Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Impatto Tecnologie Indossabili Sulla Comunicazione Aziendale

538 views

Published on

È evidente come il modello di business dell’intermediario, 
del ricarico sul servizio abbia ormai perso efficacia e valore. I nuovi modelli di business che creano ricchezza 
sono diretti, personali, empatici, indispensabili. Ecco quindi che nella comunicazione di oggi e nei nuovi modelli di business occorre empatia per imparare a: “Comunicare agli altri ciò che vorremmo 
(e come vorremmo) che fosse comunicato a noi.”
In conclusione, dal punto di vista dell’azienda, 
l’impatto delle tecnologie (incluse quelle indossabili) sulla comunicazione porterà a massimizzare 
gli sforzi per empatizzare in modo autentico e trasparente con i consumatori attraverso relazioni dirette, profilate basate sulla fiducia.

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Impatto Tecnologie Indossabili Sulla Comunicazione Aziendale

  1. 1. www.lucaleonardini.com Business Architect L’impatto delle tecnologie indossabili sulla comunicazione? Empatia per comunicare agli altri nello stesso modo in cui vorremmo comunicassero con noi. ACSG Milano, 17 Marzo 2015
  2. 2. www.lucaleonardini.com Business Architect Bibliografia: David Orban: presentazione della Network Society Project al Parlamento Italiano (30.09.2014) Bruce Kasanoff: “Smart Customers, Stupid Companies” (2012)
  3. 3. www.lucaleonardini.com Business Architect 2003 - 2013 40% di aziende rimpiazzate nella classifica di Fortune.
  4. 4. www.lucaleonardini.com Business Architect Dal 1920 ad oggi, 
 la vita media di un’azienda 
 dell’indice S&P 500 
 è scesa da 67 a 15 anni.
  5. 5. www.lucaleonardini.com Business Architect Aziende “piccole” creano enormi ricchezze e registrano prestazioni 10 volte superiori 
 rispetto alla concorrenza.
  6. 6. www.lucaleonardini.com Business Architect
  7. 7. www.lucaleonardini.com Business Architect …, 0.03125, 0.0625, 0.1250, 0.2500, 0.5000, 1
  8. 8. www.lucaleonardini.com Business Architect …, 1, 2, 4, 8, 16, 32, 64, 128
  9. 9. www.lucaleonardini.com Business Architect “Il progresso tecnologico avanza a velocità esponenziale, non lineare.”
  10. 10. www.lucaleonardini.com Business Architect
  11. 11. www.lucaleonardini.com Business Architect
  12. 12. www.lucaleonardini.com Business Architect Lilipad e-traces Sport
  13. 13. www.lucaleonardini.com Business Architect Sport
  14. 14. www.lucaleonardini.com Business Architect Sport
  15. 15. www.lucaleonardini.com Business Architect Abbigliamento
  16. 16. www.lucaleonardini.com Business Architect Abbigliamento
  17. 17. www.lucaleonardini.com Business Architect Domotica
  18. 18. www.lucaleonardini.com Business Architect Domotica
  19. 19. www.lucaleonardini.com Business Architect Realtà aumentata
  20. 20. www.lucaleonardini.com Business Architect Realtà aumentata
  21. 21. www.lucaleonardini.com Business Architect http://en.wikipedia.org/wiki/Word_Lens Word Lens Realtà aumentata
  22. 22. www.lucaleonardini.com Business Architect http://techstylenews.com/2014/12/26/next-touchscreen-is-your-own-skin/ Realtà aumentata
  23. 23. www.lucaleonardini.com Business Architect Emilia Romagna, Piemonte, Sardegna, Lazio, … Criptomonete
  24. 24. www.lucaleonardini.com Business Architect Beacons - NFC - Bluetooth - BLE (low energy)http://www.bluetooth.com/Pages/low-energy-tech-info.aspx
