Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Quando c'è scuro la luce viene

501 views

Published on

A.S. 2012-'13 - Scuola dell'Infanzia "L'Albero delle Farfalle"

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Quando c'è scuro la luce viene

  1. 1. 4anni
  2. 2. 4anni
  3. 3. 4anni Luce deriva dal latino "lux" che significa "illuminare" e quindi "far vedere“. Giocare con la luce
  4. 4. 4anni luce energia luminosità chiarore bagliore lucentezza luccichio brillio
  5. 5. 4anni protagonisti delle esperienze Marta Filippo D. Sofia Valentino Matilde Filippo L. Arianna Cristian Aurora Heinrich Alessia Mahtar Emma C. Nicola B. Emma D. Sabrina Riccardo Nicole Nicola C. Imen Emanuele Ranim Jacopo Rina Michael
  6. 6. 4anni prefazione a cura di Francesco Alberti papà di Emanuele Francesco è stato coinvolto dalle insegnanti della sezione in un apposito incontro con i bambini. Questa introduzione alle esperienze sperimentate dagli stessi bambini in atelier l’ha voluta impostare tenendo presente entrambi i percorsi vissuti dai protagonisti sia in sezione che in atelier. Scrivere un'introduzione non è mai cosa semplice, specialmente se i temi trattati riguardano i nostri figli e la loro educazione. Decido allora di approfittare di queste righe per esprimere un paio di considerazioni circa il progetto formativo "Luce" che ha visto coinvolti i bambini della sezione dei 4 anni, tra cu mio figlio Emanuele. La prima considerazione che vorrei condividere con il lettore è la straordinaria intelligenza che ha percorso il progetto formativo fin dalla sua ideazione: interpretare la luce come un oggetto formativo per bambini di 4 anni è, a mio modo di vedere, idea originale e assolutamente interessante.
  7. 7. 4anni Il progetto Luce si è svolto per lo più all'interno degli spazi didattici interni alla scuola, durante l'attività formativa quotidiana. Sono stati però visitati anche laboratori esterni e un ruolo particolare lo hanno vissuto le strade di Reggio Emilia, addobbate dalle luminarie natalizie. Sono stati coinvolti le insegnanti, l’atelierista, i bambini ed i genitori. La luce è stata analizzata in molti dei suoi fenomeni: i colori, le ombre, il cielo con il sole, le stelle e la luna. Sono state raccontate storie sulla luce, e favole e miti. I bambini hanno imparato a "maneggiare" la luce attraverso alcuni strumenti come prismi e caleidoscopi. E poichè si tratta di formare le nuove generazioni, è stato affrontato anche il discorso energetico. Insomma, un'analisi della luce a 360 gradi, sempre tenendo ben in vista lo scopo ultimo, ossia la formazione dei nostri figli. Approfitto dunque volentieri dell'occasione di queste righe per ringraziare il gruppo di lavoro che ha ideato e costruito il progetto e per lodarne la bravura e la professionalità. Bravi!
  8. 8. 4anni La seconda considerazione parte dalla mia personale esperienza: ai bambini ho raccontato la "Grande Storia della Luce", un excursus storico su come l'uomo si è avvalso e ha riprodotto la luce, dal fuoco alla dinamo ai pannelli solari. Mi sono avvalso di alcuni strumenti come candele di varie forme e colori, torce a olio, torce elettriche. Fin dall'inizio avevo un dubbio: come avrei attirato la loro attenzione? Come li avrei sorpresi e meravigliati? Una scolaresca di una ventina di bambini di 4 anni non è un pubblico facile... Quello che ho imparato, o meglio, ciò che mi hanno insegnato questi bambini, è che noi adulti abbiamo purtroppo perso la capacità di cogliere il senso del meraviglioso nelle cose di tutti i giorni. Siamo tutti rimasti affascinati dai giochi di luce di alcune candele arabe. Avevo visto quei giochi mille volte, ma i bambini hanno una capacità straordinaria di stupirsi e trasmetterti il loro stupore.
