Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Risultati alunni_ricerca LAB INT 2013

206 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Risultati alunni_ricerca LAB INT 2013

  1. 1. Screening e formazione sullimparare a studiare.Approcci educativi inclusivi alle abilità e a metodi di studioLuca FerrariDipartimento di Scienze dell’Educazione, Università di Bologna
  2. 2. http://www.youtube.com/watch?v=xATktj7B8aM&feature=youtu.beAlunni e metodi di studio
  3. 3. Attività ObiettivoFrase significativa e/o parolachiaveSviluppare capacità legate all’autonomia dell’alunnonell’ identificare elementi/nozioni essenziali allacomprensione del testo.Scansione temporale Rafforzare negli alunni la capacità di scandire,riconoscere, gestire il tempo (con l’aiuto degliinsegnanti e in autonomia).Mappe concettuali(individualizzazione)Realizzare mappe concettuali dove sonochiaramente individuati i principali concetti e lerelazioni tra i contenuti del brano.Mappe concettuali(personalizzazione)Valorizzare le potenzialità dei singoli alunniattraverso proposte differenziate, in aggiunta agliobiettivi di tutti.Studio a casa in coppia Favorire l’acquisizione di competenze socio-relazionali attraverso la sperimentazione di modalitàdi lavoro tra pari (peer tutoring).Attività sperimentate in classe e a casa
  4. 4. Risultati alunni• la maggior parte degli alunni adotta un metodo di studio basato sullalettura reiterata del testo, accompagnata dalla sottolineatura dei concettisalienti e dall’esposizione orale degli stessi ad una figura adulta diriferimento;• risulta essere prassi consolidata dagli allievi l’elaborazione di schemi emappe concettuali al fine di individuare e stabilire i principali concetti ele relazioni tra i contenuti dei brani studiati: “[gli alunni] stannoimparando a costruire mappe in autonomia, mentre negli anni passati lamappa veniva data a loro già impostata”.
  5. 5. • le forme di apprendimento collaborativo risultano essere statesperimentate sovente all’interno del contesto classe, ma pressoché mainelle attività di studio da svolgere a casa. Tuttavia “…per i ragazzi [è]stato molto utile confrontarsi sulle strategie utilizzate, sui diversi metodie soprattutto un nuovo approccio a conoscersi, ad organizzarsi perlavorare insieme fuori dallambiente scolastico”.• i dati sottolineano una sostanziale propensione degli alunni ad unostudio consapevole ed un atteggiamento incline all’auto-osservazione/valutazione e alla riflessione sui propri processi diapprendimentoRisultati alunni
  6. 6. • le forme di apprendimento collaborativo risultano essere statesperimentate sovente all’interno del contesto classe, ma pressoché mainelle attività di studio da svolgere a casa. Tuttavia “…per i ragazzi [è]stato molto utile confrontarsi sulle strategie utilizzate, sui diversi metodie soprattutto un nuovo approccio a conoscersi, ad organizzarsi perlavorare insieme fuori dallambiente scolastico”.• i dati sottolineano una sostanziale propensione degli alunni ad unostudio consapevole ed un atteggiamento incline all’auto-osservazione/valutazione e alla riflessione sui propri processi diapprendimentoRisultati alunni

×