Blacksad Graphic Novel - website - ARG

1,649 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,649
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
98
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Blacksad Graphic Novel - website - ARG

  1. 1.
  2. 2.
  3. 3. Storia della Graphic Novel<br /><ul><li>GraphicNovel : “Romanzo Grafico” o “Romanzo a Fumetti”
  4. 4. Graphic Novel
  5. 5. 1978 Will Eisner conia e diffonde il termine GraphicNovel con “Contratto con Dio”?</li></li></ul><li>Storia della Graphic Novel<br /><ul><li> Narrazione Grafica o per immagini “Graphic Narrative”
  6. 6. Il “romanzo per immagini” o Graphic Novel, così come lo conosciamo oggi, </li></ul> consiste in una combinazione di testo e di immagini collocate in sequenza.<br /><ul><li> Ma alcuni tra i primi tentativi di narrazione:</li></ul>Vertigo<br />di LyndWard (1937)<br />Destiny<br />di Otto Nuckel (1930)<br />DieSonne<br />di FransMasereel (1927)<br />
  7. 7. Caratteristiche della Graphic Novel<br /><ul><li> “Unicum” narrativo, di formato, di storia: un romanzo per immagini.
  8. 8. Possibile pre-pubblicazione seriale purché concepita come un "romanzo" </li></ul> completo <br /><ul><li> Fumetti VsGraphicNovel: questione di tecnica </li></ul>Persepolis (2002)<br />di Marjane Satrapi<br />Sin City (1991)<br />di Frank Miller<br />MAUS (1989 - 1992)<br />di Art Spiegelman<br />Una ballata del mare salato (1967)<br />di Hugo Pratt<br />
  9. 9. Un genere “liquido”<br />“Una delle possibili varianti del cinema sul crimine o criminale. Generalmente può essere avvicinato al gangster movie o alla detective story perché i suoi protagonisti sono criminali o investigatori privati ma non poliziotti. Il noir è un genere basato sull’ambientazione; sobborghi, luoghi malfamati o semplicemente ripresi durante la notte sono scenografie abituali per film solitamente contraddistinti da una fotografia che privilegia i toni scuri. Sebbene il mystery finisca spesso per affiancarsi ad ambienti noir, questo genere tende a privilegiare la descrizione di un contesto sociale, spesso marginale o malavitoso, rispetto alla soluzione di un mistero.”<br />L’ENCICLOPEDIA TEMATICA – CINEMA , Ed. L’Espresso Grandi Opere , Vol.20 , pag.516<br />
  10. 10. Un genere “liquido”<br />“[…] ad ogni tentativo di classificazione spuntano varie eccezioni alla regola soprattutto quando si parla di scelte tematiche, per cui forse è giusto dire che il noir è soprattutto un dato cromatico. Il dato sembra banale, ma in realtà implica una triplice scelta: di tecnica (luci artificiali), di intreccio (predominanza di scene notturne) e pragmatica (gli spettatori reagiscono in modo diverso di fronte ad una scena girata in esterni illuminati o in interni ed esterni bui)". <br />Sorlin Pierre, The dark mirror in I colori del nero, 1989<br />
  11. 11. Tra cinema e fumetto<br />“Il movimento tecnico del cinema è mirato dai fumetti come un proprio, ineguagliabile, “doppio” in grado di praticare ogni obbiettivo di visualizzazione narrativa e dinamica grazie alla sua potenza tecnologica-spettacolare; mentre la libertà fantastica del fumetto è irresistibilmente osservata dal cinema come origine di una qualità audiovisiva e di un mondo narrativo fuori da qualsiasi condizionamento. Il cinema fornisce al fumetto regole tramite cui il movimento delle immagini diviene storia e racconto, come una sorta di “manuale formativo” della struttura mitologica che sostiene il montaggio fra vignette, parole e suoni. Il fumetto, dal canto suo, tocca dimensioni della fantasia che la tecnologia del cinema non sempre può rendere visibile, figurabile, percepibile, con la medesima forza e pregnanza”.<br />Frezza Gino, Le carte del fumetto. Strategie e ritratti di un medium generazionale. E-book, Pag. 63<br />