  9. 9. 4anni Perchè se tengo la candela di fianco non mi scotto? Se in quella torcia (ad olio) non c'è il legno, cosa brucia? (l'aria, risponde qualcuno – e provate a dire che è sbagliato). Come fa la luce a conservarsi in un pannello solare? Perchè se giro la manovella viene fuori la luce? – per inciso, provate voi a spiegare il funzionamento di una dinamo e vediamo come ve la cavate. È stata davvero una piacevole sorpresa verificare come i nostri figli abbiano la capacità di trovare il senso del meraviglioso in una fiamma, in un'ombra, in un colore. I nostri figli ci insegnano il senso della meraviglia ogni giorno, che forse vuol dire solo "saper guardare": il "meraviglioso", letteralmente ciò che deve essere guardato. Per questo non li ringrazieremo mai abbastanza.
  10. 10. 4anni La luce fa miracoli: aggiunge, cancella, riduce, arricchisce, sfuma, sottolinea, allude, fa diventare credibile e accettabile il fantastico, il segno e al contrario può suggerire trasparenze, vibrazioni, da miraggio alla realtà più grigia e quotidiana. Federico Fellini
  11. 11. 4anni Le esperienze grafiche, pittoriche, manipolative… dei bambini non devono essere confuse e considerate come quelle dell’ artista e il significato delle rispettive intenzionalità è sicuramente diverso. Come “premessa” agli elaborati realizzati durante il progetto, ho voluto inserire una breve documentazione di opere di alcuni artisti; un indice visivo che vuole affiancarsi e rafforzare quella libertà di agiti, ricerche e pensieri progettuali sperimentati dai bambini in atelier.
  12. 12. 4anni luci d’artista
  13. 13. 4anniNicola Evangelisti, Lighting hologram
  14. 14. 4anni Makoto, Scultura led
  15. 15. 4anni Patrick Tuttofuoco,
  16. 16. 4anni La luce mostra la vera natura di tutto ciò che viene messo in chiaro; poi la luce trasforma ciò che essa illumina, e lo rende luminoso. San Paolo
  17. 17. 4anni Julio Le Parc, Lumiere en mouvemet-installation
  18. 18. 4anni Giuseppe Mestrangelo, Sutura
  19. 19. 4anni Carlo Cerri, “Il cielo stellato sopra di me…”, installazione Chiostri di San Pietro, Natale 2012, Reggio Emilia
  20. 20. 4anni luci dei bambini
  21. 21. 4anni Cos’è la luce? Arianna: E’ molto importante la luce. Filippo D.: E’ importante la luce. Valentino: Invece la luce si accende il lampadario quando c’è buio e fa la luce. Sabrina: E’ tutto buio, fa la luce e poi dopo dormi. Filippo L.: Quando c’è scuro la luce viene. Valentino: Quando la luce si rompe se ne compra un’altra e fa più luce. Mahtar: La luce è una cosa che di giorno si illumina il sole e di notte si illumina la luna. Cristian: Ma la luna fa luce in cielo, non in terra. E poi con una lampada e una torcia si vede meglio dove si va. Heinrich: Perché quando non ci hai luce ci si scontra in un albero. Alessia: E’ una cosa che brilla tanto e di notte brilla tanto anche al buio.
  22. 22. 4anni Nicola C.: E’ una cosa che fa vedere, brilla. Cristian: Come i brillantini. Si vedono solo quando c’è la luce, non quando c’è il buio. Aurora: E’… la luce è quando tu hai paura e accendi la lampada. Jacopo: E’ il sole. Emanuele: E’ tipo quella lì la luce. (e indica il lampadario) Jacopo: Il lampadario. Emma D.: E anche i raggi del sole. Jacopo: Anche le monete d’oro. Michael: Come quelli là che abbiamo là! (e indica i lampioni del parco della scuola che si vedono dalla finestra) O come le luci delle case, le luci fuori delle case. Emanuele: La luce è anche quella della luna. Emma D.: Anche quella dei fanali e anche quella con i brillantini.
