Successfully reported this slideshow.

Utilizzare la larga banda: crescere e ridurre i costi

794 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Utilizzare la larga banda: crescere e ridurre i costi

  1. 1. I N N O V A Z I O N E D I G I T A L E IMPRESE X INNOVAZIONE Utilizzare la larga banda: crescere e ridurre i costi I N N O V A Z I O N E Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Between Spa. Le guide di questa collana sono supervisionate da un gruppo di esperti di imprese e associazioni del sistema Confindustria, partner del Progetto IxI: Eds Italia, Federcomin, Gruppo Spee,D I G I T A L E Hewlett Packard Italiana, Ibm Italia, Idc Italia, Microsoft, Telecom Italia. Suggerimenti per migliorare l’utilità di queste guide e per indicare altri argomenti da approfondire sono più che benvenuti: toolkit@confindustria.it www.confindustriaixi.it
  2. 2. D I G I T A L EUTILIZZARE LA LARGA BANDA:crescere e ridurre i costi I N N O V A Z I O N ELA LARGA BANDA lizzate sia per accedere ad Internet, sia per realizzare collegamenti tra diverse sedi di unaPer le aziende in tutto il mondo, l’afferma- stessa azienda, sia per realizzare collegamentizione di Internet è stato l’inizio di un perio- tra un’azienda e altri soggetti, ad esempiodo di nuove opportunità per quanto riguarda clienti, fornitori, partner, interessati a comuni-la pubblicità dei propri prodotti o servizi, care con l’azienda stessa.l’accesso alle informazioni e l’utilizzo di Il cambiamento abilitato dalle tecnologie a lar-nuove modalità di comunicazione sia inter- ga banda non dipende solo dalla maggiore ve-namente alla propria azienda sia come pun- locità di accesso, ma anche da altre caratteri-to di contatto verso clienti e fornitori. stiche comuni a tutte le tecnologie: la dispo-L’evoluzione delle reti di telecomunicazioni nibilità di collegamenti sempre attivi (serviziverso capacità di comunicazione sempre Always On), i costi contenuti, la capacità dimaggiori rimane condizione necessaria per lo integrare diversi servizi su una singola piatta-sviluppo e la diffusione di servizi innovativi, forma di trasporto.con crescenti livelli di integrazione, multime- Grazie a questi servizi, le reti di telecomuni-dialità e interattività. cazioni a larga banda diventano l’infrastruttu-Con lo sviluppo delle tecnologie sono diven- ra di base per consentire lo scambio di infor-tati disponibili servizi di accesso a larga ban- mazioni e contenuti tra tutti i soggetti coinvol-da (o broadband), ovvero accessi in grado di ti in un modello di business, con l’opportuni-raggiungere velocità di trasmissione elevate ri- tà di rendere più veloci e più efficienti i colle-spetto a quelle consentite dalla normale rete gamenti interni all’azienda e quelli con part-telefonica. Tali soluzioni possono essere uti- ner, clienti, fornitori. Allo stesso modo è pos- 1
  3. 3. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E sibile anche utilizzare la larga banda per ac- LO SVILUPPO DELLA LARGA BANDA IN ITALIA cedere ai servizi resi disponibili dalle pubbli- Lo sviluppo della banda larga è un caso unico per la nuovi contenuti e modalità tariffarie. Dall’altro, la Pubblica che amministrazioni per ridurre i tempi lun- rapidità di diffusione, sia nel tessuto produttivo, sia Amministrazione ha sia sostenuto lo sviluppo di piattaforme ghi necessari per gli adempimenti burocratici. nell’ambiente domestico e nella Pubblica Amministrazione. e servizi di e-government, stimolando quindi l’utilizzo dei La capacità di scambiare informazioni ed in- In Italia, il numero di accessi a banda larga è passato dai servizi a larga banda, sia favorito la realizzazione di nuove teragire con rapidità diventa quindi assoluta- circa 300.000 del 2001 agli oltre 6,8 milioni a fine 2005, infrastrutture sul territorio, promuovendo forme innovative mente essenziale per garantire la propria com- facendo registrare una delle crescite più rilevanti in di collaborazione con i soggetti privati, al fine di estendere petitività, l’evoluzione del tessuto produttivo I N N O V A Z I O N E Europa (Figura 1). l’accessibilità dei servizi a banda larga nelle aree piùI N N O V A Z I O N E e quindi per lo sviluppo dell’intero sistema paese. FIGURA 1 - GLI ACCESSI A LARGA BANDA IN ITALIA È evidente che il solo accesso alla rete non è in sé sufficiente ad assicurare vantaggi agli uti- TCMA 2001-2005 +45% 6,8 +112% lizzatori. In realtà per l’utilizzatore è impor- tante la presenza di un ambiente integrato co- 4,7 +88% stituito da applicazioni, contenuti, servizi ed (minori tempi improduttivi degli impiegati). MILIONI DI ACCESSI infrastrutture. Lo sviluppo di accessi è però Inoltre la larga banda fornisce alle aziende una una condizione indispensabile per l’utilizzo duplice opportunità in termini sia di innova- +127% 2,5 dei servizi e stimola, in un circolo virtuoso, lo zione di processo, sia di prodotto. Da un lato, +224% 1,1 sviluppo di servizi interni ed esterni. Come ve- le infrastrutture avanzate consentono una mi- 0,3 dremo più avanti, lo sviluppo degli accessi gliore interazione tra le diverse strutture azien- presso aziende e cittadini è già abbastanza dali (a maggior ragione se distribuite territo- 2001 2002 2003 2004 2005 avanzato da aver attivato il processo e i servi- rialmente) e tra queste e l’ambiente esterno Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2006) zi