Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Danilo marandola

770 views

Published on

Per garantire il successo della semina su sodo sin dalle prime annate occorre adottare una serie di accorgimenti pratici in tutte le fasi del ciclo colturale, dalle operazioni preliminari, alla semina sino alla raccolta. Aipas (Associazione italiana produttori amici del suolo) che oggi accoglie 70 soci tra Campania, Puglia e Basilicata per un totale di circa 6.000 ettari è nata proprio per fornire supporto tecnico e informazione a chi vuole approcciare correttamente la tecnica e ottenere tutti i vantaggi econoimici, sociali e ambientali.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Danilo marandola

  1. 1. Esperienze di semina su sodo: vantaggi economici e ambientali nel Centro sud Danilo Marandola
  2. 2. Danilo Marandola, 2014 L’ESPERIENZA DEGLI «AGRICOLTORI AMICI DEL SUOLO»  Come inizia e perché  Cosa sta accadendo  Lessons learnt (cosa stiamo imparando)      Aspetti economici Aspetti ambientali Aspetti agronomici Socio-culturali Indirizzi di Policy
  3. 3. Danilo Marandola, 2014 COME INIZIA L’ESPERIENZA DI AIPAS: GLI ESORDI (1999) SODO COME OCCASIONE DI COMPETITIVITA’  Frammentazione e dispersione aziendale  Alti costi di produzione e gestione aziendale  Stanchezza dei suoli  Marginalità dei terreni (suoli pesanti e ricchi di scheletro, acclivi) ACCRESCERE REDDITIVITA’ E COMPETITIVITA’ AZIENDALE A) Contenere i costi di produzione (pagare meglio il lavoro) B) Snellire il carico di lavoro aziendale ( = gestire + terra ) C) Ripristinare la fertilità dei suoli (produrre + facilmente)
  4. 4. Danilo Marandola, 2014
  5. 5. Danilo Marandola, 2014
  6. 6. Danilo Marandola, 2014 IL CASO ARGENTINO: USO SOSTENIBILE DEL SUOLO COME FATTORE DI COMPETITIVITA’ AZIENDALE INTA
  7. 7. Danilo Marandola, 2014 SEMINA SU SODO: OLTRE LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE I benefici del NoTill sono molti e vanno ben oltre la sola sfera ambientale:      Meno carburante, gestione aziendale più snella, meno lavoro, minori costi, maggiore tempo di ammortamento per le macchine,  più tempo libero per gli agricoltori da dedicare a se stessi o a una migliore gestione aziendale. FAO and CAB International 2007
  8. 8. Danilo Marandola, 2014 PERCHE’ NASCE E COSA FA AIPAS OGGI Sull’esperienza argentina di AAPRESID per:  Compensare la carenza nella diffusione di informazioni  Fornire supporto a chi intende «convertirsi»  Creare «massa critica»  Condividere esperienze per sviluppare il sistema  Adattare il sistema al contesto locale 2005, S. Giorgio la Molara (BN) 70 soci Province di BN, FG, CE, AV, TA, PZ, CB, BT 6.000 ha su sodo  Favorisce la diffusione delle conoscenze  Testa la SD in diversi ambienti e sviluppa nuovo Know-how  Sviluppa nuova tecnologia  Organizza visite aziendali, giornate in campo, forum fra agricoltori  Opera come «referente» per il tema con enti locali e organizzazioni di settore
  9. 9. Danilo Marandola, 2014 COSA STA ACCADENDO CON AIPAS E LA SEMINA SU SODO       Iniziale diffidenza si trasforma in progressiva curiosità Fiducia reciproca fra agricoltori Aumento delle aziende e delle superfici a sodo Interesse istituzionale Interesse mediatico: il ruolo di Informatore Agrario Evoluzione tecnologica: la seminatrice VHB come prodotto di un sapere «collettivo» per adattare la macchina al territorio  Evoluzione agrotecnica  Ottimi risultati già al I° anno = entusiasmo 4- REGOLAZIONE PROFONDITA’ E PRESSIONE DI SEMINA 1. DISCO DI TAGLIO O DISCO TURBO 3. RUOTE CHIUDI-SOLCO 2. DOPPIO DISCO DI SEMINA