  23. 23. 4anni I bambini convivono quotidianamente con luci e ombre differenti. La luce del sole, della luna, della candela, dei neon e dei lampadari,.. le luci che incontrano per strada nei semafori, dalle macchine, dai lampioni… la luce è una proposta di progetto che spesso viene rivolta ai bambini per indagare e ricercare insieme nelle loro conoscenze e competenze. E’ spesso protagonista di curiosità legate a determinate condizioni atmosferiche e non; dopo la pioggia possono intravedere un arcobaleno, quando piove la luce si attenua, quando nevica si crea un paesaggio brillante e scintillante… La stessa luce che entra dalle fessure delle finestre della sezione durante il riposo… crea magiche figure luccicanti e porta a caleidoscopici effetti e giochi luminosi…
  24. 24. 4anni Abbiamo voluto offrire ai bambini proposte con la luce come linguaggio da indagare creando esperienze e situazioni per farne conoscere maggiormente le sue caratteristiche e la sua importanza. L’incontro dei bambini con la luce ha fatto nascere in loro un desiderio di agire sempre più trafficato, stimolando gesti, competenze, abilità, interazioni e interessi. La luce è diventata un ulteriore occasione per favorire la fantasia e la creatività: un “gioco” affascinante, ed emozionante, che ha offerto diverse possibilità di trafficamenti, sperimentazioni e “narrazioni del sapere”. Heinrich: I colori della luce e del buio
  25. 25. esperienzeproposte 4anni - mare di luce - trafficamenti con la lavagna luminosa - ombre cinesi - proposte al tavolo luminoso - lune di luci - disegnare con i bottoni e la luce - macchina della luce - sole meraviglioso - grafiche
  26. 26. 4anni mare di luce
  27. 27. 4anni Cesi, I colori del mare.
  28. 28. 4anni Il percorso sulla luce, in atelier, è stato iniziato dai bambini nella sperimentazione di materiali “speciali”; trasparenti, luminosi... per recuperare ricordi ed emozioni delle vacanze estive. nella creazione di un “mare di luce” con tecniche differenti.
  29. 29. 4anni su acetato con plastiche colorate su carta su acetato con materiali
  30. 30. 4anni Emma D.: Sono andata al mare per giocare ma non riuscivo a fare i castelli di sabbia perché cadevano. C’erano anche delle conchiglie, ne ho trovata una nera con dentro qualcosa da mangiare, forse si chiama cozza e ne ho trovate tante vuote e le ho portate nell’albergo. Mahtar: Al mare c’era uno sdraio, il marciapiede, tanta sabbia bagnata vicino al mare. Ho fatto tante volte il bagno, l’acqua del mare è anche salata. Abbiamo visto i pesci, erano tantissimi con le loro mamme e i loro papà. E’ stata una vacanza molto bella!
  31. 31. 4anni trafficamenti con la lavagna luminosa
  32. 32. 4anni
  33. 33. 4anni Senza la luce noi non potremmo percepire niente con il nostro senso della vista e tantomeno i colori e sinceramente non si riesce a immaginarmi un mondo senza luce e senza colori. La luce è veramente la vita, essa è energia pura.
  34. 34. 4anni
  35. 35. 4anni
  36. 36. 4anni ombre cinesi
  37. 37. 4anni
  38. 38. 4anni La luce come sappiamo è ovunque ci troviamo e qualunque cosa essa illumina riesce a generare delle ombre. Durante le sperimentazioni e i giochi con la lavagna luminosa i bambini le hanno scoperte tramite gli oggetti con cui interagivano e hanno iniziato delle interessanti ricerche davanti al telo.
  39. 39. 4anni
  40. 40. 4anni
  41. 41. 4anni
  42. 42. 4anni Dove c’è molta luce, l’ombra è più nera. Johann Wolfgang von Goethe
  43. 43. 4anni luce/buio
  44. 44. 4anni Giochi di luci colorate
  45. 45. 4anni Cos’è il buio? Filippo L.: E’ scuro. Filippo D.: E’ il buio… la luna fa illuminare quando c’è buio. Sabrina: Dopo arriva il buio e fa la luce. Valentino: Quando c’è la luna è buio, quando c’è la luce c’è il sole. Arianna: Il buio quando viene la luna e ci sono le stelle e io vado a dormire e poi dopo la mia mamma sta sempre alzata di più. Cristian: Il buio è quando c’è notte; devi andare sotto alle coperte e poi deve aspettare se viene giorno e ti puoi svegliare e fare tutti i giochi. Mahtar: Il buio è quando è passato il giorno.
