CORSO LIVE STREAMING
ONLINE
SPEAKER
Giovanni Fontanesi
Digital video Consultant
Lesson
1
AGENDA
Martedì 17 settembre
Cos'è il live streaming
il workflow e le tecnologie
Concetti fondamentali
Giovedì19 settembre
...
Lezione 1 fondamenti dello streaming
Cos’è il live streaming, workflow e segnale video sorgente
Scenario
Cos’è la connetti...
LIVE STREAMING cos’è?
Live Streaming è l’insieme di tecnologie che permette la distribuzione di un segnale video ad una pl...
WORKFLOW aspetti tecnologici
In un evento live streaming gli elementi e le scelte tecnologiche riguardano :
la ripresa di ...
Multiple cameras
Webcam PC Live encoder
Single camera
HDMI USB
HDMI/SDI
HDMI SDI
Video mixer
RGB
Roland’s VR-3 Mixer Lives...
LIVE STREAMING internet video
Distribuzione di contenti video su IP
Caratteristiche:
Varie tipologie di contenuti
Enorme...
Scenario internet video www.b-frames.com
Fonte: Accenture
Lesson
1
Scenario live streaming – best case
Sempre più aziende, privati, organizzazioni vogliono rendere disponibili i propri cont...
Scenario live streaming – mercati verticali
Chi utilizza lo streaming live – mercati verticali
www.b-frames.com
NEWSPOLITI...
Scenario live streaming – mercati verticali
Matrimonio in Live streaming – il caso dell’india
www.b-frames.com
Fonte: watc...
Scenario velocità di connessione www.b-frames.com
Fonte: akamayLesson
1
Scenario velocità di connessione
Europa = Velocità di connessione media in crescita costante
Italia = 4.4Mbps + 5,4% rispe...
Scenario Connettività mobile
il volume del traffico di dati mobile è raddoppiato rispetto a un anno fa ed è cresciuto del ...
Fondamenti bandwidth e bit rate
Cos’è la bandwidth (larghezza di banda)?
la velocità di connessione dell’utente
www.b-fram...
Fondamenti codec
Codec = compressor/decompressor
enCOder che comprime il file + DECoder che decomprime il file per la ripr...
Fondamenti compressione
Live Streaming è l’insieme di tecnologie che permette la distribuzione di un segnale video ad una ...
Fondamenti video container
Container format: AKA “wrappers” o file contenitori sono quelli che vengono distribuiti e che v...
Fondamenti video container – MP4
Video format = container + set di codec AV
Es: MP4 con H.264 video + AAC audio
Parametri ...
Fondamenti resolution – frame size
Display Aspect ratio = rapporto tra
larghezza ed altezza dell’immagine in
16/9 o 4/3
Di...
Fondamenti Resolution – frame size www.b-frames.com
Lesson
1
Fondamenti Resolution – frame size www.b-frames.com
480i formato SD interlacciato dello standard NTSC (NTSC standard analo...
Fondamenti bit rate – bits per Pixels www.b-frames.com
bits/pixel = quantità di dati applicata ad ogni pixel nel video.
Ca...
Fondamenti bit rate – bits per Pixels www.b-frames.com
Best Practice:
Data rate e bits per pixel per 30 fps Data rate e bi...
Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com
Quando il video non risulta identico ad una foto digitale del
soggetto c’è ...
Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com
Pixel quadrato e Pixel rettangolare
 In SD Pixel sono rettangolari, nel PC...
Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com
Il video riprodotto in TV è differente da quello riprodotto sul PC
Sorenson...
Fondamenti video interlacciato vs progressivo www.b-frames.com
La maggior parte delle riprese viene fatto in ambito
broadc...
Fondamenti calcolo dimensione file www.b-frames.com
Video non compresso : [Fotogrammi/sec] * [Altezza] * [Larghezza] * [bi...
Fondamenti calcolo streaming bandwidht www.b-frames.com
1 Mbit = 0,125MB
1MB = 8 Mbit
bitrate*lenght (sec)*concurrent user...
Fondamenti CBR vs VBR www.b-frames.com
Constant vs Variable Bit Rate
Scelta bitrate encoding in Adobe media encoder
Dopo l...
Fondamenti CBR www.b-frames.com
Constant Bit Rate unico bitrate applicato all’intero video
Media 600Kbps
Picco 776 Kbps
Op...
