Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
DIPARTIMENTO DELLA PROG RAMMAZIONE E DELL’ORDINAMENTO
DEL SERVIZIO SANIFARIO NAZIONALE
DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZ...
Premesse

VISTO I’art.  I della legge 13 novelnbre 2009, n.  172 che ha nuovamente istituito i1 Ministero della

salute; 
...
- la metodologia di formazione e consulenza integrate é stata adottata con successo nelle strutture
della Fondazione IRCCS...
d) all'analisi delle problcmatiche inerenti all’utilizzazione di strumenti di simulazione
nell'addestramento,  nel trial e...
Art.  4
(Modalita di realizzazione)

La ISOB é direttamente responsabile del corretto utilizzo dei dati,  in conformita co...
La Divisione ISOB nomina quale coordinatore scientifico il comandante Alfonso Piro e referente
amministrativo per le attivi...
2. La Divisione ISOB garantisce pertanto: 

O

una copertura assicurativa per la responsabilita civile per i danni che il ...
in occasione di workshop 0 per eventuali pubblicazioni,  a condizione che sugli stessi venga
riportato il logo del Ministe...
3. Ciascuna delle Parti ha facolta di recedere dal presente accordo in qualsiasi momento,  previa

comunicazione con preav...
Art.  14
(Foro competente)
Per tutte le eventuali controversie che dovessero sorgere in relazione a1l’interpretazione,  ap...
Spett. |e

Ministero della Salute
Direzione Generale della
Programmazione Sanitaria

viale Giorgio Ribotta n.  5
Roma

c. ...
Tale collaborazione potra essere disciplinata tramite un contratto di convenzione stipulato secondo
i Vostri standard. 

I...
~~ . /%.7ae

DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL’0RDlNAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
DIREZIONE GENERALE DELL...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Convention between ISOB-Inpatient Safety On Board and Italian Ministry of Health

5,871 views

Published on

Convention between ISOB-Inpatient Safety On Board and Italian Ministry of Health

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Convention between ISOB-Inpatient Safety On Board and Italian Ministry of Health