  25. 25. www.lucaleonardini.com Business Architect In alcuni dei casi illustrati e in molti altri esistenti, risulta che siamo all’inizio della rampa esponenziale … … che stiamo ancora raggiungendo l’uno. Ciò rende più difficile la percezione del cambiamento. 0.03125, 0.0625, 0.1250, 0.2500, 0.5000, 1
  26. 26. www.lucaleonardini.com Business Architect “Smart Customers are made for Smart Companies” Fonte: testo di M. Hinshaw e B. Kasanoff Smart Customers, Stupid Companies: 
 Why Only Intelligent Companies Will Thrive and How To Be One of Them
  27. 27. www.lucaleonardini.com Business Architect Aumento esponenziale di sensori che misurano ogni aspetto della realtà. SENSORI DIGITALI L’impatto dei social media che ha trasformato la relazione aziende/clienti. SOCIAL INFLUENCE Con l’uso di apparecchi digitali si creano dati che registrano ogni azione. MEMORIE DIFFUSE Navigare tra luoghi, oggetti, idee, persone, animali, … e non più solo nel browser. WEB DELLE COSE
  28. 28. www.lucaleonardini.com Business Architect QUATTRO FORZE 
 CHE HANNO CAMBIATO IL MERCATO 
 E CHE IN QUESTO MOMENTO 
 STANNO CAMBIANDO IL VOSTRO SETTORE SENSORI DIGITALI MEMORIE DIFFUSE SOCIAL INFLUENCE WEB DELLE COSE
  29. 29. www.lucaleonardini.com Business Architect La tempesta perfetta di 4 forze dirompenti Valore del business Impattosulbusiness Traccia tutto Sensori digitali Ricorda tutto Memorie diffuse Condivide tutto Social influence Fa così dovunque Web delle cose
  30. 30. www.lucaleonardini.com Business Architect SENSORI DIGITALI MEMORIE DIFFUSE SOCIAL INFLUENCE WEB DELLE COSE STUPID COMPANY SMART COMPANY Inventa e costruisce sensori da incorporare in ogni prodotto o servizio. Analizza e impiega i dati come leva strategica per creare un reale vantaggio competitivo. Trasparenza che aiuta i clienti a condividere, risolvere problemi a eliminare sprechi, migliorare la qualità. Si adatta ai modelli di business che vivono in un mondo collegato che non è solo il web. Aspetta di vedere il primo passo dei concorrenti per poi fare la stessa cosa. Conserva i dati senza analizzarli e senza interpretarli. Nega o nasconde i problemi, non utilizza e non comprende il valore dei feedback. Protegge lo status-quo e non ha stimoli per capire il nuovo contesto di “app economy”.
  31. 31. www.lucaleonardini.com Business Architect L’impatto delle tecnologie (incluse quelle indossabili) sulla comunicazione?
  32. 32. www.lucaleonardini.com Business Architect Cambio di paradigma della comunicazione. Pochi decidevano per molti. Finito! Amen.
  33. 33. www.lucaleonardini.com Business Architect 1 - Il nuovo paradigma della comunicazione. Chiunque ha il potere di influenzare.
  34. 34. www.lucaleonardini.com Business Architect 2 - Il nuovo paradigma della comunicazione. Fine della comunicazione a senso unico. Relazioni azienda-consumatori 
 costruite sulla fiducia, non più sulla forza.
  35. 35. www.lucaleonardini.com Business Architect Mettere il cliente al centro 
 di ogni decisione strategica.
  36. 36. www.lucaleonardini.com Business Architect http://www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/salute/2015/02/17/antitrust-1- mln-multa-a-4-produttori-patatine-fritte-_f0a2179b-fd59-4cea- aaa0-8488d03f03f9.html?idPhoto=1 Cliente al centro o forse …
 “che c’entra il cliente?”
  37. 37. www.lucaleonardini.com Business Architect http://www.greenpeace.it/tonnointrappola/scheda-riomare.html Cliente al centro o forse … “che c’entra il cliente?”
  38. 38. www.lucaleonardini.com Business Architect Valorizzare l’esperienza del cliente.