Fondamenti CBR www.b-frames.com
Constant Bit Rate bitrate variabile a seconda della complessità dei frames
Media 600Kbps
P...
Fondamenti CBR vs VBR? www.b-frames.com
Cosa scegliere tra Constant e Variable Bit Rate?
Constrained VBR (200% max e 50%m...
Fondamenti I , B e P - frames www.b-frames.com
I-Frame codificato senza riferiemntoi agli altri frames (Key Frames) encoda...
Fondamenti I , B e P - frames www.b-frames.com
Key-Frame o I-Frame
Delta Frame o B,P-Frames
B e P Frames contengono solo l...
Fondamenti configurare l’audio www.b-frames.com
Sorenson Squeeze
Data rate audio bit rate, come per il video , quantità di...
Distribuzione concetti chiave
Attualmente esistono diverse opzioni di distribuzione dei contenuti video live e VoD
Progres...
FLASH vs HTML5 breve storia www.b-frames.com
Evoluzione delle tecnologie di distribuzione video su internet /mercato deskt...
FLASH vs HTML5 breve storia www.b-frames.com
Evoluzione delle tecnologie di distribuzione video su internet /mercato deskt...
HTML 5 fallback e codec www.b-frames.com
Raccomandazioni di encodign per compatibilità
con i browser:
Flash VP6 in .flv fo...
Q & A ……..
www.b-frames.com
Prossima lezione Giovedì19 settembre
Specifiche di Encoding - H264
Scegliere ed utilizzare un ...
giovanni@b-frames.it
www.b-frames.com
Giovanni Fontanesi
Digital Video specialist
B-Frames Digital Video Solutions
M +39 3...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Corso live streaming sett 2013 lesson 1

1,468 views

Published on

0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,468
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso live streaming sett 2013 lesson 1

  1. 1. CORSO LIVE STREAMING ONLINE
  2. 2. SPEAKER Giovanni Fontanesi Digital video Consultant Lesson 1
  3. 3. AGENDA Martedì 17 settembre Cos'è il live streaming il workflow e le tecnologie Concetti fondamentali Giovedì19 settembre Specifiche di Encoding - H264 Scegliere ed utilizzare un Live Encoder. Encoding on demand Martedì 24 settembre Gli encoder (desktop, hardware, OP , cloud encoders) Distribuzione Multiscreen (Desktop, Mobile , OTT) www.b-frames.com Giovedì 26 settembre lo streaming server e l'Adaptive Streaming Outbound / uplink (trasmissione del flusso al server) Martedì 1ottobre I sistemi di distribuzione LIVE (Streaming Server -OVP-LSSP- LSHP - UGC) [scegliere una VOP - scegliere LSSP - rich Media Presentation] Giovedì 3 ottobre la produzione di un evento live (la pianificazione - le luci- l'audio - la camera - lo sfondo) gli strumenti essenziali HEVC e Mpeg-DASH Lesson 1
  4. 4. Lezione 1 fondamenti dello streaming Cos’è il live streaming, workflow e segnale video sorgente Scenario Cos’è la connettività / bandwidht Definizione di codec , compressione e risoluzione/frame rate Definizione di streaming, progressive download e adaptive streeaming Cos’è il bits per pixel e cosa implica Aspect ratio e distorsione del video I,P e B-frames I concetti chiave della distribuzione (adaptive streaming, HDS ,HLS, DASH) Constant bit rate (CBR) - Variable bit rate (VBR) La transizione da flash ad HTML 5 www.b-frames.com Lesson 1
  5. 5. LIVE STREAMING cos’è? Live Streaming è l’insieme di tecnologie che permette la distribuzione di un segnale video ad una platea distribuita , in tempo reale e via IP. www.b-frames.com Lesson 1
  6. 6. WORKFLOW aspetti tecnologici In un evento live streaming gli elementi e le scelte tecnologiche riguardano : la ripresa di un video, l’encoding del segnale AV in un formato che possa essere distribuito su IP, la trasmissione del segnale in outbound dall’encoder al server (Wi-Fi, ethernet o 4G) , la scelta dello streaming server, la creazione di una landing page o di un palyer per permettere la visualizzazione agli utenti, la distribuzione dello stream agli utenti (CDN, popria connettività, LSSP etc) www.b-frames.com Lesson 1