che si stanno sviluppando. (clienti, fornitori, partners), con ripercussioni La realizzazione di accessi a larga banda è il dirette sull’efficacia e l’efficienza dei processi primo passo per lo sviluppo di una connetti- aziendali. La disponibilità di un nuovo canale La crescita degli accessi a larga banda è stato il frutto di un disagiate del Paese. L’aumento della copertura ADSL, infine, vità pervasiva che influenzi non solo le co- distributivo “immateriale” (le reti di telecomu- insieme di fattori che hanno interagito positivamente. Da un passata da poco più del 40% della popolazione nel 2001D I G I T A L E lato, gli operatori di telecomunicazione e gli Internet Service all’87% del 2005 ha creato le condizioni affinché le municazioni tradizionali (ad esempio, tra te- nicazioni) consente, inoltre, di ampliare il Provider hanno sviluppato un’offerta sempre più ricca ed dinamiche di mercato potessero esplicare appieno i loro lefoni o tra PC), ma anche internamente a mercato territoriale di riferimento, creando innovativa, non solo in termini di prestazioni, ma anche di benefici effetti. processi tradizionalmente meno toccati dal- nuove opportunità di sviluppo. D’altra parte, le TLC (acquisti, gestione di flotte, gestione attraverso le nuove reti di telecomunicazioni di magazzini ed inventari, formazione, ecc.). è possibile creare nuovi prodotti/servizi, che LE AZIENDE E LA LARGA BANDA Il 37% del totale delle oltre 4 milioni di Introducendo dei cambiamenti nel “modo di possono rappresentare per le aziende un im- aziende italiane utilizza oggi la banda lar- fare le cose” tradizionale, la larga banda può portante fattore di differenziazione e diversifi- Da un’analisi effettuata dall’Osservatorio ga, ma tale valore sale al 61% se ci si limi- innescare sostanziali risparmi sugli altri costi cazione della propria attività, intervenendo, Banda Larga-Between, la banda larga risul- ta al primo milione di aziende (con tre o aziendali sia espliciti (minori spese in telefo- quindi, direttamente sull’innovazione di pro- ta ormai una componente chiave della do- più addetti), anche se prevale l’utilizzo di nate, minori spese in trasferte), sia impliciti dotto. tazione ICT delle imprese. soluzioni entry level senza banda garanti-2 3
  4. 4. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E ta (Figura 2). Circa la metà degli addetti uti- è molto elevato, anche come modalità di FIGURA 3 - DISTRIBUZIONE PENETRAZIONE DELLA LARGA BANDA DAL 2002 AL 2005 lizza un PC, il 40% è già collegato a Inter- accesso innovativo alle nuove reti dati net e il 34% dispone di un indirizzo e-mail. (IP-based). 83% 94% 66% % IMPRESE (base: 946.000) % IMPRESE (base: 946.000) 76% 85% 59% 62% 65% 58% FIGURA 2 - DISTRIBUZIONE ACCESSI INTERNET IN AZIENDE CON TRE O PIÙ ADDETTI 43% 59% 50% 37% 37% 34% 946 946 946 946 34% 17% 13% I N N O V A Z I O N E 9% 9%I N N O V A Z I O N E Dic. ’02 Dic. ’03 Giu. ’05 Dic. ’02 Dic. ’03 Giu. ’05 MIGLIAIA DI IMPRESE 273 267 3-9 add. 10-49 377 50-249 250 e più add. Industria Commercio Servizi 480 DIMENSIONE SETTORE ECONOMICO 543 576 68% % IMPRESE (base: 946.000) % IMPRESE (base: 946.000) 362 68% 66% 62% 195 45% 63% 59% 53% 40% 56% 41% 39% Dic. 2002 Dic. 2003 Dic. 2004 Giu. 2005 38% 37% 23% 33% 38% Broadband Narrowband 22% 13% 35% 21% 21% 12% 18% Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2006) 13% 8% Dic. ’02 Dic. ’03 Giu. ’05 Dic. ’02 Dic. ’03 Giu. ’05 Le imprese con tre o più addetti che di - Nord Ovest Nord Est Comunale Provinciale Regionale spongono di collegamenti a 2 o più Mb/s Nazionale ITZ Centro Sud e Isole sono meno del 25% delle imprese a lar- ESTENSIONE DELL’ATTIVITÀ ZONA GEOGRAFICA ga banda, ma la richiesta di banda è an- cora strettamente legata al miglioramen-D I G I T A L E Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2005) to delle prestazioni dell’accesso Internet piuttosto che all’utilizzo di servizi inno- La crescita degli accessi a larga banda nei più addetti dispone di un proprio sito (la vativi in rete. vari contesti (Figura 3) rivela che dal 2002 percentuale sale al 72% se ci si limita alle Sopra i dieci addetti il livello di diffusio- al 2005 c’è stato un forte recupero di tutte imprese broadband) e il 10% di queste ven- ne della banda larga è pari circa al 70% le aziende italiane, anche se la penetrazio- de on-line (13% per le imprese broadband). così come nel settore dei servizi e nei ne rimane ridotta nelle aziende con un’e- La differenza tra broadband e narrow- comparti industriali più avanzati. Allo stensione dell’attività solo comunale. band risulta particolarmente elevata se stesso tempo, nelle imprese multisede e La larga banda ha favorito lo sviluppo del- si considerano le aziende che compra- con un bacino di attività nazionale o in- la presenza in rete delle imprese italiane e no on line: il 14% delle aziende narrow- ternazionale l’utilizzo della banda larga oggi oltre il 60% delle aziende con tre o band utilizzano la rete per fare acquisti,4 5
