Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La montaña 15 marzo 2017 papà

231 views

Published on

Messaggio de La Jardinera 15 marzo 2017

Published in: Healthcare
  • DOWNLOAD FULL BOOKS, INTO AVAILABLE FORMAT ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

La montaña 15 marzo 2017 papà

  1. 1. 1 La Montaña, 15 Marzo 2017 “Il Padre” Miei cari semi, mie preziosissime stelle, Oggi è il 19 Marzo, giorno di San Giuseppe in Europa; in alcuni paesi celebrano il giorno del padre, la festa del padre, in altri è nel mese di Giugno, nel mese d’Agosto, di Luglio, qui è oggi. C’era una famiglia con due figli, la madre un mattino li svegliò dicendogli: “Buongiorno! Svelti, oggi è un giorno molto speciale, celebreremo la festa del Papà!”. Loro, ancora mezzo addormentati, guardarono la madre, avevano più voglia di continuare a dormire che di andare ad aiutarla. La madre iniziò a dargli dei bacetti, a vestirli e gli disse: “Facciamo colazione e poi andrete a fare delle spese”; i due si guardarono, non potevano dire di no, perché era davvero un giorno molto speciale. Già vestiti, colazione fatta, la madre gli diede la lista e se ne andarono per spese. Tornando dal negozio, la madre li aveva incaricati di portare latte, farina, uova, cioccolato, mele, tutto il necessario per fare un dolce. Giungendo a casa, inciamparono in alcune radici che uscivano da un albero e senza rendersene conto caddero e ruppero le uova. Si guardarono l’un l’altro e dissero: “addio dolce! Meno male che abbiamo la farina, lo zucchero, ah e le mele, sarà una torta alle mele”. Uno di loro disse: “si fratello, raccogliamo tutto, così la mamma non se ne renderà conto”. Si dissero l’un l’altro: “Uhi, queste mele sono buonissime! Le proviamo? Una metà per te e l’altra per me”, cominciarono a provare le mele, erano deliziose! Sapete che queste mele avevano un gusto talmente saporito che diedero morsi e morsi e quando giunsero a casa, restava solo il torsolo dell’interno, in francese si chiama il “troñón”. La madre li guardò e disse: “Che è successo?” “Mamma’, siamo inciampati e per consolarci abbiamo voluto mordere una mela, ma erano talmente buone che ti abbiamo lasciato soltanto il torsolo con le “pepitas”
  2. 2. 2 o semi. Abbiamo fatto un gran sorriso, ma nostra madre non sorrise, non so perché il suo viso era lungo e negli occhi aveva uno sguardo molto particolare”. “Bene –disse- lo sistemo”. Quindi mise sul tavolo il latte, lo zucchero, il burro, per poter fare la torta per la festa del papá, tutti amiamo il papá, é il più grande del mondo, è il nostro idolo, è il nostro Superman, è colui che sa tutto, che tutto conosce, che sempre ci difende, che ha un buon profumo, colui che speriamo ci dia domani la sua maglietta, il suo texano, E’ unico!”. Mentre la mamma preparava la torta abbiamo detto: “Poverina lei, sta in silenzio” e con un viso come vi avevo detto molto particolare. Abbiamo messo la nostra musica preferita, era rap, musica metal, l’abbiamo messa troppo alta, perché all’improvviso abbiamo visto la mamma gridare e non ne capivamo il motivo e disse che le faceva male la testa con la musica così forte, poverina non sapevamo che la nostra musica le avrebbe dato questo gran dolore di testa, quindi l’abbiamo spenta e ci guardò di nuovo, era uno sguardo che ci eravamo abituati a vedere e disse: “Andate a farvi un bagno, mettetevi il pigiama e preparatevi bene per quando arriva vostro padre, celebreremo la festa quando rientra dal lavoro”. Noi saltammo di gioia: “Siii! Cominciando a riempire la vasca con acqua tiepida, né calda né fredda, poi ci siamo buttati dentro come da un trampolino, immaginavamo fosse pieno di delfini, che andavano nel mare più profondo e senza rendercene conto l’acqua del bagno stava arrivando ai piedi di mamma in cucina. Si spaventò e venne correndo pensando che ci era successo qualcosa e quale fu la sua sorpresa nel vederci contenti e felici perché finalmente eravamo marinai d’acqua dolce. Povera mamma! Una volta ancora si mise a raccogliere l’acqua con un asciugamano e non finiva mai, era talmente gradevole l’acqua e siamo stati talmente bene, che decidemmo di andare ad asciugarci nella nostra camera per poi metterci il pigiama.
