La rivoluzione della sostenibilità

305 views

Published on

Scienza e tecnica per un futuro migliore

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
305
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La rivoluzione della sostenibilità

  1. 1. La rivoluzione della sostenibilità Scienza e tecnica per un futuro migliorePorre al centro dell’attenzione la vitadell’uomo e di tutta l’ecosfera.Costruire insieme, oggi, il buon senso didomani Luca Madiai luca@mdf-firenze.it
  2. 2. Indice • Scenario attuale • Il ruolo della scienza • Fondamenti del cambiamento • Cosa fare ora
  3. 3. Scenario attualeLa questione della sostenibilità non riguarda solol’ambienteInsostenibilità: 1.Ambientale 2.Economica 3.Sociale
  4. 4. Scenario attuale• Cambiamenti climatici• Gas serra: – Vapore acqueo (resp. 65%) • Effetto serra naturale – CO2 (resp. 15%) • Combustibili fossili • Deforestazione – CH4 (resp. 8% x30 CO2) • Discariche • Colture (riso, paludi) • Allevamenti Fonte: chefuturo.it – N2O (x300CO2)
  5. 5. Scenario attuale• (fame e malnutrizione 825 milioni, 1990; 915 2008; 1 mld 2009) sovrappeso• Aumento prezzo cibo• Risorse limitate (terra acqua)
  6. 6. Scenario attuale• Trend: 80 milioni di persone all’anno Popolazione mondiale 8000 7000 6000 Milioni di abitanti 5000 4000 3000 2000 1000 0 fonte: wikipedia
  7. 7. Scenario attuale• Inquinamento globale• La logica NIMBY• Ecologia di superficie• Economia verde, lo sviluppo sostenibile SISTEMA RIFIUTI RISORSE ECONOMICO
  8. 8. Il ruolo della scienza• Fisica meccanica (XVII sec.-XVIII sec.) (Galileo, Newton, determinismo, riduzionismo)• Termodinamica (XIX sec.) (Carnot, Kelvin, Clausius, Primo e secondo principio)• Fisica moderna (XX sec.) (Einstein, Planck, Heisenberg, relatività, indeterminazio ne, quantistica)
  9. 9. Principi della termodinamica• Primo principio In un sistema isolato l’energia resta la stessa (quantità)• Secondo principio In un sistema isolato il calore non può passare da un corpo freddo a uno caldo (qualità) L’energia si conserva in quantità ma non in qualità
  10. 10. Fondamenti del cambiamento I quattro punti del “capitalismo naturale”: 1) Efficienza 2) Bioimitazione 3) Flussi di servizi 4) Investimenti nel capitale naturale
  11. 11. EfficienzaAumento efficienza: fare più con meno• Ridurre uso di materia Come:• Ridurre uso di energia - Riprogettazione• Ridurre gli sprechi - Nuove tecnologie - Nuovi materiali• Ridurre i rifiuti - Processi produttiviEsempi: - Controlli - Buon senso- Riscaldamento case (20-50%)- Trasporto-Illuminazione (12%)- Produzione e conversione energia- Processi industriali
  12. 12. Riscaldare le case• Riqualificazione energetica degli edifici• Costruzioni in paglia• Casa passiva e attiva
  13. 13. Illuminazione• Compact fluorescent lamp (CFL) -75% energia e 10 volte durata rispetto incandescenti• Light emitting diode (LED) >-85% energia e 50 volte durata rispetto incandescenti• Sensori e regolatori• Buon sensoRisparmio globale dal 7 al 19 % di elettricità
  14. 14. Trasporto
  15. 15. Elettrodomestici più efficienti
  16. 16. BioimitazioneI rifiuti devono essere considerati come segnali cheidentificano errori di progettazione o gestione SISTEMA RIFIUTI RISORSE ECONOMICO
  17. 17. Strategia energetica1) Fonti rinnovabili2) Efficienza di conversione3) Risparmio4) Stili di vita
  18. 18. Consumi d’energia• Grafici pagina 79 armaroli
  19. 19. Idrogeno
  20. 20. Bibliografia• Hawken P. , Lovins A. e H. – Capitalismo naturale• Balzani V. , Armoroli N. – Energia per l’astronave Terra• Lester Brown – Plan B• Dalla Casa Guido – Ecologia Profonda• Pallante Maurizio – La felicità sostenibile

×