  1. 1. DIPARTIMENTO DELLA PROG RAMMAZIONE E DELL’ORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANIFARIO NAZIONALE DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZI ONE SANITARIA CONVENZIONE TRA MINISTERO DELLA SALUTE. DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELUORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONI-L SANITARIA, CON SEDE IN ROMA. VIALE GIORGIO RIBOTTA N. 5 — C. F. 97023180587 l— RAPPRESENTATO DAL DOTT. FRANCESCO BEVERE, NATO AD ARIANO IRPINO (AV) IL 2] GIUGNO I956, NELLA QUALITA’ Di DIRETTORE GENERALE, DOMICILIATO PER LA CARICA PRESS() LA SEDE DEL MINISTERO MEDESIMO E DIGISKY SRL DIVISIONE [SOB - INPATIENT SAFETY ON BOARD, CON SEDE LEGALE IN TORINO, C. SO RE UMBERTO 65 - 10128 - CODICE FISCALE, lSCRlZIONE PRESSO REGISTRO DELLE IMPRESE E P. IVA 09535510011, RAPPRESENTATA DAL ING. PAOLO PARL NELLA SUA QUALlTA' DI PRES| l)ENTE DEL CONSIGLIO Di AMMINISTRAZIONE, DI SEGUITO [SOB D'ora in poi Parti nella presente convenzionc:
  2. 2. Premesse VISTO I’art. I della legge 13 novelnbre 2009, n. 172 che ha nuovamente istituito i1 Ministero della salute; VISTO 1’art. 47 — ter, comma 1, Iett. A) del D.1gs 30 Iuglio 1999, n. 300, colne modificato da ultimo daI1’art. 1, comma 2, lett. e), punto 1, della legge 13 novembre 2009, n. 172, ii quale prevede che i1 Ministero della salute svolga, tra 1’a1tro, funzioni in materia di programmazione tecnico — sanitaria di rilievo nazionale e di indirizzo, coordinamento e monitoraggio delle attivita tecniche sanitarie regionali; VISTO i1 decreto del Presidente della Repubblica 1 1 marzo 201 1 n. 108, con il quale é stato emanato i1 “Regolamento di organizzazione del Ministero della salute”; CONSIDERATO CHE o funzionalmente agli obiettivi prioritari della Direzione generale della programmazione sanitaria, si intende verificare 1’impatto in termini di efficacia, sicurezza ed efficienza sulla erogazione delle prestazioni di tipo chirurgico di nuove tecnologie; 0 1'artico1o 1 della Iegge 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni, prevede espressamente che i soggetti pubblici, in ordine a11'attivitél non autoritativa, possano agire secondo Ie regole del diritto privato che si sostanziano anche attraverso Ia conclusione di accordi convenzionali, senza oneri contrattuali, per disciplinare 10 svolgimento di attivita di interesse comune in collaborazione con associazioni, istituti ed enti privati. 11 Ministero della Salute, per il tramite della Direzione generale della programmazione pone in essere, tra 1'a1tro, politiche ed iniziative di indirizzo atte a promuovere Io sviluppo della sicurezza del paziente, delle cure sicure e della gestione del rischio clinicoz 0 la missione di ISOB é quella di contribuire a1 miglioramento della Qualita e della Sicurezza de1|’attivita medico sanitaria attraverso il trasfcrimento di principi del ‘Quality and Safety Management System‘ e ‘Human Factor’ dal mondo de11'aviazi0ne civile a11a realta sanitaria, aI1o scopo di aumentare la qualité e la sicurezza delle operazioni medico sanitarie, sviluppando ed implementando programmi di formazione, consulenza e tutoraggio; I la metodologia di cui a1 precedents punto E: identificata con il marchio registrato “Inpatient Safety On Board”, di cui DigiSky detienc tutti i diritti di sfruttamento e pub essere proposta sia come prodotto formativo sia come prodotto di consulenza;
  3. 3. - la metodologia di formazione e consulenza integrate é stata adottata con successo nelle strutture della Fondazione IRCCS lstituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano che ha Deliberato l’avvio della sperimentazione con Delibera 433/2009 del 25 novembre 2009, poi estesa con Delibera 200/201 I del 20 aprile 20I I; 0 i risultati della sperimentazione svoltasi dal 2010 sino ad oggi sono stati condivisi con interesse dalla comunita scientifica in occasione dei Forum Risk Management in Sanita di Arezzo; Tutto cit‘) premesso le Parti convengono quanto segue: Art. 1 (Premesse ed allegati) Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale della presente convenzione di collaborazione e si intendono integralmente richiamati. Art. 2 (Oggetto) l. Le Parti intendono collaborare, a titolo gratuito, per definire policy relative alla sicurezza del paziente e alle cure sicure con particolare riferimento: a) ai processi organizzativi. funzionali e di performance che sono coinvolti nella gestione del rischio, nella prospettiva di una efficiente ed efficace integrazione tra il sistema della gestione della qualita e il sistema della gestione del rischio, atta a generare i presupposti per l'introduzione di un Sistema di gestione