  12. 12. Tra cinema e fumetto<br />“Torniamo alla narrazione. Juanjo, tu utilizzi a più riprese il piano soggettivo la cui <br />apparizione risale al film noir, la tua è stata una scelta consapevole?”<br />JG: “No, penso che sia più inconsapevole che altro. Infatti, il piano soggettivo appartiene al <br />linguaggio cinematografico. Fa dunque parte dei codici che ho potuto assimilare e che mi<br />piace utilizzare. Inoltre, rafforza il taglio cinematografico della narrazione nell’album. Che <br />attinga le sue origini dal film noir, mi fa altrettanto comodo. […]”<br /> Guarnido J. e Diaz Canales J., Blacksad. I retroscena dell’inchiesta …, 2005, pag. 12<br />
  13. 13. Tra cinema e fumetto: Sin City<br />
  14. 14. Gli Autori<br />JuanjoGuarnido(Disegnatore)<br /><ul><li> Frequentò la Facoltà di Belle Arti di Granada
  15. 15. Iniziò a lavorare per Planeta de Agostini che pubblicava i comics MARVEL
  16. 16. Entrò nel mondo dei cartoni animati (Madrid, Disney di Parigi) </li></ul>Juan DíazCanales(Sceneggiatore)<br /><ul><li> Fondatore della “Tridente Animation”
  17. 17. Si divide tra l’attività di Animazione e sceneggiatore di fumetti</li></li></ul><li>Le origini<br />Pagina del Blacksad “primitivo”,<br />prima versione del progetto, <br />disegnata da J.DiazCanalés<br />Pagina di Blacksad definitiva,<br />disegnata da J.Guarnido<br />
  18. 18.
  19. 19. Influenze “cinefile”<br />
  20. 20. Linea del tempo<br />Anni ‘50<br />
  21. 21. Personaggi animalizzati: perché?<br />“Perché la scelta di realizzare un poliziesco realista dove gli uomini sono animali?”<br />JDC: ”Era forse l’aspetto più interessante del progetto e al tempo stesso uno dei più rischiosi. Malgrado l’apparenza semplice della storia, l’idea di “sguinzagliare gli animali” in un ambiente e in una trama realista, era un po’ rischiosa. Mischiando il genere noir e il genere “animalista”, si ottiene un gioco di contrasti di grande ricchezza. […]”<br />JG: “[…] Adoro disegnare gli animali e applicare questo trattamento più o meno realista ai <br />personaggi animalizzati era una sfida grafica interessante da accettare. […]”<br />
  22. 22. Personaggi animalizzati: perché?<br />“Contrariamente al proverbio “l’abito non fa il monaco”, i personaggi di Blacksad<br /> non escono dal loro ruolo? La loro natura detta il loro comportamento. Perché <br />aver scelto questa opzione e non esserne usciti?”<br />JDC: “[…]Ci è parso molto interessante maneggiare una galleria di personaggi il cui aspetto fisico già ci informava su quale sarebbe stata la loro personalità. […] Il fatto di avere solo qualche carattere dipinto con immagini, senza dover descrivere il perché del suo comportamento, è terribilmente vantaggioso. […]”<br />
  23. 23. Personaggi animalizzati: perché?<br /><ul><li> Interpreti tutti animali
  24. 24. L’animale ne rappresenta il carattere
  25. 25. Ricorda il Robin Hood della Disney del 1973
  26. 26. Di Robin Hood c’è solo il meccanismo</li></li></ul><li>Antropomorfismo o <br />Animalizzazione?<br />Antropomorfo<br />Animalizzato<br />
  27. 27. Cambiando l’ordine dei fattori <br />il risultato cambia!!!<br />Antropomorfismo<br />
  28. 28. Cambiando l’ordine dei fattori <br />il risultato cambia!!!<br />Animalizzazione<br />
  29. 29.
