Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La sfida internazionale dell'industria energetica

4,153 views

Published on

Modelli innovativi per la crescita globale della filiera italiana - Relazione di Giulio Gallazzi - NPV

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La sfida internazionale dell'industria energetica

  1. 1. Confidential document La sfida internazionale dell’industria energetica Modelli innovativi per la crescita globale della filiera italiana Novembre 2016
  2. 2. Confidential document Growing global energy demand: Aumento del fabbisogno energetico globale stimato al 2040 L’ aumento sarà guidato da alcuni driver fra cui la crescita della popolazione mondiale che passerà da 7 a 10 miliardi spinto dalla crescita demografica delle aree extra «occidentali» Altro driver sarà la crescita globale dell’economia. Nei prossimi 35 anni il PIL pro capite raddoppierà trainata dalle economie in espansione soprattutto asiatiche La domanda di energia sarà guidata dai paesi quali in particolare Cina e India. Seguiti da un cluster di 10 paesi: Brasile, Messico, Sud-Africa, Nigeria, Egitto, Turchia, Arabia Saudita, Iran, Thailandia e Indonesia Fonte: nostra elaborazione su dati ExxonMobil Outlook 2016
  3. 3. Confidential document Fulfill future growing supply: Verso una Low-carbon economy Il petrolio rimarrà la principale fonte di approvvigionamento. Si prevede che un terzo della domanda di energia sarà coperta ancora da petrolio fino al 2040 almeno Il 26% della domanda di energia sarà coperta invece dal gas entro il 2040. Il gas naturale continuerà ad aumentare rapidamente fino a sorpassare il carbone. Il Nucleare e Rinnovabili copriranno il 22% della domanda globale di energia per il 2040. In particolare in Cina aumenterà l’elettricità prodotta dal nucleare grazie ad un programma intenso di sviluppo infrastrutturale dedicato dal governo centrale Tra le fonti rinnovabili il solare ed l’eolico aumenteranno particolarmente, grazie alle politiche a sostegno delle fonti rinnovabili di energia. Vista la non programmabilità delle fonti rinnovabili dovranno però essere integrate con altre fonti, tipicamente dal gas Fonte: nostra elaborazione su dati ExxonMobil Outlook 2016
  4. 4. Confidential document Reshaping energy landscape: the efficiency Driver del cambiamento per migliorare l’utilizzo di energia Sovranazionali e nazionali. Obiettivo: ridurre le emissioni di CO2 e il surriscaldamento globale, favorendo l’efficienza energetica e forme di energia più pulite. L’Europa sarà l’area più virtuosa. Area critica sarà invece la Cina con il 25% delle emissioni globali nel 2040 Interventi regolatori Intelligent/ Smart Energy Cambiamento consumatore La digitalizzazione, lo sviluppo e la diffusione di nuove tecnologie e devices, big data, IoT, smart metering, storage. Sono tutti «breakthrough factors» che saranno «disruptive» nell’arena competitiva e che stanno favorendo l’ingresso di nuovi player, una maggiore efficienza e controllo sulle reti sarà il F.C.S. Le aspettative dei consumatori stanno aumentando. Sono sempre più connessi alla rete e ai network ed esigono una maggiore chiarezza e semplicità e una maggiore disintermediazione. Sempre più «prosumer», in un ottica di consumo condiviso e responsabile
  5. 5. Confidential document Un nuovo modo di fare energia: Il passato Il futuro Produzione centralizzata Monopolio Immissione in rete pianificabile e reti collegate fisicamente Distribuzione dell’energia Produzione decentralizzata Aumento della concorrenza Digitalizzazione e convergenza dei sistemi e delle tecnologie per controllo e consumo Flessibilità ed efficienza energetica nella distribuzione di energia
  6. 6. Confidential document Nuovi entranti: Ridisegno dei confini del settore: il percorso di convergenza in atto Player Storici nella filiera (Energy & Infrastructure, Utilities, etc.) Produttori Distributori Retailer Consumatori Aziende di gestione della domanda Aziende di impianti rinnovabili Aziende di smart metering ESCO Smart energy start-up Aziende Web-tech Aziende ICT Fornitori di equipment e tool industriali Aziende chimiche
  7. 7. Confidential document Il contesto italiano: Business model «tradizionali» e nuovi paradigmi Produzione Distribuzione/ Trasmissione Retail Più integrati Meno integrati Asset based Service based + ICT solutions (software/ M2M systems) Utilities/ Retailer Gestore rete=Terna+dis tributori locali Prosumer Broker di servizi Utilities/ Retailer ICT companies Energy companies ESCOs EPC Renewable Gestori della rete Nuovi paradigmi Business tradizionali New entrants «to be» «influenze»