  5. 5. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E FIGURA 4 - ACQUISTI ON LINE DELLE AZIENDE ITALIANE Infine è interessante notare che la propen- modi di lavorare (di acquistare, di vendere, sione all’utilizzo dei servizi non è legata di collaborare, ecc.) che consentirebbero di Non effettua fortemente alla possibilità o meno dell’a- utilizzare la larga banda come leva per mi- acquisti on line zienda di accedere ai servizi in larga ban- gliorare i propri costi. Prevede da, e che le aziende situate in aree di “di- Gli assi intorno ai quali si possono individua- di effettuare vario digitale” hanno percentuali di interes- re le tendenze fondamentali di cambiamento 70% acquisti on line 84% se paragonabili a quelle delle aziende rag- nel medio periodo sono tre: la digitalizzazio- Effettua acquisti giunte, come indica la figura 6. ne delle informazioni, la convergenza ed il I N N O V A Z I O N E on lineI N N O V A Z I O N E l’interesse per i servizi in rete appare 3% legato a funzionalità strettamente rife- FIGURA 6 - INTERESSE DICHIARATO PER I SERVIZI DALLE AZIENDE RAGGIUNTE (ROSSO) rite al miglioramento dei processi co- E NON RAGGIUNTE (BLU) DA SERVIZI IN BROADBAND 2% 27% municazionali, mentre permangono 14% 55% 54% forti rigidità all’utilizzo di soluzioni Copertura ADSL Banda Stretta Banda Larga ASP o altre soluzioni con forti impli- Assenza di copertura ADSL cazioni organizzative, la curva dell’in- Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2006) teresse dimostra chiaramente che le 32% 32% 30% % IMPRESE contro il 27% delle aziende che utiliz- aziende dotate di servizi broadband dimo- 26% zano accessi broadband (Figura 4). strano una più forte attenzione rispetto alle 22% 19% 18% 19% È rilevante notare (Figura 5) che, anche se altre per l’utilizzo di servizi innovativi. 15% 16% 14% 13% 10% 9% 10% 11% FIGURA 5 - INTERESSE DICHIARATO PER I SERVIZI COMUNICAZIONE REMOTIZZAZIONE SICUREZZA rata ezza Up a . g Back VolP ianz ocom ASP arnin ming Integ Sicur vegl Vide E-Le strea Com. osor ideo Vide V BASE: IMPRESE CON 3 E PIÙ ADDETTI 62% Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2005)D I G I T A L E 42% % IMPRESE (946.000) 37% 37% Per riassumere i risultati sull’adozione della passaggio dall’integrazione verticale ad una larga banda da parte delle aziende, abbiamo specializzazione orizzontale. 23% 22% 16% 17% visto che il cambiamento in atto è stato rece- Il trasporto di bit trasforma completamente la 12% 15% 12% pito rapidamente almeno a livello base, e che filiera di qualunque business che si fondi sul- tra le aziende con più di tre dipendenti, quel- l’informazione. Le telefonate, per esempio, le ancora non dotate di larga banda sono già diventano una delle tante applicazioni della zion e VolP icazione g to amin o Remo -Learnin g ASP izi PA -up line nza unica rata n ostre Serv Back ione onu-rezza orveglia una minoranza. È però rilevante osservare che rete Internet e nel tempo non verranno per- Com integ ocomu Vide Access E G est sic Videos Vide spesso lo sviluppo della larga banda è rima- cepite come un costo più di quanto non sia Broadband Narrowband No Internet sto legato ai servizi internet tradizionali (e- oggi percepito come un costo un messaggio Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2005) mail, web) piuttosto che a sviluppare nuovi di posta elettronica. Per le compagnie telefo-6 7
  6. 6. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E niche questo si traduce in una riduzione del settori cambierà in conseguenza di tutto que- IL DIGITAL DIVIDE in termini qualitativi che quantitativi. Secondo i dati fatturato, per la perdita della voce tradiziona- sto. È probabile che si assista ad una trasfor- Con il termine “divario digitale” (digital divide) si fa dell’Osservatorio Banda Larga, a fine 2005, l’accesso le e nel bisogno consequenziale di sviluppa- mazione di quelle aziende che si sono stori- normalmente riferimento al divario informativo tra chi ad Internet a banda larga è disponibile per l’87% della re nuovi servizi e nuovi modelli di business, camente occupate di controllare una intera ha accesso al computer – e ad Internet – e chi non ce popolazione, rispetto a poco più del 40% del dicembre entrando nella distribuzione televisiva, nella filiera, attraverso un modello di integrazione l’ha e, più in generale, tra chi ha accesso alle nuove 2001. Il 13% della popolazione italiana è localizzata gestione dei sistemi di pagamento, nell’ero- verticale del business. Molte aziende vertical- tecnologie e chi non ha questa possibilità. In altri in zone di digital divide, ossia in zone in cui la gazione di servizi informatici. Tutto questo, mente integrate troveranno conveniente pas- termini, il digital divide comprende al suo interno centrale telefonica non è abilitata a fornire servizi di ovviamente, si può tradurre in nuove forme sare a forme di specializzazione orizzontale, I N N O V A Z I O N E diversi divari: fra chi sa utilizzare e non sa utilizzare accesso a banda larga.I N N O V A Z I O N E di competizione-collaborazione con aziende più adatte a valorizzare al massimo le nuove un computer, tra chi lo possiede e non lo possiede, tra La disponibilità dei servizi di connettività a banda provenienti da settori completamente diversi, piattaforme di servizi che la convergenza avrà chi può permettersi un collegamento ad alta velocità larga in Italia mostra (Figura 7) una situazione a come i media, le banche, i servizi informati- nel frattempo sviluppato. Sicché, dalla strate- ad Internet e chi non se lo può permettere, tra chi macchia di leopardo ed il territorio nazionale risulta ci. La ridefinizione dei settori di business po- gia di presidio di una filiera si dovrà necessa- abita in zone dove sono disponibili infrastrutture