  30. 30. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br /><ul><li> Un coinvolgente Noir
  31. 31. Rispecchia tutti i canoni della classica tragedia dei </li></ul> grandi maestri del giallo<br /><ul><li> Un detective vuole scoprire l’assassino di una sua </li></ul> vecchia fiamma e vendicarsi<br /><ul><li> La storia è popolata da caratterizzazioni animali </li></ul> umanizzati<br />
  32. 32. BLACKSAD#2: ArcticNation<br /><ul><li> Blacksad si confronta con un’organizzazione criminale, </li></ul> l’ArcticNation<br /><ul><li> L’ordine costituito da questi estremisti fanatici ha come </li></ul> obiettivo un nemico: tutti gli animali colorati<br /><ul><li> Blacksad sarà accompagnato nella sua inchiesta da un </li></ul> giornalista, un’astuta e divertente volpe<br /><ul><li> Un appassionante giallo che affronta il tema del </li></ul> razzismo e della vedetta con intelligente ironia<br />
  33. 33. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br /><ul><li> Blacksad è a Las Vegas
  34. 34. Il commissario Smirnov, ritrova Blacksad
  35. 35. Un amico di nome Otto Lieber è di passaggio in città </li></ul> dove si sta svolgendo una conferenza sul nucleare<br /><ul><li> Anni '50, la guerra fredda tra est e ovest è al culmine
  36. 36. Otto non è così innocente come potrebbe sembrare!</li></li></ul><li>John Blacksad: l’investigatore “NeroTriste”<br />“Perché qui l’atmosfera è sporca è c’è la pioggia. <br /> Perché qui si fa sul serio e si muore”<br />
  37. 37. Natalia Wilford: la donna fatale davvero fatale<br />JG: “[…] Questa pagina arricchisce molto il carattere di Natalia. Nella vignetta in alto, mostra una vulnerabilità molto vicina a quella di Marilyn.”<br />
  38. 38. Personaggi e Archetipi<br />“Lo psicologo svizzero, Carl G. Jung, usò il termine di archetipi, nel senso di modelli di temperamento che discendevano dall’antichità dell’uomo e che rappresentavano un’eredità comune all’intera specie umana. ”<br />Vogler C., Il viaggio dell’eroe, Dino Audino Editore, Roma, 2005, pag. 23<br />“Gli archetipi sono un linguaggio con cui possiamo creare infiniti personaggi. Offrono un modo per capire quale funzione stia svolgendo un personaggio in un dato momento del racconto.”<br />Ibidem, pag. 57<br />
  39. 39. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: John Blacksad<br /> (Gatto)<br />RUOLO: Investigatore privato<br />ARCHETIPO: Eroe (solitario dedito anche alla comunità)<br />
  40. 40. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Natalia Wilford<br /> (Gatta)<br />RUOLO: Attrice<br />ARCHETIPO: <br />Femme Fatale/Mutaforme<br />
  41. 41. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Smirnov <br /> (Cane pastore tedesco) <br />RUOLO: Commissario di polizia<br />ARCHETIPO: Mentore<br />
  42. 42. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Ivo Statoc<br /> (Rospo) <br />RUOLO: Self-made-man, il più<br /> ricco e potente della<br /> città<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  43. 43. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Sconosciuto<br /> (Lucertola) <br />RUOLO: Scagnozzo<br />ARCHETIPO: Messaggero<br />
  44. 44. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Weekly<br /> (Volpe) <br />RUOLO: Reporter<br />ARCHETIPO: Aiutante/Spalla comica/Imbroglione<br />
  45. 45. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Karup<br /> (Orso Polare)<br />RUOLO: Capo della polizia<br /> Capo di ”ArcticNation”<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  46. 46. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Huk<br /> (Volpe Bianca)<br />RUOLO: Leader Politico<br /> Vice Capo “ArcticNation”<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  47. 47. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Jézabel<br /> (Orso)<br />RUOLO: moglie/figlia di Karup<br />ARCHETIPO: Femme fatale/<br />Mutaforme<br />
  48. 48. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Dinah<br /> (Orso)<br />RUOLO: figlia di Karup<br />ARCHETIPO: Vittima<br />
  49. 49. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Samuel Gotfield<br /> (Cane dalmata) <br />RUOLO: Filantropo<br />ARCHETIPO:Mutaforme/Imbroglione<br />
  50. 50. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Otto Liebber<br /> (Gufo) <br />RUOLO: Professore<br /> Scienziato<br />ARCHETIPO: Mentore<br />
  51. 51. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Alma Mayer <br /> (Gatta)<br />RUOLO: Scrittrice<br />ARCHETIPO:Aiutante<br />
  52. 52. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Senatore Gallo <br /> (Gallo)<br />RUOLO: Senatore<br />ARCHETIPO: Cattivo/Mutaforme/Ombra<br />
  53. 53. BLACKSAD#inedito: “Como perro y gato”<br />
  54. 54. BLACKSAD#inedito: “Escupir al cielo”<br />
  55. 55. BLACKSAD: 2010 <br />(nostra intervista a Juan Diaz Canales)<br /><ul><li> L'edizione francese è quella originale
  56. 56. Anni '50 a New Orleans
  57. 57. Musica – Jazz
  58. 58. Ritornerà Weekly mentre gli altri personaggi saranno nuovi </li></li></ul><li>PROJECT WORK<br />Sito Web<br />A.R.G.<br />
  59. 59.
