“Migliorare il rischio attraverso la gestione
attiva del collateral real estate nel processo di
credito”
Rosanna Cappiello...
2/20
Overview
 Struttura del lavoro
 Perché è importante una gestione attiva del collaterale real estate
 Qualità del c...
Perchè è importante una gestione “attiva”del collateral real estate
3/20
 Ingenti rettifiche su crediti
inesigibili
 Dra...
4/20
Qualità del credito in Italia
 La qualità del credito è peggiorata a partire dalla seconda metà del 2012,
soprattutt...
5/20
Fonte: Rielaborazione dati Relazione Annuale Banca Italia 2012
 Per il complesso dei gruppi bancari italiani l’incid...
6/20
 Il net NPLs ratio : rapporto tra le sofferenze nette e i crediti verso la
clientela;
 L’ NPLs Coverage ratio : rap...
7/20
Tipologie convenzionali di risoluzione NPLs
Vendita anticipata
Soluzione extragiudiziale (Debt Restructuring)
REO (Re...
8/20
Risoluzione giudiziale (Asta Giudiziaria)
Procedure legali:
 Esecuzione immobiliare
 Fallimento e altre procedure c...
9/20
La nostra proposta: Implementazione lease back
immobiliare su immobili industriali
- Bilancio Unicredit Group 2012-
A...
10/20
La nostra proposta
Lease back immobiliare
Banca Debitore
 Acquista gli immobili oggetto di NPLs
 Concede gli immob...
11/20
Assunzioni di Base
% Crediti deteriorati «corporate»
Crediti Fin. Vs Imprese Non Finanziarie
TOTALE Crediti deterior...
12/20
Assunzioni di Base
Il tasso di interesse annuale effettivo è in linea con il livello medio di
riferimento previsto d...
13/20
Impatti dell’operazione in temini di assorbimento di
capitale
Tre steps:
Step 0 : Banca con bilancio “appesantito” d...
14/20
Impatto in termini di assorbimento di capitale
15/20
Misurazione della convenienza economica
dell’operazione
Key Performance IndicatorsUtile netto Roe
Cost of Risk
(Fond...
16/20
Misurazione della convenienza economica dell’operazione
Stato
patrimoniale
Conto
economico
• Minori assorbimenti di capitale e corrispondente
aumento del patrimonio supplementare...
18/20
Combinazione di operazioni alternative
Diversi scenari funzionali
al successo
dell’operazione
19/20
Analisi degli impatti dell’operazione per diversi scenari
20/20
Conclusioni
 Operazione complessa
 Fiscalità
 Funding
 Vantaggi
 Recupero immobile > Asta giudiziaria
 Credito...
Grazie per l’attenzione!
Rosanna Cappiello
Vincenzo Cecere
Luca Lo Bue
Sara Minichino
Umberto Rocco Ferraiolo
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

IPE Project Work BCG - MFA 2013 - Migliorare il rischio attraverso la gestione attiva del collateral real estate nel processo di credito

719 views

Published on

Le recenti dinamiche dei mercati finanziari hanno evidenziato la necessità di studiare e implementare idonee operazioni di valorizzazione e smobilizzo delle attività detenute nei bilanci bancari a garanzia dei crediti non performing. Il presente lavoro vuole contribuire a tale percorso di ricerca andando ad analizzare le azioni implementabili ai fini di una gestione “attiva” del Real Estate, con un focus particolare sulle best practice internazionali. La parte sperimentale del lavoro di ricerca si incentra sulla valorizzazione dei distressed asset detenuti dal Gruppo Unicredit ponendo in essere sugli immobili di natura industriale a garanzia di crediti non performing la forma contrattuale del lease back immobiliare, misurandone gli impatti in termini di assorbimento di capitale secondo le previsioni di Basilea 2 e di convenienza economica. Ai fini di un’analisi più puntuale, vengono simulati degli scenari alternativi all’adozione della modalità del leasing, combinando tale opzione con l’ipotesi di vendita anticipata degli immobili.

