PROJECT WORK:
ORGANIZZAZIONE DI UNA
MOSTRA
Elisabetta Chiono
Luca Del Piano
Gregorio Raspa
Teresa Signorini
L’IDEA
• Ideare una retrospettiva su
Keith Haring di grande
impatto sociale ed
educativo.
• Raccontare, attraverso le
oper...
LA MOSTRA
TITOLO: Keith Haring. Street and Love
SEDE: Palazzo Reale, Milano
PERIODO: 15 Settembre 2014 – 15 Febbraio 2015
...
IL PROGETTO
• Percorso che, in maniera cronologica, ripercorrerà le tappe più
significative della vita di Keith Haring e l...
IL PERCORSO

UNDERGROUND
POP

SOCIAL
POLITICAL

5
LA STORIA
Le opere in mostra e la vita di Haring come passpartout della cultura pop e
underground degli anni ’80. Dall’art...
LE CURATRICI
• Beatrice Buscaroli: curatrice del Padiglione
Italia alla Biennale di Venezia del 2009 e
docente di arte con...
BRIEF ARCHITETTO
•
•
•
•
•
•

•

•

Evidenziare connessione tra biografia dell’artista e opere
esposte e periodo storico d...
BRIEF ART CURATOR
• Modalità comunicative immediate e
accattivanti.
• Stile POP – richiamo alla grafica
pubblicitaria anni...
“I bambini sanno qualcosa che la
maggior parte della gente ha
dimenticato”
11
LABORATORI DIDATTICI: DAI 4 AI 10 ANNI
Spazio multifunzionale destinato alla realizzazione di attività ludico-didatticoric...
Audioguide e visite didattiche
AUDIOGUIDE
Contenuti capaci di sottolineare
e valorizzare il percorso
espositivo e capaci d...
SPAZIO DIGITALE: DAI 11 AI 18 ANNI
Spazio allestito con 50 postazioni fornite di I Pad Apple con contenuti
educativi conce...
Strengths
1.
2.
3.
4.
5.

Capacità di attrarre un pubblico
ampio e trasversale
Nome di grande appeal dell’artista
Posizion...
Costi

Ricavi di
vendita

Cv

Cf

Vendite
SPONSOR

SPONSOR ISTITUZIONALI

SPONSOR TECNICI

MEDIA PARTNER

CHARITY PARTNER

17
COMPOSIZIONE DEI COSTI E DEI RICAVI
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Project Work 24 Ore Cultura

325 views

Published on

Project work su oraganizzazione mostre con 24 ore cultura; la mostra ideata è una retrospettiva su Keith Haring che si svolge dal

