Tsok may 2012 ita

323 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
323
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tsok may 2012 ita

  1. 1. EUROZONA E SCENARI FUTURISENZA FATICA NESSUN GUADAGNOCamera di commercio italo-slovacca Elena Kohútiková Direttore finanziario VÚB, a.s. Bratislava, 23 May, 2012
  2. 2. Esiste un futuro per l’Europa? – Piu del 50 % degli investitori prevede che la zona euro perderà i propri membri, la Grecia ad esempio, che con l’impasse elettorale rischia di rendere la crisi del debito ancora più profonda, secondo la ricerca Bloomberg Global Poll – in effetti, la percentuale dei partecipanti al sondaggio, che prevede una zona euro più piccola in un anno, è cresciuta dal’11% nel Gennaio 2011 al 57% a Maggio l’80% dei 1.253 investitori, analisti e commercianti che I mercati sono in fase orsosono abbonati a Bloomberg si aspettano in ulterioreaggravamento della crisi del debito europeo il 55% dei partecipanti dice che i problemi dell’Europapongono un rischio elevato per l’economia mondiale,mentre il numero di coloro che dicono lo stesso inrapporto alla Cina o alla situazione negli Stati Uniti èmeno di un mezzo 2
  3. 3. Sfide per l’Europa e zona euro  Consolidamento macroeconomico contro la crescita economica?  La necessità di maggiore cooperazione ed integrazione nell’ UEM non contraddice la necessità di risolvere i problemi specifici dei singoli paesi  Solidarietà- non solo i paesi dell’UEM contro i paesi che ricevano aiuto, ma anche verso i paesi che forniscono aiuto  Grecia- caso unico? 3
  4. 4. Il consolidamento macroeconomico contro la crescita economica?L’era dell’ottimismo e dello spread contenuto all’interno della zona euro èdecisamente finita I rendimenti dei titoli di stato a 10 anni dal 1990 in % p.a. 36 fixing exchange rates The Greek PSI talks (May 1998) (Aug 2011) 31 launching the 26 euro (Jan 1999) revision of greek debt (Oct 2009) 21 Greece joined the euro area (Jan 2001) 16 bankruptcy of Lehman 11 Bros 6 1 3/90 3/91 3/92 3/93 3/94 3/97 3/98 3/99 3/00 3/01 3/02 3/03 3/04 3/05 3/06 3/07 3/08 3/09 3/10 3/11 3/12 3/95 3/96 Nemecko Španielsko Portugalsko Írsko Grécko Taliansko Belgicko Francúzsko Fonte: Bloomberg, VÚB 4
  5. 5. Consolidamento macroeconomico contro crescita economica?Mentre il quarto trimestre ha registrato un rallentamento, per l’economiadell’area Euro,che sta scivolando lievemente al ribasso, il primo trimestre eragià in negativo La crescita nell’area dell’Euro è fortemente influenzata dall’inasprimento fiscale Crescita del Pil,valori storici e previsioni del consenso, in percentuale di lungo periodo forecast Odhad 3 1 -1 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 USA -3 EA -5 Temi chiave – come consolidare e crescere? Non abbiamo gli scenari pronti? Source: Bloomberg, VÚB 5
  6. 6. Nuova sfida: la crescita macroeconomica contro la crescitaeconomica= No! Consolidamento E crescita Il compito del giorno: non solo consolidamento fiscale e riduzione del debito, ma anche implementazione simultanea di fattori di crescita, orientati non solamente alla mera crescita, ma, allo stesso tempo, anche a risolvere le più stringenti problematiche dei singoli paesi.  L‘alto tasso di disoccupazione – specie tra i giovani – è la sindrome da generazione perduta che ci minaccia? – Strumenti a supporto dell’occupazione giovanile – Supporto ai FDI (Foreign Direct Investments), all’educazione ed alla scienza  Competitività dell’export ed anche domanda interna di alcuni paesi – Ritorno a stipendi collegati alla crescita della produttività  Cambiamento del rapporto tra la popolazione occupata e quella non occupata – non solo un problema di anzianità  Ristrutturazioni, privatizzazioni e FDI Chi finanzierà la CRESCITA?  La Banca europea per gli investimenti, nuove Banche Europee per la Ricostruzione e lo Sviluppo?  Le banche? (Quali? Quasi tutte sono state duramente colpite dalla crisi), Basilea III?  Bond europei? 6
  7. 7. Maggiore Cooperazione e Integrazione nell’UEM non è in Contraddizione conla Risoluzione dei Problemi Specifici dei Singoli PaesiLivello di UE- una più profonda cooperazione- una maggiore integrazione Miglioramento della governance dell’economia UE rafforza la vigilanza dei mercati finanziari Europa 2020 – Ripristino del credito normale per l’economia, completamento del mercato unico, rafforzare l’innovazioneSoluzione dei problemi specifici dei paesi della zona euro Irlanda – è una storia di successo Portogallo – è sulla buona strada Italia –inizia l’austerità e il programma di riforme Spagna – impegno globale di adeguamentoGrecia-un caso isolato? 7
  8. 8. Grecia-un caso isolato? La Grecia non ha un problema di liquidità, ma un PROBLEMA DI SOLVIBILITA’ Gli stati membri della zona euro continueranno a sostenere la Grecia…fin tanto che la Grecia continuerà ad applicare le condizioni concordateDue possibili scenari greci sono ancora realistici: : La Grecia uscirà dalla zona euro- tramite accordo o impulsivamente-in tal modo i problemi non vengono risolti- svalutazione della moneta, potenziali problemi del settore bancario e dell’economia reale si tradurranno nell’urgenza di un forte consolidamento La Grecia rimane nella zona euro, le riforme saranno imposte dalla “TROJKA”- è richiesta anche la solidarietà dei cittadini greci con altri paesi dell’UEM, soprattutto coloro che forniscono aiuto, ma anche quei paesi che potrebbero essere colpiti dall’uscita della GreciaPotenziale EMU e gli scenari europei se la Grecia lascia l’EMU Grecia, sarà considerato come un CASO ISOLATO L’infezione della Grecia sarà diffusa su altri paesi attualmente sotto attento monitoraggio da parte del mercato La fine dell’Unione Monetaria? E per quanto riguarda l’UE? 8

×