Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Pillole Di Formazione - Dai Tempo Al Tempo

2,041 views

Published on

Slide per l'incontro "Pillole di Formazione" del 7 aprile 2009

Published in: Education, Business, Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Pillole Di Formazione - Dai Tempo Al Tempo

  1. 1. Dai Tempo al Tempo Pillole di Formazione 7 aprile 2009 Confindustria Padova – Delegazione Ovest Colli
  2. 2. www.luigimengato.com info@luigimengato.com Chi siamo: presentiamoci
  3. 3. Il Calendario: quale usare? Come usarlo? 1. Perché usarlo ? Parleremo della metodologia di 2. Pianificazione del tempo e …. …. di come organizzare in modo efficace 3. ed efficiente gli Appuntamenti. Obiettivi dell’incontro
  4. 4. LE LISTE: Non vi è una reale  pianificazione del tempo, si affida alla capacità mnemonica della persona di ricordarsi di tutte le attività previste, avvalendosi eventualmente di liste da portare con sé e verificare a fine giornata. IL PLANNING: Questo approccio alla  gestione del tempo prevede una pianificazione fiscale e razionalizzata del tempo, con utilizzo di agende e planning, esasperando il concetto di efficienza personale e portando a considerare il mondo come potenziale mezzo o ostacolo da superare per svolgere le proprie attività. Gestione del Tempo: un po’ di storia ….
  5. 5. LE PRIORITA’: Si basa sull’individuazione !  dei valori e sulla fissazione delle priorità. Viene utilizzata sia per programmare la giornata lavorativa, sia per verificare la corrispondenza tra attività quotidiane e obiettivi a medio – lungo termine posti all’inizio GLI OBIETTIVI: Trae origine dalla sintesi  dei precedenti, cercando di esaltarne i punti di forza e di sopperire ai punti di debolezza. Parte dal presupposto che gestire il proprio tempo non vuol dire iper-pianificare, ma raggiungere un equilibrio interiore , cercando di soddisfare esigenze lavorative, ma anche quelle sociali, fisiche e mentali. Gestione del Tempo: un po’ di storia ….
  6. 6. … il termine “gestione del tempo” è in  realtà fuorviante: il problema non consiste nel gestire il tempo, ma nel gestire noi stessi. Stephen R. Covey: “Le 7 regole per avere  successo” ed FrancoAngeli La 4° generazione di “Gestione del Tempo”
  7. 7. Performance Management
  8. 8. www.luigimengato.com
  9. 9. http://www.forema.it/seminari/corso.php?ID=492&NEnte=1  15 e 21 aprile 2009  Seminario “Padroni del proprio tempo”
  10. 10. Cosa fare Quando Perchè Performance Management
  11. 11. La perfezione è raggiunta non quando non c’è più niente da aggiungere, ma quando non c’è più niente da togliere. Antoine De Saint-Exupery (autore de Il Piccolo Principe) Pareto & Parkinson
  12. 12. Nel 1897 Pareto, studiando la  distribuzione dei redditi, dimostrò che in una data regione solo pochi individui possedevano la maggior parte della ricchezza. Questa osservazione ispirò la cosiddetta  quot;legge 80/20” (formulata da Joseph M. Juran) nota con il nome di principio di Pareto:  l'80% dei risultati dipende dal 20% delle cause I principi: legge di Pareto
  13. 13.  Tempo:  l’80 % dei risultati deriva dal 20% dello sforzo e del tempo impiegati; Da studiare:  Qual è il 20% delle fonti che occupa l’80% del tempo ?  Qual è il 20% delle fonti che produce l’80% dei risultati ? Legge di Pareto e il tempo
  14. 14. Cyril Northcote Parkinson (1909 – 1993),  storico e scrittore britannico.  Illavoro si espande fino a riempire il tempo disponibile per il suo completamento I principi: legge di Parkinson