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
719
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

IPE Project Work BCG - MFA 2013 - Migliorare il rischio attraverso la gestione attiva del collateral real estate nel processo di credito

  1. 1. “Migliorare il rischio attraverso la gestione attiva del collateral real estate nel processo di credito” Rosanna Cappiello Vincenzo Cecere Luca Lo Bue Sara Minichino Umberto Rocco Ferraiolo Master in Finanza Avanzata 2013
  2. 2. 2/20 Overview  Struttura del lavoro  Perché è importante una gestione attiva del collaterale real estate  Qualità del credito in Italia  Analisi del credito a livello di sistema bancario  Tipologie convenzionali di risoluzione dei NPLs  Implementazione di un’operazione di lease back immobiliare  Impatti in termini di assorbimento di capitale  Convenienza economica dell’operazione  Scenari alternativi  Conclusioni e spunti di riflessione
  3. 3. Perchè è importante una gestione “attiva”del collateral real estate 3/20  Ingenti rettifiche su crediti inesigibili  Drammatiche conseguenze sugli impieghi verso la clientela  Impatto negativo su utili e ratios patrimoniali  Sforzo organizzativo sopportato dalle banche  Scissione dei patrimoni dedicati al recupero crediti NPLs (Unicredit Credit Management, Intesa Gestione Crediti, Monte Paschi Gestione Crediti)  Trattamento fiscale  Beneficio fiscale riveniente dalle perdite su crediti è limitato nell’ammontare e diluito nel tempo.  Vincolo Banca d’Italia  Revisione delle procedure di valutazione degli immobili a garanzia di tali crediti
  4. 4. 4/20 Qualità del credito in Italia  La qualità del credito è peggiorata a partire dalla seconda metà del 2012, soprattutto per effetto del forte rallentamento dell’attività economica;  Il flusso di nuove sofferenze delle banche ammonta a 39 miliardi, ( circa 32 nel 2011); Fonte: Relazione Annuale Banca d’Italia 2012  Il peggioramento della qualità del credito nell’ultimo trimestre è stato particolarmente pronunciato per le imprese, il cui tasso di ingresso in sofferenza ha raggiunto il 3,9 % nel quarto trimestre del 2012, per le famiglie il flusso di nuove sofferenze in rapporto ai prestiti è aumentato ma in misura più contenuta. Nuove sofferenze in rapporto ai prestiti
  5. 5. 5/20 Fonte: Rielaborazione dati Relazione Annuale Banca Italia 2012  Per il complesso dei gruppi bancari italiani l’incidenza delle posizioni deteriorate (sofferenze, incagli, esposizioni ristrutturate, scadute o sconfinanti) sul totale dei crediti verso la clientela è del 13,5%, 2,3 punti percentuali in più rispetto al 2011. L’incremento è dovuto soprattutto all’aumento dei crediti in sofferenza (16,3%), che rappresentano oltre la metà del totale delle esposizioni deteriorate;  Lentezza delle procedure di recupero dei crediti anomali. Qualità del credito dei gruppi bancari italiani
  6. 6. 6/20  Il net NPLs ratio : rapporto tra le sofferenze nette e i crediti verso la clientela;  L’ NPLs Coverage ratio : rapporto tra il totale dei fondi rettificativi e il totale delle sofferenze lorde.
  7. 7. 7/20 Tipologie convenzionali di risoluzione NPLs Vendita anticipata Soluzione extragiudiziale (Debt Restructuring) REO (Real Estate Owned) Risoluzione giudiziale (Asta Giudiziaria)
  8. 8. 8/20 Risoluzione giudiziale (Asta Giudiziaria) Procedure legali:  Esecuzione immobiliare  Fallimento e altre procedure concorsuali Inefficienza della procedura tradizionale delle aste giudiziarie:  Maggior parte delle aste vanno deserte  Allungamento dei tempi di recupero  Diminuzione del valore recuperato  Minor valore del singolo bene rispetto al complesso di beni aziendali