e suddiviso in tre zone di copertura dei servizi. Le tre trebbe essere una conseguenza fondamenta- riamente passare ad una strategia di sviluppo zone si differenziano per la le del processo. dei settori di business, concepiti come una numerosità delle tecnologie disponibili e le prestazioni ad esse Con l’avvento e la diffusione della banda lar- sorta di ecosistema. associate, nonché per il livello di ga, la scomparsa della voce tradizionale sarà Una conseguenza potrà essere anche il ritor- competizione (tra tecnologie, ma di completa entro cinque-dieci anni. Per allora, no a una maggiore fisicità di molte attività fatto anche in termini di operatori i giganti delle telecomunicazioni avranno economiche. Il laboratorio di questa tendenza presenti): conquistato i loro nuovi spazi, con la colla- sembra essere il business della musica. La di- • la prima (zona verde – 43% della borazione o in competizione con le altre im- gitalizzazione ha messo in crisi il modello di popolazione), nella quale sono prese interessate alle stesse aree di servizi. business fondato sulla vendita di cd registrati. presenti diverse offerte Con la sua forza di attrazione, il protocollo E gli artisti più attenti e capaci hanno iniziato tecnologiche in un contesto Internet sembra destinato a diventare la piat- a privilegiare soprattutto i concerti e la distri- altamente competitivo; taforma delle piattaforme. Le reti che restano buzione del merchandising. Simili trasforma- • la seconda (zona gialla – 44% ancora separate, come quelle di telefonia fis- zioni potrebbero avvenire anche in altri set- della popolazione), è costituita sa, telefonia mobile, televisione digitale terre- tori. dalle aree dove di fatto non sonoD I G I T A L E ancora presenti offerte ADSL stre, tenderanno a convergere su Internet. Le alternative a quelle dell’operatore piattaforme allora si trasformeranno in infra- servizi avanzati e chi abita invece in aree remote ove Telecom Italia (e degli operatori che utilizzano strutture di servizi a disposizione di una quan- tali infrastrutture e servizi non sono disponibili. Nel le modalità wholesale), oltre alla copertura satellitare; tità di business e consumatori. Si occuperan- seguito, si farà riferimento al digital divide di tipo • la terza (zona rossa – 13% della popolazione), si no di attività trasversali, dal billing alla sicu- “infrastrutturale”, che è strettamente legato alla contraddistingue per una copertura del territorio che rezza dei dati, dal digital rights management difficoltà di realizzare infrastrutture a banda larga in si limita alle tecnologie satellitari e per un livello di al customer relationship management, dal- modo omogeneo in tutte le aree del Paese. competizione relativamente limitato. l’accesso alle risorse informatiche di base al- In Italia l’infrastruttura per l’accesso ad Internet ha La figura 7 illustra l’evoluzione del digital divide in la gestione logistica. avuto nell’ultimo triennio uno sviluppo significativo sia Italia dal 2002 al 2005. Il modello di business fondamentale di molti8 9
  7. 7. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E performance, come ad esempio un accesso via satellite, FIGURA 7 - IL DIGITAL DIVIDE IN ITALIA oppure può attendere che l’area venga coperta da qualche servizio tradizionale (ad esempio xDSL) o attraverso qualche SAT ZONA VERDE ZONA GIALLA ZONA ROSSA tipo di copertura radio. Dato che sono in atto molte iniziative SAT + ADSL · Multitecnologia · Dualismo · Monotecnologia · Competizione tecnologico · Competizione per la riduzione del divario digitale coordinate dai comuni e SAT + ADSL+ULL · Altissima velocità · Competizione limitata dalle regioni, può essere utile informarsi in queste sedi per wholesale · Bassa velocità · Alta velocità avere informazioni sull’eventuale sviluppo di questo tipo di 100%- servizi nella zona. I N N O V A Z I O N E 13% +12% 25% 26% +17% +1%I N N O V A Z I O N E 75%- 43% 50% 50%- +3% 53% +4% 57% APPLICAZIONI PER LE IMPRESE -13% 44% 25%- 37% E POSSIBILI RISPARMI -15% 22% -5% 17% -4% 13% 0%- Le conseguenze delle novità che derivano 2002 2003 2004 2005 dalla larga banda sono ampie e profonde per Fonte: Osservatorio Banda Larga - Between (2005) molti settori di attività. Nel seguito sono de- scritti gli scenari che influenzeranno mag- Nel periodo 2002-2005, in termini di popolazione coperta, • di infrastrutture, dovuti alla diseguale disponibilità di giormente i cambiamenti ed alcune possibili l’estensione della zona rossa ha subito una rilevante banda larga sul territorio nazionale, per cui non tutti variazione, passando dal 37% dell’ottobre 2002 al 13% del possono godere del medesimo livello di accessibilità. applicazioni che possono andare a toccare dicembre 2005. Nello stesso periodo di tempo, sempre in Se, da un lato, la banda larga rappresenta un’occasione per lo in maniera più o meno diretta tutte le azien- termini di popolazione coperta, l’estensione della zona verde è sviluppo di nuovi servizi ed applicazioni, dall’altro va de e che possono risultare in aumenti di effi- aumentata di 30 punti percentuali, passando dal 13% sottolineato che la realizzazione di infrastrutture avviene, cienza (con la riduzione dei costi interni) e dell’ottobre 2002 al 43% del dicembre 2005. Nella macroarea contrariamente al passato, non in regime di monopolio, ma in di efficacia. Sud e Isole, si