Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Decision Making

2,897 views

Published on

Slide utilizzate durante l\'incontro di Pillole di Formazione del 04.11.08 presso la Confindustria Padova, Delegazione Ovest Colli. (http://wikiformazione.blogspot.com/2008/10/formazione-20-pillole-di-decision.html)

Published in: Education
  • Be the first to comment

Decision Making

  1. 1. Decision Analysis Relatore: Andrea Dallan “ Chiunque può prendere una buona decisione se ha abbastanza fatti a disposizione. Un buon manager può prendere una buona decisione senza abbastanza fatti. Un manager perfetto può operare in completa ignoranza.” (Legge di Spencer sui dati – Murphy)
  2. 2. Presentiamoci Decision Analysis
  3. 3. Il processo decisionale Un processo è := una sequenza di passaggi strutturati volta ad ottenere un risultato specifico. Esiste un processo per analizzare e prendere le decisioni? Decision Analysis
  4. 4. I processi Kepner Tregoe  Il processo decisionale è uno degli strumenti di analisi elaborati da Charles H. Kepner e Benjamin B. Tregoe, due sociologi americani alla fine degli anni „50  Sono stati identificati quattro diversi approcci di lavoro Best Practices  Il libro: The New Rational Manager, di Charles H. Kepner e Benjamin B. Tregoe, pubblicato da Princeton Research Press nel 2006 Decision Analysis
  5. 5. 0. Situation Appraisal  Per valutare la situazione e scegliere le aree di intervento. 1. Decision Analysis 2. Problem Analysis 3. Potential Problem/ Opportunity Analysis Decision Analysis
  6. 6. Decision Analysis 1. Il titolo della decisione 2. Gli obiettivi I criteri ◦ MUSTs e WANTs ◦ Pesare gli WANTs 3. Le alternative 4. Valutare il rischio 5. Prendere la decisione Decision Analysis
  7. 7. Prima di partire: come si prende la decisione  Singolarmente  In gruppo In entrambi i casi il processo rende VISIBILI i passaggi del processo Ottimo con le FLIPCHART Decision Analysis
  8. 8. Il Titolo della decisone  In questa fase occorre chiedersi ◦ Cosa si deve decidere? ◦ Cosa stiamo cercando di fare? Titolo!! È importante che il titolo sia scritto in una zona visibile lungo tutto il processo Deve essere il più specifico possibile. Decision Analysis
  9. 9. Esempi di Titolo  Scegliere quale auto aziendale acquistare per il nuovo commerciale Italia.  Decidere quale nuovo impianto di produzione acquistare per la realizzazione di…  Decidere quale candidato assumere per la posizione di… … Decision Analysis
  10. 10. Gli Obiettivi  Per identificarli ci chiediamo: ◦ Quali benefici di breve e lungo termine vogliamo? ◦ Quali risultati vogliamo raggiungere? ◦ Quali risorse dovremmo utilizzare o risparmiare? ◦ Ci sono restrizioni che influenzano questa scelta? ◦ Come è influenzata la scelta da: management, politica aziendale, legge dello stato, costo, tempo, attrezzature, produttività, HR, concorrenza, ricerca…? Decision Analysis
  11. 11. I Criteri  Dagli obiettivi derivano immediatamente i criteri della decisione Ad esempio: “Voglio un‟auto che consumi poco” produce il criterio “Minimo consumo in l/100km”  I criteri devono essere il più possibile specifici e misurabili – Ma spesso sono anche qualitativi (Ad es.: l‟estetica dell‟auto)  Attenzione a non duplicare i criteri Decision Analysis
  12. 12. MUSTs e WANTs  Per ciascun criterio, decidere se è: ◦ un MUST, cioè un criterio che deve essere rispettato ◦ un WANT, cioè una caratteristica desiderata ma non indispensabile  Ad esempio: ◦ “Auto a 5 porte: MUST” ◦ “Consumo medio inferiore a 7l/100km: MUST” ◦ “Minimo consumo medio: WANT” Decision Analysis
  13. 13. Pesare gli WANTs  Una volta elencati gli WANTs, diamo a ciascuno un peso relativo, ad esempio da 1 a 10. Titolo! Crit.1 = 7 Crit.2 = 10 Crit.3 = MUST Crit.4 = 6 Crit.5 = 7 Crit.6 = 3 Decision Analysis
  14. 14. Le alternative  Quali sono le scelte disponibili? ◦ Fare un elenco  Eliminare subito le scelte che non rispondono ai criteri MUST Decision Analysis
  15. 15. Pesare le alternative rimanenti per ciascun WANT  Valutare quanto ciascuna alternativa risponde a ciascun criterio Dare una valutazione da 1 a 10 (1 = minimo; 10 = massimo)  Applicare il procedimento di calcolo alla slide successiva Decision Analysis
  16. 16. Titolo!! Alt 1 Alt 2 Alt 3 Alt 4 Alt 5 Want 1 4 3 7 10 9 Peso 1-10 2 2x4=8 6 14 20 18 Want 2 4 3 7 10 9 Peso 1-10 5 20 15 35 50 45 Want 3 4 3 7 10 9 Peso 1-10 4 16 12 28 40 36 Want 4 4 3 7 10 9 Peso 1-10 5 20 15 35 50 45 Want 5 4 3 7 10 9 Peso 1-10 6 24 18 42 60 54 Want 6 4 3 7 10 9 Peso 1-10 10 40 30 70 100 90 Want 7 4 3 7 10 9 Peso 1-10 9 36 27 63 90 81 Want 8 4 3 7 10 9 Peso 1-10 8 32 24 56 80 72 Want 9 4 3 7 10 9 Peso 1-10 7 28 21 49 70 63 Want 10 4 3 7 10 9 Peso 1-10 2 8 6 14 20 18 Totale somma( ) = 232 174 406 580 522 Decision Analysis
  17. 17. Valutare le alternative con i punteggi più alti  Valutare il rischio ◦ Cosa potrebbe andare male, nel lungo e nel breve termine, prendendo questa decisione? ◦ Quali sono le implicazioni di essere vicino a un limite MUST? ◦ Quali sono gli svantaggi di scegliere questa alternativa? ◦ Ci sono informazioni che potrebbero essere non valide? Quali sono le implicazioni? ◦ Ci sono criteri duplicati? Decision Analysis
  18. 18. Prendere la decisione  Siamo disponibili ad accettare i rischi e gli svantaggi per beneficiare dei vantaggi di questa scelta?  SI => Prendiamo la decisione  NO => Riprendiamo l‟analisi della decisione (modificando i criteri, le alternative, cercando nuovi dati) Decision Analysis
  19. 19. Esercizio  Titolo: Scegliere un‟auto per uso aziendale adatta al servizio riparazione condizionatori end-user Decision Analysis
  20. 20. Le Pillole di Formazione http://wikiformazione.blogspot.com Il prossimo incontro: La gesione del conflitto ambientale Relatore: Silvio Bartolomei Il 25/11/2008 alle 17.00 Presso la Delegazione OVEST COLLI, Via Bernardi, 1 - Centro direzionale quot;La Querciaquot; - Z.I. Rubano

×