Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Blacksad Graphic Novel - website - ARG

1,945 views

Published on

Published in: Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Blacksad Graphic Novel - website - ARG

  1. 1.
  2. 2.
  3. 3. Storia della Graphic Novel<br /><ul><li>GraphicNovel : “Romanzo Grafico” o “Romanzo a Fumetti”
  4. 4. Graphic Novel
  5. 5. 1978 Will Eisner conia e diffonde il termine GraphicNovel con “Contratto con Dio”?</li></li></ul><li>Storia della Graphic Novel<br /><ul><li> Narrazione Grafica o per immagini “Graphic Narrative”
  6. 6. Il “romanzo per immagini” o Graphic Novel, così come lo conosciamo oggi, </li></ul> consiste in una combinazione di testo e di immagini collocate in sequenza.<br /><ul><li> Ma alcuni tra i primi tentativi di narrazione:</li></ul>Vertigo<br />di LyndWard (1937)<br />Destiny<br />di Otto Nuckel (1930)<br />DieSonne<br />di FransMasereel (1927)<br />
  7. 7. Caratteristiche della Graphic Novel<br /><ul><li> “Unicum” narrativo, di formato, di storia: un romanzo per immagini.
  8. 8. Possibile pre-pubblicazione seriale purché concepita come un "romanzo" </li></ul> completo <br /><ul><li> Fumetti VsGraphicNovel: questione di tecnica </li></ul>Persepolis (2002)<br />di Marjane Satrapi<br />Sin City (1991)<br />di Frank Miller<br />MAUS (1989 - 1992)<br />di Art Spiegelman<br />Una ballata del mare salato (1967)<br />di Hugo Pratt<br />
  9. 9. Un genere “liquido”<br />“Una delle possibili varianti del cinema sul crimine o criminale. Generalmente può essere avvicinato al gangster movie o alla detective story perché i suoi protagonisti sono criminali o investigatori privati ma non poliziotti. Il noir è un genere basato sull’ambientazione; sobborghi, luoghi malfamati o semplicemente ripresi durante la notte sono scenografie abituali per film solitamente contraddistinti da una fotografia che privilegia i toni scuri. Sebbene il mystery finisca spesso per affiancarsi ad ambienti noir, questo genere tende a privilegiare la descrizione di un contesto sociale, spesso marginale o malavitoso, rispetto alla soluzione di un mistero.”<br />L’ENCICLOPEDIA TEMATICA – CINEMA , Ed. L’Espresso Grandi Opere , Vol.20 , pag.516<br />
  10. 10. Un genere “liquido”<br />“[…] ad ogni tentativo di classificazione spuntano varie eccezioni alla regola soprattutto quando si parla di scelte tematiche, per cui forse è giusto dire che il noir è soprattutto un dato cromatico. Il dato sembra banale, ma in realtà implica una triplice scelta: di tecnica (luci artificiali), di intreccio (predominanza di scene notturne) e pragmatica (gli spettatori reagiscono in modo diverso di fronte ad una scena girata in esterni illuminati o in interni ed esterni bui)". <br />Sorlin Pierre, The dark mirror in I colori del nero, 1989<br />
  11. 11. Tra cinema e fumetto<br />“Il movimento tecnico del cinema è mirato dai fumetti come un proprio, ineguagliabile, “doppio” in grado di praticare ogni obbiettivo di visualizzazione narrativa e dinamica grazie alla sua potenza tecnologica-spettacolare; mentre la libertà fantastica del fumetto è irresistibilmente osservata dal cinema come origine di una qualità audiovisiva e di un mondo narrativo fuori da qualsiasi condizionamento. Il cinema fornisce al fumetto regole tramite cui il movimento delle immagini diviene storia e racconto, come una sorta di “manuale formativo” della struttura mitologica che sostiene il montaggio fra vignette, parole e suoni. Il fumetto, dal canto suo, tocca dimensioni della fantasia che la tecnologia del cinema non sempre può rendere visibile, figurabile, percepibile, con la medesima forza e pregnanza”.<br />Frezza Gino, Le carte del fumetto. Strategie e ritratti di un medium generazionale. E-book, Pag. 63<br />