  39. 39. www.lucaleonardini.com Business Architect http://www.lucaleonardini.com/it/blog/marketing-30-contro-telepass-colorato Nel mondo Telepass Nella realtà
  40. 40. www.lucaleonardini.com Business Architect Nella comunicazione di oggi e nei nuovi modelli di business occorre empatia per imparare a: “Comunicare agli altri ciò che vorremmo 
 (e come vorremmo) che fosse comunicato a noi.”
  41. 41. www.lucaleonardini.com Business Architect Ulteriori impatti delle tecnologie 
 (incluse quelle indossabili) 
 sulla comunicazione?
  42. 42. www.lucaleonardini.com Business Architect Il modello di business dell’intermediario, 
 del ricarico sul servizio ha perso efficacia e valore. I nuovi modelli di business che creano ricchezza 
 sono diretti, personali, empatici, indispensabili.
  43. 43. www.lucaleonardini.com Business Architect La comunicazione oggi 
 non può prescindere dalla conoscenza 
 degli strumenti e degli utilizzatori.
  44. 44. www.lucaleonardini.com Business Architect In un contesto nel quale i clienti sono diventati 
 “Smart Customers” non esiste più margine di errore. Non utilizzare i nuovi strumenti 
 con la vecchia mentalità.
  45. 45. www.lucaleonardini.com Business Architect Corso di web reputation?
  46. 46. www.lucaleonardini.com Business Architect Come NON utilizzare LinkedIn
  47. 47. www.lucaleonardini.com Business Architect Non pensare che sia una questione di tattica, 
 di tecniche, di strumenti.
  48. 48. www.lucaleonardini.com Business Architect Conoscenza degli strumenti di comunicazione?
  49. 49. www.lucaleonardini.com Business Architect Conoscenza degli utilizzatori di tali strumenti?
  50. 50. www.lucaleonardini.com Business Architect Impara a comunicare pensando 
 che prima di ricevere occorre sempre dare qualcosa.
  51. 51. www.lucaleonardini.com Business Architect Pubblicità o comunicazione? Conversazioni
  52. 52. www.lucaleonardini.com Business Architect Comunicazione o monologo autocelebrativo?
  53. 53. www.lucaleonardini.com Business Architect Conversazioni
  54. 54. www.lucaleonardini.com Business Architect Conclusioni
  55. 55. www.lucaleonardini.com Business Architect Dal punto di vista dell’azienda 
 l’impatto delle tecnologie (incluse quelle indossabili) sulla comunicazione porterà a massimizzare 
 gli sforzi per empatizzare in modo autentico e trasparente con i consumatori attraverso relazioni dirette, profilate basate sulla fiducia.
  56. 56. www.lucaleonardini.com Business Architect 1) Cambio di paradigma nella comunicazione.
 >> Pochi decidevano per molti. // Chiunque oggi ha il potere di influenzare. 2) Fine della comunicazione a senso unico.
 >> Relazioni azienda-consumatori costruite sulla fiducia. 3) Il cliente sempre al centro di ogni decisione strategica.
 >> Valorizzare l’esperienza del cliente. // Comunicare con empatia. 4) La comunicazione non deve prescindere dalla conoscenza degli strumenti e degli utilizzatori.
 >> Non utilizzare i nuovi strumenti con la vecchia mentalità. // 
 Prima di ricevere occorre dare.
  57. 57. www.lucaleonardini.com Business Architect “Non si può risolvere un problema 
 con lo stesso pensiero che lo ha originato.” A. Einstein È un invito a cercare soluzioni all’esterno 
 del ristretto ambito dei fornitori 
 e delle relazioni abituali.
  58. 58. www.lucaleonardini.com Business Architect Reinventa il Business Luca Leonardini Master in Lean Six Sigma & Brand Communication Expert @lucaleonardini

×