Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

CoopUPBologna 2018: MVP, testing e validazione

160 views

Published on

Slide del quarto appuntamento dell'edizione 2018/19 di CoopUP Bologna, il percorso di incubazione, networking e formazione di Kilowatt e Confcooperative Bologna, in collaborazione con Emil Banca e Irecoop.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

CoopUPBologna 2018: MVP, testing e validazione

  1. 1. 12 dicembre 2018 - IV incontro Testing, MVP, validazione
  2. 2. DOVE ERAVAMO RIMASTI?
  3. 3. Dai risultati agli impatti Ragionare sugli impatti significa porre l’attenzione sugli effetti più che sulle risorse impiegate: - non è tanto importante quanto si investe in formazione ma quanto si apprende e che cosa si apprende - non è tanto importante quanto si investe in servizi sociali ma quanto questi contribuiscono a creare benessere ed inclusione economica a livello locale - non è tanto importante quanto si investe in servizi ambientali ma quanto si ricuce l’impatto di una comunità sull’ambiente
  4. 4. Piano dei conti • VALUTARE LO STATO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ • FARE PROIEZIONI • MISURARE OGNI ACCADIMENTO N.B: È uno strumento INTERNO! Serve per capire COME sta andando la gestione del progetto
  5. 5. Scheda Community 1. Ambito [ ] CLIENTI [ ] BENEFICIARI [ ] PARTNER [ ] ALTRO ______________________ 2. Com’è composta 3. Dove e come si trova 4. ASPETTATIVE TIMORI
  6. 6. 1. Ambito [ ] IDENTITÀ [ ] CANALE [ ] MODELLO DI BUSINESS 2. Chi è _______________________________________________________________ 3. Mi interessa perché 4. Cosa ho imparato Scheda Benchmark
  7. 7. Fare un’intervista... Alcune delle sue “12 regole” per fare un’intervista: > domande aperte e non chiuse > parrot back: “tu quindi dici che…” > cercare pattern
  8. 8. dove siamo arrivati? benchmark ci dicono qualcosa rispetto al posizionamento business model piano dei conti esplicitano come voglio creare valore
  9. 9. Innovare per creare valore l’innovazione non è solo di prodotto o servizio l’innovazione non è solo tecnologica innovazione è tutto ciò che genera nuovo valore per qualcuno dall’analisi di benchmark cosa avete imparato? cosa fate di diverso e di nuovo voi rispetto ai vostri competitor?
  10. 10. 12 ambiti di innovazione Offerta Processo
  11. 11. dove siamo arrivati? benchmark ci insegnano qualcosa. come cambia la nostra proposta di valore? business model piano dei conti definiscono delle ipotesi MVP da testare
  12. 12. Una breve panoramica sulla prototipazione veloce Prototipare vuol dire trovare e testare il cosiddetto “prodotto minimo funzionante” (Minimum Viable Product "MVP"). Significa capire e sperimentare le caratteristiche chiave su cui si basa la proposta di valore di un prodotto/servizio. Ci sono molti metodi di prototipazione, la maggior parte basata su simulazioni. Tutte coinvolgono l’utente finale.
  13. 13. Gli aspetti chiave 1. identificare correttamente le ipotesi: - i dato per scontato - le ipotesi sul prodotto/servizio Le buone ipotesi da testare sono quelle che possono “mettere in crisi” il nostro modello 2. farlo direttamente 3. non confondere le opinioni con i fatti i clienti sono bugiardi o nella migliore delle ipotesi non sanno quello che vogliono
  14. 14. Lean Thinking e Action Learning
  15. 15. In breve, il Lean Thinking... Nasce dall’osservazione del sistema produttivo della Toyota Si basa su: > miglioramento continuo > concetto di Genba: essere vicino a dove accadono le cose >>> centralità dell’utente > concetto di Muda: riduzione degli sprechi > ogni azione deve avere una metrica di misurazione: meglio non fare nulla piuttosto che fare senza misurare i risultati
