografia utilizzata per la georeferenziazione </li></ul></ul><ul><ul><li>precedenti indagini archeologiche nell'area indagata </li></ul></ul><ul><li>Metodo e struttura dei dati </li></ul><ul><ul><li>creazione del dataset </li></ul></ul><ul><ul><li>georeferenziazione dei dati </li></ul></ul><ul><ul><li>cartografia utilizzata per la georeferenziazione </li></ul></ul><ul><ul><li>lista dei file presenti e loro contenuto </li></ul></ul><ul><ul><li>lista degli identificativi assegnati </li></ul></ul><ul><ul><li>lista dei codici e loro significato </li></ul></ul><ul><ul><li>Thesauri </li></ul></ul><ul><ul><li>indicazione dei sistemi utilizzati nell'acquisizione dati </li></ul></ul><ul><ul><li>descrizione di eventuali conversioni ad altri formati. </li></ul></ul><ul><ul><li>Staff </li></ul></ul><ul><ul><li>Altro... </li></ul></ul><ul><li>Relazioni </li></ul><ul><ul><li>Bibliografia </li></ul></ul><ul><ul><li>luogo di conservazione della documentazione archeografica </li></ul></ul><ul><ul><li>luogo di conservazione dei reperti </li></ul></ul>METADATA
  9. 9. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 DAL RECORD ALL’INTERPRETAZIONE
  10. 10. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 DALLE QUOTE AI PIANI
  11. 11. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 DALLE CATEGORIE AI PARAMETRI TARGET Localizzare le aree potenzialmente impaludabili DATI <ul><li>geografici; </li></ul><ul><li>geopedologici </li></ul><ul><li>toponomastici </li></ul>SPATIAL ANALYSIS From feature to raster Riclassificazione dei valori in un file raster. I valori sono stati definiti in modo tale che i dati geografici e geologici rappresentino ciascuno il 45% e i dati toponomastici il 10%. Creazione di un raster di output attraverso la riclassificazione dei raster di input MAP ALGEBRA
  12. 12. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Elevation data: le aree più basse sono state considerate come più facilmente allagabilie </li></ul><ul><li>Creazione di un TIN usando le quote attuali all’interno della linea di costa del XVI secolo </li></ul><ul><li>Conversione del TIN in un DTM raster con risoluzione a 25 m </li></ul><ul><li>Riclassificazione del DTM con valori da 1 a 6. Valori maggiori sono stati assegnati alle eree a minore altitudine </li></ul>DATI GEOGRAFICI
  13. 13. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Slope: Le aree pianeggianti sono state considerate come più facilmente impaludabili </li></ul><ul><li>Creazione di un slope model DTM, espresso come percentuali. </li></ul><ul><li>Riclassificazione con valori da 1 a 5. I valori maggiori sono stati assegnati alle aree con percentuali inferiori. </li></ul>
  14. 14. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Areas of internal drainage: le aree sprofondate sono state considerate più probabilmente impaludabili. </li></ul><ul><li>Creazione di un modello raster identificante tutte le aree sprofondate. </li></ul><ul><li>Riclassificazione dei valori da 1 a 5. I valori maggiori sono stati assegnati alle aree con valori più elevati. </li></ul>
  15. 15. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Geopedological data: terreni lacustri, terreni palustri e terreni di bonifica sono stati considerati come i più probabilmente impaludabili. </li></ul><ul><li>Selection by attribute dalla cartografia vettoriale pedologica dei suoli lacustri, palustri e delle torbe; </li></ul><ul><li>Conversion delle selected features to raster. </li></ul><ul><li>Riclassificazione del raster, rispettivamente con valore 10, 8, 4, 0 (NoData) </li></ul><ul><li>Selection by attribute dalla cartografia vettoriale dei terreni palustri e di bonifica. </li></ul><ul><li>Conversione delle selected features to raster. </li></ul><ul><li>Riclassificazione del raster, rispettivamente con valore 5,3,0 (NoData) </li></ul>DATI GEO - PEDOLOLOGICI
  16. 16. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 <ul><li>Toponimi relativi a paludi o menzionati come paludosi nei documenti medievali sono stati considerati come probabili indicatori di aree palustri. I toponimi medievali hanno anche un valore cronologico. </li></ul><ul><li>Selection by attribute dalla carta vettoriale dei toponimi </li></ul><ul><li>Conversion delle selected features to raster. </li></ul><ul><li>Riclassificazione del raster, rispettivamente con valore 3 a tutti i toponimi selezionati e 0 ai NoData. </li></ul>TOPONIMI
  17. 17. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 Elevation data + Slope data + Sinks data + Pedological data + Geological data + Toponymic data = ---------------------- MAP ALGEBRA aree ad elevata potenzialità di allagamento aree a media potenzialità di allagamento aree a bassa potenzialità di allagamento
  18. 18. Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico di 10 VERIFICA
  19. 19. di 10 Mappa Project: Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico … .ma siamo solo all’inizio, seguiteci su www.mappaproject.org

×