  7. 7. Multiple cameras Webcam PC Live encoder Single camera HDMI USB HDMI/SDI HDMI SDI Video mixer RGB Roland’s VR-3 Mixer Livestream Studio™ HD500SONY xdcam HD422 Blackmagic Cinema Camera Eventuali signal converter www.b-frames.comWORKFLOW aspetti tecnologici NB: Sia che il segnale video provenga da una singola camera, un mixer AV o uno Production switcher bisogna sapere che input audio/video considerare per connettersi all’encoder (cavi video + ingressi) Firewire (SD)HDMI (SD-HD)HD-SDI: (HD or SD) RCA: (SD) Component: (HD or SD) S-VIDEO: (SD) digitali analogiciLesson 1
  8. 8. LIVE STREAMING internet video Distribuzione di contenti video su IP Caratteristiche: Varie tipologie di contenuti Enorme numero di contenuti Eterogeneità dei formati (MOV, AVI, FLV, WMV, mp4etc..) Differenti compressioni (h264,on2, theora,) video, risoluzioni, DRM , Distribuzione su IP Visualizzazione da PC, Handset, laptop o TV + STB www.b-frames.com
  9. 9. Scenario internet video www.b-frames.com Fonte: Accenture Lesson 1
  10. 10. Scenario live streaming – best case Sempre più aziende, privati, organizzazioni vogliono rendere disponibili i propri contenuti LIVE per il maggior numero di dispositivi possibile (desktop, mobile, OTT) www.b-frames.com 57 milioni di utenti online (deskyop + mobile)Mobile:17% del totale degli stream Fonte: BBC Lesson 1
  11. 11. Scenario live streaming – mercati verticali Chi utilizza lo streaming live – mercati verticali www.b-frames.com NEWSPOLITICA SPORT INTRATTENIMENTO CORPORATE
  12. 12. Scenario live streaming – mercati verticali Matrimonio in Live streaming – il caso dell’india www.b-frames.com Fonte: watchy.in Diffusione globale Wedding webcast Lesson 1
  13. 13. Scenario velocità di connessione www.b-frames.com Fonte: akamayLesson 1
  14. 14. Scenario velocità di connessione Europa = Velocità di connessione media in crescita costante Italia = 4.4Mbps + 5,4% rispetto al 2012. www.b-frames.com Fonte: Akamay Lesson 1
  15. 15. Scenario Connettività mobile il volume del traffico di dati mobile è raddoppiato rispetto a un anno fa ed è cresciuto del 19% rispetto al trimestre precedente In Italia esiste un divario di circa 1.5 Mbps tra il provider che offre la velocità di connessione mobile media maggiore (3.7 Mbps) e quello che offre la velocità media minore (2.2 Mbps). Le velocità di connessione massime offerte dagli operatori italiani vanno dai 19.6 Mbps ai 17.4 Mbps www.b-frames.com Fonte: AkamayLesson 1
  16. 16. Fondamenti bandwidth e bit rate Cos’è la bandwidth (larghezza di banda)? la velocità di connessione dell’utente www.b-frames.com Perché è importante? Deifinisce la capacità degli utenti di scaricare e visualizzare contenuti video Maggiore larghezza di banda significa maggiore bit rates (o data rate), che significa maggiore qualità Cos’è il bit rate? Quantità di dati/bit per secondo Definito solitamente in Kbps o Mbps Importante perché determina la qualità video e definisce i costi Lesson 1
  17. 17. Fondamenti codec Codec = compressor/decompressor enCOder che comprime il file + DECoder che decomprime il file per la riproduzione Converte file non compressi in file compressi e viceversa Riduce la grandezza di file video/audio e immagini I Codecs possono essere lossy or lossless (tpicamente lossy) www.b-frames.com Common codecs Video - H.264/AVC, H.265/HEVC, WebM, MPEG-2 Audio - MP3, AAC, WMV Still image - JPG, PNG, GIF Lesson 1
  18. 18. Fondamenti compressione Live Streaming è l’insieme di tecnologie che permette la distribuzione di un segnale video ad una platea distribuita , in tempo reale e via IP. www.b-frames.com Compressione è la parte centrale di ogni Workflow Video • Video ed audio streams sono compressi come file • La Compressione riduce la grandezza di file , I dati necessari per lo storage ed il trasferimento si riducono •La Qualità si riduce proporzionalmente alla compressione Lesson 1