  46. 46. 4anni Nicola C.: E’ una cosa che… non fa vedere, però se c’è la luce fa vedere. Alessia: E’ una cosa che fa sorgere il sole quando uno ci ha sonno. Jacopo: E’ la notte. Michael: Io lo so! Anche quando spegni delle luci, delle luci della scuola, dell’atelier… Emanuele.: E’ la notte. Emma D.: E sembra che vengono dei fantasmi. Rina: E’ la notte.
  47. 47. 4anni Quando c’è il buio cosa si vede? Valentino: Non si vede niente. Filippo L.: Stelle e gli aerei… la luna e gli aeroplani. Filippo D.: Io vedo le stelle e la luna e quelli lì (indica l’aereo appeso in atelier) che va sul tetto. Arianna: La luna, le stelle e poi si vede anche il cielo nero. Valentino: A me piace anche il buio di rosso, perché il nero sembra il rosso. Sofia: Quando c’è buio… le stelle si vedono. Emma C.: La luna. Marta: Si vede con la pila. Aurora: Si vedono le stelle. Emma D.: Io vedo con il buio lassù in alto le stelle, quando dormo. Michael: Niente. Emanuele: Si vede solo con la luce. Rina: La luce. Jacopo: Eh… si vede… solo le case. Michael: La luce.
  48. 48. 4anni Quando viene la luce? Emma C.: Dopo la sera. Ranim: Quando qualcuno ha paura del buio. Aurora: Quando è giorno.
  49. 49. 4anni Quando viene il buio? Marta: Dopo il giorno. Aurora: Dopo il giorno. Ranim: Stamattina. Emma C.: Dopo il giorno.
  50. 50. 4anni i colori della luce e del buio Quali sono i colori della luce? Filippo L.: Giallo. Arianna: Giallo. Filippo L.: Come me. Filippo D.: Rosso. A me piace il rosso. Valentino: Verde.
  51. 51. 4anni Filippo L.: Anch’io verde! Sabrina: E’ rosa. Filippo L.: Il rosa non c’è nessuna luce. Ranim: Verde. Emma C.: Il giallo. Sofia: Il fuxia. Aurora: Rosa. Marta: Blu. Ranim: Della luce è il giallo. Alessia: I colori della luce è il blu. Mathar: E’ giallo il colore della luce; giallo come il sole. Cristian: Di giorno e poi non lo so più. Nicola C.: Dei brillantini. Emanuele: Quella della luna e quella del sole. Emma D.: Il sole. Jacopo: Blu scuro. Michael: Il sole e il mare. Nicole: Il giallo.
  52. 52. 4anni Quali sono i colori del buio? Filippo L.: Nero. Arianna: Verde. Filippo D.: Rosso. Valentino: Giallo. Filippo L.: No, è blu e nero. Sabrina: Blu. Emma C.: Il nero. Sofia: Il nero. Ranim: Il nero. Cristian: Nero. Nicola C.: I colori del buio è… blu, rosso, nero, blu e poi basta. Cristian: Nero come questo! (e fa vedere un pennarello che è sul tavolo di lavoro) Alessia: Verde. Mathar: Blu scuro, scuro. Nicola C.: Il buio per me mi piace farlo grigio perché il grigio mi piace; mi piace il colore grigio. Alessia: Il buio lo voglio fare di tutti i colori, perché mi piace farlo di tutti i colori.
  53. 53. 4anni Emma D.: Le stelle, la luna e il sole. Emanuele: Quelli della luna. Michael: La notte, le stelle e la luna… basta. Nicole: Neri. Jacopo: Giallo e blu. Michael: Però le stelle e la luna è gialla. Quando c’è la luce cosa si vede? Valentino: Si vedono gli alberi, si vede tutto. Filippo L.: Tutto. Arianna: Vedo tutto il mondo. Valentino: Anche io vedo tutto il mondo. Filippo L.: Si vede gli alberi, si vede tutto. Sabrina: Arancione. Aurora: Tutto quello che vuoi vedere. Emma D.: Eh… tutto. Emanuele: Si vede con il sole. Jacopo: Le cose. Michael: Tutto.
