Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Gli accordi per la competitività di Regione Lombardia

555 views

Published on

Invest in Lombardy Days 2015, presentati gli accordi di competitività di Regione Lombardia. A cura di Paola Negroni - Dirigente attività Produttive, Ricerca e Innovazione Regione Lombardia

Published in: Economy & Finance
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Gli accordi per la competitività di Regione Lombardia

  1. 1. Milano, 14 OTTOBRE 2015 Gli accordi per la competitività di Regione Lombardia Paola Negroni Dirigente attività Produttive, Ricerca e Innovazione Regione Lombardia Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  2. 2. Gli Accordi per la competitività introdotti dalla l.r. 11/2014 “Impresa Lombardia” sono finalizzati a: - Promuovere la crescita competitiva e la capacità di innovazione del sistema produttivo - Favorire il rilancio produttivo delle imprese contrastando la delocalizzazione e salvaguardando occupazione e capitale umano - Promuovere l’attrattività del contesto economico e sociale lombardo Si tratta di uno strumento negoziale sottoscritto da tutti i soggetti interessati (impresa, enti locali, sistema camerale, associazioni di categoria, parti sociali) per definire diritti e obblighi reciproci. Obiettivi Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  3. 3.  Gli Accordi sono costruiti su iniziativa di imprese, aggregazioni di imprese, distretti e filiere di piccole e medie imprese, con coinvolgimento dei Comuni, delle Province, delle Camere di commercio, delle parti sociali e degli ordini professionali, anche avvalendosi delle agenzie per le imprese.  Percorso sperimentale che parte da una prima ricognizione dei soggetti che possono avere interesse a sviluppare un progetto, attraverso la valutazione delle manifestazioni di interesse (FASE I), prosegue con la valutazione dei progetti esecutivi che hanno superato la prima fase (FASE II) e si conclude con la definizione, tramite procedura negoziale, degli impegni reciproci e del bilanciamento degli interessi delle parti coinvolte nell’Accordo per la Competitività. Funzionamento modello Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  4. 4. Funzionamento modello • Apertura fase I 4 aprile 2014 • A partire dal 30 giugno 2015 è ancora possibile presentare manifestazioni di interesse al solo fine di consentire a Regione Lombardia di completare l'analisi dei bisogni sul territorio • Apertura fase II 30/10/2014 • Chiusura fase II 30 giugno 2015 FASE I Selezione manifestazione di interesse FASE II Selezione progetti esecutivi PROCEDURA NEGOZIALE Sottoscrizione Accordo • Comitato Tecnico Approvazione Schema di Accordo per la Competitività da parte della Giunta regionale Pervenute 56 manifestazioni di interesse di cui 46 ammesse alle fase II Presentati 40 progetti esecutivi Approvati i primi 3 accordi Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  5. 5.  Elevate ricadute sul sistema economico lombardo, soprattutto in termini occupazionali.  Coinvolgimento di una pluralità di attori (Comuni, Province, Camere di commercio, Università e Centri di ricerca…) per massimizzare l’efficacia degli interventi sul territorio  Speciale attenzione alla valorizzazione e al recupero delle aree dismesse, degradate o sottoutilizzate  Promozione di accordi con i Comuni per l'abbattimento degli oneri amministrativi e la riduzione di tributi e tariffe gravanti sulle imprese Vantaggi per il territorio Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  6. 6.  Semplificazione della relazione tra imprese e pubblica amministrazione, con una rinnovata fiducia nell’iniziativa imprenditoriale  Strumento particolarmente interessante per le grandi imprese nuova categoria di interlocutori  Possibilità di ottenere contributi su più ambiti con un unico strumento:  Ricerca e innovazione (investimento minimo 1 milione di euro)  Sviluppo e qualificazione delle dotazioni infrastrutturali per la valorizzazione e la competitività del territorio (opere infrastrutturali pubbliche strettamente legate all’insediamento produttivo)  Capitale umano (sviluppo di interventi finalizzati al rilancio aziendale in stretta connessione con gli accordi aziendali). Vantaggi per gli investitori Riproduzione vietata – all rights reserved ©
  7. 7. Digitare qui il vostro testo Risultati raggiunti RICADUTE IN TERMINI OCCUPAZIONALI E DI INVESTIMENTO • Investimento in ricerca superiore a 120 milioni di euro con un contributo potenziale di RL pari a circa 45 milioni di euro • Investimento infrastrutturale superiore a 10 milioni di euro • Mantenimento e incremento occupazionale superiore a 6.000 unità Settori coinvolti: Siderurgia - telecomunicazioni – elettrotecnica – elettronica - produzione di attrezzature e componentistica - industria della salute – industria chimica – efficientamento energetico e ambientale - health care – automotive - settore del packaging - aereospaziale Riproduzione vietata – all rights reserved ©

×