  19. 19. Fondamenti video container Container format: AKA “wrappers” o file contenitori sono quelli che vengono distribuiti e che visualizziamo sui ns dispositivi. può contenere : più di un codec (audio, video, etc…) Animazioni, musica, testo, sottotitoli, etc…  Es: MPG, MP4, MOV, F4V, WMV, FLV www.b-frames.com Tranpsort stream: formato standard di trasmissione AV Transport stream è un container format che incapsula pacchetti elementari di stream con correzione dell’errore e sincronizzazione dei pacchetti di stream , (e.g. - broadcast)  Es: TS o MPEG-TS Lesson 1
  20. 20. Fondamenti video container – MP4 Video format = container + set di codec AV Es: MP4 con H.264 video + AAC audio Parametri dettagliati per MP4 container: Video codec: H.264 @ bitrate 3000 Kbps Audio codec: AAC @ 128 Kbps Advanced settings: 30 Fps, Aspect ratio-resolution : 1280 x720, Key frame placement: Automatic www.b-frames.com Lesson 1
  21. 21. Fondamenti resolution – frame size Display Aspect ratio = rapporto tra larghezza ed altezza dell’immagine in 16/9 o 4/3 Display Resolution = numero di pixel di un video in ogni dimensione (orizz – vert) – la risoluzione viene indicata in altezza di pixel (720p , 480 p..etc) Storage Aspect ratio (rapporto di dimensione) = larghezza/altezza in pixeò Frame rate = frame per scondo, 25 fps (EU) o 29,97 o 24 (US) www.b-frames.com 480p – (SD) Standard Definition 720p – (HD) mini-high definition 1080p – (HD) True High Definition Perché è così importante la risoluzione??  I video vengono ripresi a 720p o superiore  I video vedono distribuiti a 320x180 fino a 1080p  La risoluzione è un fattore qualitativo fondamentale o Ad un determinato bitrate l’aumento della risoluzione degrada il video o Non si può affermare che 1200Kbps sia un bitrate adeguato se nza conoscere la risoluzione (per 640x360 per 1080p no) Lesson 1
  22. 22. Fondamenti Resolution – frame size www.b-frames.com Lesson 1
  23. 23. Fondamenti Resolution – frame size www.b-frames.com 480i formato SD interlacciato dello standard NTSC (NTSC standard analogico di USA, Canada, Giappone, Mexico, ..etc , National Television System Committee.) 480p, formato a scansione progressiva, 480 linee verticali scansionate. 576i/p formato standard televisivo PAL (Europea, parte dell’Africa, Medio oriente, India, Australia, New Zealand, Tasmania, etc, ) disponibile sia in interlacciato che in progressivo. 720p formato HD , interlacciato 16:9 , risoluzione 1280x720 pixel , una dei più diffusi formati HD, assieme al 1080i. 1080i formato HD interlaced, 1080 line verticali scansionate , roisoluzione di 1920x1080 pixel. Il video interlacciato presensta problemi con le scene in movimento ma maggiore qulità di dettaglio in scene statiche. 1080p "Full High-Definition" formato a scansione progressiva,1080 linee verticali scansionate (1920x1080). Comune in HDTV, Blu-Ray, ed HD-DVD 1080p. 2048 (2k) per il Digital Cinemas, the 2k (2048x1080 a 24fps) pensato per la distribuzione al digital-cinema theaters. 4096 (4k) Super HD è uno standard emergente per la risoluzione della televisione digitale, del cinema digitale e la computer grafica(4096x2160 at 24fps). Ultra High-Definition Video in sviluppo con una risoluzione stimata di 7,680 × 4,320. Lesson 1
  24. 24. Fondamenti bit rate – bits per Pixels www.b-frames.com bits/pixel = quantità di dati applicata ad ogni pixel nel video. Calcolo = bitrate/(fps*pixels) oppure puoi utilizzare Mediainfo ! Perché è importante? = perché mi definisce il reale data rate di un file in ambito comparativo. In tabella la comparazione qualitativa può avvenire solo tramite il bit per pixel Mantenere alta qualità video e costo di banda contenuto : un data rate troppo alto non solo implica costi alti ma anche difficoltà di riproduzione Bit per pixel decresce all’aumentare della risoluzione: i codec lavorano meglio con una risoluzione maggiore e la qualità può rimanere alta seppur il rapporto bit/pixel diminuisce. Bisogna conoscere il rapporto bits/pixel per I video prodotti Se troppo basso = scarsa qualità Se troppo alto = problemi nella distribuzione e costi inultimente alti di banda. 0,868 Bit per pixel 0,127 Bit per pixel Lesson 1