  12. 12. Tra cinema e fumetto<br />“Torniamo alla narrazione. Juanjo, tu utilizzi a più riprese il piano soggettivo la cui <br />apparizione risale al film noir, la tua è stata una scelta consapevole?”<br />JG: “No, penso che sia più inconsapevole che altro. Infatti, il piano soggettivo appartiene al <br />linguaggio cinematografico. Fa dunque parte dei codici che ho potuto assimilare e che mi<br />piace utilizzare. Inoltre, rafforza il taglio cinematografico della narrazione nell’album. Che <br />attinga le sue origini dal film noir, mi fa altrettanto comodo. […]”<br /> Guarnido J. e Diaz Canales J., Blacksad. I retroscena dell’inchiesta …, 2005, pag. 12<br />
  13. 13. Tra cinema e fumetto: Sin City<br />
  14. 14. Gli Autori<br />JuanjoGuarnido(Disegnatore)<br /><ul><li> Frequentò la Facoltà di Belle Arti di Granada
  15. 15. Iniziò a lavorare per Planeta de Agostini che pubblicava i comics MARVEL
  16. 16. Entrò nel mondo dei cartoni animati (Madrid, Disney di Parigi) </li></ul>Juan DíazCanales(Sceneggiatore)<br /><ul><li> Fondatore della “Tridente Animation”
  17. 17. Si divide tra l’attività di Animazione e sceneggiatore di fumetti</li></li></ul><li>Le origini<br />Pagina del Blacksad “primitivo”,<br />prima versione del progetto, <br />disegnata da J.DiazCanalés<br />Pagina di Blacksad definitiva,<br />disegnata da J.Guarnido<br />
  18. 18.
  19. 19. Influenze “cinefile”<br />
  20. 20. Linea del tempo<br />Anni ‘50<br />
  21. 21. Personaggi animalizzati: perché?<br />“Perché la scelta di realizzare un poliziesco realista dove gli uomini sono animali?”<br />JDC: ”Era forse l’aspetto più interessante del progetto e al tempo stesso uno dei più rischiosi. Malgrado l’apparenza semplice della storia, l’idea di “sguinzagliare gli animali” in un ambiente e in una trama realista, era un po’ rischiosa. Mischiando il genere noir e il genere “animalista”, si ottiene un gioco di contrasti di grande ricchezza. […]”<br />JG: “[…] Adoro disegnare gli animali e applicare questo trattamento più o meno realista ai <br />personaggi animalizzati era una sfida grafica interessante da accettare. […]”<br />
  22. 22. Personaggi animalizzati: perché?<br />“Contrariamente al proverbio “l’abito non fa il monaco”, i personaggi di Blacksad<br /> non escono dal loro ruolo? La loro natura detta il loro comportamento. Perché <br />aver scelto questa opzione e non esserne usciti?”<br />JDC: “[…]Ci è parso molto interessante maneggiare una galleria di personaggi il cui aspetto fisico già ci informava su quale sarebbe stata la loro personalità. […] Il fatto di avere solo qualche carattere dipinto con immagini, senza dover descrivere il perché del suo comportamento, è terribilmente vantaggioso. […]”<br />
  23. 23. Personaggi animalizzati: perché?<br /><ul><li> Interpreti tutti animali
  24. 24. L’animale ne rappresenta il carattere
  25. 25. Ricorda il Robin Hood della Disney del 1973
  26. 26. Di Robin Hood c’è solo il meccanismo</li></li></ul><li>Antropomorfismo o <br />Animalizzazione?<br />Antropomorfo<br />Animalizzato<br />
  27. 27. Cambiando l’ordine dei fattori <br />il risultato cambia!!!<br />Antropomorfismo<br />
  28. 28. Cambiando l’ordine dei fattori <br />il risultato cambia!!!<br />Animalizzazione<br />
  29. 29.