  9. 9. 9/20 La nostra proposta: Implementazione lease back immobiliare su immobili industriali - Bilancio Unicredit Group 2012- Assunzioni di base Redazione Piano Leasing Implementazione Leasing su Immobili Industriali Unicredit Misurazione Impatto Patrimoniale Convenienza economica Conclusioni
  10. 10. 10/20 La nostra proposta Lease back immobiliare Banca Debitore  Acquista gli immobili oggetto di NPLs  Concede gli immobili in leasing  Paga canoni di locazione  Riacquisto (Patto di Riscatto) VANTAGGI  Recupero immobile > Asta giudiziaria  Credito in default Credito in bonis  Estinzione posizione debitoria  Debitore non perde la immobile
  11. 11. 11/20 Assunzioni di Base % Crediti deteriorati «corporate» Crediti Fin. Vs Imprese Non Finanziarie TOTALE Crediti deteriorati % Crediti corporate «incagliati» 75% Incagli TOTALE Crediti deteriorati 34% IMMOBILI A GARANZIA DEI CREDITI DETERIORATI: 41.042.707 IMMOBILI A GARANZIA DEI CREDIDI DETERIORARI “CORPORATE”: 30.782.030 IMMOBILI OGGETTO DI LEASING : 10.465.890
  12. 12. 12/20 Assunzioni di Base Il tasso di interesse annuale effettivo è in linea con il livello medio di riferimento previsto dalla normativa antiusura (7,38%) Il valore di riscatto si ipotizza essere pari al 10 % del valore di mercato Piano di ammortamento francese a rata costante Divieto Patto Commissorio non violato Determinazione del Piano di Leasing
  13. 13. 13/20 Impatti dell’operazione in temini di assorbimento di capitale Tre steps: Step 0 : Banca con bilancio “appesantito” da crediti deteriorati garantiti da immobili Step 1 : Banca acquisisce immobili a fronte di stralcio crediti deteriorati e cassa Step 2 : Implementazione lease back
  14. 14. 14/20 Impatto in termini di assorbimento di capitale
  15. 15. 15/20 Misurazione della convenienza economica dell’operazione Key Performance IndicatorsUtile netto Roe Cost of Risk (Fondo rischi/Attivi ponderati per il rischio di credito) Margine di intermediazioneCost / Income
  16. 16. 16/20 Misurazione della convenienza economica dell’operazione
  17. 17. Stato patrimoniale Conto economico • Minori assorbimenti di capitale e corrispondente aumento del patrimonio supplementare • Minore incidenza crediti deteriorati su impieghi • Valore dell' immobile (attuale netto): – minori tempi di recupero – miglior prezzo rispetto al canale aste • Maggiori asset liquidi – incasso da vendita immobile – rettifica positiva • Liberazione risorse per concedere nuovi finanziamenti (da miglioramento ratio patrimoniali) • Miglioramento patrimonializzazione e ratio regolamentari (credito in bonis) Acquisizione immobili Vendita immobili e concessione nuovi finanziamenti • Temporaneo impatto del cost income per costi di gestione degli immobili acquisiti • Potenziali plusvalenze da cessione immobili – rettifiche positive al momento della vendita – al netto di costi di vendita e incentivi • Migliointermediazione nuovi finanziamenti • Miglioramento del costo del rischio grazie a diminuzione crediti deteriorati (rettifiche positive al momento della vendita degli immobili) • ramento cost income dovuto a margine di 1 2 Scenari alternativi: Ipotesi vendita anticipata Impatti di conto economico e stato patrimoniale positivi, nell'ipotesi di non avere perdite su prezzo RE, e quindi sostituire un credito deteriorato con uno in bonis (se finanziato) 17/20
  18. 18. 18/20 Combinazione di operazioni alternative Diversi scenari funzionali al successo dell’operazione
  19. 19. 19/20 Analisi degli impatti dell’operazione per diversi scenari
  20. 20. 20/20 Conclusioni  Operazione complessa  Fiscalità  Funding  Vantaggi  Recupero immobile > Asta giudiziaria  Credito in default Credito in bonis  Risparmio in termini di assorbimento di capitale  Estinzione posizione debitoria  Debitore non perde il possesso dell’ immobile
  21. 21. Grazie per l’attenzione! Rosanna Cappiello Vincenzo Cecere Luca Lo Bue Sara Minichino Umberto Rocco Ferraiolo

×