  25. 25. Fondamenti bit rate – bits per Pixels www.b-frames.com Best Practice: Data rate e bits per pixel per 30 fps Data rate e bits per pixel per 25 fps Generalmente il bits per pixel dei Centri Media è più basso di quello utilizzato da altri produttori, politica più conservativa rispettoa ai costi di distribuzione. Lesson 1
  26. 26. Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com Quando il video non risulta identico ad una foto digitale del soggetto c’è un problema. Pixel Aspect Ratio (PAR) = rapporto tra densità info asse ordinate (x) ed info asse ascisse (y) pixel aspect ratio definisce la larghezza(x) di un pixel comparato alla sua altezza(y). Un pixel quadrato ha ratio di 1:1, un pixel rettangolare non ha stess altezza e larghezza. Questo concetto è simile all’aspect ratio del frame o del display che è riferito al totale dell’immagine In generale , nella televisione i pixels sono rettangolari nel PC quadrati. Immagini che sembrano corrette nella tv possono sembrare non calibrate nel PC. Lesson 1
  27. 27. Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com Pixel quadrato e Pixel rettangolare  In SD Pixel sono rettangolari, nel PC i pixel quadrati  Quando si visualizza un video SD su PC o su monitor HD i pixel appaiono pertanto più larghi del 10%  Con L’HD i pixel sono direttamente quadrati ed il problema di allargamento dell ‘immagine è eliminato. Lesson 1
  28. 28. Fondamenti pixel aspect ratio www.b-frames.com Il video riprodotto in TV è differente da quello riprodotto sul PC Sorenson squeeze aspect ratio SD1. Inserire la risoluzione adatta (se 4/3 640x480, 400x300 etc) (se 16/9 640x360, 480x270,,etc) 2. Assicurarsi che l’aspect ratio cambi, selezionare unconstrainde=libera) La tv effettua questo settaggio automaticamente, il PC no ecco perché va definito e corretto in fase di encoding Lesson 1
  29. 29. Fondamenti video interlacciato vs progressivo www.b-frames.com La maggior parte delle riprese viene fatto in ambito broadcast in formato interlacciato Tutti gli streaming sono in formato progressivo Necessario de-innterlacciare in fase di encoding (ovvero combinare i due campi applicando un algoritmo che ne limiti gli errori) Per i media digitali, creeremo sempre e solo video in progressivo Lesson 1
  30. 30. Fondamenti calcolo dimensione file www.b-frames.com Video non compresso : [Fotogrammi/sec] * [Altezza] * [Larghezza] * [bit per pixel] * [secondi] = Dimensione del file (in bit) Video compresso: [video bitrate] + [audio bitrate] x secondi = dimensione totale del file (in kbit o Mbit convertibile in MB) un video PAL di 30” in formato non compresso avrà dimensioni di: 25 * 768 * 576 * 24 x 30 = 7.962.624.000 bit = 949 Megabyte 1 Mbit = 0,125MB 1MB = 8 Mbit Lesson 1
  31. 31. Fondamenti calcolo streaming bandwidht www.b-frames.com 1 Mbit = 0,125MB 1MB = 8 Mbit bitrate*lenght (sec)*concurrent user total transferred Kbits/8 total transferred KB/1024 1 MB= 1024 KB 1 GB = 1024 MB Mbytes (MB)/1024 Bitrate*concurrent user (lenght hour/24) *(concurrent user*3600*24) Dati che devo conoscere: stabilire richiedere Lesson 1
  32. 32. Fondamenti CBR vs VBR www.b-frames.com Constant vs Variable Bit Rate Scelta bitrate encoding in Adobe media encoder Dopo la scelta del bitrate bisogna scegliere il bitrate control VBR o CBR ? Lesson 1
  33. 33. Fondamenti CBR www.b-frames.com Constant Bit Rate unico bitrate applicato all’intero video Media 600Kbps Picco 776 Kbps Opzioni 1 pass = singolo encoding + veloce , live  2 pass = doppio encoding lento, solo per VoD (ottimizzazione + codifica) Non presente in tutti gli encoder Microsoft experssion Encoder Pro: Calcolo leggero per la macchina Veloce- 1 pass Contro: Non ottimizza la qualità Lesson 1
