Corso per Dirigenti - ASR 21/12/2011 sulla formazione

1,527 views

Published on

Materiale didattico relativo al Corso Dirigenti per formatori. Il materiale è conforme all'Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 sulla formazione di lavoratori, preposti e dirigenti.

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,527
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
201
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso per Dirigenti - ASR 21/12/2011 sulla formazione

  1. 1. Corso Preposti 1
  2. 2. Accordo Stato Regioni 21/12/2011 La nuova normativa riguardo la formazione 2
  3. 3. 3 Le fonti del diritto Reati Anche ai fini della configurabilità del reato di lesioni colpose, non è necessario che il soggetto agente abbia agito con coscienza e volontà di cagionare l’evento lesivo, essendo sufficiente la mera negligenza, imprudenza o imperizia dello stesso. Soggetti attivi del reato possono essere datore di lavoro, dirigenti, preposti, RSPP, Medico Competente e lavoratori, salvo concorso di terzi. La quasi totalità dei reati in materia di sicurezza e salute sul lavoro è di natura COLPOSA
  4. 4. Art. 437 «Rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro», Rimozione vetro della pressa Rischio afferramento e schiacciamento Libero accesso alla zona pericolosa della macchina 4 Le fonti del diritto Codice penale
  5. 5. La squadra della sicurezza 5 Organigramma La squadra della sicurezza
  6. 6. 2. Chiunque noleggi o conceda in uso (ad un datore di lavoro) attrezzature di lavoro senza operatore deve, al momento della cessione, attestarne il buono stato di conservazione, manutenzione ed efficienza a fini di sicurezza. Dovrà altresì acquisire e conservare agli atti una dichiarazione del datore di lavoro che riporti l’indicazione del lavoratore o dei lavoratori incaricati del loro uso, i quali devono risultare formati conformemente alle disposizioni del presente titolo e, ove si tratti di attrezzature di cui all’articolo 73, comma 5, siano in possesso della specifica abilitazione ivi prevista. 6 Progettisti e fornitori Art. 72 del D. Lgs. 81/08
  7. 7. Tutti i sistemi di gestione sono basati sul ciclo del miglioramento di DEMING: P-D-C-A P = PLAN (PIANIFICAZIONE) D = DO (IMPLEMENTAZIONE) C = CHECK (VERIFICA-MONITORAGGIO) A = ACT (RIESAME E AZIONE) Gestione salute e sicurezza Ciclicità dei sistemi di gestione 7
  8. 8. L’importanza delle persone: la conoscenza in azienda TANTI CERVELLI SONO MEGLIO DI … UNO!!! 8 Gestione salute e sicurezza Coinvolgimento
  9. 9. 9 Reati contro la PA Reati Societari Delitti di terrorismo Delitti contro la personalità individuale Market abuse Reati transnazionali Omicidio colposo e lesioni colpose (infortuni e MP) Reati in materia di riciclaggio Delitti informatici e trattamento illecito di dati Delitti di criminalità organizzata Reati di falso nummario Delitti contro l’industria e il commercio Delitti in materia di violazione del diritto d'autore Induzione a non rendere dichiarazioni o a rendere Dichiarazioni mendaci all’Autorità giudiziaria Reati ambientali Sistemi di gestione 231 I reati presupposto
  10. 10. 10 Due procedimenti processuali che viaggiano assieme responsabilità a carico: della persona dell’organizzazione Sistemi di gestione 231 Due responsabilità in parallelo
  11. 11. 11 Sistemi di gestione 231 Sanzioni SANZIONI INTERDITTIVE: Cassazione Penale sezione IV – Sentenza n. 42503 del 16/10/2013 Il fatto: … il lavoratore operasse presso un trapano privo di dispositivo automatico di blocco, in caso di apertura del coperchio per lavori di regolazione, per cui il lavoratore, nello svolgere tale operazione, riportava l'amputazione di una falange. Con la sentenza il Tribunale, in osservanza delle disposizioni sulla responsabilità degli Enti, ai sensi dell'art. 63 del D Lgs. 231 del 2001, ha applicata alla società la sanzione pecuniaria di € 10.000, nonché le misure interdittive di cui all'art. 9 comma 2 del citato D. Lgs per la durata di mesi due. Le decisioni della suprema Corte: …le sanzioni interdittive devono essere applicate obbligatoriamente