  15. 15. Limitare le Attività all’essenziale per abbreviare il tempo di lavoro (Pareto) + Abbreviare il tempo di lavoro per limitare le Attività all’essenziale (Parkinson) Pareto + Parkinson
  16. 16. Lo strumento: il calendario Analisi del calendario
  17. 17. Il vaso è pieno ? Se non si mettono per primi i sassi più grossi, in seguito non ci si potrà mettere il resto. Il tempo: una risorsa finita
  18. 18. Qual è il vantaggio del Calendario di Outlook ? Mi permette di esercitare l’overview sul tempo (zoom): anno, mese, settimana, giorno, ore. Lo strumento: il calendario
  19. 19. - ANNO + MESE SETTIMANA GIORNO/ORA Overview sul tempo
  20. 20.  Disattivare i promemoria di default ◦ http://office.microsoft.com/it-it/outlook/HP100307951040.aspx?pid=CH102499821040  Aprire Outlook sul Calendario: http://office.microsoft.com/it-  it/outlook/HP052431671040.aspx?pid=CH100788811040 Consigli tecnici ……
  21. 21. Appuntamenti con sé stessi  ◦ Altri = contraenti forti ◦ Noi = contraenti deboli Definire ora di inizio ma soprattutto ora di  fine Consigli “metodologici” ……
  22. 22. Lavorare per Priorità
  23. 23. Matrice di Covey: come e dove spendiamo il tempo
  24. 24. Applicare il metodo LIFO invece del FIFO  Non saper dire di NO (bisogna avere un  “SIquot; più grande che ci appassiona); Dare Priorità a lavori che ci piacciono, che  ci divertono ma che non sono importanti Dare priorità a lavori facili  Errori comuni
  25. 25. La Pianificazione Quando, come e cosa pianificare
  26. 26. Quando:  ◦ 1 mese prima Cosa fare:  ◦ Check ed Act dell’anno trascorso ◦ Definire il PdA ◦ Studiare il tempo futuro (feste, fiere, anniversari, compleanni, uscita di prodotti, …) Overview dell’anno
  27. 27. Quando:  ◦ Due o tre giorni prima della fine del mese Cosa fare:  ◦ Check ed Act del mese trascorso ◦ Studiare il prossimo mese: Su quali categorie lavoro ?  Quali attività importanti ?  ◦ Pianificare le giornate (appuntamenti importanti, corsi, eventi, ) Overview del mese
  28. 28. Quando:  ◦ venerdì Cosa fare:  ◦ Check ed Act della settimana trascorsa ◦ Studiare il tempo futuro (appuntamenti, orari, spostamenti, …) ◦ Studiare le Attività su cui lavorare ◦ Azioni importanti Overview della settimana
  29. 29. Quando:  ◦ La sera, prima di chiudere la giornata Cosa fare:  ◦ Check ed Act della giornata trascorsa ◦ Controllare le Attività non lavorate e riposizionarle nel tempo ◦ Studiare il domani (appuntamenti, orari, spostamenti, …) ◦ Studiare le Attività su cui lavorare ◦ Azioni importanti Overview del giorno
  30. 30. Permette l’anticipazione mentale  Attiva il SAR  Evita le distrazioni  Stimola l’Eustress  Permette di rimanere sul Quadrante 2 ed  impedisce di “cadere” sul Quadrante 1 Scarica l’ Inconscio, libera risorse per  Conscio e Subconscio Genera controllo, quindi sicurezza e  tranquillità Vostri suggerimenti ….  Vantaggi della Pianificazione
  31. 31. valutare gli scostamenti tra quanto pianificato e quanto avvenuto realmente Cause frequenti di scostamento:  ◦ mancanza di autodisciplina nel rispettare il piano scritto ◦ Sottostimare/sovrastimare il tempo ◦ eccedere il n° di attività ◦ eccesso di interruzioni non gestite ◦ “altri” che tendono a prevaricarci ◦ eccesso di eventi imprevedibili (ma lo erano veramente ?) ◦ scarsa leadership verso i ns. impegni Monitorare le pianificazioni
  32. 32. Ricordate Pareto + Parkinson 1. Usate 1 calendario (Outlook ?) 2. Segnate gli appuntamenti con voi stessi 3. Definite ora inizio e ora fine 4. Pensate, Prevedete, Pianificate (3P) 5. Ricetta: le 5 pillole.
  33. 33. Arrivederci alla prossima pillola  Martedì 28/04/09   Alessandro Carli Fare di più …. facendo di meno: come  delegare con successo.

×