Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il corpo sullo schermo

123 views

Published on

Intervento dedicato al corpo e i social media per la XXV Summer School di Media Education, promossa dal Med sul tema “Dal corpo-medium al corpo mediato.Tra educazione, rappresentazione e relazione" a Lucca (3-8 luglio)

Published in: Social Media
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il corpo sullo schermo

  1. 1. Manolo Farci Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Il corpo sullo schermo Immaginari performativi nelle culture digitali
  2. 2. Vignetta apparsa su The New Yorker (Giugno 1993)
  3. 3. La cultura della simulazione può aiutarci a realizzare la visione di un’identità multipla ma integrata, la cui flessibilità, duttilità, e capacità di felicità provenga dalla possibilità di accedere ai nostri molti sé (Sherry Turkle – La vita sullo schermo 1996).
  4. 4. CORPO VIRTUALE E DISSEMINATO Viene messa in discussione l’idea dell’esistenza di un “io” per ogni singolo corpo: la collocazione dell’identità nel corpo è un costrutto sociale
  5. 5. La svolta visuale dei social media
  6. 6. Svolta visuale dei social media o Accesso continuo ad Internet o Diffusione degli smartphone o Apps, piattaforme focalizzate sull’imagine, videostreming Diffusione delle rappresenzioni visuali e nuove dinamiche di mediazione sociale della vita quotidiana
  7. 7. Da strumento per supportare i momenti più memorabili della propria vita domestica …
  8. 8. …a mezzo per comunicare e condividere gli aspetti più ordinari della propria vita
  9. 9. Questo cambiamento coinvolge soprattutto gli adolescenti ed è influenzato dal loro uso degli strumenti di comunicazione personale, come smartphone o tablet
  10. 10. Dall’anonimato all’autopromozione
  11. 11. Facebook è un ambiente non anonimo che offre all’utente l’opportunità concreta di enfatizzare quelle parti della propria identità che non sono facilmente esprimibili negli ambienti faccia a faccia, di potenziare un’immagine auspicabile di se stessi, in grado cioè di esaltare quelle caratteristiche più socialmente desiderabili.
  12. 12. Quando guardiamo negli schermi dell’epoca Web 2.0, in realtà osserviamo noi stessi. È tutto un unico circuito infinito. Noi e lo specchio ci apprezziamo a vicenda (Jonathan Frazen)
  13. 13. Insieme ma soli (Sherry Turkle 2012) Mi piacerebbe assomigliare di più alla me online Su Facebook scrivo pensando all’effetto Mi viene l’ansia se l’ultimo post in bacheca risale a una settimana fa, perché ti fa sembrare un nerd
  14. 14. Facebook e i rischi della comparazione sociale
  15. 15. Il corpo perfetto secondo la ricerca effettuata dalla società Bluebella (2014)
  16. 16. «Thinspiration» su Pinterest
  17. 17. La carne sarà in grado di contemplarsi in quanto carne da rivista: liscia, patinata, chiara (Kroker e Weinstein, 1996)
  18. 18. IL PHOTOSHOP E’ BULLISMO Polemiche sul fotoritocco della cantante Lorde e dell’attrice Keira Knightley
  19. 19. Filtro Photoshop-like su Snapchat
  20. 20. Filtro Flower-crown su Snapchat
  21. 21. Tinder e la «self-objectification»
  22. 22. Body Positivity e Social Media
  23. 23. Campagna #imnoangel lanciata dal brand Lane Bryant (2015)
  24. 24. Jack Baker reinterpreta #ImNoAngel #EmpowerALLBodies
  25. 25. One of 'The Most Body Positive Photos From the Last 30 Years‘ (Jack Baker)
  26. 26. Tumblr Blog: I Need Fat Acceptance because….
  27. 27. Hashtag Activism e Fat Acceptance
  28. 28. •“ Campagna #BarefacedBeauty lanciata dalla Renfrew Center Foundation (Febbraio 2014)
  29. 29. Alicia Keys e la campagna #NoMakeUp Non voglio più nascondermi. Non la mia faccia, non la mia mente, non la mia anima
  30. 30. •“ Selfie e le tecnologie di autorappresentazione
  31. 31. I selfie sono autoritratti fotografici, realizzati con una camera digitale o la camera di uno smartphone e fatti per essere condivisi su piattaforme di digital sharing come Facebook, Twitter o Instagram. Una recente ricerca della Pew Research Center del Marzo 2014 ha trovato come il 55% dei Millennials (18-33 anni) ha postato un selfie nei social network
  32. 32. HTC One Selfie Phenomenon report (Marzo 2013)
  33. 33. I selfie come strumento di «impression Management»
  34. 34. Le immagini dei corpi in Rete ci insegnano come vederci Sexy Selfie come tecnologia di cura del sé
  35. 35. Le immagini dei corpi in Rete ci insegnano come vederci Sexy Selfie come atto di resistenza all’economia visuale consumista
  36. 36. Spudoratezza performativa
  37. 37. •“L’account Instagam «Naked Diaries»
  38. 38. •“L’account Instagam «Naked Diaries»
  39. 39. Progetto «Be Your Own Beloved» lanciato dalla blogger Vivienne McMaster
  40. 40. Selfies as a tool for Self-Compassion & Body Acceptance
  41. 41. Reclamare il copyright della propria vita
  42. 42. •“Jennifer Ringley e l’Empowering Exhibitionism
  43. 43. •“ Quando decidi di mostrare ogni cosa, tu diventi libero: nessuno può “catturarti” più, dal momento che non vi è più nulla da catturare.
  44. 44. Alle volte è più radicale mostrare che nascondersi Lena Dunham mostra su Instagram le pasticche che prende per curare il suo disturbo ossessivo-compulsivo
  45. 45. o Celebrare il valore di ogni corpo, indipendentemente da taglie, forme, colore o Rendere visibile quello che spesso resta invisibile allo sguardo o Onorare la diversità e l’interconnessione o Combattere contro l’idea che la nudità è intrinsecamente sessuale

×