della Sicurezza (Safety Management System); b) alla introduzione sistematica, standardizzata e definita dei concetti del Fattore Umano (Human Factor), in quanto principale fattore contributivo al raggiungimento di elevati standard di sicurezza, nelle sue espressioni inerenti la formazione, l'analisi degli eventi e le azioni correttive; c) allo sviluppo di strumenti di raccolta e analisi delle fenomenologie dei cosiddetti fallimenti Iatenti (latent failures), come i quasi eventi (near miss), in aggiunta a quanto gia in essere per gli eventi sentinella, allo scopo di incrementare il potenziale proattivo delle organizzazioni di Risk Management e conferire al sistema una maggiore resilienza;
  4. 4. d) all'analisi delle problcmatiche inerenti all’utilizzazione di strumenti di simulazione nell'addestramento, nel trial e nella sperimentazione, definendo policy di utilizzo, standard e classificazioni opportune, sulla base delle esperienze nazionali ed internazionali. 2. Le parti convengono sull’opportunita di redigere mediante atto separato e successivo, un documento contenente la puntuale e dettagliata descrizione delle attivita oggetto della presente convenzione, comprensivo di obiettivi specifici, fasi e tempi delle attivita con diagramma di Gant, output per ogni fase e relativi indicatori. 3. La documentazione di cui al comma 2 del presente aiticolo sara approvata mediante Io svolgimento di incontri e lo scambio di note formali tra i contraenti. 4. La DigiSky srl - Divisione ISOB, al fine di realizzare le attivita di cui al precedente comma 1 lettere dalla a) alla d) della presente Convenzione, potra avvalersi, nel rispetto delle vigenti normative, della collaborazione di Enti e/ o Associazioni pubbliche e/ o private e/ o professionisti solo previa autorizzazione del Direttore generale della programmazione sanitaria e a condizione che tale collaborazione non comporti oneri per il Ministero della salute. Art. 3 (Durata) I. La convenzione avra la durata di dodici mesi (n. I2), a decorrere dalla data di comunicazione, da parte del Ministero della salute all’lSOB, dell’avvenuta registrazione da parte dell’Organo di controllo del decreto di approvazione della presente Convenzione; 2. Le parti potranno procedere alla proroga, al rinnovo ed alla modifica della presente Convenzione previo accordo tra le Parti medesime. Ueventuale proroga, richiesta con lettera almeno 15 gg prima della scadenza, non puo essere concordata per un periodo superiore ai IO mesi (dieci) e non comporta alcun onere fmanziario a carico del Ministero della salute.
  5. 5. Art. 4 (Modalita di realizzazione) La ISOB é direttamente responsabile del corretto utilizzo dei dati, in conformita con quanto previsto dalla presente Convenzione. La ISOB si obbliga a rispettare tutte le indicazioni relative all’esecuzione delle attivita oggetto della presente Convenzione che dovessero essere impartite dal Ministero, nonché a dare immediata comunicazione di ogni circostanza che abbia influenza sull’esecuzione della Convenzione medesima. La ISOB si obbliga ad eseguire le attivita oggetto della presente Convenzione a perfetta regola d’arte, secondo la migliore pratica professionale, nel rispetto delle norme, anche deontologiche ed etiche, vigenti e secondo le condizioni, le modalita ed i termini indicati nella presente Convenzione, e nei documenti indicati in premessa, nonché nel rispetto di quanto sara concordato tra le parti in merito alle modalita e termini di esecuzione della Convenzione. La collaborazione sara offerta da propri esperti individuati dalla ISOB, mediante scambio di note formali tra il Coordinatore Scientifico dell’Ente e il Direttore Generale della Programmazione sanitaria. Con il medesimo strumento, potranno essere previsti i tempi e le modalita dell’attivita da svolgere per l’esecuzione della presente Convenzione. A richiesta delle Parti, si terranno periodiche riunioni per lo studio dei temi coerenti con l'oggetto della convenzione. Le Parti si impegnano al rispetto della riservatezza per quanto attiene a fatti, dati, derivanti dall'attuazione della presente convenzione e, pertanto, sono fatti salvi gli obblighi derivanti dalle norme relative al trattamento dei dati personali. Art. 5 (Coordinatori scientifici, referenti e gruppo di monitoraggio) La Direzione generale della programmazione sanitaria indica quale coordinatore scientifico delle attivita oggetto del presente accordo il Direttore generale della programmazione sanitaria, che assicura il collegamento scientifico ed operativo con la Divisione ISOB e nomina quale referente delle attivita da svolgere il Direttore dell’Ufficio III Ex DGPROG.