  8. 8. Confidential document Il contesto italiano: l’ICT nel settore Energy & Utilities Investimenti nelle aree applicative core nel settore Energy & Utility (€) Fonte: Report Assinform 2015 17% 33% 50% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% Trasporto primario/ Sistemi logistica(trasporto e stoccaggio)/ Sistemi gestione produzione Gest. E manut. Impianti e infrastrutture Telelettura/Telegestione Sistemi gestione produzione Billing Retail Billing B2B/ Trading (energia& gas)/ Risk Mng  Nel campo degli investimenti ICT il settore con il maggiore incremento di spesa negli ultimi anni è quello delle Utilities  Nel settore Energy/Utility il Billing rappresenta l’area a maggiore priorità di spesa
  9. 9. Confidential document Il contesto italiano: I punti di forza: le competenze Start-up energetiche: + 67% rispetto al 2015 di queste il 10% sono energetiche. Nascono soprattutto nel nord-italia e si moltiplicano gli incubatori e gli acceleratori di impresa sia universitari che privati Smart metering: 15 anni fa tra i primi paesi a livello europeo ad aver installato i contatori digitali. Oggi siamo già alla seconda generazione. Ad esempio Hera sta installando i nuovi contatori digitali Sistemi di accumulo: Per favorire forme di energia più pulita Terna ed EGP hanno lanciato «Storage Lab» il più importante impianto di accumulo in Europa per impianti rinnovabili Smart Energy/City: Diversi progetti pilota nel campo delle reti a media tensione connesse ad impianti rinnovabili ad esempio ITALEAF con l’acquisizione di Softeco e Selesoft, attive nella produzione di soluzioni tecnologice e smart per le reti o A2A con il progetto «Smart City» Rinnovabili: Nonostante si stia registrando una fase di riduzione degli investimenti dopo la fortissima espansione degli anni precedenti, anche per via del taglio agli incentivi, la aziende italiane hanno un grande khow-how «esportabile» Efficienza energetica: Tra i leader mondiali dell’efficienza energetica. Terzo gradino del podio in Europa: nel 2016 ha ridotto le emissioni del 20% rispetto a sei anni fa. Aziende fortemente innovative. Ad esempio Hera Luce, Enel Sole
  10. 10. Confidential document Nuove opportunità: Internazionalizzazione per superare la transizione e aprire «growth opportunities»  Crescita globale del settore energetico è a due velocità con i mercati «occidentali» che rallentano o non crescono e i paesi dell’Asia ed «emergenti» che investono per soddisfare il proprio fabbisogno energetico  La situazione italiana risulta essere molto frammentata con pochi grandi player e molte aziende di piccole dimensioni  La maggior parte delle aziende ha come focus l’Italia o l’Europa dove i mercati sono maturi: con bassa crescita, forte competizione e margini ridotti. Pochi hanno piani di sviluppo seri sui mercati in crescita PMI hanno Khow-how e competenze spendibili sui mercati internazionali ma spesso poca iniziativa internazionale
  11. 11. Confidential document Come entrare nei mercati esteri: Un settore delicato  Il settore energetico è cruciale per ogni paese. La produzione di energia e la distribuzione si avvicina ad un «servizio» dal momento che è necessario essere connessi alla rete nazionale  Fondamentale il ruolo dei governi locali: in tema di regolamentazione del mercato, e di finanziamenti e incentivi laddove non esistono ancora monopoli reali o di fatto Paesi dove il mercato dell’energia sta crescendo e dove il settore si sta liberalizzando Mercato con basse barriere all’entrata o dove la concorrenza non è forte Mercati dove l’azienda può utilizzare le proprie tecnologie e dove il business model attuale dell’azienda si può adattare più facilmente o con pochi aggiustamenti Presenza di incentivi/finanziamenti per gli investitori esteri nell’ambito dei piani di sviluppo energetico nazionale Possibilità di partnership tecnologiche Presenza attuale o prossima di tariffe per servizi sostenibili per un mercato D/S Criteri di selezione
  12. 12. Confidential document Come entrare nei mercati esteri: Passi chiave per l’internazionalizzazione Formulazione della strategia di internazionalizzazione • Definizione degli obiettivi generali • Mercati obiettivo • Definizione di un sistema di offerta «internazionale» 1. Selezione dei paesi, competitive analysis e modalità di ingresso • Definizione criteri di selezione • Selezione paesi obiettivo • Individuazione dei principali concorrenti • Segmentazione mercato specifico ed individuazione target • Formulazione dell’offerta mirata 2. • Individuazione delle risorse interne tecniche • Management: definizione dello staff internazionale • Piano di business • Definizione eventuali partner sul territorio 3. Assessment interno tecnico-organizzativo • Individuazione delle modalità di finanziamento • Attuazione piano e monitoraggio avanzamento 4. Finanziamento ed esecuzione
  13. 13. Confidential document Contact Details SRI GROUP NPV EUROPE Srl Via Andrea Appiani 12, 20121 Milano, Italy Tel +39 02 89050250 - Fax +39 02 89050279

×