rilevano ancora significativi ritardi un contesto di competizione guidata da logiche di mercato. È Le imprese possono utilizzare accessi a larga delle possibili applicazioni, alcuni tra i princi- nell’affermazione di un contesto competitivo multitecnologico. inevitabile, quindi, che si venga a creare una disparità tra banda sia per migliorare il loro accesso ai ser- pali servizi trasversali che si stanno veloce- Infatti, a dicembre 2005, la zona verde include soltanto il zone che già dispongono della larga banda, zone che ne vizi tradizionalmente utilizzati su Internet, co- mente diffondendo grazie alla larga banda, 31% della popolazione, registrando un divario di 12 punti disporranno progressivamente nel prossimo futuro, realtà me posta elettronica e navigazione web, ma cercando anche di descrivere qualitativamen-D I G I T A L E percentuali rispetto al dato nazionale. territoriali che ne potranno disporre nel medio periodo ed, anche utilizzare una serie di nuovi servizi che te i possibili vantaggi in termini di costi. Per La diffusione delle nuove tecnologie nella vita quotidiana non infine, zone alle quali la logica economica negherà questa consentono di migliorare la propria produtti- una descrizione più dettagliata dei singoli ser- garantisce che l’accesso ad esse sia effettivamente condiviso opportunità. Appaiono evidenti, quindi, le motivazioni che vità. È importante considerare che i ridotti co- vizi e dei possibili adattamenti, rimandiamo dalla società nel suo insieme. Esistono, infatti, barriere hanno conferito sempre maggior rilievo politico al problema tecnologiche e culturali che creano forti disparità nella fruizione del digital divide e che hanno condotto all’avvio, sia a livello sti di connessione che vengono garantiti dagli alla lettura dei toolkit specifici, dove saranno dei nuovi servizi, determinando appunto il digital divide. nazionale, sia locale, di interventi tesi a ridurre il divario accessi a larga banda e la possibilità di una anche approfonditi i risparmi ottenibili. I problemi da risolvere, per garantire a tutti parità di accesso ai esistente tra le diverse aree del paese. connettività “pervasiva” possono abilitare una servizi a larga banda, sono essenzialmente di due tipi: Un’azienda che si trovi oggi in una zona di digital divide ha serie di miglioramenti ai modelli di business Accesso ad Internet • culturali, legati alla capacità di utilizzo delle tecnologie poche possibilità di superare la situazione. Può solo cercare un che ogni azienda deve realizzare per proprio La prima famiglia di servizi disponibili sulla dell’informazione e all’interesse per esse; servizio alternativo, in generale più costoso a parità di conto o con l’aiuto dei propri partner. Nel se- larga banda, facilmente accessibile ad ogni guito descriveremo, per fornire una visuale utente connesso, è quella dell’accesso ad In-10 11
  8. 8. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E l’introduzione della banda larga abiliterà di- pendenti nel momento in cui essi ne hanno versi vantaggi sia per un più agevole reperi- bisogno; mento di informazioni, sia per il miglioramen- • migliore comunicazione e diffusione delle to delle comunicazioni interne, con i clienti e informazioni in azienda. con i fornitori. Groupware Intranet Per ottimizzare lo svolgimento di processi o il L’utilizzo di accessi a larga banda, intrinseca- lavoro cooperativo tra gruppi sparsi sul territo- I N N O V A Z I O N EI N N O V A Z I O N E mente sempre connessi (always on) fornisce rio esistono diversi software specializzati che anche, alle aziende che hanno più di una se- consentono la gestione in rete sia di attività non de, la possibilità di collegare efficacemente le formalizzate (gestione agende riunioni, gestio- LAN delle varie sedi. In questo modo diventa ne pubblica di appuntamenti, gestione condi- possibile condividere facilmente risorse azien- visa della produzione di documenti, ecc.) sia dali, come, ad esempio, file o stampanti o da- di attività formalizzate (gestione di processi di ti contenuti nei database aziendali. autorizzazione di pagamenti, richiesta rimbor- Gruppi di lavoro che collaborano, pur essendo si, gestione ferie e trasferte, sviluppo di softwa- distribuiti su più sedi, possono trovare veloci re, gestione dell’avanzamento progetti, gestio- modalità di interazione sia con mezzi più ne risorse umane). Questi software permetto- semplici (condivisione e scambio di file), sia no di gestire rapidamente le attività di produ- ternet. Grazie alla alta velocità ed al buon rap- con sistemi più sofisticati di groupware. In zione, revisione, modifica, trasmissione ed ap- duli) e una maggiore efficienza dell’utilizzo porto tra il prezzo e le prestazioni di questo questo modo è anche possibile che gruppi di- provazione/autorizzazione, permettendo di ve- del tempo del personale. tipo di accessi, è possibile raggiungere tutti i stribuiti su più sedi possano lavorare in colla- locizzare lo scambio di informazioni, mante- servizi disponibili su Internet. Ad esempio è borazione sugli stessi testi, o anche adottare nendo la visibilità e la capacità di analisi di tut- Ip telephony possibile accedere a tutte le informazioni di- sistemi appositi per il lavoro collaborativo te le fasi di un processo (ad esempio, per rile- Con l’utilizzo di accessi a larga banda, è pos- sponibili sul web e inviare o