  34. 34. Fondamenti CBR www.b-frames.com Constant Bit Rate bitrate variabile a seconda della complessità dei frames Media 600Kbps Picco 1255 Kbps Opzioni constrained= i picchi vengono limitati  unconstrained= non ci sono li miti ai picchi di codifica Pro: Qualità ottimale Contro: Lento Doppia codifica o tripla Lesson 1
  35. 35. Fondamenti CBR vs VBR? www.b-frames.com Cosa scegliere tra Constant e Variable Bit Rate? Constrained VBR (200% max e 50%min) per lo streaming Highly Constrained VBR (150% max e 70%min) per distribuzione per mobile Constrained VBR per i mobile CBR o constrained VBR per adaptive streaming CBR Live streaming (1pass) soprattutto con uplink limitato Lesson 1
  36. 36. Fondamenti I , B e P - frames www.b-frames.com I-Frame codificato senza riferiemntoi agli altri frames (Key Frames) encodato autonomamente con tencnlogia intraframe meno efficenti dal punto di vista della codifica P-Frame guarda indietro, I e P frames (predictive), ovvero si forma in base ad un altro frame B - Frame guarda avanti e indietro rispetto ad I e p frames (Bi-directional interpolated) più efficenti per la codifica GOP group of pictures Lesson 1
  37. 37. Fondamenti I , B e P - frames www.b-frames.com Key-Frame o I-Frame Delta Frame o B,P-Frames B e P Frames contengono solo la parte di fotogramma cambia rispetto al Key frame Inquadratura intervista con eccellente codifica (molta informazione ridondante) Telestream episode Pro Quanti I-frames?1 ogni 300 frames o 1 ogni 10 secondi Abilitare “natural and force….”per aver e un I-frames ad ogni cambio scena . Apple raccomanda 1I- frame ogni 90 Parametri - configurazione Quanti B.Frames? 3 B frames tra I e P frames Reference Frame= frame in cui B-frames cerca informazione ridondante. Quanti P-frames? Vengono stabiliti di default PBI Lesson 1
  38. 38. Fondamenti configurare l’audio www.b-frames.com Sorenson Squeeze Data rate audio bit rate, come per il video , quantità di dati al secondo espresso in Kbps Sample rate numero di volte al secondo in cui è campionato l’audio 44100 Hz è un audio ottimale , qualità CD Channell stereo o mono Sample size numero di bit per ogni sample/campione, generalmnete 16bit Cosa c’è d sbagliato in questa immagine? per uno speaker con unica fonte audio ( il microfono) non ha senso fare encoding stereo Il file stereo è creato da un file mono duplicando semplicemente la traccia mono , duplicando la quantità di dati da comprimere. CNN, NY Times pubblicano video con audio mono 64Kbps (speaker con singolo microfono) Un file Mono è riprodotto solo da uno dei due speaker sul desktop? No, quando si encoda un segnale mono, durante la riproduzione il file è pubblicato sullo speaker dx e sx. Se la fonte è mono Encoding mono - risparmiamo bitrate per il Video Lesson 1
  39. 39. Distribuzione concetti chiave Attualmente esistono diverse opzioni di distribuzione dei contenuti video live e VoD Progressive Download (VoD) = video distribuito da HTTP server piuttosto che da uno streaming server. Il video è distribuito come un qualsiasi altro file (pdf, jpeg etc). Tutte le tecnologi edi playback (html5, iOS, Flash e Android ) supportano il progressive download Streaming (Live + VoD) = flusso continuo di dati audio/video attraverso uno streaming server ( adobe media server, Wowza MS, Helix ) verso dispositivi target. Permette la visualizzazione del video in tempo reale senza download del file. I file distribuiti in streaming devono essere compressi notevolmente per evitare interruzioni nella distribuzione e visualizzazione. Adaptive streaming (Live + VoD) = 1 stream in ingresso , molteplici streams in uscita Streams cambiano automaticamente per adattarsi a fattori come:  Client bandwidths (evita bruschi stop)  CPU utilization (evita perdita di frames)  Buffer conditions  Playback windows size (640 x 360 non avrò 720p)  Diverse tecnologie (http e rtmp) www.b-frames.com Lesson 1