  3. 3. 3 Una volta messo il pigiama ci venne una idea meravigliosa, saltare sul materasso e la rete, saltammo, saltammo, pensando che avremmo toccato il cielo e che nel cielo e cioè nel soffitto della camera, c’erano stelle, c’era il firmamento, c’erano i nostri angeli e saltammo fino a che improvvisamente si udì un rumore, la rete, una delle doghe si ruppe, ancora una volta entrò la mamma e ci guardò e vedemmo che cambiava di colore. Normalmente nostra madre ha il viso bianco molto bello, ma qui diventava prima rosato, poi rosso e i capelli che erano sempre ricci si stiravano ed era come se veramente fosse stata ad una festa di razzi, non giungemmo a comprendere la sorpresa che aveva, abbassò le braccia e disse: “Non ne posso più”!, le dicemmo: “Non preoccuparti mamma, metteremo alcuni mattoni sotto che sosterranno la rete, non preoccuparti, ce ne sono in garage” e salimmo di corsa per sistemare ciò che avevamo rotto. Intanto arrivò papà, gli saltammo al collo, fra le braccia “Buon giorno papà, che tu sia felice!” e ci disse: “Come è andata la giornata?” “Molto bene! Non volevamo dirtelo, ma hai una sorpresa, mamma è felice e contenta, l’idea è sua, noi l’abbiamo solo aiutata a stare tranquilla, calma, con un sorriso, ha perfino il viso arrossato, sai come quando le belle ragazze si mettono la polvere sulle guance, uguale”. Allora nostro padre ci guardò molto sorpreso e pensò: “Cosa faccio, rido o mi allarmo?”, così abbiamo compreso e gli abbiamo detto: “Papá tranquillo, hai una sorpresa e giungendo a casa abbiamo visto nostra madre. Si era pettinata, ma alcune ciocche erano come da strega, si era lavata il viso e finalmente si era messa un abito molto carino, era bella e sembrava una fata, una regina. Papá quando la vide le disse: “Come sei bella” e lei disse: “Andiamo a tavola” e tirò fuori il dolce. Era il più bello che avessimo mai visto. Guardammo la mamma dicendole: “Felicitazioni mamma, è la migliori prova d’amore che hai potuto dare a nostro padre! Riconosciamo
  4. 4. 4 che ti abbiamo aiutato e abbiamo fatto il meglio che abbiamo potuto, quindi puoi contare su di noi la prossima volta”. La madre si mise a ridere, il padre non comprese e le disse”Come sono orgoglioso di voi!” Lo sapevo che avevate fatto i buoni, degli angeli. Condivisero il dolce, cantarono e diedero un bacio al padre “Felice giorno papà, ti amiamo papà, sei il migliore e non dimenticare che sei il nostro eroe!”. E andarono a dormire. Una volta a letto, venne la madre e le dissero: “Mamma, oggi volevamo tanto aiutarti che hai fatto il miracolo, ti abbiamo tirato la farina, abbiamo rotto le uova, ci siamo mangiati le mele, abbiamo inondato la casa, abbiamo rotto il letto e papà felicissimo per non aver visto nulla, permettici mamma che ti diamo un bacio, due baci, mille baci, per ringraziarti perché senza di te non sapremmo cosa significa amare papà, perché senza di te non sapremmo ciò che è l’Autentico Amore. Ti vogliamo bene mamma! Adesso papà non ci vede ma deve sapere che se lui è il nostro eroe, tu sei l’unica e lo sarai sempre per noi. Mille baci mamma, Felice giorno del padre! Magari ho anticipato di qualche giorno, effettivamente, ma così non me ne dimentico. Nicola della Sardegna è per te questo Messaggio, abbi coraggio, forza e soprattutto molta Fede nel tuo cuore! Il Maestro Gesù ci parla sempre, noi non comprendiamo, cerca di capire ciò che vuole dirti e sarà molto felice, così come la tua famiglia, per tutti i padri, Román, Luis Fernando (il mio giardiniere diplomatico Brasiliano), Rubén, José Andrés, Raffaele, Jokin, per Hugo del Méssico, Joao, Elohir, Romeu, ci sono tanti padri, non finirei mai di nominarli tutti.. Padri del pianeta del mondo, siate sempre guidati dalla Luce che portate dentro, siate retti, concilianti, comprensivi ed abbiate molta pazienza, i vostri figli vi amano, a volte non sanno come esprimerlo o come dirlo, ma vi vogliono bene e vi amano. Per quei padri che sono nella
  5. 5. 5 Luce, anche per loro Felice giornata! E’ un modo per dirvi che sempre sarete nel cuore e di fianco a voi per i futuri padri o per coloro che non desiderano essere padri. E’ un giorno di festa anche per loro, per tutti i “singles”, perché anche loro hanno avuto un padre ed hanno sempre un amore verso le piante, gli animali, gli alberi, le pietre. Mie stelle ho condiviso questa storia di bambini perché sono certa che è successo a tutti noi e a tutti va bene ricordare il QUI E OGGI. Con tutto il mio amore, La Jardinera Ps. Francesco, Stefano, Alessandro, Gualtiero, Aldo, Giacinto, Mario, Andrés, Franco, Juan Carlos, Vicente. Giovani non dimenticate il giorno del Papà!

×