Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Document...azioni

307 views

Published on

A.S. 2010'11 - Scuola dell'Infanzia "L'Albero delle Farfalle"

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Document...azioni

  1. 1. document...AZIONI Scuola Statale dell’infanzia “L’albero delle farfalle” Montecavolo di Quattro Castella (RE) Progetto di atelier: l’acqua e i suoi doppi settembre 2010 – giugno 2011
  2. 2. documentare perché? – per ricordare - per comunicare e diffondere – per informare - per formare – per prendere decisioni – per progettare meglio – per valorizzare quanto fatto - per condividere con gli altri il proprio lavoro - per confrontare e confrontarsi – per conservare il lavoro prodotto e trasformarlo in patrimonio collettivo
  3. 3. La documentazione si pone come obbiettivo il far conoscere ciò che è stato fatto per poter fare e, pertanto, le sue differenziate attività si presentano al mondo esterno come comunicazione di conoscenze offerte sotto forma di dati elaborati con rigorosi criteri ed omogenee procedure. Paolo Bisogno. ex direttore dell'Istituto di studi sulla ricerca e documentazione scientifica del CNR
  4. 4. La documentazione è mettere più occhi su una situazione per renderla visibile prima di tutto a noi stessi, poi agli altri. Documentazione Come… raccolta documentativa degli incontri Indici visivi che vogliono documentare, dare trasparenza agli incontri di atelier, alle singole proposte e “più in grande” al progetto dell’acqua sperimentato. Incontri che hanno rappresentato le attività di ricerca svolte dai bambini. Queste raccolte di documentazioni permettono visibilità e conoscenza delle processualità e delle competenze sperimentate dai bambini stessi. Come… indicatrice della progettazione La progettualità che “traspira” dagli indici visivi vuole dichiarare che tutte le attività e le esperienze giocate, vissute e sperimentate dai bambini, non sono state lasciate alla spontaneità, ma sono
  5. 5. il frutto di precisi percorsi didattici che si sono sviluppati e articolati con coerenza in relazione ai progetti condotti in sezione. Ogni proposta partecipata e vissuta attivamente dai bambini ha avuto degli obiettivi e degli intenti specifici, ed è sempre stata rispettosa sia delle loro potenzialità, sia delle loro reali necessità di conoscenza e sperimentazione. Come… indici visivi come archivi narrativi Le documentazioni fatte, vogliono comunicare il percorso svolto e le processualità agite dai bambini. Vogliono dare trasparenza a tutte le attività e le esperienze didattiche intese come archivi narrativi resi visibili tramite adeguati report fotografici. Come… trasparenza del percorso progettuale L’idea che appartiene a diverse teorie pedagogiche e che i bambini hanno tanti
  6. 6. linguaggi (100) che si alimentano reciprocamente attraverso le proposte sperimentate e vissute. Questi indici visivi vogliono garantire trasparenza a questi linguaggi per offrire la possibilità di conoscere il percorso progettuale, le curiosità, i saperi, le conoscenze e le competenze dei bambini sempre intesi come come attori/autori/registi della propria evoluzione e protagonisti del progetto. Acqua autori: Le bambine e i bambini sez. 5 anni

×