  30. 30. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br /><ul><li> Un coinvolgente Noir
  31. 31. Rispecchia tutti i canoni della classica tragedia dei </li></ul> grandi maestri del giallo<br /><ul><li> Un detective vuole scoprire l’assassino di una sua </li></ul> vecchia fiamma e vendicarsi<br /><ul><li> La storia è popolata da caratterizzazioni animali </li></ul> umanizzati<br />
  32. 32. BLACKSAD#2: ArcticNation<br /><ul><li> Blacksad si confronta con un’organizzazione criminale, </li></ul> l’ArcticNation<br /><ul><li> L’ordine costituito da questi estremisti fanatici ha come </li></ul> obiettivo un nemico: tutti gli animali colorati<br /><ul><li> Blacksad sarà accompagnato nella sua inchiesta da un </li></ul> giornalista, un’astuta e divertente volpe<br /><ul><li> Un appassionante giallo che affronta il tema del </li></ul> razzismo e della vedetta con intelligente ironia<br />
  33. 33. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br /><ul><li> Blacksad è a Las Vegas
  34. 34. Il commissario Smirnov, ritrova Blacksad
  35. 35. Un amico di nome Otto Lieber è di passaggio in città </li></ul> dove si sta svolgendo una conferenza sul nucleare<br /><ul><li> Anni '50, la guerra fredda tra est e ovest è al culmine
  36. 36. Otto non è così innocente come potrebbe sembrare!</li></li></ul><li>John Blacksad: l’investigatore “NeroTriste”<br />“Perché qui l’atmosfera è sporca è c’è la pioggia. <br /> Perché qui si fa sul serio e si muore”<br />
  37. 37. Natalia Wilford: la donna fatale davvero fatale<br />JG: “[…] Questa pagina arricchisce molto il carattere di Natalia. Nella vignetta in alto, mostra una vulnerabilità molto vicina a quella di Marilyn.”<br />
  38. 38. Personaggi e Archetipi<br />“Lo psicologo svizzero, Carl G. Jung, usò il termine di archetipi, nel senso di modelli di temperamento che discendevano dall’antichità dell’uomo e che rappresentavano un’eredità comune all’intera specie umana. ”<br />Vogler C., Il viaggio dell’eroe, Dino Audino Editore, Roma, 2005, pag. 23<br />“Gli archetipi sono un linguaggio con cui possiamo creare infiniti personaggi. Offrono un modo per capire quale funzione stia svolgendo un personaggio in un dato momento del racconto.”<br />Ibidem, pag. 57<br />
  39. 39. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: John Blacksad<br /> (Gatto)<br />RUOLO: Investigatore privato<br />ARCHETIPO: Eroe (solitario dedito anche alla comunità)<br />
  40. 40. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Natalia Wilford<br /> (Gatta)<br />RUOLO: Attrice<br />ARCHETIPO: <br />Femme Fatale/Mutaforme<br />
  41. 41. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Smirnov <br /> (Cane pastore tedesco) <br />RUOLO: Commissario di polizia<br />ARCHETIPO: Mentore<br />
  42. 42. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Ivo Statoc<br /> (Rospo) <br />RUOLO: Self-made-man, il più<br /> ricco e potente della<br /> città<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  43. 43. BLACKSAD#1: Da qualche parte tra le ombre<br />NOME: Sconosciuto<br /> (Lucertola) <br />RUOLO: Scagnozzo<br />ARCHETIPO: Messaggero<br />
  44. 44. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Weekly<br /> (Volpe) <br />RUOLO: Reporter<br />ARCHETIPO: Aiutante/Spalla comica/Imbroglione<br />
  45. 45. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Karup<br /> (Orso Polare)<br />RUOLO: Capo della polizia<br /> Capo di ”ArcticNation”<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  46. 46. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Huk<br /> (Volpe Bianca)<br />RUOLO: Leader Politico<br /> Vice Capo “ArcticNation”<br />ARCHETIPO: Cattivo/Ombra<br />
  47. 47. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Jézabel<br /> (Orso)<br />RUOLO: moglie/figlia di Karup<br />ARCHETIPO: Femme fatale/<br />Mutaforme<br />
  48. 48. BLACKSAD#2: ArcticNation<br />NOME: Dinah<br /> (Orso)<br />RUOLO: figlia di Karup<br />ARCHETIPO: Vittima<br />
  49. 49. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Samuel Gotfield<br /> (Cane dalmata) <br />RUOLO: Filantropo<br />ARCHETIPO:Mutaforme/Imbroglione<br />
  50. 50. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Otto Liebber<br /> (Gufo) <br />RUOLO: Professore<br /> Scienziato<br />ARCHETIPO: Mentore<br />
  51. 51. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Alma Mayer <br /> (Gatta)<br />RUOLO: Scrittrice<br />ARCHETIPO:Aiutante<br />
  52. 52. BLACKSAD#3: Anima Rossa<br />NOME: Senatore Gallo <br /> (Gallo)<br />RUOLO: Senatore<br />ARCHETIPO: Cattivo/Mutaforme/Ombra<br />
  53. 53. BLACKSAD#inedito: “Como perro y gato”<br />
  54. 54. BLACKSAD#inedito: “Escupir al cielo”<br />
  55. 55. BLACKSAD: 2010 <br />(nostra intervista a Juan Diaz Canales)<br /><ul><li> L'edizione francese è quella originale
  56. 56. Anni '50 a New Orleans
  57. 57. Musica – Jazz
  58. 58. Ritornerà Weekly mentre gli altri personaggi saranno nuovi </li></li></ul><li>PROJECT WORK<br />Sito Web<br />A.R.G.<br />
  59. 59.
