Giovani CooperAttivi

1,202 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Giovani CooperAttivi

  1. 1. Giovani CooperAttivi A Melendugno, Borgagne e MarinePer una Cooperativa di Comunità costruita e gestita dai Giovani 1Leandro Candido – Sabato 6 Ottobre 2012 – Centro Rina Durante
  2. 2. Aspetti motivazionali E’ giunta l’ora! • di rimboccarsi le maniche • di costruire una Melendugno migliore • di formulare una risposta alla crisiSlide 2 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  3. 3. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Esempi pratici contestualizzati; 5. Processo partecipativo; 6. Proposta di procedura. 3Slide 3 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  4. 4. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Esempi pratici contestualizzati; 5. Processo partecipativo; 6. Proposta di procedura. 4Slide 4 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  5. 5. 1. La Cooperativa di Comunità Cosa è una Cooperativa? Punto di snodo tra Profit e Non-Profit Società vera e propria Fine mutualistico 5Slide 5 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  6. 6. 1. La Cooperativa di Comunità Tipologie: • Cooperative sociali – normativa a parte (soggetti svantaggiati) 6Slide 6 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  7. 7. 1. La Cooperativa di Comunità 7Slide 7 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  8. 8. 1. La Cooperativa di Comunità La cooperativa non deve gestire una unica attività, basta rispettare il concetto della prevalenza La cooperativa può essere un contenitore di diverse idee e progetti sostenibili 8Slide 8 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  9. 9. 1. La Cooperativa di Comunità Come si gestisce? Amministrazione  struttura e organi (Spa – srl) (Consiglio, assemblea, Collegio) Tributario/Fiscale  società con possibili vantaggi 9Slide 9 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  10. 10. 1. La Cooperativa di Comunità Riferimenti: http://www.legacoop.coop http://www.labsus.org/ 10Slide 10 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  11. 11. 1. La Cooperativa di Comunità La Cooperativa di Comunità non è definita per legge ma principali caratteristiche distintive: • Larga partecipazione; • Reinvestimento utili per comunità; • Presenza ente Comunale come socio. 11Slide 11 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  12. 12. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Esempi pratici contestualizzati; 5. Processo partecipativo; 6. Proposta di procedura. 12Slide 12 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  13. 13. 2. Perché ne discutiamo 13Slide 13 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  14. 14. 2. Perché ne discutiamo Possibilità di finanziamento• Quote associative, prestiti sociali, raccolta fondi, cene sociali• Bandi Europei• Bandi Regionali (BS)• Tassa di soggiorno• GAL (di Terra D’Otranto) 14Slide 14 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  15. 15. 2. Perché ne discutiamo Tassa di soggiorno Comune di Melendugno 15Slide 15 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  16. 16. 2. Perché ne discutiamo GAL di Terra D’Otranto 16Slide 16 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  17. 17. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Processo partecipativo; 5. Proposta di procedura. 17Slide 17 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  18. 18. 3. Campi di Applicazione Settori: • Energetico (eticamente rinnovabili) • Servizi ai privati (cittadini e turisti) • Servizi ad enti pubblici (gestione e manutenzione opere e spazi) 18Slide 18 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  19. 19. 3. Campi di Applicazione: esempi Fotovoltaico IntegratoIl Comune ha predisposto ilprogetto definitivo e si vaverso l’esecutivo e la garad’appalto.E poi.. I privati! 19Slide 19 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  20. 20. 3. Campi di Applicazione: esempi Lido o Spazio attrezzato in spiaggia C’è un progetto del 2007 per una società comunale 20Slide 20 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  21. 21. 3. Campi di Applicazione: esempi Parcheggi Il contratto con la società di gestione dei parcheggi scade nel 2013 21Slide 21 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  22. 22. 3. Campi di Applicazione: esempi Parchetti Presto saranno ultimati i parchetti/pinete di Torre dell’Orso e San Foca. Gestione con servizi e bar in cambio di manutenzione verde 22Slide 22 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  23. 23. 3. Campi di Applicazione: esempi Servizio Navetta Finora mai riusciti ad attivare un vero servizio di navetta da e per aeroporto da Melendugno, Borgagne e Marine per servire le strutture ricettive. Il servizio è richiestissimo. 23Slide 23 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  24. 24. 3. Campi di Applicazione: esempi Pubblicità Vendita spazi pubblicitari In una maniera originale! 24Slide 24 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  25. 25. 3. Campi di Applicazione: esempi Manutenzione, Pulizie, MultiserviceQuante sono le strutture private e ricettive che abbisognano stabilmente di tali servizi? 25Slide 25 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  26. 26. 3. Campi di Applicazione: esempi Dopo scuolaGestione di uno spazio conservizio doposcuola perbambini di scuole elementari eMedie e ripetizioni per ragazzidi liceo, per studenti universitari 26Slide 26 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  27. 27. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Processo partecipativo; 5. Proposta di procedura. 27Slide 27 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  28. 28. 4. Processo partecipativo Caratteristiche che favoriscono il successo: alto numero di partecipanti meccanismo a partecipazione allargata condivisione dell’esperienza apprezzamento comunità alta capacità di contrattazione 28Slide 28 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  29. 29. 4. Processo partecipativo Caratteristiche che favoriscono il successo: Robustezza e solidità della struttura eterogeneità ed equilibrio del gruppo democraticità regole premio del merito e delle idee vincenti Impedimento di devianza (politica,etc) 29Slide 29 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  30. 30. 4. Processo partecipativo Caratteristiche che favoriscono il successo: Competenza, serietà ed efficienza Immagine esterna del gruppo Previsione e gestione corrette Ottimizzazione del risultato Capacità di risolvere imprevisti 30Slide 30 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  31. 31. 4. Processo partecipativo Attivazione del processo partecipativo: Crederci, con impegno in prima persona per uno scopo nobile Informare e sensibilizzare: manifesti, social networks, evento di conferenza/piazza 31Slide 31 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  32. 32. 4. Processo partecipativo ttivazione del processo partecipativo: on disperdere energie né interesse: utogestione e organizzazione pianificata cansione temporale definita: reazione di una tabella di marcia 32Slide 32 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  33. 33. Layout Intervento 1. Cosa è una Cooperativa di Comunità; 2. Perché ne discutiamo; 3. Campi di applicazione; 4. Processo partecipativo; 5. Proposta di procedura. 33Slide 33 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  34. 34. Proposta di procedura COSTITUZIONE COMITATO TEMPORANEO Organismo formato da un numero ristretto di persone per portare a termine uniniziativa, un compito dinteresse collettivo “GIOVANI COOPERATTIVI” • Finalità predefinite e specifiche; • Durata assegnata; • Organizzazione strutturata; • Regole assegnate. 34Slide 34 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  35. 35. Proposta di procedura FINALITA’: 1. Informare e sensibilizzare; 2. Studiare proposte specifiche di intervento corredate da business plan; 3. Valutare e selezionare le più efficaci; 4. Predisporre la costituzione della Cooperativa di comunità; 5. Coinvolgere Ente Locale e attori privati 35Slide 35 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  36. 36. Proposta di procedura DURATA: si ipotizzino 4 MESI Start Scaglione intermedio Fine Ottobre Metà Dicembre Fine gennaio 36Slide 36 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  37. 37. Proposta di procedura ORGANI: Semplicità ed efficacia - Portavoce – coordinatore - Tesoriere - Assemblea - Gruppi di lavoro 37Slide 37 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  38. 38. Proposta di procedura Portavoce – coordinatore Persona superpartes e d’onore che ha titolo di rappresentare, di fissare l’agenda e mantenersi in stretto contatto con i gruppi di lavoro Tesoriere – tiene la contabilità 38Slide 38 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  39. 39. Proposta di procedura Assemblea Organo decisionale sovrano che opera sul criterio della maggioranza democratica Incontri con cadenza fissa entro i 14 gg (8 incontri totali) 39Slide 39 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  40. 40. Proposta di procedura Gruppi di lavoro Incentrati su uno specifico progetto, sviluppano una bozza di business plan Autonomia totale Nomina di un referente 1 gruppo dedicato:costituzione Cooperativa (statuto, atto costitutivo, regole, tempi, costi) 40Slide 40 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  41. 41. Proposta di procedura SOCI: - Fondatori  hanno dato l’impulso iniziale - Ordinari  hanno abbracciato la causa Versamento minima quota associativa (15 € ?)per escludere comportamenti deviati e dotarsi di autonomia economica 41Slide 41 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  42. 42. Proposta di proceduraSELEZIONE IDEE MIGLIORI:Ricerca e selezione delle idee migliori attraverso lo strumento democratico del votoFissare regole sul numero di idee perseguibili;Presentazione avanzamento progetto in due scaglioni;Ogni gruppo valuta solo gli altri;Valutazione anonima;Adozione tecniche statistiche. 42Slide 42 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  43. 43. Proposta di proceduraPREMIO DEL MERITO:Premiazione di merito e impegno durante i 4 mesi di lavoroDue scaglioni di valutazione tramite questionarioOgni socio valuta solo gli altri;Valutazione anonima;Adozione tecniche statistiche. 43Slide 43 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  44. 44. Proposta di proceduraPREMIO DEL MERITO:Il risultato delle valutazioni può essere utilizzato per regolare l’accesso alle cariche rappresentative e consiliari della Cooperativa di Comunità Strumento di democrazia e garanzia (di successo, di controllo, di incentivo) 44Slide 44 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE
  45. 45. Concludendo Proposta lavoro e metodo I contenuti si discutono Grazie per l’attenzione! 45Slide 45 di 45 LEANDRO CANDIDO – SABATO 6 OTTOBRE – CENTRO RINA DURANTE

×