  10. 10. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI ECONOMICI Bilancio Aziendale vs. Conto colturale Confronto bilancio metodologia RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola) fra un’azienda-studio convertita totalmente al SODO e 30 aziende «confrontabili» del database RICA Vargiu et al. Informatore Agrario 10/2007     Marandola D., Marongiu S., L’Informatore Agrario 40/2012 Meno Energia/potenza Meno lavoro uomo/macchina Minore usura delle macchine Migliore ammortamento
  11. 11. Danilo Marandola, 2014 Marandola D., L’Informatore Agrario 31/2013
  12. 12. Danilo Marandola, 2014 I VANTAGGI SI AMPLIFICANO IN AREE INTERNE… Marandola D., De Maria M., L’Informatore Agrario 27/2013
  13. 13. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI AMBIENTALI Meno erosione, minore rischio idrogeologico «[…] circa l’80% dei suoli italiani ha un basso contenuto di sostanza organica […] L’inquinamento da nitrati, fosforo e pesticidi ha raggiunto livelli significativi in molti bacini idrografici italiani». Position Paper Servizi Commissione per la programmazione Fondi QCS 2014-2020 Più del 75% del territorio nazionale è soggetto a rischio di erosione accelerata a causa delle acclività e di pratiche gestionali non conservative Libro Bianco agricoltura e cambiamenti climatici
  14. 14. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI AMBIENTALI: Miglior uso delle risorse idriche
  15. 15. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI AMBIENTALI: minor Carbon footprint Minori emissioni (dirette e indirette): meno gasolio, attrezzi e macchine Maggiore carbon sink: accumulo carbonio nel suolo (esternalità agronomiche positive) Maggiore fertilità e vitalità dei suoli
  16. 16. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI AMBIENTALI: maggiore biodiversità nel suolo
  17. 17. Danilo Marandola, 2014 Tonni M. et Al., L’Informatore Agrario 3/2014
  18. 18. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI AGRONOMICI  Importanza delle BPA: avvicendamenti, cover crops  Importanza dei «dettagli»: scelta varietale, controllo infestanti, protezione  Importanza delle MACCHINE  Riduzione «periodo di transizione»: buoni risultati già al I° anno  Doppio raccolto: possibilità concreta  «Esplorare potenzialità produttive dei suoli non immaginabili»
  19. 19. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI SOCIO-CULTURALI     Agricoltore «sodista»: agricoltore SMART Capacità di condividere «trucchi del mestiere» Apertura al confronto e all’innovazione Condivisione dei rischi e «consulenza»
  20. 20. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) ASPETTI SOCIO-CULTURALI Secondo i dati del censimento, il 6,7% dei «sodisti » ha seguito nell’ultimo anno almeno un corso di formazione professionale, contro il 4,7% degli agricoltori convenzionali. Il 9% degli agricoltori «sodisti» possiede un diploma o una qualifi ca tecnica agraria contro il 5,8% degli agricoltori convenzionali. L’1% possiede una laurea nel ramo agrario contro lo 0,7% degli agricoltori convenzionali. Marandola D., De Maria M., L’Informatore Agrario 27/2013
  21. 21. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) SOSTENIBILITA’ A 360°?
  22. 22. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) INDIRIZZI DI POLICY IN VISTA DEI PSR 2014-2020 OLTRE L’AGROAMBIENTE!        Misure investimento Misure innovazione e competitività Misure formazione e consulenza Misure primo insediamento e giovani Misure creazione imprese Misure agroambientali Misure di cooperazione Creazione di sinergie di «sistema» per accrescere efficacia degli investimenti e degli interventi
  23. 23. Danilo Marandola, 2014 LESSONS LEARNT (COSA STIAMO IMPARANDO) INDIRIZZI DI POLICY IN VISTA DEI PSR 2014-2020 «fare sistema per accrescere efficacia ed efficienza»
  24. 24. Danilo Marandola, 2014 GRAZIE PER L’ATTENZIONE Danilo Marandola – marandola@inea.it www.aipas.eu

×