  60. 60. Login: per accedere al sito <br />dopo la registrazione<br />Menu di navigazione<br />Porta di ingresso alla<br />Piattaforma A.R.G.<br />Visualizzazione Contenuti<br />
  61. 61.
  62. 62.
  63. 63.
  64. 64. Alternate Reality Game<br />"Gli Arg generano comunità molto appassionate, possiamo chiamarle “menti alveari” o “collective intelligence” che agiscono come dei catalizzatori in grado di dare vita al mondo. Gli Arg vivono su tutte le piattaforme reali e virtuali: di fatto guardiamo al mondo stesso come una piattaforma da sfruttare per prolungare l’esperienza. Solitamente iniziano con un cosiddetto rabbithole, il punto di accesso all’esperienza che è presente nel mondo reale; <br /> portare l’utente dentro la realtà fisica è un ingrediente fondamentale per generare entusiasmo,curiosità e attenzione“<br /> Susan Bonds, presidente e amministratore delegato di 42entertainment<br />
  65. 65. Alternate Reality Game<br /><ul><li> Gli A.R.G. possono essere classificati in 5 sottocategorie:
  66. 66. Promozionali
  67. 67. Grassroots
  68. 68. Brandizzati/Commerciali
  69. 69. A singolo giocatore
  70. 70. Educativi
  71. 71. Le sfide proposte ai giocatori :</li></ul> - enigmi<br /> - integrazione di giochi precedenti <br /> - creazione di azioni collaborative che prevedano il coinvolgimento di un gran numero di partecipanti<br /><ul><li> Le sfide possono essere sviluppate su due livelli: online e offline</li></li></ul><li>The Beast (ArtificialIintelligence)<br /><ul><li> L'universo descritto in A.I. ha preso vita al di fuori dello schermo di </li></ul> celluloide, invadendo le vite di appassionati e curiosi per tre mesi <br />(primavera 2001)<br /><ul><li> Negli spot e sui poster del film A.I., tra i nomi della troupe cinematografica </li></ul> spicca, nella bizzarra veste di "terapista delle macchine senzienti", quello <br /> di JeanineSalla<br /><ul><li> Attirati da questo ruolo inusuale, gli osservatori più interessati hanno cercato sul web</li></ul> maggiori informazioni, imbattendosi in siti che rappresentavano una realtà ambientata nel <br /> futuro, cinquant'anni dopo rispetto al racconto del film. <br /><ul><li> Per dodici settimane, tre milioni di persone da tutto il mondo hanno composto numeri di </li></ul> telefono, raccolto indizi e seguito la storia di Jeanine per indagare circa la misteriosa morte <br /> di Evan, un altro personaggio del mondo del gioco. <br />
  72. 72. The LostExperience<br /><ul><li> La ABC, tramite i modelli di finanziamento supportato </li></ul> dall’advertising/promozionale , ha portato avanti l'ARG <br /> per circa sei mesi (aprile - settembre 2006)<br /><ul><li> L'esperienza online aveva uno sviluppo parallelo rispetto al programma televisivo, </li></ul> riferendosi o talvolta rivelando alcuni dei misteri più profondi dello show<br /><ul><li> L'esperienza era vissuta sia online che offline, mezzi di interazione erano siti web, video </li></ul> clip, e messaggi mail vocali ma anche presenza di uno dei personaggi in un talk show <br /> notturno, venduto un libro su Amazon scritto da un autore immaginario che è morto <br /> nell’incidente aereo che dà inizio alla serie<br /><ul><li> Durante numerosi episodi del programma televisivo, la ABC ha trasmesso spot </li></ul> pubblicitari in relazione con The LOST Experience. I giocatori che non volevano perdere<br /> nessun indizio si sono seduti a guardare le interruzioni commerciali<br />
  73. 73. BLACKSAD “Roman Holiday”<br />Periodo di gioco: Due mesi<br />Premi/guadagni per i partecipanti: premi dagli sponsor<br />Mezzi di interazione: siti web, blog, adesivi, scritte, locali<br />Online/offline gaming: online e offline<br />Requisiti speciali per i partecipanti: nessuno<br />Team di sviluppo: Catèkla<br />Modello di finanziamento: Sponsor, merchandising e cobranding<br />Sito web: www.blacksad.it<br />

×