  6. 6. La Divisione ISOB nomina quale coordinatore scientifico il comandante Alfonso Piro e referente amministrativo per le attivita da svolgere il dr. Fabio Pari. Per ogni aspetto legale e contrattuale della presente convenzione rimane referente il legale rappresentante indicato in premessa. ll monitoraggio del presente accordo per la Direzione generale della programmazione sanitaria e assicurato dal “gruppo di lavoro per il monitoraggio delle attivita” costituito dal Direttore dell’Ufficio lll ex DGPROG e dal relativo personale da lui incaricato, con il compito di assicurare il collegamento con la Divisione ISOB affinché le tematiche previste dall’articolo 2, oggetto della presente convenzione, siano sviluppate secondo le modalita previste o successivamente concordate dalle parti La Divisione ISOB si obbliga a garantire alla Direzione generale della programmazione sanitaria e, in particolare, al gruppo di lavoro per il monitoraggio delle attivita di cui al comma 3, l’accesso a tutte le informazioni inerenti la presente convenzione, nonché a garantire tutto il supporto operativo necessario. Art. 6 (Relazioni sull’attivita) La Divisione ISOB si impegna a trasmettere al Ministero della salute relazioni semestrali sull’attivita svolta e sui risultati conseguiti. Alla scadenza dell’accordo, la Divisione ISOB trasmettera, inoltre, una relazione finale su tutta l’attivita svolta nel periodo di durata della presente Convenzione nella quale devono essere illustrati in maniera dettagliata i risultati complessivi raggiunti con la presente convenzione. Le relazioni vanno inviate in duplice copia cartacea, una (n. 1) all’Uff1cio l ex DGPROG e una (n. I), anche su supporto informatico, all’Ufficio III ex DGPROG della Direzione generale della programmazione sanitaria. Art. 7 (Obblighi e Responsabilita) ll Ministero della salute e sollevato da ogni responsabilita, ivi comprese le responsabilita derivanti da rapporti di lavoro, comunque connesse alla realizzazione ed alI’esercizio delle attivita oggetto della collaborazione di cui trattasi. Nessun onere o responsabilita potranno essere posti a carico del Ministero della salute.
  7. 7. 2. La Divisione ISOB garantisce pertanto: O una copertura assicurativa per la responsabilita civile per i danni che il proprio personale potra causare nell’espletamento delle attivita presso terzi; una copertura assicurativa INAIL per infortuni sul lavoro e per malattie professionali a favore del proprio personale; l’ottemperanza di tutti gli obblighi verso i propri dipendenti, consulenti e collaboratori derivanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro, previdenza, assicurazione e disciplina infortunistica, assumendo a proprio carico tutti i relativi oneri; che il personale impiegato e tenuto ad uniformarsi ai regolamenti disciplinari di sicurezza in vigore nelle sedi di esecuzione delle attivita attinenti alla presente convenzione, nel rispetto della normativa per la sicurezza dei lavoratori di cui al decreto legislativo n. 81 del 2008 e successive modificazioni e integrazioni; l’applicazione, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle attivita contrattuali, di condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili, alla data di stipula del presente contratto, alla categoria e nelle localita di svolgimento delle attivita, nonché delle condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni. di continuare ad applicare i citati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione e che gli obblighi relativi ai predetti contratti collettivi nazionali di lavoro vincolano la Divisione ISOB anche nel case in cui essa non aderisca alle associazioni stipulanti o receda da esse, per tutto il periodo di validita del presente contratto; 3. La Divisione ISOB si impegna ad imporre l’obbligo di riservatezza a tutte le persone che, direttamente e/ o indirettamente, durante l’esecuzione delle attivita oggetto della presente convenzione (per ragioni del loro ufficio), verranno a conoscenza di informazioni riservate. Art. 8 (Risultati dell’attivita di collaborazione) 1. La proprieta intellettuale dei risultati dell’attivita di collaborazione svolta, a titolo gratuito, dalle parti e la documentazione di qualsiasi tipo elaborata nell’ambito o comunque derivante dall’esecuzione della presente Convenzione sara di proprieta congiunta del Ministero e della Divisione ISOB. 2. La Divisione ISOB potra utilizzare i report, gli claborati, i documenti, per scopi scientifici, didattici, 7