  12. 12. 96% Comportamenti insicuri Condizioni non sicure 4% Le statistiche sugli infortuni mostrano che circa il 70% degli infortuni è determinato da errori comportamentali errori e carenze organizzativi Il rimanente per non conformità tecniche o cause accidentali 12 Sicurezza e salute Cause infortuni
  13. 13. 13 Sicurezza e salute Incidenti e infortuni Comportamenti a rischio
  14. 14. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA Prima di prendere in considerazione l’utilizzo di DPI per le vie respiratorie deve essere attuato il contenimento degli inquinanti con: Impianti di aspirazione Sistemi di confinamento In relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico Sicurezza e salute DPC: protezione delle vie respiratorie 14
  15. 15. 15 Sicurezza e salute Malattie professionali
  16. 16. 16 200 ettari bonificati 40.000 lavoratori Punte di 13.000 lavoratori in cantiere 70 Milioni ore lavorate 25 periodi da 1 Milione di ore senza un incidente importante Esempio: Olimpiadi di Londra Sicurezza e salute Filosofia della sicurezza
  17. 17. E’ INDISPENSABILE SEGNALARE PIU’ COSE POSSIBILI AL PREPOSTO 17 Sicurezza e salute Ruolo e compiti di lavoratori e preposti
  18. 18. 18 probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione; Valutazione dei Rischi Rischio
  19. 19. Rischio connesso a fattori psicologici: tecnostress 19 Valutazione dei Rischi Rischi organizzativi Può causare molti disturbi: ansia, ipertensione, insonnia, calo della concentrazione, disturbi gastrointestinali e cardiocircolatori, disturbi dell’alimentazione, alterazioni comportamentali, disturbi della sfera sessuale e relazionale. È incluso nell’elenco delle nuove malattie professionali consiste in una disfunzione degli equilibri psicocorporei dell’organismo, che può divenire cronico e logorare l'individuo.
  20. 20. Distress Distress Eustress Grado di stimolazione e/o di attivazione fisiologica insufficiente eccessivo Efficienza e/o stato di salute pessima x y adeguato 20 Stress Lavoro Correlato Effetti
  21. 21. Riduzione delle capacità cognitive Riduzione dell’attenzione, della memoria, della concentrazione ERRORI = Elevata possibilità di incidenti e infortuni 21 Stress Lavoro Correlato Effetti sull’uomo
  22. 22. 22 Attraverso i vari passaggi di un dialogo può verificarsi una forte dispersione dei contenuti trasmessi. PENSIERO: intendo dire 100 cose; EMISSIONE: riesco a dirne 70; ASCOLTO: l'interlocutore ne sente 50; COMPRENSIONE: l'interlocutore ne capisce 30 (ma è convinto di capirne 100). Comunicazione Il percorso di comunicazione
  23. 23. RLS Essere consultato in maniera preventiva e tempestiva su: valutazione dei rischi Individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione Essere consultato su: elaborazione del documento sulla valutazione dei rischi designazione degli addetti al SPP attività di pronto soccorso attività antincendio programmi di evacuazione dei lavoratori formazione e informazione CONSULTAZIONE Essere formato per un periodo non inferiore a 32 ore, oltre ai corsi di aggiornamento annuale, senza oneri personali FORMAZIONE Formulare le osservazioni in occasione di visite e verifiche effettuate dalle autorità competenti COMUNICAZIONE AUTORITA’ COMPETENTI Partecipare alle riunioni periodiche di prevenzione e protezione dai rischi RIUNIONE PERIODICA RLS Attribuzioni del RLS che NON rientrano nel monte ore
  24. 24. RLS MEDICO COMPETENTERSPP SERVIZIO PUBBLICO LAVORATORI DATORE DI LAVORO RLS Con chi si interfaccia? 24

×