  54. 54. 4anni proposte al tavolo luminoso
  55. 55. 4anni
  56. 56. 4anni
  57. 57. 4anni
  58. 58. 4anni lune di luci
  59. 59. 4anniCostas Varotsos, Luna
  60. 60. 4anni Cos’è la luna? Cristian: Io lo so. Aurora: E’ una specie di sole che esce di notte. Cristian: E’ un cerchio. Michael: Per me è una stella grandissima. Ranim: E’ il sole del buio. Emanuele: E poi fa la luce della notte, ma proprio tutta. Rina: Bella luce. Emma D.: E’ quella che sta su nel cielo di notte insieme alle stelle e qualche volta la luna è metà oppure anche intera. Jacopo: E’ quella che fa luce di notte. Matilde: La luna. Alessia: E’ una cosa blu a forma di cerchio che fa splendere tutto il cielo quando è notte.
  61. 61. 4anni Com’è la luna? Nicola C.: E’ rotonda. Filippo L.: Gialla. Heinrich: E’ bianca la luna: ci ha la bocca, il naso e gli occhi. Alessia: E per me è importante perché fa splendere il cielo quando fuori c’è buio, perché dopo tutti non vedono le cose al buio. Ranim: Bella. Perché? Emanuele: Perché è bellissima.. Rina: E fa luce. Nicole: E’ gialla. Heinrich: Sì, è bianca. Nicole: E’ un po’ gialla; bianca e gialla. Heinrich: La luna è come una faccia. Perché? Heinrich: Non lo so perché. Sofia: Tutta arancione. Perché? Sofia: Perché mi piace l’arancione.
  62. 62. 4anni Jacopo: E’ rotonda o metà. Emma D.: La luna è bianca, ma quando la fanno le lucciole diventa gialla. Le lucciole ci hanno le antenne come le farfalle. Hanno altre cose? Emma D.: Ci hanno le zampette come le api o i ragni; ma i ragni ce li hanno di più. Ma solo che le lucciole ci hanno due davanti e due giù; quindi sono quattro. Jacopo: Nel sederino ci hanno una lucina. Emma D.: Sarebbe come una lampadina, ma non è lampadina.; sarebbe come un fuoco.
  63. 63. 4anni Quando si vede la luna? Filippo L.: Di sera. Nicola C.: Di sera e di notte. Sabrina: Su in cielo, dopo che c’è buio. Sofia: Quando c’è il buio. Heirich: Anche le stelle brillano, ma le stelle ci sono quando c’è il sole, ma non si vedono quando c’è il sole. Ranim: Quando c’è buio. Emanuele: Quando c’è buio e andiamo a dormire e va su, su, su Quando non c’è buio va giù, giù, giù. Ranin: Quando c’è il sole la luna viene e dopo diventa di nuovo buio.
  64. 64. 4anni Di giorno dove va? Filippo L.: Sotto al mare, a dormire. Nicola C.: Nelle sue tane a dormire. Alessia: Giù, giù, giù. Heinrich: Non va giù, si vede che è andata giù, ma non è andata giù perché la terra è gelata. Alessia: E poi se la luna viene su e poi c’è il sole fuori c’è tanta, tanta luce e si può giocare. Heinrich: Quando c’è la neve anche in terra gela. Rina: Va su.
  65. 65. 4anni
  66. 66. 4anni
  67. 67. 4anni Arianna: E’ una luna che fa molta luce e non rende la notte buia.
