Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Trasguardi - Atelier di formazione: Solidarietà 2.0

440 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Trasguardi - Atelier di formazione: Solidarietà 2.0

  1. 1. Una fotografia delle ONG TicinesiSocial Media e Nonprofit Solidarietà 2.0: potenzialità e limiti dei nuovi social media TRASGUARDI, 13 ottobre 2012
  2. 2. La Comunicazione Online delleOrganizzazioni Non Governativedella Svizzera italiana Uno studio sulle ONG della FOSIT http://www.newmine.org/
  3. 3. Siamo un’organizzazione non profit 53 indicatori Generale, Organigramma, Direzione o Comitato, Staff locale, Staff in missione, Membri, Sedi, Altro che lavora su progetti di sviluppo, 38 indicatori Progetto, Paesi che sostiene localmente, 22 indicatori Vendita, Evento, Petizione, Altro in collaborazione con altri enti. 9 indicatori Partner stranieri, Partner locali È possibile aiutarci, 29 indicatori Donatori/sponsor, Donazione, Adozione, Volontari, AltroLa narrativa sapere di noi 22 indicatori Pubblicazioni e rimanere in contatto con noi. 9 indicatori Contatti Funzionalità 20 indicatori Funzionalità, Banner
  4. 4. Le macro-aree e la frequenza (progetti) in collaborazione con altri enti 6% sapere di noi 11% e rimanere in contatto con noi 12%degli indicatori È possibile aiutarci 16% (progetti) che sostiene localmente 16% Funzionalità 22% Siamo unorganizzazione non-profti 22% che lavora su progetti di sviluppo 31%
  5. 5. Indicatori più frequenti
  6. 6. Indicatori web 2.0
  7. 7. Alcuni esempi di come leONP utilizzano i social media Spunti per pianificare un piano di comunicazione web 2.0
  8. 8. Cosa si può fare con i SocialMedia
  9. 9. Cosa si può fare con i SocialMedia
  10. 10. La pagina Facebook di AVSI
  11. 11. Cosa si può fare con i SocialMedia
  12. 12. Il blog di seed
  13. 13. La pagina Twitter di TDHI
  14. 14. Cosa si può fare con i SocialMedia
  15. 15. Il canale Youtube di Caritas
  16. 16. L’account Flickr di Greenpeace
  17. 17. Raccolta fondi
  18. 18. 1. Ascolta. I social media non riguardano te, ma la tua relazione con altre persone. Ascolta prima di parlare 2. Coinvolgiti. I social media riguardano le conversazioni e la costruzione di relazioni. Bisogna impegnarsi. Non parlare solo di te stesso . Fai domande, coinvolgi le persone, e metti dei link. 3. Non controllare. Non puoi controllare la conversazione. Se vuoi che le persone diffondano il tuo messaggio, devi fidarti.5 regole d’oro 4. Sii onesto. Non puoi cambiare la verità con i social media. Sii aperto, onesto e autentico in quello che dici e fai. 5. Pensa a lungo termine. Non aspettarti risultati immediati e facilmente misurabili. Ci vuole tempo per ottenere fiducia e costruire relazioni. Fonte: ComPrime
  19. 19. Un’utile risorsahttp://nonprofitorgs.wordpress.com/2012/08/27/50-fun-useful-and-totally-random-resources-for-nonprofits/
  20. 20. Lavoro di gruppoCon quali obiettivi e come può essere integrato il web 2.0 nelle vostre organizzazioni?
  21. 21. Grazie! Isabella Rega, Associazione seed e USI isabella.rega@seedlearn.org www.seedlearn.org Sara Vannini, USI sara.vannini@usi.ch www.newmine.org

×