Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Il freelance dell’autonomia e non dell’anarchia

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Upcoming SlideShare
Donne e motori..
Donne e motori..
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 15 Ad

Il freelance dell’autonomia e non dell’anarchia

Download to read offline

È possibile crescere da freelance? E che caratteristiche devono avere i propri compagni di viaggio? Ccome fa la/il freelance a rendere scalabile il suo operato nel mondo del lavoro?
Credo che la domanda sia cruciale e lo sia per tutte le forme di organizzazione del lavoro, per i liberi professionisti così come per le aziende.
Io ho iniziato la mia carriera da dipendente, poi ho capito che il rispetto della gerarchia limitava troppo la mia creatività e ho dato dimissioni per aprire partita iva e collaborare con le persone che ho ritenuto migliori nel panorama del marketing turistico in Trentino. Oggi sono una libera professionista e titolare d’azienda.
In qualità di titolare d’azienda ho avuto la possibilità e il piacere di scegliere i miei collaboratori, i classici collaboratori esterni e non dipendenti, i freelance di cui si circonda una micro impresa come la nostra.
E così conosco tanti freelance, ho lavorato con molti freelance, seguo online molti di loro, li ascolto e me ne prendo cura.
Ho seguito i comportamenti dei miei collaboratori anche con occhio analitico (critico a volte e anche giudicante) e l’analisi dei loro modi di fare mi ha portato a ri-definire concetti come costanza, continuità, coerenza, stabilità, puntualità, esclusività, ecc.
Tu che tipo di freelance sei?
A te e a tutti i freelance ho dedicato una preghiera, e così sia ;-)

È possibile crescere da freelance? E che caratteristiche devono avere i propri compagni di viaggio? Ccome fa la/il freelance a rendere scalabile il suo operato nel mondo del lavoro?
Credo che la domanda sia cruciale e lo sia per tutte le forme di organizzazione del lavoro, per i liberi professionisti così come per le aziende.
Io ho iniziato la mia carriera da dipendente, poi ho capito che il rispetto della gerarchia limitava troppo la mia creatività e ho dato dimissioni per aprire partita iva e collaborare con le persone che ho ritenuto migliori nel panorama del marketing turistico in Trentino. Oggi sono una libera professionista e titolare d’azienda.
In qualità di titolare d’azienda ho avuto la possibilità e il piacere di scegliere i miei collaboratori, i classici collaboratori esterni e non dipendenti, i freelance di cui si circonda una micro impresa come la nostra.
E così conosco tanti freelance, ho lavorato con molti freelance, seguo online molti di loro, li ascolto e me ne prendo cura.
Ho seguito i comportamenti dei miei collaboratori anche con occhio analitico (critico a volte e anche giudicante) e l’analisi dei loro modi di fare mi ha portato a ri-definire concetti come costanza, continuità, coerenza, stabilità, puntualità, esclusività, ecc.
Tu che tipo di freelance sei?
A te e a tutti i freelance ho dedicato una preghiera, e così sia ;-)

Advertisement
Advertisement

More Related Content

Recently uploaded (20)

Advertisement

Il freelance dell’autonomia e non dell’anarchia

  1. 1. Il freelance dell’autonomia e non dell’anarchia Irene Manzone
  2. 2. Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale
  3. 3. Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale
  4. 4. La citazione “L'uomo è uno e la donna è due” Umberto Galimberti https://www.deejay.it/audio/20170503-3/520315/ dal minuto 13:21
  5. 5. La parafrasi “freelance è un* e *imprenditrice/ore è due, anzi spesso anche tre” La citazione “L'uomo è uno e la donna è due” Umberto Galimberti https://www.deejay.it/audio/20170503-3/520315/ dal minuto 13:21
  6. 6. Relazione Identità
  7. 7. Presenza Costanza
  8. 8. Preparazione Coerenza
  9. 9. Puntualità Stabilità
  10. 10. Esclusività Valore
  11. 11. chiedi -cerca -ama perché il progetto è il nostro progetto
  12. 12. Tutto quello che mi aspetto da te è il massimo,per il possibile avrai fatto anche da sola.
  13. 13. Oh gloriosi freelance ovunque voi siate, a Rabat o a Cabiate, a Bali o ad Hanoi, volgete lo sguardo a noi. Siete stati mandati da dea libertà ad irradiare le nostre aziende, adesso con la luce della vostra idealità rendeteci speranza e materialità. Tutti vi invocano, tutti vi cercano siate severi il giusto e non fatevi pagare la metà. Siete in grado di fare siti e siterelli seo e sem, newsletter e dem, quando vi coinvolgiamo è proprio voi che vogliamo. Influencer quanto basta, media kit tanto al chilo, personal branding in quantità, sono importanti si sa, ma tra di noi diciamoci sempre la verità. Salvateci dalle apparenze, preservateci dai refusi, liberateci dall’illusione che una call risolva il problemone. La preghiera ai freelance
  14. 14. Grazie,grazie,grazie per gli insulti: irenemanzone@gmail.com per stare insieme: irene.manzone@etour.tn.it per tutto il resto: it.linkedin.com/in/irenemanzone facebook.com/imanzone twitter.com/wesocialstories instagram.com/wesocialstories

×