  8. 8. in occasione di workshop 0 per eventuali pubblicazioni, a condizione che sugli stessi venga riportato il logo del Ministero e l’indicazione che il lavoro (2 state svolto in collaborazione con il Ministero della salute — Direzione generale della programmazione sanitaria, nonché per eventuali seminari scientifici, che saranno organizzati a spese dell’ISOB, previa autorizzazione e di concerto con il Ministero della salute, diretti a divulgare i risultati dell’attivita di collaborazione. 3. L’abstract relativo alla ricerca oggetto del Progetto potra essere pubblicato sul sito web del Ministero della salute e della Divisione ISOB . Art. 9 (lnterscambio didattico-formativo) La Direzione generale della programmazione sanitaria e la Divisione ISOB si impegnano a favorire lo scambio didattico-formativo tra il personale dipendente delle rispettive strutture, agevolando l’organizzazione di eventi formativi presso Ie rispettive sedi istituzionali volti a garantire un continuo scambio di informazioni e competenze. Art. 10 (Disposizioni in materia di normativa anlimafia) I. La Divisione ISOB dichiara di essersi uniformato agli obblighi previsti dalla legge n. 136 del 2010 (Nuove disposizioni in materia di normativa antimafia”) relativamente alla tracciabilita dei flussi finanziari. 2. La mancata ottemperanza degli obblighi di cui al comma I del presente articolo é causa di risoluzione della presente convenzione. Art. 11 (Risoluzione e recesso) I. ll Ministero della salute — Direzione Generale della Programmazione sanitaria - potra recedere in qualunque momento dagli impegni assunti con la presente Convenzione, qualora nel corso dello svolgimento delle attivita intervengano fatti o provvedimenti che modifichino la situazione esistente aIl’atto della stipula del presente atto e ne rendano impossibile o inopportuna la sua conduzione a termine. 2. La risoluzione 0 il recesso di cui al precedente punto, non comportano alcuna penale a carico del Ministero della Salute.
  9. 9. 3. Ciascuna delle Parti ha facolta di recedere dal presente accordo in qualsiasi momento, previa comunicazione con preavviso di 90 gg. Art. 12 (Trattamento dei dati personali) I. Le Parti hanno l’obbli go di mantenerc riservati i dati, Ie informazioni di natura tecnica, economica, commerciale ed amministrativa ed i documenti di cui vengano a conoscenza 0 in possesso in esecuzione della presente Convenzione o comunque in relazione ad esso, di non divulgarli in alcun modo e in qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzazionc a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all’esecuzione dell’accordo, per la durata delI’accordo stesso. 2. Le Parti si impegnano a far osservare ai propri dipendenti, incaricati e collaboratori la massima riservatezza su fatti e circostanze di cui gli stessi vengano :1 conoscenza nell’esecuzione del presente accordo. Gli obblighi di riservatezza di cui al presente articolo rimarranno operanti fino a quando gli elementi soggetti al vincolo di riservatezza non divengano di pubblico dominio. 3. ll trattamento di dati personali da parte delle Parti per il perseguimento delle finalita del presente accordo di collaborazione é effettuato in conformita ai principi di liceita, proporzionalita, necessita e indisensabilita del trattamento, ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, nonché, con riferimento alle misure minime di sicurezza da adottare. in conformita a quanto previsto neIl’Allegato B del citato decreto legislativo n. 196 del 2003 Art. 13 (Comitato di Composizione) Per ogni eventuale difficolta in sede applicativa del presente atto, é~ costituito un comitato di composizione di tre membri, di cui uno designato dalla Direzione generale della programmazione sanitaria, uno scelto dalla Divisione ISOB ed un terzo, con fun7.ione di presidente, designato da entrambi ed appartenente al Ministero della Salute.
  10. 10. Art. 14 (Foro competente) Per tutte le eventuali controversie che dovessero sorgere in relazione a1l’interpretazione, applicazione ed esecuzione della presente Convenzione Sara competente, in via esclusiva, il Foro di Roma, salvo l’impegno delle Parti ad esperire un preventivo tentativo di conciliazione in sede stragiudiziale. I1 presente atto viene redatto in due originali e si compone di 14 articoli. Letto, approvato e sottoscritto. Roma Ii, 11 febbraio 2014 per DigiSky srl per la Direzione della Programmazione sanitaria i1 Presidente P g u ‘ _. _n: :ar_i. :-m_fl>7 DIGISKY srl C. so Re Umberto. 65- 10128 TOFIINO P. IVA/ C. Flsc. 09535510011 10
