Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Accompagnare il miglioramento scolastico: il contributo delle reti

1,329 views

Published on

Presentazione relativa alla tavola rotonda con le reti territoriali per la qualità all'interno del convegno internazionale "Migliorare la scuola "(14-15 maggio 2015, Napoli) organizzato dall'Indire.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Accompagnare il miglioramento scolastico: il contributo delle reti

  1. 1. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare le scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani ACCOMPAGNARE IL MIGLIORAMENTO SCOLASTICO: IL CONTRIBUTO DELLE RETI RETI DI AREA AICQ Rete AMICO – Emilia Romagna CIPAT – Toscana SiQus – Veneto SIRQ - Piemonte Alcune cose ci sfuggono perché sono così impercettibili che le trascuriamo. Ma altre non le vediamo proprio perché sono enormi. - Robert M. Pirsig, Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta (Zen and the Art of Motorcycle Maintenance, 1974), Adelphi, Milano 1990., pag. 62
  2. 2. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare le scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani la risposta alla domanda fa uso di quanto pubblicato nel volume prodotto dal Settore Nazionale AICQ Education «Rapporto di autovalutazione (RAV) e miglioramento», uscito presso la casa editrice Maggioli nel mese di marzo 2015 cui si rimanda. Di volta in volta verranno indicati: titoli dei capitoli di riferimento, autori e pagine Prima domanda QUALI AZIONI QUALIFICANO LA VOSTRA RETE NELL’ACCOMPAGNARE PROCESSI DI MIGLIORAMENTO?
  3. 3. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare le scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani
  4. 4. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani IL MIGLIORAMENTO EFFICACE L’APPROCCIO TQM NEL PROGETTO E NELLA RETE AMICO FORMAT AICQ ER – AMICO PER IL MIGLIORAMENTO • La metodologia TQM considera autovalutazione e miglioramento due fasi di un unico processo di tipo dinamico, il secondo conseguenza della prima (metafora della bottega artigiana del fabbro). • Il progetto Amico durante l’autovalutazione CAF ha aggiunge una colonna nello schema autovalutativo informatizzato che viene elaborato per ogni criterio e sotto criterio (e relativi casi-esempi) per l’annotazione delle idee che servono alla pianificazione del miglioramento • Lo strumento principale è il PDCA e la sua logica. Il progetto AMICO prevede già in sede di autovalutazione la conoscenza e l’uso di alcuni strumenti canonici TQM e altri messi a punto da AICQ Education ER da dieci anni a questa parte sperimentati e validati in precedenti progetti che hanno una valenza formativa ritenuta strategica che costituiscono il format AICQ ER - AMICO per il miglioramento. • Percorso triennale assistito gratuito
  5. 5. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani IL MIGLIORAMENTO EFFICACE L’APPROCCIO TQM NEL PROGETTO E NELLE RETE AMICO IL FORMAT AICQ ER – AMICO PER IL MIGLIORAMENTO • tabella ALI (Azioni logistica indicatori) per l’analisi di processo costituita da sette colonne che riassumono il processo in: dati in entrata, attività o azioni, chi fa, quando, dati in uscita (autput/autcome), chi utilizza i dati (cliente interno / cliente esterno), indicatori; la tabella ALI è la fonte della procedura e della documentazione del processo (Berghella, 53) • mappatura dei processi (schema che mostra le interazioni tra processi e che restituisce una fotografia dell’organizzazione con la correlazione e gli snodi tra le singole parti, Berghella 59-60) (da elenco a centralina) • riordino e gestione della documentazione per processi in ottica di SGQ (documenti di progettazione, registrazione e controllo; distinzione tra procedura e istruzione operativa, tra documenti a monte e a valle del processo, documenti di supporto (modulistica, allegati, istruzioni) (Berghella 61 e 62) • indicatori con definizione CAF