ricevere posta (groupware). vare colli di bottiglia o fasi critiche). sibile utilizzare la propria Intranet, o la rete In- elettronica. Sebbene questi servizi siano frui- In generale, i vantaggi di utilizzare una Intranet Per un’azienda con più sedi, o per aziende che ternet, per realizzare collegamenti vocali (oD I G I T A L E bili anche da accessi a banda stretta, un loro possono essere classificati in: collaborano spesso con altre aziende, i rispar- voce e video), affiancando o sostituendo il utilizzo abituale attraverso accessi a banda lar- • maggiore produttività del personale. Una mi connessi con l’utilizzo di queste tecnolo- normale collegamento telefonico. La voce via ga comporta, già in presenza di un numero ri- Intranet rende possibile reperire più veloce- gie possono riguardare sia una diminuzione IP (VoIP – Voice over Internet Protocol) non è dotto di PC collegati in LAN, prestazioni so- mente le informazioni e i servizi necessari a dei costi vivi (tempi e costi dei trasferimenti soltanto un’applicazione che consente di ri- stanzialmente migliori e un risparmio consi- svolgere il proprio lavoro, attraverso l’utiliz- delle risorse tra sedi, trasferte prolungate, ecc.). sparmiare sul costo delle chiamate. Se per gli stente. Per aziende che utilizzano già Internet, zo di strumenti semplici come, ad esempio, Anche per aziende in cui il personale non si utenti residenziali questo aspetto può appari- il passaggio da un accesso a banda stretta ad un web browser; sposta spesso tra sedi, è possibile ottenere co- re prioritario, per le imprese probabilmente uno a banda larga si traduce in un aumento • migliore gestione del tempo. L’utilizzo di munque una maggiore efficienza dei processi contano di più i servizi connessi alla telefonia di prestazioni ed una diminuzione dei costi. Intranet permette alle organizzazioni di ren- di collaborazione (riduzione dei tempi per il via Internet. Non per nulla, nel mercato busi- Per aziende che non utilizzano ancora Internet dere le informazioni accessibili ai propri di- passaggio e la diffusione di documenti o mo- ness la VoIP ha già trovato molti clienti e le12 13
  9. 9. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E imprese scelgono questa strada non solo per tri utenti collegati, sia la ricezione unificata di Knowledge Management/Content contenuti multimediali può anche essere uti- risparmiare, ma soprattutto per migliorare l’or- tutti i messaggi, sia mail, sia di segreteria tele- Management System lizzata per permettere ai dipendenti di acce- ganizzazione interna. fonica, ogni volta che ci si collega con la pro- La gestione di informazioni ed il tempo im- dere a contenuti formativi realizzati all’inter- La telefonia via Internet, infatti, è anche la con- pria rete aziendale. piegato per raccogliere, classificare, elaborare no dell’azienda o all’esterno. La possibilità di vergenza tra le applicazioni informatiche del- In generale, l’evoluzione dei servizi tradizio- e rendere disponibili all’interno o all’esterno fruire corsi da una postazione attrezzata all’in- l’azienda e le varie forme di connessione e te- nali di telefonia, grazie alla larga banda, lascia informazioni possono essere un costo rilevan- terno dell’azienda permette di ridurre i costi lefonia. L’utilizzo del VoIP consente di abilita- la possibilità agli utenti aziendali di comuni- te per quanto riguarda almeno alcune funzio- affrontati per la formazione del personale, pur re una quantità di servizi che vanno da servi- care utilizzando il mezzo più adatto (messag- ni aziendali. Il veloce mutamento attuale dei mantenendo le attività di formazione, fonda- I N N O V A Z I O N EI N N O V A Z I O N E zi di presenza (è possibile vedere via computer gio istantaneo, messaggio di posta, messaggio contesti operativi rende infatti questo tipo di mentali per l’operatività dell’azienda. se l’utente con cui si vuole parlare è presente vocale, telefonata, conferenza, videochiama- attività critiche per il successo dell’azienda. La riduzione dei costi rispetto alla formazio- o momentaneamente assente, o disponibile su ta, ecc.) a seconda della propria postazione e I sistemi di Knowledge Management permet- ne tradizionale può riguardare sia i costi vivi, un’altra scrivania od in un’altra sede) a servizi di quella dove si trova l’utente che si intende tono di rendere più efficiente un processo di con una diminuzione dei costi per l’infrastrut- di messaggistica sofisticata che consentano, contattare. Questo tipo di servizi sono utilissi- gestione della conoscenza, permettendo di fa- tura di formazione e delle docenze, ma può sia lo scambio istantaneo di messaggi con al- mi, grazie all’integrazione delle reti, anche a cilitare, sia a livello distribuito, sia a livello portare anche ad un miglioramento nell’uti- livello internazionale, consentendo, ad esem- centralizzato, le attività richieste per la gestio- pio, di ricevere chiamate su un numero locale ne dell’informazione. Questi sistemi permet- di un Paese e trasferirle via rete IP e a costi tono l’immagazzinamento, la ricerca, la clas- contenuti ad un call center in un altro Paese, sificazione, la gestione delle autorizzazioni al- magari delocalizzato tra varie sedi. l’accesso. Come si è detto, uno dei maggiori fattori di I Content Management System (o CMS) sono adozione può essere visto in una riduzione invece sistemi, generalmente