  11. 11. Spett. |e Ministero della Salute Direzione Generale della Programmazione Sanitaria viale Giorgio Ribotta n. 5 Roma c. a. dr. Francesco Bevere Torino, 08.06.2013 OGGETTO: collaborazione lstituzionale Progetto ISOB (Inpatient Safety On Board) Com’e noto alla vostra Direzione nel 2010 e stato costituito un gruppo di lavoro composto da Medici, Piloti, esperti dell'aviazione civile, ingegneri clinici, denominato ISOB (Inpatient Safety On Borad) con 10 scopo di contribuire al miglioramento della Qualita e della Sicurezza de| |'attivita medico sanitaria attraverso il trasferimento di principi del ‘Quality and Safety Management System‘ e ‘Human Factor’ dal mondo dell'aviazione civile alla realta sanitaria. La metodologia di formazione e consulenza Integrate e stata adottata con successo nelle strutture della Fondazione IRCCS lstituto Neurologico “Car| o Besta” di Milano e i risultati della sperimentazione svolta sino ad oggi sono stati condivisi con interesse dalla comunita scientifica in occasione dei Forum Risk Management in Sanita di Arezzo. Proprio in occasione di tale forum dal 2011 e nato un interessante dialogo tecnico—scientifico con il vostro dirigente dr. Alessandro Ghirardini che ha partecipato attivamente alla preparazione delle iniziative congressuali, alla individuazione dei professionisti rappresentativi per i temi trattati ed alla validazione degli interventi proposti. In considerazione deI| ’importanza attribuita dalla Vostra Direzione alle tematiche relative alla gestione del rischio clinico e degli apprezzabili risultati raggiunti fino ad ora dalla sperimentazione illustrate in premessa, riteniamo di grande utilita rendere disponibile la metodologia ISOB come strumento accreditato peril miglioramento della sicurezza nella pratica ospedaliera. Con queste premesse chiediamo Ia disponibilita a perfezionare una collaborazione a titolo non oneroso avente come obiettivo la costituzione di un gruppo di lavoro per la definizione di policy e standard utili alla divulgazione controllata. DigiSky S-r-L _ . ' }”0tI’INO PIEMONFE -/ sede legale: c. so Re Umberto 65, 10128 Torino ’ , .,. («, ,{a. {V K. ,. .,: ,,. . -/ sede operativa: Aeroporto Torino Aeritalia (LIMA) — Strada della Berlia 500, 10146 Torino ’ ”' 2‘ 5'' <. /.) «. «./ «’y C‘ CF/ PI 09535510011 - Capitals Socialer € 36.000 i. v W *r’<*W’7<>W yr. vm. ... d.igL§£y. i.i iD5.Q@<.3l.9.l. $.L<)‘. il
  12. 12. Tale collaborazione potra essere disciplinata tramite un contratto di convenzione stipulato secondo i Vostri standard. II coordinatore de| |’iniziativa ISOB e il com. te Alfonso Piro, con il quale potranno essere eventualmente approfonditi gli obiettivi ed 1 contenuti della collaborazione. Restando in attesa di un Vostro gradito riscontro con | ’occasione inviamo distinti Saluti ~<: ::: """"""‘“‘: ':. i". a%1'°iP? =1ti'"~~~--. . ‘ ‘ Presidente, "””" C . .1.’-4:‘, '. ,,, ) . _., _.. I . ,.. . ‘_ l Digisky - CoIIaborazione_MlnSan / 2 4,
  13. 13. ~~ . /%.7ae DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL’0RDlNAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA UFF. O3 Ex DGPROG QUALITI‘- DELLE ATTIVITA E DEI SERVIZI Al Direttore Generale Dott. Francesco Bevere Oggetto: collaborazione tra questo dicastero e il gruppo ISOB Inpatient Safety on Board, richiesta da parte della SGT del Ministro. In relazione alI’oggetto si fomiscono i seguenti elementi di risposta per la SGT del Ministro. La collaborazione tra questo dicastero e il gruppo ISOB Inpatient Safety on Board si e sostanziata nei seguenti punti: 1. Co-organizzazione di seminari specifici (ne sono stati fatti 3 a partire dal 2010) nell’ambito del forum risk management di Arezzo, con la previsione di mantenere tale incontro anche nel prossimo forum 2013. 2. Stesura di un accordo formale di collaborazione tar il Mds e ISOB Inpatient Safety on Board, attualmente nella fase di verifica formale (si allega il testo rivisto dal1’Ufficio 1) 3. Incontri informali tra i1 Mds - ISOB Inpatient Safety on Board - rappresentanti di Finmeccanica, a1 fine di veriflcare le appropriate modalita di sviluppo di un progetto sul tema “simulazione per la riduzione del rischio”, che richiedera un incontro ad alto livello tra i DG del MDS e di Finmeccanica. In tal senso FINMECCANICA ha gia stipulato un accordo di collaborazione con ISOB Inpatient Safety on Board, che prevede un comitato di progetto scientifico al quale e stato richiesto la partecipazione del Dott. Ghirardini, per conto del Mds. Al riguardo e in corso di valutazione l’ipotesi di organizzare un seminario congiunto al forum risk management di Arezzo 2013 Mds — Finmeccanica e ISOB Inpatient Safety on Board sul tema Simulazione. Pertanto, i1 livello di collaborazione e molto buono e nelle nostre intenzioni dovra essere ulteriormente approfondita. Roma, 11-09-2013 A'@4na: ~6eJ= srS)l«V'L$/ t4n5a

×