  68. 68. 4anni “disegnare” con i bottoni e la luce
  69. 69. 4anni
  70. 70. 4anni Ma che cosa è dunque la luce? E’ forse un’onda, oppure un getto di corpuscoli. Albert Einstein
  71. 71. 4anni
  72. 72. 4anni macchina della luce
  73. 73. 4anni
  74. 74. 4anni grafiche della macchina della luce
  75. 75. 4anni macchina della luce Vi ricordate con che cosa avete gocato l’ultima volta in cortile? Nicola B.: Con un coso a forma di piatto però piccolissimo. Nicola C.: Un quadrato grande un po’ storto che è legato e ci ha delle cose attaccate anche con un filo, bottiglie vuote, coperchi di scatole. Nicola B.: Poi abbiamo giocato con un coso rotondo con dei buchini e anche un bucone. Nicola C.: Bucone in mezzo, io ho detto! Nicola B.: Pier, abbiamo giocato con quello lì! (e indica) Valentino: Io mi ricordo tutto a memoria; la luce faceva le ombre delle cose che erano appese.
  76. 76. 4anni Michael: Io mi ricordo che eravamo andati fuori e abbiamo giocato con la luce. Cristian: Quei cerchi che facevano la luce. Con la luce, con la macchina della luce. Che giochi avete fatto con la “macchina” della luce? Imen: A giocare. Marta: Per la luce. Filippo D.: Abbiamo fatto questo gioco e poi abbiamo visto delle magie. Quali magie? Filippo D.: Erano delle magie che vedevamo sotto terra, sul pavimento. Com’erano? Filippo D.: Erano bellissime. Perché si vedevano sul pavimento? Filippo D.: Perché erano le cose che facevano le magie. Perché si vedevano? Marta: Perché erano trasparenti. Imen: Per la luce. Marta: Perché la luce fa vedere tutto
  77. 77. 4anni Dov’erano? Sabrina: Per terra. Perché erano per terra? Valentino: Io lo so il perché erano per terra! La luce del sole picchiava per terra perché la luce andava in giù. Filippo L.: Io se prendevo una cosa verde, vedevo tutto verde; vedevo Valentino verde. Valentino: Il sole girava e poi c’era la luce che si era fermata e andava in giù, picchiava per terra. Il sole va piano a girare e poi è venuta la pioggia; il sole si è fermato e dopo i raggi li ha persi tutti. Perché si vedevano tutte le cose colorate per terra? Filippo L.: Perché c’era l’ombra. Jacopo: Perché sono colorate. Michael: Perché i raggi del sole buttavano giù i raggi. Sabrina: Perché era l’ombra tutta verde. Matilde: Perché c’era tutto il sole.
  78. 78. 4anni Cristian: C’era un buco, entravano i raggi del sole, dopo uscivano i raggi del sole e si vedevano per terra; passavano dalla bottiglia. Da dove arrivavano? Cristian: Dal cielo e calavano giù e poi passavano attraverso i buchi. Com’è la macchina della luce? Nicola B.: Fa la luce con il sole. Cosa vedevate per terra? Cristian: Le cose che erano attaccate alla macchina della luce. Perché si vedevano per terra? Cristian: Perché c’era il riflesso del sole.
  79. 79. 4anni sole meraviglioso
  80. 80. 4anni
  81. 81. 4anni ricerche grafiche di soli
  82. 82. 4anni Non bisogna insegnare ai bambini, siamo noi che dobbiamo imparare da loro. Pablo Picasso
  83. 83. 4anni Cos’è il sole? Nicola C.: E’ una cosa che fa illuminare con i raggi del sole. Nicola B.: E’ quello che fa la luce. Emanuele: E’ quello che fa la luce e se lo tocchi ti fai male. Il sole è caldo o freddo? Nicola B. e Nicole: Caldo! Nicola C.: Caldissimo, più caldo di quello che penso.
  84. 84. 4anni Perché è caldo? Nicola B.: E’ fuoco che ci brucia. Perché è sole! Perché c’è il fuoco. Nicola C.: Perché c’è un migliaio di fuoco. Emanuele: Perché c’è tutto il fuoco come nei “Signore degli anelli”. Perché è importante? Nicola C.: Perché ci fa giocare, lavorare, fare le cose. Nicola B.: Perché fa la luce. Emanuele: Perché ci ha il fuoco, è caldissimo come nei “Signore degli anelli”. sperimentazioni di soli con tecniche e materiali differenti
  85. 85. 4anni sole meraviglioso
  86. 86. 4anni
  87. 87. 4anniraggi del sole
  88. 88. 4anni
  89. 89. 4annisettembre 2012 giugno 2013

×