basati su web, dei costi per la comunicazione interna ed che permettono la gestione di una serie di esterna all’azienda (particolarmente per le co- contenuti di un sito. In generale, i CMS gesti- municazioni internazionali ed intercontinen- scono le procedure editoriali (acquisizione tali) ed una riduzione dei costi di gestione del- contenuti, approvazione, modifica, pubblica- l’infrastruttura di comunicazione. Anche l’in- zione, ritiro) per un sito web gestito da più col-D I G I T A L E serimento in azienda di nuovi servizi aggiun- laboratori, distinguendone i ruoli (ad esempio, tivi (come la capacità di inviare messaggi, o editor, publisher, manager, ecc.). Questo tipo di realizzare comunicazioni video) può esse- di sistemi può essere utilizzato per gestire ca- re un fattore di maggiore efficienza delle risor- taloghi di prodotti, siti di news interni o ester- se o anche di generazione di minori costi vivi ni all’azienda, siti di informazioni ai clienti o (ad esempio, con una diminuzione del nume- pubblicazione all’esterno di richieste di offer- ro di chiamate inutili per i servizi di telepre- ta/bandi di gara. senza o messaggistica, o con la diminuzione delle trasferte consentita dalla videocomuni- E-Learning cazione). La possibilità di inviare agli utenti aziendali14 15
  10. 10. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E lizzo del tempo del personale che fruisce dei non cessano di far notare che l’immagine di corsi (minori necessità di abbandonare il luo- una persona che attraversi da una parte all’al- go di lavoro, minori tempi di spostamento, tra la capitale britannica sarà catturata e regi- ecc.). Un ulteriore vantaggio è fornito dalla strata in media una cinquantina di volte. possibilità per il personale di fruire dei corsi La larga banda, con i nuovi software emergen- in maniera personalizzata ed asincrona ri- ti, può ridefinire il tema dal punto di vista or- spetto agli altri, ottimizzando ulteriormente ganizzativo. Si possono per esempio control- l’utilizzo dei tempi. lare decine di filiali di una stessa azienda con I N N O V A Z I O N EI N N O V A Z I O N E una sola centrale di governo delle telecamere Telelavoro dedicate alla videosorveglianza, nella quale Se n’è parlato diverse volte. Forse con troppo magari lavorano due sole persone. Il segreto anticipo sui tempi. L’organizzazione delle sta nella connessione in banda larga di tutte aziende non si è dimostrata facilmente adat- le telecamere e in un software che seleziona tabile al lavoro a distanza. E le stesse abitudi- automaticamente le immagini da controllare: ni dei lavoratori non si sono adeguate all’op- riesce infatti a individuare i movimenti sospet- portunità di ridurre il pendolarismo al prezzo ti, le persone che si fermano davanti alle por- di restare fuori dall’ufficio e dal flusso delle re- te o negli uffici in modo anomalo, gli oggetti lazioni fisiche quotidiane. La comunicazione aziendali, o ancora per ricevere le chiamate valore della produzione materiale. abbandonati che potrebbero rischiare di risul- informale, quella che si svolge davanti alla destinate a loro ed eventualmente passate dal A questo livello la banda larga abilita forme tare borse contenenti materiale pericoloso. macchinetta del caffè, non è mai stata sosti- call center. di teleconferenza intelligente, con scambio e A fronte delle preoccupazioni per la privacy tuita da nessun software per scambiarsi mes- Probabilmente, il telelavoro si realizzerà non condivisione di documenti oltre che con vi- che questo genere di soluzioni può indurre saggi. attraverso il decentramento dei lavoratori di- deochiamate tra più postazioni, che in parte nel pubblico, si devono sviluppare servizi ag- Le diverse funzioni aziendali ne traggono van- pendenti tradizionali in sedi distaccate o ad- potrebbero sostituire i viaggi di lavoro e le ri- giuntivi che ne facilitino l’accettazione. Nelle taggi specifici. In generale, l’esempio più spes- dirittura a casa (anche se questo può essere unioni di routine tra gruppi di lavoro affiatati. banche, per esempio, dove il bancomat è una so citato è quello che riguarda la riorganizza- il caso forse di qualche attività di call cen- Nulla da interpretare in maniera fondamenta- macchina del tutto priva di attenzione nei zione che la telefonia via Internet abilitata dal- ter). Avverrà invece come trasformazione listica: gli incontri fisici resteranno determi- confronti del pubblico, tanto che se per sba-D I G I T A L E la banda larga consente nei collegamenti del- della filiera del valore: nel contesto delle no- nanti, ma potranno essere supportati e inte- glio emette una banconota falsa o commette la forza vendite. I venditori sono infatti costan- vità introdotte dall’eBusiness e dalle tecnolo- grati da questi incontri in digitale, meno vali- un errore non è previsto alcun genere di pro- temente in movimento tra un cliente e l’altro, gie digitali, molte grandi aziende potrebbero di sul piano della costruzione dei team ma più cedura di controllo a favore dell’utente, le te- ma hanno sempre bisogno di collegarsi all’uf- diventare delle strutture logistico-organizzative operativamente efficaci. lecamere possono costituire l’unica prova a ficio e al database dei listini e delle disponibi- che smistano il lavoro professionale di piccoli favore del cliente. Nei supermercati le teleca- lità. La