  16. 16. Serve per distinguere i sintomi dalle cause. Si tratta di un dialogo strutturato con: > una persona che presenta un problema > un coach che dirige > alcuni intervistatori > uno o più osservatori esterni Regola: vietato giudicare! è permesso solo fare domande Si parte dalla seguente domanda: qual è il problema che sta alla base del miglioramento? Come si fa l’Action Learning
  17. 17. Compilata da ___________________________________ MVP del progetto: caratteristiche imprescindibili
  18. 18. Quale sfida dobbiamo affrontare? Perché è importante ora? Quali sono le ipotesi principali dietro a questa sfida?
  19. 19. PROTOTIPARE
  20. 20. 1. VERIFICA DELL’IPOTESI DI PARTENZA
  21. 21. 2. Mechanical Turk
  22. 22. 3. Smoke test
  23. 23. - landing page con campagna google/facebook - pagina o gruppo facebook - gruppo di interesse anche offline Drew racconta: “It drove hundreds of thousands of people to the website. Our beta waiting list went from 5,000 people to 75,000 people literally overnight. It totally blew us away. Within 24 hours, the video had more than 10,000 diggs Il video è l’esempio di un Minimum Viable Product Smoke test
  24. 24. 4. Mockup
  25. 25. 5. Pre-order offer o piattaforme di crowdfunding In pochi mesi Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno raccolto tra Indiegogo e Kickstarter più di 2 milioni di dollari. Solo Kickstarter hanno raccolto oltre 1 milione di dollari da 70 nazioni diverse in soli 28 giorni.
  26. 26. La validation timeline
  27. 27. Come si costruisce una validation timeline 1. descrivere il MVP 2. definire le ipotesi (dato per scontato) 3. descrivere l’esperimento necessario per testarle a. cosa mi serve per imparare? b. scegli l’ipotesi più rischiosa! 4. definire i criteri minimi di successo 5. uscire!!! 6. analizzare i risultati a. è necessario un pivoting? b. oppure si può passare alla seconda ipotesi
  28. 28. Where are we now? Validation / 1.200 surveys Vegan/ vegetarian target segment Scientific validation New brand identity New app
  29. 29. May 2015 Public beta January 2015 Private beta / test 10x10 March 2015 100 beta testers September 2015 Price increase Marketing boost August 2015 800 customers Where are we going? December 2015 1500 customers February 2015 Seed funding
  30. 30. ipotesi/step esperimento/ attività criteri minimi di successo timing interesse per il prodotto e l’acquisto da parte del target migranti-consumatori intervista approfondita 15 interviste compilate e 80% di interesse entro il 10 aprile interesse dei negozi/banchetti di quartiere/macelleria halal dove oggi si approvvigionano i migranti intervista approfondita 6 interviste compilate entro il 28 aprile verificare l’interesse e la risposta al prodotto dei consumatori evoluti smoke test e vendita presso Vetro vendita del 90% del prodotto entro il fine luglio bisogno di partenza da parte di migranti consumatori e curiosità dei consumatori finali piccola coltivazione presso l’Orto delle Serre e utilizzo in cucina valutazione qualitativa dei feedback positivi e del dibattito creato estate 2016 siamo qui! SEMìNO
  31. 31. Workshop: La vostra validation timeline ipotesi/step esperimento criteri minimi di successo timing MVP Lavoro di gruppo: iniziamo da qui e confrontatevi a coppie!
  32. 32. PER CONCLUDERE...
  33. 33. i compiti Entro la data dei colloqui individuali: (> concludete la compilazione degli strumenti precedenti) > fate l’Action Learning e quindi definite l’ipotesi di partenza > scheda MVP completata (con ipotesi di partenza) > validation timeline compilata entro il prossimo incontro: > primo/i passo/i della validation timeline
  34. 34. Contatti gaspare@kilowatt.bo.it samanta@kilowatt.bo.it nicoletta@kilowatt.bo.it anna@kilowatt.bo.it giulia.candeloro@kilowatt.bo.it coopupbo@confcooperative.it fabbri.le@confcooperative.it

×