Presentazione conavi 2010.pptx

1,568 views

Published on

Dal 2002 a Rubbia al Colle stiamo conducendo un lavoro sperimentale che riguarda la micorizzazione. Sono presentati i risultati più importanti ottenuti su vite, uva e vino. Interessante è l'implicaizone sulla salubrità del vino nei confronti dell'uomo.

Published in: Education, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,568
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione conavi 2010.pptx

  1. 1. Esperienze in vigneto sull’uso delle micorrize IACONO F. 1, CONTE G. 1, GIOVANNETTI G.2, LONGO V.3, PORRO D.4 1): AZIENDA AGRICOLA FRATELLI MURATORI - ADRO - BS 2): CENTRO COLTURE SPERIMENTALI, CCS - AOSTA - AO 3): ISTITUTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIA AGRARIA U.O.S. - PISA, C.N.R. 4): FONDAZIONE EDMUND MACH - ISTITUTO AGRARIO SAN MICHELE ALL’ADIGE – TN III Convegno Nazionale di Viticoltura - CONAVI 2010 5 - 9 luglio 2010 San Michele all’Adige (TN)
  2. 2. negli ultimi anni l’attenzione verso le micorrize è lievitato costantemente (http://mycorrhizas.info/)   La simbiosi micorrizica è un fenomeno di cooperazione tra organismi con genomi differenti (vegetali terrestri e funghi) caratterizzato da un livello d’integrazione particolarmente profondo   Le piante normalmente utilizzate in agricoltura sono naturalmente simbionti con funghi VAM (endomicorrizici vescicolo arbuscolari)   Piante, funghi e batteri definiscono una simbiosi a tre partner che si è evoluta nel corso di milioni di anni al fine di ottimizzare le capacità assimilative dei vegetali
  3. 3. la presenza di micorrize nel terreno comporta   Aumento dell’estensione radicale fino a 700-800 volte   Arricchimento da parte del terreno di biomassa organica   Maggiore capacità di assorbimento radicale delle piante   Aumento dell’efficienza dell’uso dell’acqua   Riduzione della percolazione dei nitrati nella falda acquifera superficiale   Innalzamento della resistenza alle malattie delle piante con tendenza all’esclusione di eventuali altri ospiti   Aumento della serbevolezza e di alcune componenti aromatiche su alcune colture
  4. 4. Vigneto di Cabernet Sauvignon e Cabernet franc Tenuta Rubbia al Colle ( Suvereto – LI) Azienda Agricola Fratelli Muratori   La dose di MICOSAT F utilizzata alla messa a dimora delle barbatelle è stata pari a 18 g/pianta con densità di impianto pari a 5600 viti/ha (circa 100 kg/ha). Sulla  trapiantatrice  Wagner  è  stato  implementato  un  sistema  di  distribuzione  automa6co  del  MICOSAT  F  
  5. 5. Dati riguardanti l’inoculo micorrizico. I valori si riferiscono a campioni di radici prelevati a profondità di circa 20-30 cm Radici       2002   2004   2006   Tes6mone     0%        a     2,3%          a     14,3      a     Micosat  F     42%      b     42,5%      b     25,2      b    
  6. 6. dati riguardanti lo sviluppo vegeto-produttivo delle viti e la qualità dell’uva Cabernet  Sauvignon   Cabernet  franc   parametri   Tes6mone   Micosat  F   Tes6mone   Micosat  F   Peso  foglia  (g)   0,84  b   0,91  a   0,91  b   0,98  a   Lunghezza  germoglio  (cm)   52,4  b   57,6  a   62,1  b   70,9  a   Indice  SPAD   37,0   37,2   31,9   32,2   Produzione  uva/ceppo  (kg)   1,4  a   1,8  a   1,3  b   1,9  a   Peso  grappolo  (g)   125  b   150  a   115  b   135  a   Zuccheri  mosto  (%)   20,4  b   21,5  a   21,1  b   22,0  a  
  7. 7. Stilbeni nei vini Cabernet Sauvignon del 2006 Trans-­‐ Trans-­‐ Epsilon-­‐ Vino   resveratrolo   piceatannolo   viniferina   (mg/Lt)   (mg/Lt)   (mg/Lt)   Tes6mone   0,3   0,02  b   0,96   Micosat  F   0,25   0,18  a   0,88  
  8. 8. Capacità antiossidante totale (unità ORAC) in vini Cabernet Sauvignon ottenuti da viti testimoni (non trattato) e micorrizate . Confronto con vini in commercio (A e B) 500 480 460 Unità ORAC/100 ml vino 440 420 400 380 360 340 320 300 Testimone Micorrizzato A B
  9. 9. Le micorrize La nouvelle révolution verte? •  Maggiore attecchimento •  Maggiore sviluppo •  Minore concimazione •  Possibilità di inerbimento anche in zone aride (resistenza allo stress idrico) •  Maggiore produzione di uva •  Se non maggiore almeno simile qualità •  Maggiore potere antiossidante •  Maggiore resistenza a stress biotici (spray di consorzi microbiologici per la difesa dalle principali malattie) •  Creazione di una linea TuttoNatura senza uso di antiparassitari di sintesi e senza l’uso di additivi chimici in cantina compresa SO2

×