Giovani del non profit

507 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
507
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
331
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giovani del non profit

  1. 1. Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Giovani del non profitper lo sviluppo del Mezzogiorno Roma, 13 settembre 2012 #BarcaRiccardi
  2. 2. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale L’iniziativa e l’Integrazione “Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno”  Il Piano di Azione Coesione (PAC) prevede un intervento mirato a favore dei Giovani attraverso la promozione ed il sostegno di progetti del privato sociale da attuare nelle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) per il rafforzamento della coesione socio-economica facendo leva su azioni di rete in grado di leggere i bisogni emergenti e di tradurli in proposte progettuali concrete, sostenibili ed efficaci.  L’intervento è promosso dal Ministro per la Coesione Territoriale e dal Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione ed attuato attraverso Avvisi pubblici volti a realizzare attività imprenditoriali di enti non profit sulla base di proposte elaborate dai Giovani delle Regioni Convergenza. 2
  3. 3. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale Struttura dell’iniziativa e l’Integrazione L’iniziativa è articolata in due Azioni:  GIOVANI PER IL SOCIALE volta a promuovere iniziative per favorire l’offerta di servizi collettivi, l’inclusione sociale, la legalità, la formazione e l’istruzione, il dialogo tra identità culturali e religiose, la cittadinanza attiva e la solidarietà  GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DI BENI PUBBLICI volto a sostenere il recupero e la valorizzazione di beni e spazi pubblici prevalentemente a vocazione culturale, ambientale, sociale al fine di restituirli al territorio dando impulso all’imprenditoria ed all’occupazione giovanile. 3
  4. 4. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Risultati attesi  Attivazione di 180/200 progetti che prevedono l’impiego diretto e indiretto di giovani nella loro attuazione  Aumento dell’offerta di servizi collettivi come la diffusione della legalità tra i giovani, la riduzione della dispersione scolastica, la valorizzazione delle differenze, dell’interculturalità e la promozione del dialogo tra identità culturali e religiose.  Valorizzazione di beni pubblici (recupero del territorio, del patrimonio culturale e ambientale) e ampliamento e miglioramento della loro fruizione 4
  5. 5. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale Azioni previste e l’Integrazione  diffusione della legalità tra i giovani;  sostegno alla formazione educativa e didattica;  promozione e valorizzazione delle culture e delle tradizioni, del dialogo tra identità culturali e religiose;  diffusione delle nuove tecnologie in ambiti occupazionali, sociali, culturali; alla promozione della cittadinanza Europea;  valorizzazione del capitale umano di eccellenza in ambito tecnico, scientifico, creativo  valorizzazione e fruizione di beni di proprietà di una pubblica amministrazione (ad es. beni ambientali, storico-artistici, confiscati alla criminalità organizzata, ecc.). 5
  6. 6. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Le risorse  37,4 Milioni di euro:  “Giovani per il Sociale”: circa 60% delle risorse  “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”: circa il 40% delle risorse  L’importo massimo del cofinanziamento pubblico per singolo progetto è pari a 200.000 € 6
  7. 7. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Gli attori non profit  Associazioni di promozione sociale  Cooperative sociali  Organizzazioni di volontariato  Onlus  Ong  Fondazioni,Enti morali, Enti ecclesiastici e Associazioni la cui ordinaria attività non sia incompatibile con le finalità previste. 7
  8. 8. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione I Giovani saranno……  Promotori dei progetti ed imprenditori  Risorse professionali coinvolte nelle iniziative  Propulsori delle opportunità del proprio territorio  Destinatari diretti ed indiretti delle azioni 8
  9. 9. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Metodo partecipativo per gli avvisi  L’azione si attua sperimentando i nuovi orientamenti comunitari relativi alla proposta del <Codice di condotta europeo del partenariato> che prevedono la consultazione preventiva delle parti economico e sociali nella fase di definizione degli interventi.  Il prossimo 18 settembre, a Napoli, preventivamente alla pubblicazione degli Avvisi, i contenuti di questa azione saranno discussi con i rappresentati delle associazioni non profit. 9
  10. 10. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Come aderire • Attraverso la presentazione di progetti, nelle modalità previste dagli Avvisi, volti all’attuazione delle azioni finanziabili • I progetti presentati dovranno in particolare esplicitare: – l’identificazione dei risultati attesi dall’iniziativa ed i relativi indicatori – le specifiche azioni atte a conseguirli – gli elementi atti a definire le condizioni di sostenibilità gestionale ed economica dell’iniziativa – le risorse professionali e le competenze dei giovani mobilitate ed attivate 10
  11. 11. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Principali elementi di valutazione dei progetti  Rilevanza dei risultati attesi  Efficacia del progetto nel soddisfare fabbisogni rilevanti  Competenze e capacità professionali dei giovani mobilitati  Capacità di mobilitare azioni di rete e l’associazionismo  Sostenibilità dell’iniziativa 11
  12. 12. Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Il Ministro Il Ministro per la Coesione Territoriale per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Tempi e modalità di attuazione  Pubblicazione degli Avvisi, corredati da Linee Guida e Formulari per la presentazione e l’attuazione dei progetti, ad inizio ottobre  Attivazione di un help desk telefonico ed online di supporto  Presentazione dei progetti entro :  60 giorni dalla pubblicazione Avviso Giovani per il sociale;  90 giorni dalla pubblicazione Avviso Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici.  Valutazione dei progetti da parte di una Commissione composta anche da esperti di alto profilo esterni all’Amministrazione  Accompagnamento e monitoraggio degli interventi attraverso l’attivazione di team specialistici di supporto 12

×