  60. 60. Login: per accedere al sito <br />dopo la registrazione<br />Menu di navigazione<br />Porta di ingresso alla<br />Piattaforma A.R.G.<br />Visualizzazione Contenuti<br />
  61. 61.
  62. 62.
  63. 63.
  64. 64. Alternate Reality Game<br />"Gli Arg generano comunità molto appassionate, possiamo chiamarle “menti alveari” o “collective intelligence” che agiscono come dei catalizzatori in grado di dare vita al mondo. Gli Arg vivono su tutte le piattaforme reali e virtuali: di fatto guardiamo al mondo stesso come una piattaforma da sfruttare per prolungare l’esperienza. Solitamente iniziano con un cosiddetto rabbithole, il punto di accesso all’esperienza che è presente nel mondo reale; <br /> portare l’utente dentro la realtà fisica è un ingrediente fondamentale per generare entusiasmo,curiosità e attenzione“<br /> Susan Bonds, presidente e amministratore delegato di 42entertainment<br />
  65. 65. Alternate Reality Game<br /><ul><li> Gli A.R.G. possono essere classificati in 5 sottocategorie:
  66. 66. Promozionali
  67. 67. Grassroots
  68. 68. Brandizzati/Commerciali
  69. 69. A singolo giocatore
  70. 70. Educativi
  71. 71. Le sfide proposte ai giocatori :</li></ul> - enigmi<br /> - integrazione di giochi precedenti <br /> - creazione di azioni collaborative che prevedano il coinvolgimento di un gran numero di partecipanti<br /><ul><li> Le sfide possono essere sviluppate su due livelli: online e offline</li></li></ul><li>The Beast (ArtificialIintelligence)<br /><ul><li> L'universo descritto in A.I. ha preso vita al di fuori dello schermo di </li></ul> celluloide, invadendo le vite di appassionati e curiosi per tre mesi <br />(primavera 2001)<br /><ul><li> Negli spot e sui poster del film A.I., tra i nomi della troupe cinematografica </li></ul> spicca, nella bizzarra veste di "terapista delle macchine senzienti", quello <br /> di JeanineSalla<br /><ul><li> Attirati da questo ruolo inusuale, gli osservatori più interessati hanno cercato sul web</li></ul> maggiori informazioni, imbattendosi in siti che rappresentavano una realtà ambientata nel <br /> futuro, cinquant'anni dopo rispetto al racconto del film. <br /><ul><li> Per dodici settimane, tre milioni di persone da tutto il mondo hanno composto numeri di </li></ul> telefono, raccolto indizi e seguito la storia di Jeanine per indagare circa la misteriosa morte <br /> di Evan, un altro personaggio del mondo del gioco. <br />
  72. 72. The LostExperience<br /><ul><li> La ABC, tramite i modelli di finanziamento supportato </li></ul> dall’advertising/promozionale , ha portato avanti l'ARG <br /> per circa sei mesi (aprile - settembre 2006)<br /><ul><li> L'esperienza online aveva uno sviluppo parallelo rispetto al programma televisivo, </li></ul> riferendosi o talvolta rivelando alcuni dei misteri più profondi dello show<br /><ul><li> L'esperienza era vissuta sia online che offline, mezzi di interazione erano siti web, video </li></ul> clip, e messaggi mail vocali ma anche presenza di uno dei personaggi in un talk show <br /> notturno, venduto un libro su Amazon scritto da un autore immaginario che è morto <br /> nell’incidente aereo che dà inizio alla serie<br /><ul><li> Durante numerosi episodi del programma televisivo, la ABC ha trasmesso spot </li></ul> pubblicitari in relazione con The LOST Experience. I giocatori che non volevano perdere<br /> nessun indizio si sono seduti a guardare le interruzioni commerciali<br />
  73. 73. BLACKSAD “Roman Holiday”<br />Periodo di gioco: Due mesi<br />Premi/guadagni per i partecipanti: premi dagli sponsor<br />Mezzi di interazione: siti web, blog, adesivi, scritte, locali<br />Online/offline gaming: online e offline<br />Requisiti speciali per i partecipanti: nessuno<br />Team di sviluppo: Catèkla<br />Modello di finanziamento: Sponsor, merchandising e cobranding<br />Sito web: www.blacksad.it<br />

×