Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Convegno sul tema dell’ASCOLTO in MEDICINA. 26 novembre 2016

107 views

Published on

Saper ascoltare è una grazia immensa.
Il Gruppo Medici dell’Associazione Ex-Alunni dell’Istituto Leone XIII, in continuità con il Convegno “Una medicina dal volto umano” organizzato a Parigi nel 2012 dalla Confederazione Europea, propone un momento di incontro e di riflessione sul
tema de “L’ascolto in medicina”.
Istituto Leone XIII Via Leone XIII 12, Milano

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Convegno sul tema dell’ASCOLTO in MEDICINA. 26 novembre 2016

  1. 1. «Saper ascoltare è una grazia immensa» L’ascolto in Medicina
  2. 2. il brano tratto dalla lettera di Papa Francesco ha risuonato nella mia mente e le sue parole - tradotte dalle mie orecchie di Medico - hanno vibrato così
  3. 3. Come vorrei che il vostro modo di comunicare, e anche il vostro servizio di Medici, non esprimesse mai l’orgoglio superbo del trionfo sulla malattia, né umiliasse coloro che la mentalità della scienza considera Pazienti rompiscatole, o nevrotici da scartare! La misericordia può aiutare a mitigare le sofferenze della vita e trovare risposte anche per coloro che hanno ricevuto fredde diagnosi ritenute sicure e definitive.
  4. 4. Lo stile della vostra comunicazione sia tale da superare la logica che separa nettamente i sani dai malati. Voi potete e dovete valutare i sintomi, ma non siete ancora in grado di riconoscerne le reali cause nelle singole Persone, perché solo il corpo stesso che Dio ci ha dato le conosce in profondità.
  5. 5. È vostro compito curare le malattie, ammonendo chi si fa del male con comportamenti malsani, ma anche denunciando chi opera ingiustamente contro la salute dell’uomo, al fine di risarcire chi ne è stato danneggiato. Dovete essere liberi di agire e di pensare, perché - come dice il Vangelo di Giovanni - “la verità vi farà liberi”: è - questo - un vostro preciso dovere. Un comportamento mite e misericordioso concorre a risanare il Paziente, mentre un atteggiamento duro o “ex cathedra” corre il rischio di alienare ulteriormente coloro che vorreste condurre alla ragione e alla salute, rafforzando il loro senso di diniego e di difesa.
  6. 6. (…………) Per questo è fondamentale ascoltare. Comunicare significa condividere, e la condivisione richiede l’accoglienza, l’ascolto, ….la visita medica. Ascoltare è molto più che udire, significa voler intendere quello che l’altro vi dice, richiede la vicinanza, mentre l’udire mostra un interesse solo superficiale all’informazione ricevuta. Un’attenta indagine medica vi consente di assumere l’atteggiamento professionale giusto, uscendo dalla tranquilla condizione di spettatori, di utenti di tecnologie e di prescrittori di farmaci.
  7. 7. Ascoltare significa anche essere capaci di condividere con umanità domande, dubbi e paure del Paziente, di percorrere un cammino fianco a fianco, di affrancarvi da qualsiasi presunzione di onnipotenza e mettere umilmente le vostre capacità e i vostri doni al servizio del bene comune. Ascoltare non è mai facile. A volte è più comodo fingersi sordi, e magari seguire i protocolli e le linee-guida.
  8. 8. Saper ascoltare è una grazia immensa, Nell’ascolto si consuma tempo, ma ci vuole pazienza e tempo nell’incontro con l’altro che vi parla. Ascoltare significa prestare attenzione, avere desiderio di comprendere, di dare valore, di rispettare coloro che spesso vengono definiti ipocondriaci, o “non responder”.
  9. 9. un dono che bisogna invocare per poi esercitarsi a praticarlo.
  10. 10. Lo spirito di questa parafrasi - che ritengo ampiamente condivisibile dagli Operatori della Salute - ha guidato la mia ricerca clinica durante tutta la vita professionale, e mi ha condotto a scoprire e a diffondere tra i Colleghi una nuova forma mentis e un diverso modus operandi: il Metodo Olismologico ( www.olismologia.it ).
  11. 11. Recentemente ho fondato anche il M.I.D.A.C.O. ( http://www.olismologia.it/midaco.asp ), un Movimento culturale che ha lo scopo di esortare i Medici a rivalutare la sapienza e la potenza vitale del corpo umano; a ricuperare i fondamenti essenziali della Medicina; a contenere la frammentazione del sapere polispecialistico a favore dell’interdisciplinarietà; ad ascoltare, comprendere e curare ogni Persona ammalata nella sua unicità e totalità, come soggetto protagonista e non come oggetto passivo d’indagine.

×