telefonia via Internet consente loro di gruppi di specialisti connessi con molti clienti Security mere possono essere utilizzate sia come stru- connettersi alla rete aziendale con il cellulare, attraverso la Rete. È una visione possibile, da Le applicazioni per la sicurezza delle sedi di menti di controllo contro i furti, sia come si- con il palmare o con il PC, per consultare la non sopravvalutare, ma della quale molti segni lavoro sono sempre più numerose. La video- stemi per valutare il tempo che essi passano intranet o per chiamare dall’esterno i numeri sono già palpabili nei settori nei quali è pre- sorveglianza sta diventando un fenomeno davanti agli scaffali alla ricerca dei prodotti interni dei colleghi e delle varie funzioni valente il valore della conoscenza rispetto al economico e persino di costume. I londinesi che vogliono acquistare o per decidere tra le16 17
  11. 11. UTILIZZARE LA LARGA BANDA D I G I T A L E varie alternative: alla fine queste analisi pos- nuovi comportamenti emergenti attorno alle SCELTE TECNOLOGICHE sono risultare in una migliore qualità del ser- novità proposte dalla banda larga e in parte vizio. citate precedentemente in questo paper. Un Quali sono le possibili scelte tecnologiche per Servizi innovativi, in questo settore, potranno “big spender” come Procter & Gamble ha al- un accesso a larga banda? essere sviluppati da aziende specializzate nel- locato il 75 per cento del budget per la sua la sicurezza anche in favore dei consumatori ultima campagna pubblicitaria su media di- In una larga parte del Paese (come vedremo e delle loro abitazioni private o dei loro vei- versi dalla tv. E si tratta di un’azienda che da in maggiore dettaglio nel punto successivo), coli, sostituendo i sistemi di allarme tradizio- sempre coltiva e mantiene una significativa le possibilità sono sostanzialmente limitate ad I N N O V A Z I O N EI N N O V A Z I O N E nali. leadership nel marketing dei prodotti di lar- un accesso xDSL. Questi accessi vengono rea- Ma non ci sono solo le telecamere. Quello dei go consumo. lizzati sugli stessi cavi che trasportano il se- sensori è un tema in pieno sviluppo. Piccoli Da questo punto di vista la larga banda e il si- gnale telefonico e sono sostanzialmente di due chip collegati a misuratori di umidità, tempe- stema di esperienze crossmediali che abilita, tipi: ratura o altro, connessi in via telematica con diventa, contemporaneamente, una nuova op- apposite centrali di controllo possono servire portunità e una nuova sfida per i dipartimenti • gli accessi asimmetrici, che consentono al- a migliorare la sicurezza di ambienti, coltiva- marketing delle aziende. Offrendo però an- l’utente una velocità in ricezione maggiore zioni, celle frigorifere e molto altro. che strumenti innovativi importanti: dalle pub- della velocità in trasmissione; I risparmi dovuti all’impiego di queste tecno- blicità personalizzate alla sempre più specifi- • gli accessi simmetrici, in cui invece le due logie sono difficilmente quantificabili, in ca relazione tra pubblicità e vendita on line. velocità sono uguali. quanto generano solitamente cambiamenti ra- dicali dei processi con cui l’azienda sorveglia te, il marketing cerca nuove idee per rivol- Gli accessi asimmetrici sono particolarmente i propri beni, o lo svolgimento di questi pro- gersi efficacemente a nicchie di mercato convenienti per sedi di dimensioni contenute cessi. Tuttavia, le soluzioni tradizionali impie- sempre più segmentate. I grandi siti e motori o per sedi che utilizzano la rete in maniera so- gano spesso personale il cui costo potrebbe in di ricerca, da Google a Yahoo!, sembrano fat- litamente asimmetrica (ad esempio, nei casi generale essere destinato ad altri tipi di attivi- ti apposta per rispondere a queste esigenze: in cui l’utilizzo più frequente è la navigazione tà maggiormente produttive. le inserzioni sui motori di ricerca, infatti, ap- sul web per reperire informazioni). Questi ac- paiono sulle pagine Web non in modo ca- cessi presentano velocità di ricezione che van-D I G I T A L E Marketing e pubblicità suale ma in funzione delle curiosità digitate no da 600 Kb/s fino a 20 Mb/s. Le velocità di Già oggi, nella pubblicità, Internet risulta il dagli utenti; e sono pagate dagli inserzionisti trasmissione sono invece più limitate e vanno medium in crescita più sostenuta. La quota di solo nel momento in cui attirano tanto l’at- da 256 Kb/s a 512 Kb/s. budget pubblicitario mondiale che si riversa tenzione dei visitatori che ci cliccano sopra. Gli accessi simmetrici invece permettono ve- sulla Rete aumenta sempre di più, mentre Google ha generato 3 miliardi di dollari di locità fino a 2 Mb/s per accesso (in ognuna quella dei giornali di carta si sta restringendo. fatturato pubblicitario nel 2004, più o meno delle due direzioni). È anche possibile combi- Mentre i nuovi media digitali conquistano lo stesso del New York Times. nare più di un accesso simmetrico per arriva- terreno, con la diffusione della banda larga e Ma questo è solo l’inizio di uno spostamen- re fino a velocità multiple di 2 Mb/s (solita- dei telefonini più veloci e versatili, rispon- to di risorse dalla pubblicità tradizionale a mente fino a 8 Mb/s con 4 accessi). No- dendo a esigenze sempre più personalizza- un sistema crossmediale che tiene conto dei nostante gli evidenti vantaggi prestazionali, gli18 19

×