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Project Work 24 Ore Cultura

  1. 1. PROJECT WORK: ORGANIZZAZIONE DI UNA MOSTRA Elisabetta Chiono Luca Del Piano Gregorio Raspa Teresa Signorini
  2. 2. L’IDEA • Ideare una retrospettiva su Keith Haring di grande impatto sociale ed educativo. • Raccontare, attraverso le opere di Keith Haring, gli anni ‘80 : il decennio della cultura underground made in U.S.A. , del boom economico e degli eccessi. 2
  3. 3. LA MOSTRA TITOLO: Keith Haring. Street and Love SEDE: Palazzo Reale, Milano PERIODO: 15 Settembre 2014 – 15 Febbraio 2015 OPERE: 58 tra dipinti, sculture, disegni e opere grafiche CURATORI: B. Buscaroli e J. Gruen 3
  4. 4. IL PROGETTO • Percorso che, in maniera cronologica, ripercorrerà le tappe più significative della vita di Keith Haring e le fasi principali di evoluzione della sua opera. • Gli avvenimenti di vita e le opere dell’artista vengono utilizzate come passepartout per raccontare la cultura underground degli anni ’80, in particolar modo quella americana divisa tra il boom economico e l’edonismo raeganiano. • Per accentuare l'aspetto narrativo posto alla base dell'idea ispiratrice della mostra, il percorso verrà diviso in quattro sezioni (Underground, Pop, Political e Social), ciascuna delle quali dedicata ad un particolare aspetto della produzione Haring e simbolicamente in grado di rappresentare un capitolo importante della biografia dell'artista. 4
  5. 5. IL PERCORSO UNDERGROUND POP SOCIAL POLITICAL 5
  6. 6. LA STORIA Le opere in mostra e la vita di Haring come passpartout della cultura pop e underground degli anni ’80. Dall’arte,alla musica, alla società… Haring e Warhol, 1980 Haring e Jean Dubouse 1983 Haring , Berlino 1986 Haring e Madonna 1985 6
  7. 7. LE CURATRICI • Beatrice Buscaroli: curatrice del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia del 2009 e docente di arte contemporanea all’Università di Bologna • Julia Gruen, membro della Keith Haring Foundation, massima esperta a livello internazionale del lavoro dell'artista nonché soggetto sempre coinvolto, in qualità di referente della Fondazione che ne cura i diritti, nelle mostre realizzate negli ultimi dieci anni sul lavoro di Keith Haring. 7
  8. 8. BRIEF ARCHITETTO • • • • • • • • Evidenziare connessione tra biografia dell’artista e opere esposte e periodo storico di riferimento con pannelli e didascalie. Allestimento minimalista -> occhi dello spettatore puntati sulle opere. Luminosità degli ambienti (pareti bianche) e linee smussate. Possibilità di giocare sul colore dei pavimenti delle 4 sezioni moquette. Percorso ampio con presenza di sedute e luoghi di sosta Necessità che ogni sezione abbia una caratterizzazione specifica (es. UNDERGROUND -> graffiti/cultura Pop anni ‘80) Progettazione ad hoc per lo spazio creativo destinato ai bambini Pop Shop colorato e divertente, composto da corner funzionali alla varietà del merchandising
  9. 9. BRIEF ART CURATOR • Modalità comunicative immediate e accattivanti. • Stile POP – richiamo alla grafica pubblicitaria anni ‘80. • Immagine coordinata di grande impatto. • Pubblicità TEASER: 4 immagini, una per ogni sezione con connessione. • Grafica co-marketing: vetrine Tommy Hilfiger e Swatch.
  10. 10. “I bambini sanno qualcosa che la maggior parte della gente ha dimenticato”
  11. 11. 11
  12. 12. LABORATORI DIDATTICI: DAI 4 AI 10 ANNI Spazio multifunzionale destinato alla realizzazione di attività ludico-didatticoricreative: - murales collettivo: libera espressione su pareti e pavimento, con obiettivo di riproporre il modus operandi di Keith Haring. -aula-laboratorio destinata alla libera espressione dei giovani visitatori mediante la riproduzione o rielaborazione delle opere su grandi fogli ad essi forniti. Kit didattico eco-compatibile e brandizzato disponibile alla vendita nel pop-shop presente alla fine del percorso espositivo. La proposta didattica sarà supervisionata da personale esperto. 12
  13. 13. Audioguide e visite didattiche AUDIOGUIDE Contenuti capaci di sottolineare e valorizzare il percorso espositivo e capaci di contestualizzare storicamente le opere. Per i più piccoli contenuti descrittivi e narrativi. VISITE GUIDATE Le guide dovranno accompagnare i visitatori nel percorso fornendo loro approfondimenti storici e stimoli socio-culturali che prendano spunto dalle opere 13
  14. 14. SPAZIO DIGITALE: DAI 11 AI 18 ANNI Spazio allestito con 50 postazioni fornite di I Pad Apple con contenuti educativi concernenti le varie tematiche sviluppate durante alla mostra. -Educazione sessuale e lotta all’HIV; -nucleare; -politica; -comunicazione. Verranno incaricati educatori specializzati che, in collaborazione con gli specialisti della Keith Haring Foundation, elaboreranno specifiche applicazioni ed attività, ad esempio sotto forma di quiz o test. 14
  15. 15. Strengths 1. 2. 3. 4. 5. Capacità di attrarre un pubblico ampio e trasversale Nome di grande appeal dell’artista Posizione sede espositiva Accordo Keith Haring Foundation Taglio inedito del progetto scientifico Opportunities 1. 2. S 1. 2. O Buona possibilità di incasso dal bookshop e dal merchandising Progetto di potenziale attrattività per un numero elevato di sponsor Positive Weaknesses Elevati costi dell’operazione Forte esposizione alla disponibilità dei privati Threats 1. 2. 3. W T Possibilità di altre mostre concomitanti Problemi burocratici e istituzionali Mancata comprensione del pubblico della portata innovativa della mostra Negative Internal Factor Exsternal Factor
  16. 16. Costi Ricavi di vendita Cv Cf Vendite
  17. 17. SPONSOR SPONSOR ISTITUZIONALI SPONSOR TECNICI MEDIA PARTNER CHARITY PARTNER 17
  18. 18. COMPOSIZIONE DEI COSTI E DEI RICAVI

×