  6. 6. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani IL MIGLIORAMENTO EFFICACE L’APPROCCIO TQM NEL PROGETTO E NELLE RETE AMICO IL FORMAT AICQ ER – AMICO PER IL MIGLIORAMENTO • piano di miglioramento: definizione dei bisogni e dei connotati della criticità; individuazione del/dei processi coinvolti – processo cliente/processo fornitore); elaborazione del percorso di miglioramento nel merito dei processi col PDCA (Berghella 122: screening e rubriche; Bombardi e Gallo 142-146: banca dati e piattaforma di istituto riservata; badget; le 4 fasi del PDCA; Gantt; scheda di monitoraggio e di autovalutazione del percorso; Battistin 151: modifica del POF) • funzionigramma • check up breve • schema operativo per la politica del riesame di ogni processo con tabella operativa da compilare per ogni processo • guida alla realizzazione e all’utilizzo del processo eccellente (miglioramento col CAF)
  7. 7. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani IL MIGLIORAMENTO EFFICACE L’APPROCCIO TQM NEL PROGETTO E NELLE RETE AMICO IL FORMAT AICQ ER – AMICO PER IL MIGLIORAMENTO • legame intrinseco fra autovalutazione e miglioramento (dal processo al processo – fabbro e aggiustamento del pezzo caldo - elenco vs centralina) • ciclo continuo e modulare • strumenti: analisi di processo, PDCA • cambiamento / miglioramento: cause, sostenibilità, regole etiche e fisiologiche • Centratura: valutazione esterna, autovalutazione, struttura organizzativa • peer review e peer to peer
  8. 8. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani IL MIGLIORAMENTO EFFICACE L’APPROCCIO TQM NEL PROGETTO E NELLE RETE AMICO IL FORMAT AICQ ER – AMICO PER IL MIGLIORAMENTO La mappatura dei processi •Tabella per la correlazione del Processo eccellente con gli altri processi “vicini”, cioè con i Processi fornitori e con i Processi clienti • Nome del Processo eccellente: • Responsabile del Processo: • Finalità del Processo: • Tabella ALI (Obiettivo/Obiettivi del processo, dati in entrata, tempi, modalità, attori, risultati attesi, strumenti di controllo Processi Fornitori Indicare i Processi fornitori, i cui dati in output vengono utilizzati come input ovvero come dati in entrata per una azione o per una attività del processo eccellente Input Dati in entrata Azioni eventualmente cadenzate in Attività del “Processo eccellente” Output Dati in uscita Processi Clienti Indicare i Processi clienti che fruiranno degli Output ovvero dei Dati in uscita del Processo eccellente come Input ovvero come Dati in entrata per una Azione o per una Attività A.
  9. 9. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani DATI IN ENTRATA ATTIVITA’ CHI FA QUANDO DATI IN USCITA CHI UTILIZZA I DATI INDICATORI -Indicazioni e criteri del Consiglio d’Istituto -Proposte del territorio -Monitoraggio anno precedente -programmazione disciplinare e/classe -disponibilità dei docenti Elaborazione del piano viaggi di massima Docenti su base volontaria Entro 31 ottobre Piano viaggi condiviso tra i docenti presentatori Docenti presentatori e disponibili, DS,DSG A, Comuni Numero dei docenti disponibili rispetto al totale 50% almeno un progetto per classe Disponibilità dei comuni Adeguamento del piano Docenti fiduciari dei plessi Entro il 30novembre Proposta piano definitivo viaggi Docenti, DS,comuni, DSGA, Proposta piano definitivo approvazione Consiglio d’Istituto Entro il 10 dicembre Piano definitivo approvato Docenti famiglie,alunni,comuni Ata, DS, DSGA Coinvolgimento di tutte le classi nel piano delle uscite 100% Piano viaggi definitivo Modulistica ( non compilata) Definizione programma