  40. 40. FLASH vs HTML5 breve storia www.b-frames.com Evoluzione delle tecnologie di distribuzione video su internet /mercato desktop Real network : 1996 – 2001 = pionieri nello streaming AV (primo evento su intenret nel 1995 , partita basbell seattle mariners-NY Yankees) Prima tecnologia streaming, nel 2000 l’85% dei contenuti in streaming in formato REAL. Aspetti negativi/declino:  Processi background del player  Aggiornamenti continui  Player non customizzabile  Concorrenza, non diviene più essenziale e successivamente disinstallato Microsoft: 2001-2006) = dal 200 formato più diffuso WMV. Aspetti negativi/declino:  Player non customizzabile  Plug-in per il MAC necessario  Concorrenza, non diviene più essenziale e successivamente disinstallato Flash -2006 ..= transizione della programmazione siti da html a flash (maggiore flessibilità e interattività) . Macromedia inserisce il Codec on2 VP6 e flash garantisce la stessa qualità di microsoft nella riproduzione dei video. Il player è customizzabile e cross paltform (MAC). Con la aggiunta del codec H264 (2010) flash diviene sempre più dominante. Lesson 1
  41. 41. FLASH vs HTML5 breve storia www.b-frames.com Evoluzione delle tecnologie di distribuzione video su internet /mercato desktop Silverlight :2007.. = ambiente di runtime ( piattaforme Windows e Mac) che consente di visualizzare, all'interno del browser, Rich Internet application . Nel 2013 penetrazione complessiva pari al 70% ma solo 50% s piattaforme MAC. La necessità di scaricare il palyer ne frena la diffusione. Ottimo per eventi particolari o intranet (olimpiadi o ambienti ristretti campus, etc). Sensato l’utilizzo se :si hanno contenuti in WMV (encoding non necerssario) o programmatori .NET Con windows 8 microsoft sta andando verso HTML 5 HTML 5: 2010..= nel 2010 l’iPad Apple non supporta Flash. Utilizza invece tecnologia HTML 5 per il playback dei video. L’attenzione generale si sposta sul HTML5. aspetti positivi:  HTML5 permette di embeddare e visualizzare un video in una pagina web, senza plugin di terze parti . Semplicemente usando l’elemento <video> , il player è nativo nel browser.  compatibilità cross device: dispositivi mobile e OTT aspetti negativi:  il supporto dei codec è frammentato e demandato ai vendor (mozzilla, , opera, etc)  35% mercato browser non support ahtml 5  L’aggiornamento de codec Flash diventa operativo su tutti i player (vedi H264)  Perché html5 funzioni serve compatibilità browser e compatibilità codec Per coprire il mercato desktop nel 2013 e nel 1014 è ancora necessario flashLesson 1
  42. 42. HTML 5 fallback e codec www.b-frames.com Raccomandazioni di encodign per compatibilità con i browser: Flash VP6 in .flv format H.264(Baseline) in .mp4 container. VP8/WEBM in .webm container. Theroa/Vorbis in a .ogv container. Codec = il supporto dei codec in HTML 5 è frammentario e delegato ai vendor Intreccio difficoltoso: doppia compatibilità browser e compatibilità codec FALLBACK = è la capacità di un player flash di selezionare la tecnologia di playout migliore tra html5 e flash. il server richiede compatibilità browser verso HTML5,:  se ok, prosegue playout in html5,  se negata, il server richiede la riproduzione al flash player (se installato) Per coprire il mercato desktop nel 2013 e nel 1014 è ancora necessario flash Lesson 1
  43. 43. Q & A …….. www.b-frames.com Prossima lezione Giovedì19 settembre Specifiche di Encoding - H264 Scegliere ed utilizzare un Live Encoder. Encoding on demand Lesson 1
  44. 44. giovanni@b-frames.it www.b-frames.com Giovanni Fontanesi Digital Video specialist B-Frames Digital Video Solutions M +39 349 2207071 www.b-frames.com

×