dettagliato dei singoli viaggi e compilazione modulistica Docenti accompagnatori - per i viaggi d’istruzione entro il 28 febbraio - per le uscite un mese prima del viaggio modulo assunzione responsabilità docenti accompagnatori programma dettagliato autorizzazione dei genitori Famiglie, docenti,DS, alunni, ATA,comuni, DSGA Programma dettagliato viaggi d’istruzione Richiesta preventivi Individuazione ditta privata DSGA Entro il 28 febbraio Contratto con le ditte DSGA, DS, ATA,fiduciari Contratto Modulo di richiesta Calcolo e raccolta quote individuali ed eventuale caparra ATA, DSGA,fiduciari,docenti Per i viaggi un mese prima Modulo di adesione e quote Fiduciari, famiglie,ATA, DSGA,DS Numero degli alunni che aderiscono 70% Programma autorizzazioni Viaggio-uscita Alunni,docenti,famiglie Data stabilita Relazione dei docenti accompagnatori e alunni Docenti, alunni, Consiglio d’Istituto DS, Questionario alunni Monitoraggio Docenti, Commissione autovalutazione Fine anno scolastico Questionari compilati Tabelle riepilogative DS,docenti,Consiglio d’Istituto Numero di alunni con parere favorevole 70 TABELLA ALI (Azioni, logistica, indicaori) PROCESSO:organizzazione uscite didattiche e viaggi d’istruzione FINALITA’: pianificazione dei viaggi funzionale all’esigenze didattiche e alle risorse RESPONSABILE: Fiduciari dei plessi
  10. 10. INDIRE – Convegno internazionale «Migliorare la scuola» - Napoli 14 e 15 maggio 2015 Paolo Senni Guidotti Mganani DATI IN ENTRATA ATTIVITA’ CHI FA QUANDO DATI IN USCITA CHI UTILIZZA I DATI INDICATORI -Indicazioni e criteri del Consiglio d’Istituto -Proposte del territorio -Monitoraggio anno precedente -programmazione disciplinare e/classe -disponibilità dei docenti Elaborazione del piano viaggi di massima Docenti su base volontaria Entro 31 ottobre Piano viaggi condiviso tra i docenti presentatori Docenti presentatori e disponibili, DS,DSG A, Comuni Numero dei docenti disponibili rispetto al totale 50% almeno un progetto per classe Disponibilità dei comuni Adeguamento del piano Docenti fiduciari dei plessi Entro il 30novembre Proposta piano definitivo viaggi Docenti, DS,comuni, DSGA, Proposta piano definitivo approvazione Consiglio d’Istituto Entro il 10 dicembre Piano definitivo approvato Docenti famiglie,alunni,comuni Ata, DS, DSGA Coinvolgimento di tutte le classi nel piano delle uscite 100% Piano viaggi definitivo Modulistica ( non compilata) Definizione programma dettagliato dei singoli viaggi e compilazione modulistica Docenti accompagnatori - per i viaggi d’istruzione entro il 28 febbraio - per le uscite un mese prima del viaggio modulo assunzione responsabilità docenti accompagnatori programma dettagliato autorizzazione dei genitori Famiglie, docenti,DS, alunni, ATA,comuni, DSGA Programma dettagliato viaggi d’istruzione Richiesta preventivi Individuazione ditta privata DSGA Entro il 28 febbraio Contratto con le ditte DSGA, DS, ATA,fiduciari Contratto Modulo di richiesta Calcolo e raccolta quote individuali ed eventuale caparra ATA, DSGA,fiduciari,docenti Per i viaggi un mese prima Modulo di adesione e quote Fiduciari, famiglie,ATA, DSGA,DS Numero degli alunni che aderiscono 70% Programma autorizzazioni Viaggio-uscita Alunni,docenti,famiglie Data stabilita Relazione dei docenti accompagnatori e alunni Docenti, alunni, Consiglio d’Istituto DS, Questionario alunni Monitoraggio Docenti, Commissione autovalutazione Fine anno scolastico Questionari compilati Tabelle riepilogative DS,docenti,Consiglio d’Istituto Numero di alunni con parere favorevole 70 TABELLA ALI (Azioni, logistica, indicaori) PROCESSO:organizzazione uscite didattiche e viaggi d’istruzione FINALITA’: pianificazione dei viaggi funzionale all’esigenze didattiche e alle risorse RESPONSABILE: Fiduciari dei plessi

×